Daria Bignardi



20
gennaio

SABINA BEGAN OSPITE ALLE INVASIONI BARBARICHE. ANZI NO.

Sabina Began

Alle feste berlusconiane la sua era una presenza certa, su La7 invece no. Sabina Began compare e poi sparisce al volo dall’elenco degli ospiti in studio delle Invasioni Barbariche di domani. Che è successo? L’Ape regina (soprannome dovuto al suo ruolo di rilievo nelle serate del Cav, ndDM) interverrà alla trasmissione di Daria Bignardi in un servizio chiuso, e non parteciperà di persona al dibattito in diretta, come era stato  in un primo momento annunciato. Pur non essendo coinvolta nell’inchiesta dei pm di Milano sul Ruby Gate, ieri l’attrice è andata in tv e a Sky ha raccontato alcune sue inedite “verità”. Domani su La7 la Began potrebbe replicare, ma in una modalità ridimensionata, decisa nelle ultime ore.

Ho organizzato spesso queste feste per far divertire Berlusconi. Sono io la colpevole di tutto questo il presidente è una persona che non c’entra niente. Io sono qui per proteggerlo“ aveva dichiarato l’Ape regina a Paola Saluzzi. “Le orge sono una cosa inventata, completamente assurda, non esiste nulla di quello che si legge in questi giorni sui giornali” ha proseguito, dando poi un’interpretazione nuova all’ormai leggendario bunga bunga: “È un codice tra me e Silvio, sono io il bunga bunga perché mi ritengo quasi una scimmia, voi non sapete che cosa posso fare…”. Cosa dirà domani alle Invasioni Barbariche? Ma soprattutto: perchè non parteciperà al dibattito in studio?

Tra le ipotesi, quella che la Began abbia preferito dribblare il confronto con un ospite come Paolo Guzzanti, studioso e teorico della “mignottocrazia” (termine da lui stesso conianto) in Italia. In fondo la sua ‘personalissima’ versione dei fatti l’attrice l’aveva già fornita a Sky, senza interruzioni di sorta. L’altra ipotesi, altrettanto valida, è che La7 abbia inserito una retromarcia repentina sulle modalità di intervento dell’ospite-simbolo degli scandali degli ultimi tempi. Questa eventualità avrebbe pure un precendente avvenuto in tempi non sospetti.




28
novembre

DM LIVE24: 28/11/2010. SKY TG 24 ALLE 20, ARTISTI COL ‘CASCHETTO’, CONDUTTRICI CON LE GUAINE, NEGRAMARO VS TALENT

Diario della Televisione Italiana del 28 Novembre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Oh cielo!

MetaMorph ha scritto alle 12:09

Da domani si prevede una carneficina nel mondo dell’informazione TV: anche lo SkyTG24 di Emilio Carelli (visibile gratuitamente grazie al canale Cielo del DTT) si sposta dalle 19.00 alle 20.00, ora in cui vanno già in onda da anni il TG1 di Minzolini, il TG5 di Mimun e il TG La7 di Mentana.

  • Mai ospiti in un talent

lauretta ha scritto alle 12:59

I Negramaro, intervistati dal Corriere della sera, dopo aver puntualizzato che non parteciperanno mai come ospiti ai talent show, spiegano il motivo di questa loro scelta: “Sono una realtà e come tale li rispettiamo, come rispettiamo ogni genere musicale che non ci piace. Per noi la musica è vita e se la si trasforma in qualcosa di mediatico, la si sfalsa: così preferiamo starne fuori… Noi ci siamo permessi il lusso della gavetta e non vogliamo che si arrivi a pensare alla tv come una strada per iniziare questa carriera”.

  • Guaine strette

lauretta ha scritto alle 18:10

A Verissimo apprendiamo che la Incontrada a Zelig e la Toffanin a Verissimo dopo aver partorito indossavano una guaina stretta…

  • Artisti col “caschetto”

Alessandro ha scritto alle 20:37

Altra reunion di artisti ‘col caschetto’: Fazio intervista Daria Bignardi a Che tempo che fa..


4
ottobre

DARIA BIGNARDI E’ TOP NELLE INTERVISTE POP. MA LASCI STARE LA POLITICA

Daria Bignardi e Renzo Bossi a Le Invasioni Barbariche

Ogni tanto ci piace ricordarla così, quando, algida, muoveva le fila di arditi talk show destreggiandosi tra il morboso e il sociologico. Zarina del trash intellettuale sembrava fosse destinata a diventare l’antagonista principale di Maria De Filippi. Ma Daria Bignardi, con il passare del tempo, ha scelto una strada che l’avrebbe allontanata dal “basso” e  resa paradossalmente più sciolta e distante dalla celebre collega catodica.  

Un percorso che non ha mancato di premiare il suo talento consacrandola icona della televisione radical chic. Nelle Invasioni Barbariche, la sua creatura più riuscita insieme a Tempi Moderni, ha saputo imporre uno stile elegante improntato all’essenzialità e all’attenzione ai dettagli. Più dell’accomodante Fazio o del logorroico Chiambretti, la Bignardi è la regina delle interviste pop. Un meccanismo quasi perfetto che si inceppa solo quando c’è la politica di mezzo.  

La signora Sofri è “tendenziosa”, malcela le proprie idee abbandonandosi a sprezzanti ghigni che infastidiscono lo spettatore perchè provengono dall’intervistatrice piuttosto che dall’intervistato. E quando fa di tutto per nascondere il proprio dissenso, il risultato è un’intervista scialba che si protrae a lungo nel tentativo di rianimarla. La prima puntata delle Invasioni Barbariche ha messo in evidenza una formula ancora valida ma che ha svanito la freschezza e l’originalità dei primi tempi. 





3
ottobre

MORGAN vs ALDO GRASSO: DALLA BIGNARDI IL CANTANTE SBEFFEGGIA IL CRITICO TV CHE REPLICA PRONTAMENTE

Morgan vs Aldo Grasso

L’ultima intervista de Le invasioni barbariche è sempre stata quella dedicata ai personaggi più attesi, nella quale la tensione si scioglie e la padrona di casa si mette a tu per tu con l’intervistato facendo assomigliare il tutto più ad una chiaccherata tra amici che non ad un formale botta e risposta. Per la prima puntata della nuova edizione del fortunato programma, Daria Bignardi ha convocato l’amico Morgan – non nuovo a questo palcoscenico ed intervistato anche nel poco fortunato “L’era glaciale” – che da tempo non appariva sul piccolo schermo.

Già dalle prime battute l’intervista è apparsa atipica, con l’ex giudice di X Factor che – più che rispondere alle domande della padrona di casa –  ha deciso di vestire i panni del “masaniello” della situazione, monologando e sproloquiando nei confronti di Clerici, Facchinetti ed il talent di Rai2.

In particolare Morgan è letteralmente schizzato dalla sedia quando la conduttrice ha citato Aldo Grasso, il quale riferendosi alla nuova edizione del talent show di Rai2 avrebbe scritto “Morgan è già nell’oblio”. La reazione è stata plateale ed il cantante, dopo aver accennato a scontati giochi di parole e battutacce – definite dalla stessa Bignardi “alla Emilio Fede” - relative al nome del critico televisivo, ha definito Grasso “uno sfigato, incompetente, che non merita di insegnare, finto umorista e a nulla sono valsi i tentativi della padrona di casa di glissare e cambiare argomento.


30
settembre

LE INVASIONI BARBARICHE TORNANO DOMANI. RENZO BOSSI, ALESSANDRO GASSMAN E MORGAN OSPITI DI DARIA BIGNARDI

Le Invasioni Barbariche - logo

Le Invasioni Barbariche lasceranno il segno, non passeranno inosservate. Basta guardare gli ospiti della prima puntata per capire che  intenzioni hanno. Vogliono farsi largo e “aggredire” il prime time del venerdì. Conclusa l’esperienza a Raidue, domani Daria Bignardi torna in prima serata su La7 con il suo programma di intrattenimento e interviste vis à vis. Dodici appuntamenenti a base di narrazione e attualità, con personaggi che si racconteranno secondo i ritmi vivaci e lo stile colloquiale della trasmissione. Le Invasioni Barbariche torna con una veste nuova e all’insegna dell’interazione (si potrà seguire e commentare in diretta anche su facebook) ma senza particolari stravolgimenti nella formula.

Ogni puntata racchiuderà tre interviste barbariche. Domani dalla Bignardi, e per la prima volta ad un faccia a faccia televisivo, vedremo Renzo Bossi, il figlio ventiduenne del Senatùr Umberto, fondatore della Lega Nord. Oggi “il Trota” (soprannome attribuitogli dal padre) è Consigliere Regionale in Lombardia. Poi sarà la volta dell’attore Alessandro Gassman, che all’ultima Mostra del Cinema di Venezia ha presentato un documentario per ricordare il padre Vittorio, a dieci anni dalla scomparsa. A chiudere il trittico di interviste ci sarà Morgan. Il cantante parlerà della sua vita artistica e personale, a partire dall’allontanamento dalla tv a causa delle imbarazzanti dichiarazioni sull’uso di stupefacenti fino al rapporto conflittuale con l’attrice Asia Argento.

Nelle Invasioni Barbariche ci sarà anche uno spazio di “talk-show” con servizi di approfondimento su attualità e costume. Al suo interno si tratterà il tema delicato dell’inseminazione eterologa, con la testimonianza di una trentottenne milanese. Nella seconda parte di parlerà invece di cucina, con Benedetta Parodi e il fenomeno di  “Cotto e Mangiato”. Interverrà anche il gastronomo Beppe Bigazzi, protagonista della gaffe delle ricette a base di gatto, che gli costò l’espulsione dalla Prova del Cuoco. Tra le novità di questa edizione, la rubrica Barbara Mente curata dalla scrittrice Michela Murgia, vincitrice del Premio Campiello 2010.





15
luglio

IPSE DIXIT, LIOFREDI: “DARIA BIGNARDI HA UN REGOLARE CONTRATTO PER TUTTO IL 2010 ED E’ MIA INTENZIONE ONORARLO”. MA DARIA BIGNARDI TORNA SU LA7.

Daria Bignardi

Daria Bignardi, l'Era Glaciale

«Daria Bignardi ha un regolare contratto per tutto il 2010 ed è mia intenzione onorarlo».
[22 Novembre 2009, Apcom]

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Scavando tra le mille dichiarazioni di direttori e dirigenti, non potevamo non soffermarci, ancora una volta, sul direttore di Rai2 Massimo Liofredi alle prese con il contratto di Daria Bignardi. Dopo il suo “ipse dixit” riguardo il caso Senette ormai a riposo da un anno, eccone un altro altrettanto succulento e “glaciale” per quanto riguarda il futuro professionale della Bignardi. Alla fine dello scorso anno, dopo una stagione tormentata dell’Era glaciale, Liofredi intendeva non rinunciare a una “professionista della rete” (voluta fortemente sul secondo canale da Antonio Marano), almeno a mezza stampa.

Le cose, poi, si sa come sono andate. L’Era glaciale non è più tornata in onda e si è preferito puntare sui Peccati di Monica Setta. Daria Bignardi è rimasta in panchina in attesa di qualche proposta più stimolante. Infine, il ritorno della giornalista su La7, che da ottobre, come è stato annunciato alla presentazione dei palinsesti della rete, si rimetterà alla guida de Le invasioni barbariche nella prima serata del venerdì. Sulla settima rete italiana, la Bignardi potrà contare su maggiore libertà editoriale, che forse è mancata in Rai tra intoppi, ritardi e slittamenti. Con il ritorno di Daria e l’arrivo di Enrico Mentana alla direzione del Tg, La7 può puntare in alto e cercare di andare ben oltre il 3% di share medio degli ultimi tempi.

Le interviste che hanno caratterizzato gli ultimi programmi della Bignardi (indimenticabile quella con il ministro Renato Brunetta) continueranno a tenere compagnia ai telespettatori. E se la Bignardi è stata ignorata in favore di una Setta peccaminosa, portando comunque a casa gli stessi risultati d’ascolto, ora anche il direttore Liofredi rischia la poltrona.


24
giugno

PALINSESTI LA 7 AUTUNNO 2010: BIGNARDI E MENTANA LE NOVITA’. PESA L’INCOGNITA PIROSO. CASALESI, MOANA E CANALIS ATTESI NELLE FICTION

 La 7 autunno 2010

Il ritorno delle Invasioni Barbariche, l’assenza certa di Crozza e quella paventata di Piroso, e ovviamente il nuovo telegiornale di Enrico Mentana, sono le novità de La7 per l’autunno 2010, presentate ieri. Una nuova stagione che il network si prepara ad affrontare con l’obiettivo di sempre, ossia quello portare nelle case di tutti gli italiani un modo di fare televisione distintivo, un’offerta puntuale, originale e vicina alla realtà. Si comincia così la mattina con il consueto appuntamento di Omnibus (5,1% di share medio registrato nell’ultima stagione), a cui segue l’approfondimento di Omnibus Life.  Nel pomeriggio spazio alle storie e ai mondi di Atlantide con Greta Mauro mentre in access prime time ritorna Otto e Mezzo. Dopo la parentesi estiva di In Onda, talk con Luisella Costamagna e Luca Telese, Lilli Gruber si riprende la sua fascia oraria, forte di un ascolto in costante crescita pari ad una media del  3,2% di share con 843.000 telespettatori a puntata (l’11 giugno scorso l’ascolto più alto di sempre, pari al 5% di share).

In prime time si riconfermano gli appuntamenti classici. A cominciare, da lunedi 13 settembre, con L’Infedele di Gad Lerner che ha chiuso l’ottava stagione con la media di ascolto più alta di sempre, sfiorando il 4% di share media (3,9%) e il milione di telespettatori (930.000). Il martedì sarà la volta di Impero che riparte con un’edizione rinnovata mentre il mercoledì, dal 13 ottobre, riprende Exit con Ilaria D’Amico. Bisognerà aspettare ottobre, il primo, anche per assistere al ritorno della “figliol prodiga” Daria Bignardi con le sue Invasioni che, pur mantendo la struttura di sempre, avranno delle piccole novità come una scenografia e un logo nuovo, e la presenza fissa di un giornalista, il cui nome è ancora top secret. Tra le produzioni di prima serata, oltre al Niente di Personale di Piroso, il cui futuro è ancora incerto, manca il varietà di Crozza. Nessun motivo politico però, alla base dell’assenza, il direttore di rete Tombolini ci tiene, infatti, a precisare che: “Quello di Crozza, come anche quello di Paolini, sono format su cui bisogna lavorare molto. Hanno bisogno di tempo. Sono delle vere opere teatrali che non si riescono a confezionare dall’oggi al domani”.

Sul fronte cinema e fiction da segnalare la messa in onda di un docufilm su Ugo Tognazzi e di Apocalypto, il film in prima visione assoluta sulla civiltà Maya, scritto e diretto da Mel Gibson. La pellicola verrà preceduta da una puntata speciale di Impero. In palinsesto anche Operazione Normandia, docufiction che ricostruisce l’omonima operazione condotta sul clan dei Casalesi dai Carabinieri, tra il 2002 e il 2004. Dopo Non Pensarci, che debutterà il prossimo 28 giugno, un’altra fiction targata Sky farà il suo debutto su La7. Trattasi di Moana, in onda il 7-8 settembre in prime time, introdotta da una puntata ad hoc di In Onda, che farà un ritratto della famosa pornostar italiana. Tra i telefilm d’importazione riconfermato l’appuntamento con L’Ispettore Barnaby (3,1% di share media con picchi del 4,2% ) e con Leverage, da dicembre. La fiction che l’anno scorso non aveva brillato in termini di audience vedrà la partecipazione di Elisabetta Canalis.


27
maggio

DM LIVE24: 27 MAGGIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ritornatene a La7

lauretta ha scritto alle 14:21

Daria Bignardi intervistata da Maria Volpe per il Corriere della Sera: Ho deciso di lasciare la Rai dopo aver visto Paperino al posto dell’Era Glaciale (…)”.

  • Furti Bislacchi

carjochina ha scritto alle 16:19

Barbarona Nazionale D’Urso apre il programma dicendo: “sarà un pomeriggio pieno di cose bislacche… perchè le cose bislacche sono solo qui eh… io ogni tanto guardo gli altri, giro, guardo (…) e tutti copiano, rubano… le vere cose bislacche sono qui eh…”.

  • Sesso con calciatori

mcooo ha scritto alle 00:26

Su Live (Italia1) Lea di Leo, ex pornostar, dichiara di aver fatto sesso con molti calciatori… Nomi detti a gogo naturalmente bippati, anche se qualcuno si riesce a capire leggendo il labbiale rifatto della Di Leo.