Cosima Coppola



11
settembre

COSIMA COPPOLA A TALE E QUALE SHOW 2015

Cosima Coppola

Il grande pubblico l’ha conosciuta nel 2006, quando prese parte alla prima storica stagione de L’Onore e il Rispetto con il ruolo di Melina, colei che avrebbe dato una figlia al protagonista Tonio Fortebracci. E da allora i melò sono stati il palcoscenico principale per Cosima Coppola, che stavolta invece ci stupisce e si presenta su Rai1 come concorrente della quinta edizione di Tale e Quale Show.




10
luglio

FURORE: TRA MISERIE E PASSIONI AL VIA LE RIPRESE DELLA NUOVA FICTION ARES CON GIULIANA DE SIO E FRANCESCO TESTI

Giuliana De Sio

Chi si aspettava una fiction dal titolo La Rabbia e la Vendetta o La Famiglia e la Pistola, sarà rimasto deluso. La nuova produzione a marchio Ares, destinata a Canale5 nella prossima stagione, non cavalca, infatti, il filone di fiction dai nomi altisonanti come L’Onore e il Rispetto, Il Peccato e la Vergogna, o la più recente Pupetta – Il Coraggio e la Passione, ma s’intitola semplicemente Furore.

Gli estimatori delle serie con Garko, Arcuri & Co, possono però stare tranquilli. Fatta eccezione per il titolo, la nuova miniserie, le cui riprese sono partite in questi giorni tra Roma e dintorni, sembra mantenersi più che fedele allo stile vincente messo a punto in questi anni dalla casa di produzione di Alberto Tarallo. La regia è affidata ad Alessio Inturri, già dietro la macchina da presa di altre fiction Ares, mentre il cast corale vede numerosi volti noti cari alla casa di produzione come Giuliana De Sio, Cosima Coppola, Elena Russo, Angela Molina e Francesco Testi. Quest’ultimo dovrà fare i conti con Massimiliano Morra, new entry del gruppo e fresco coprotagonista al fianco di Manuela Arcuri della seguitissima fiction ispirata alla vita di Pupetta Maresca.

Nessun guizzo di novità neppure nella trama, come di consueto ricca di passioni, lotte di classe, malviventi, donne coraggiose, aitanti ragazzi e miserie varie. Siamo all’alba del boom economico degli anni ‘60, protagonista è la famiglia Licata, che si trasferisce dalla Sicilia in Liguria per cercare fortuna. I loro sogni di riscatto però, si scontrano ben presto con una società fortemente classista che non vuole accoglierli.


12
novembre

BACIAMO LE MANI: VIRNA LISI, SABRINA FERILLI E COSIMA COPPOLA INSIEME NELLA FICTION ARES

Virna Lisi, Sabrina Ferilli e Cosima Coppola

Ares, sempre Ares, fortissimamente Ares. In barba alla crisi del Paese, che sembra aver colpito anche il dorato mondo dello spettacolo tra budget ridotti e attori a spasso, la casa di produzione di Alberto Tarallo sembra essere a tutti gli effetti una vera e propria isola felice. Un porto sicuro nel quale poter contare su un piatto caldo, in questo caso rappresentato da un ruolo di protagonista, piuttosto che di comprimario o guest star.

Lo sanno bene attrici come Virna Lisi e Sabrina Ferilli che hanno trovato nuova vita artistica nella fiction, in particolare in serie e miniserie prodotte dal prolifico Tarallo. Lisi e Ferilli, già protagoniste della serie di successo Le Ali della Vita (prodotta da Mediatrade) torneranno presto a recitare insieme in una nuova fiction dal titolo Baciamo le mani, neanche a dirlo, prodotta dalla Ares. Con loro anche Cosima Coppola, la giovane attrice nata e cresciuta artisticamente all’interno delle innumerevoli produzioni di Tarallo; ultima in ordine di tempo Viso d’angelo, in onda al venerdì sera su Canale5.

Tre attrici molto popolari tra il pubblico televisivo, ma anche tre generazioni di donne a confronto, pronte a conquistare gli spettatori di Canale5 con una miniserie della quale non si conosce la trama, ma il cui titolo farebbe pensare ad un filone fortunato, quello caratterizzato da storie di mafia, vendette e faide familiari, questa volta sotto un inedito (o quasi) punto di vista femminile.





4
novembre

GABRIEL GARKO HA IL SANGUE CALDO ANCHE IN VISO D’ANGELO

Garko

L’esperienza e i fatti ci hanno insegnato che qualche punto in più di share alle fiction nostrane è spesso e volentieri ‘garantito’ dalla prestanza e avvenenza fisica di chi le interpreta, anche in assenza di una valida sceneggiatura. Ultima dimostrazione in ordine di tempo, l’imbarazzante Vanessa Hessler nei panni di Cenerentola, miniserie in grado di collezionare ascolti record e sbaragliare la tanto strombazzata concorrenza del Grande Fratello. Chi questa lezione dimostra di averla imparata per bene è sicuramente Ares Film. La prolifica casa di produzione di Alberto Tarallo si è da sempre distinta per l’arruolamento nelle proprie fiction di  belle donne e aitanti ragazzi, spesso e volentieri coinvolti in inevitabili scene ad alto tasso erotico.

Non fa eccezione Viso D’angelo, la miniserie in 4 puntate in onda da venerdì scorso in prima serata su Canale5. Protagonista, neanche a dirlo, Gabriel Garko, volto di punta della fiction di casa Mediaset nonché artefice del successo di numerose fiction targate Ares. Al suo fianco Cosima Coppola, altra attrice di casa Tarallo, già partner di Garko nella fortunata serie L’onore e il rispetto.

I due, rispettivamente nei panni di  un tenebroso commissario e di una poliziotta con problemi di droga, si ritrovano a dover dare la caccia ad un misterioso serial killer in un thriller a sfondo religioso, il cui appeal appare inversamente proporzionale a quello dei protagonisti.


28
ottobre

VISO D’ANGELO: GABRIEL GARKO NEL NUOVO THRILLER DI CANALE 5

Gabriel Garko in Viso d'Angelo

Altro giro, altra corsa. In barba alle polemiche di chi lo vedrebbe più bello che bravo, Gabriel Garko continua senza sosta la sua prolifica carriera d’attore nel mondo della fiction. Sotto il consolidato marchio della Ares Film di Alberto Tarallo, il tenebroso attore, reduce dal cameo in Sangue Caldo, sta girando in queste settimane la terza stagione de L’Onore e il Rispetto, successivamente prenderà parte a Il Peccato e la vergogna 2, mentre a marzo vestirà i panni di Rodolfo Valentino in una miniserie evento in due puntate, destinata a Canale 5. Nei prossimi mesi, non si farà mancare nemmeno la tv di Stato: debutterà sugli schermi Rai come protagonista de Le Memorie di Adriano, miniserie in costume prodotta da Notorius (altra società legata a Tarallo), nella quale interpreterà il ruolo del celebre imperatore.

Ai tanti impegni dello stakanovista Garko, si aggiunge da questa sera su Canale 5, Viso D’angelo, miniserie in 4 puntate, nella quale vestirà i panni di Roberto Parisi, un ispettore di polizia malinconico e tormentato dal passato oscuro e dai tanti sensi di colpa. Un ruolo dunque meno fisico ma più introspettivo rispetto alle precedenti interpretazioni, in una fiction che il regista Eros Puglielli definisce:

Un’operazione vintage, un omaggio ai thriller noir pieni di suspense che si facevano negli anni ‘70. Argento e Hitchcock sono nel mio dna.

Viso D’angelo narra la storia di una caccia a un serial killer che firma i propri delitti lasciando un rosario tra le mani in preghiera delle sue vittime. Il caso viene affidato a Roberto Parisi, specialista in omicidi seriali.





23
ottobre

VISO D’ANGELO: GABRIEL GARKO DIVENTA ISPETTORE. DA VENERDI, SU CANALE5

Gabriel Garko in Viso d'Angelo

Dimenticate il malavitoso Tonio Fortebracci de L’onore e il rispetto o il turbolento Nito Valdi de Il peccato e la vergogna. Dopo tanti ruoli da cattivo, per Gabriel Garko è finalmente arrivata una parte da buono: in Viso d’Angelo, ennesima produzione Ares, in partenza venerdi prossimo 28 ottobre su Canale5, il bell’attore interpreterà il ruolo di Roberto Parisi, un ispettore di polizia specializzato nella risoluzione di omicidi seriali.

La serie dalle atmosfere noir è diretta da Eros Puglielli, già regista di fiction come So che ritornerai (2009) e Caldo Criminale (2010), e vanta soggetto e sceneggiatura a firma della prolifica penna di Teodosio Losito. Tutto si svolge in una cittadina sul mare, la cui tranquillità viene improvvisamente turbata da un misterioso killer che uccide lasciando come firma un rosario intrecciato tra le mani in preghiera delle sue vittime. Uno spietato assassino che massacra persone per sacrificare a Dio anime che crede di redimere con il suo rito purificatore.

Il difficile caso viene affidato all’ispettore Parisi, il cui destino s’incrocia ben presto con quello di Angela Garelli (Cosima Coppola), una giovane poliziotta precipitata negli inferi della droga a causa di un tragico errore: ha freddato con un colpo di pistola l’uomo che avrebbe dovuto sposare, un collega sotto copertura. Quando Parisi capisce che tutte le vittime del serial killer sono riconducibili al  Santa Teresa, un centro di recupero guidato da suor Serafina (Angela Molina), fa in modo che Angela sia ospite di quella comunità. Insieme cercheranno di scoprire chi si cela dietro l’impenetrabile maschera dell’assassino, facendo affiorare inconfessabili segreti della “tranquilla cittadina”.


26
agosto

GABRIEL GARKO NON PERDONA LA CLERICI E PROMETTE PASSIONI DA BOLLINO ROSSO CON LA COPPOLA

Gabriel Garko

Sarà ancora una volta lui, Gabriel Garko, il volto dominante della nuova stagione della fiction Mediaset, ormai un vero e proprio salvagente per un genere che dalle parti di Cologno prende sonore batoste se si confronta con la più ricca strategia produttiva Rai. Una sorta di ‘opportunismo’, secondo molti, quello di Canale 5 che lo immola all’altare dell’auditel vendendone più la bellezza che la bravura.

Nella sua lunga intervista a Sorrisi Garko precisa di avere ben presente questo rischio ma controbatte:

“Qualcuno ha chiesto se mi imbruttirei in un film per dimostrare di essere più bravo. [...] Chi mi stimasse di più perché mi rovino con il trucco, mostrerebbe di avere pochi neuroni in testa”.

Del resto non è nuovo ad accuse di essere un po’ un ‘bel soprammobile da spogliare’, che tira solo per le sue apparizioni più osè. E’ così viva ancora la punzecchiatura di Antonella Clerici, che aveva giustificato qualche sua crisi Auditel con i nudi del fusto in controprogrammazione, che l’attore non le manda a dire nemmeno stavolta alla signora dei fornelli di Raiuno:

“Disse che era facile per me fare ascolti perché mi spoglio di continuo. E’ liberissima di attaccarmi e sputare veleno, ma io vado per la mia strada. E quando poi ha deciso di invitarmi in trasmissione ho deciso di non andare”.

Questa volta Antonellina potrà mugugnare a metà. Nei due progetti in cui è stato coinvolto, e che saranno trasmessi nei prossimi mesi, Garko ha fatto mostra di sé in maniera diversa regalando anche un’inedita interpretazione da buono. Un ladro gentiluomo ma che non lesina baci passionali alla compagna d’avventura.


17
giugno

L’ONORE E IL RISPETTO: IN ATTESA DEL TERZO CAPITOLO, ARRIVANO SU CANALE 5 LE REPLICHE DELLA SECONDA STAGIONE

Gabriel Garko

Le riprese dell’attesissimo terzo capitolo partiranno a fine giugno, ma per il momento i tanti fan potranno consolarsi con le repliche della seconda stagione, in onda da questa sera alle 21,10 su Canale 5. Parliamo de L’Onore e il Rispetto, la fiction record d’ascolti con protagonista Gabriel Garko, nei panni del cattivo Tonio Fortebracci. La prima serie, premiata dal pubblico con ascolti record, andò in onda per la prima volta nel 2006 con la regia di Salvatore Samperi, mentre la seconda stagione arrivò in tv tre anni dopo, nel 2009, diretta ancora una volta da Samperi (morto prima della messa in onda) e da Luigi Parisi.

Sarà lo stesso Parisi, nato e cresciuto professionalmente nella “scuola” del compianto regista padovano, a dirigere L’Onore e il Rispetto 3, nella quale al fianco di Gabriel Garko ritroveremo ancora una volta Cosima Coppola nelle vesti di Melina. Nel cast farà inoltre il suo ingresso Giuliana De Sio nel ruolo di Alina Lo Cascio, una donna di mafia, crudele e malvagia, con tre figli maschi a carico, avuti da altrettanti uomini diversi.

In attesa di conoscere maggiori dettagli sulle nuove avventure della terza stagione, il pubblico si potrà rinfrescare la memoria con il secondo e altrettanto fortunato capitolo della serie che, come molti ricorderanno, si apre con Tonio Fortebracci che, creduto da tutti morto, è in realtà sopravvissuto ad una strage grazie a un giubbotto antiproiettile. Dopo essersi ristabilito, fugge in Svizzera alla ricerca di Olga (Serena Autieri), ma il destino lo riporta ben presto in Sicilia.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »