Concerto 1 Maggio



7
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (29/05-5/05/2013). PROMOSSI BEAUTIFUL E AHS ASYLUM. BOCCIATI CONCERTONE E LE DEFEZIONI DI UN MEDICO IN FAMIGLIA

Valeria Marini

9 al Beautiful made in Puglia. Poco importa se per certi versi abbiamo assistito a quello che in gergo si chiama “markettone”. Le ambientazioni nostrane, oltre ad essere suggestive e inserite nel contesto narrativo, hanno portato fortuna alla soap che è riuscita a superare i 4 milioni di spettatori, dopo un periodo meno brillante sul fronte auditel.

8 ad American Horror Story Asylum. La seconda stagione della serie da brivido targata Ryan Murphy si dimostra all’altezza della precedente, sebbene si sia da questa distaccata completamente. I conflitti tra  religione e scienza, tra bene e male, o temi come la redenzione e il perdono sono stati portati sul piccolo schermo con elevate capacità di racconto. Tuttavia è innegabile che in alcuni punti la sceneggiatura si sia concessa qualche eccesso di troppo.

7 a Valeria Marini. Meno lavora e più fa parlare di sè. L’ultima “trovata” è un faraonico matrimonio, per la gioia di Domenica In e per gli “irriducibili” appassionati dei fiori d’arancio (qui tutte le foto dell’evento).

6 a Lorella Cuccarini. La sua canzone Liberi Liberi fa da colonna sonora al nuovo spot di Mediaset Premium. L’ex più amata dagli italiani “ritorna” sulle reti Mediaset rinverdendo quel passato di showgirl a 360 gradi di cui oggi si sente tanto la mancanza.




2
maggio

CONCERTO 1° MAGGIO: PRESERVATIVO COME OSTIA. E’ POLEMICA (VIDEO)

Concerto 1 maggio

Polemica e (s)concerto per un preservativo mostrato ieri in diretta tv. Il condom in questione è finito, tutto bello sigillato, sul palco del Concerto del 1 maggio a Roma, dove è stato esibito come fosse un’ostia. Il gesto dissacrante è stato compiuto dal frontman dei Management Dolore Post Operatorio, il quale prima della propria esibizione ha inscenato una sorta di irriguardosa messa laica davanti alla folla e alle telecamere.

Prendete e usatene tutti” ha detto il ragazzo, mostrando il preservativo che teneva tra le mani e svelando da sotto il cappuccio una chierica da frate realizzata per l’occasione. Poffarbacco, che ardire: questo sì che è un anticonformista coi fiocchi. Uno da Concertone. Dopodiché, ecco l’imperdibile esecuzione del brano “Pornobisogno”… A completamento della performance, poco più tardi il cantante si è calato i pantaloni davanti alla folla, mostrando un si bemolle calante. Tuttavia quest’ultima ‘marachella’ è avvenuta fuori onda, dettaglio che qualcuno ha voluto interpretare come una censura. In ogni caso, la sceneggiata era già stata compiuta. L’offesa pure.

Mi dissocio duramente per la violenza e la scorrettezza che perseguiremo anche per vie legali, confermando ancora una volta che laddove gli artisti non sanno autoregolamentarsi, per quanto ci riguarda, non sono degli artisti in linea con lo spirito del concertone ha denunciato Marco Godano, organizzatore dell’evento di Piazza San Giovanni, riferendosi alla provocazione dei Management Dolore Post Operatorio.


1
maggio

CONCERTO 1° MAGGIO: INIZIO SCONTATO DI GEPPI CUCCIARI

Geppi Cucciari - Concerto 1 Maggio 2013

Geppi Cucciari - Concerto 1 Maggio 2013

Scontatezza e poca attualità. Un freddo “Ciao” saluta piazza San Giovanni a Roma, con primi momenti di imbarazzo annessi. Da Geppi Cucciari ti aspetti qualcosa in più che riscaldare il pubblico invocando le mani alzate, contando “quanti sono i Romani e quanti i Napoletani“. Ma l’anteprima della 24esima edizione del Concerto(ne) del 1° Maggio si apre così.

Poi ti aspetti che in un giorno nel quale a farla da padrona è la centralità del lavoro, la comicità ci sia e rifletta su quello sin da subito. Macché! Degna dell’Agenda da Daria Bignardi, la Cucciari ripesca le battutine sul sindaco di Roma Alemanno e sul sale che avrebbe sparso per evitare il rischio nevicata a Piazza San Giovanni. Ma quanto è vecchia una battuta così e, soprattutto, inopportuna in campagna elettorale?

Fortunatamente, arriva in soccorso la musica con gli artisti emergenti e i vincitori dei contest presenti sul palco sin dal primo blocco. Presenti i finalisti del 1MFestival: i Crifiu e gli Aeguana Way che, insieme agli altri, saranno pronti a sfidarsi al televoto. Inizio a parte, tutto appare un po’ più televisivo degli scorsi anni, anche se la comicità della finta Belen – interpretata da Virginia Raffaele – potrebbe mancarci. Vediamo cosa ci aspetta, la serata è lunga!

Questa la scaletta completa della giornata:





1
maggio

CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO 2013: ANCHE GLI ELIO E SILVESTRI SUL PALCO CON GEPPI CUCCIARI

Geppi Cucciari

Di lavoro ce n’è poco e i dati dell’Istat lo confermano (11.5% la disoccupazione a marzo che sale al 38.4% se si considera quella giovanile) ma anche in questo momento difficile per l’Italia si festeggiano i lavoratori con la maratona - non quelle politiche di Mentana su La7 – del Concerto del Primo Maggio. A condurre l’evento Geppi Cucciari, al suo esordio sul palco di piazza San Giovanni a Roma.

La maratona musicale e televisiva sarà trasmessa in diretta su Rai3 per la regia di Stefano Vicario, a partire dalle 15.00, con l’Anteprima del Concerto, per proseguire poi dalle 16.00 fino a mezzanotte, interrotta solo dall’edizione del Tg3 delle 19. Sul palco si alterneranno Elio e le storie tese, Max Gazzè, Cristiano De Andrè, I Ministri, Africa Unite, Marta sui Tubi, Motel Connection, Enzo Avitabile e i Bottari, Management del dolore post operatorio,  Marco Notari, Vinicio Capossela,  Ensi, Daniele Silvestri e Renzo Rubino. Non ci sarà, come noto, il rapper Fabri Fibra per una motivazione politica.

Promossa da CGIL, CISL e UIL, l’edizione 2013 del Concertone seguirà il tema artistico “Musica per il nuovo mondo. Spazi, radici, frontiere” e vedrà, sul palco, realizzarsi un evento difficilmente ripetibile: una grande orchestra rock composta dai migliori musicisti italiani e diretta da Vittorio Cosma che eseguirà brani di artisti che hanno fatto la storia della nostra musica.


1
maggio

DM LIVE24: 1 MAGGIO 2013. LA ZETA-JONES RICOVERATA, CRAIG DAVID AL MATRIMONIO DELLA MARINI, FABRI FIBRA ESCLUSO PER MOTIVI POLITICI DAL CONCERTONE

Valeria Marini

Valeria Marini

>>> Dal Diario di ieri…

  • Catherine Zeta-Jones ricoverata

PierVivaCanale5 ha scritto alle 19:00

Catherine Zeta-Jones è ricoverata in una clinica specializzata per curare i disturbi maniaco-depressivi di cui soffre dal 2011. La ha reso noto la portavoce Sarah Fuller, aggiungendo che l’attrice ha preso la decisione di sua spontanea volontà per sottoporsi a cure regolari cosi’ da ”gestire la sua salute in modo ottimale”. Zeta-Jones è tornata sugli schermi Usa lo scorso febbraio con il thriller Effetti collaterali, accolto con successo di critica e pubblico, in uscita domani in Italia.(Ansa)

  • Fabri Fibra e l’esclusione dal concertone per motivi politici

PierVivaCanale5 ha scritto 2013 alle 19:01

I sindacati e l’organizzazione ribadiscono: l’esclusione di Fabri Fibra dal concertone non e’ frutto di una censura, ma di una scelta politica. La sua presenza sul palco era ”inopportuna”. Ma arriva un altro rapper, Ensi, 27enne rapper torinese, che si esibira’ prima con Geppy Cucciari in un mini show di freestyle a cappella e poi con la Grande Orchestra del Rock diretta da Vittorio Cosma in un medley di canzoni di Adriano Celentano. (ansa)

  • Craig David al matrimonio della Marini

PierVivaCanale5 ha scritto alle 19:03





18
aprile

RAI, ENTRA IN VIGORE LA PAR CONDICIO. IL DG MASI: SIA RIGOROSA

Silvio Berlusconi, Bruno Vespa

Da oggi parole col contagocce, ospiti sul bilancino, interventi politici calibrati al millesimo. Ad un mese dalle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio entrano infatti in vigore le norme sulla par condicio, che verranno applicate alla programmazione televisiva ed in particolare alle trasmissioni di approfondimento giornalistico. La parola magica sarà quindi “contraddittorio“, empirica garanzia che tutte le voci abbiano eguale spazio per esprimersi. Una formula, quest’ultima, alquanto discutibile ma pur sempre migliore rispetto alla chiusura completa dei talk show Rai che era stata proposta dal Pdl in Commissione di Vigilanza. L’emendamento è stato poi bocciato in sede di votazione.

La regolamentazione prevista è quella messa a punto da Sergio Zavoli con l’approvazione della Vigilanza da lui presieduta. In essa si prevede che i programmi adottino “ogni cautela atta ad evitare che si determino situazioni di vantaggio per determinate forze politiche o determinati competitori elettorali” e prestino attezione alla scelta degli ospiti in modo da garantire loro “effettiva parità di trattamento“. Le trasmissioni giornalistiche, inoltre, risponderanno ai direttori di telegiornale delle reti sulle quali vanno in onda. In concreto: Porta a Porta di Bruno Vespa farà riferimento al responsabile del Tg1 Augusto Minzolini, l’Annozero di Michele Santoro a Mario De Scalzi del Tg2 e Ballarò Giovanni Floris a Bianca Berlinguer.

Da parte sua il Direttore Generale Mauro Masi ha inviato ai responsabili di tutte le strutture aziendali interessate una nota nella quale auspica una  “scrupolosa applicazione delle disposizioni“  e sottolinea la rilevanza disciplinare di eventuali inadempienze delle stesse. Palinsesto alla mano, oggi il primo conduttore Rai a confrontarsi con la par condicio sarà Bruno Vespa. Per equilibrare le voci in studio, stasera il giornalista ospiterà a Porta a Porta Maurizio Gasparri (Pdl) Roberta Pinotti (Pd) Italo Bocchino (Fli) e Saverio Romano (Responsabili). Si parlerà proprio della campagna elettorale appena iniziata,  ma anche della posizione italiana sulla guerra in Libia e dell’emergenza immigrazione. Domani, sempre sulla tv pubblica, toccherà a Floris, giovedì all’indomabile Santoro.