Anna Oxa



7
ottobre

ANNA OXA: BALLANDO… PER TORNARE A SANREMO?

Anna Oxa

La partecipazione di Sandro Mayer alla prima puntata di Ballando con le Stelle 2013 non è passata inosservata, complice un’improbabile fluente capigliatura. Eppure il direttore di DiPiù si è fatto notare anche per altro; per aver posto ad Anna Oxa la domanda che forse tutti avremmo voluto farle: Ma una grande artista, che ha cantato sui palcoscenici internazionali, come si è fatta convincere da Milly a venire a fare Ballando con le Stelle?”.

Anna Oxa: faccio Ballando perché posso fare la Oxa

La risposta dell’artista, al tempo stesso, è quella che forse tutti ci saremmo aspettati:

Semplicemente perché potevo fare la Oxa. Solo per questo. Perché altrimenti sarebbe stato difficile per me accettare semplicemente di ballare senza esprimermi, senza portare la mia vita, il mio atteggiamento, il teatro. L’evoluzione, anche, di un’energia fondamentale, soprattutto in questi tempi così oscuri, dove l’energia femminile è così abbattuta, è così degradata, dove si usa molta violenza contro le donne. Beh, io credo che oggi il mondo abbia bisogno, invece, di queste due energie importanti, la femminile e il maschile, che comincino veramente a diventare un qualcosa di più fluido, che operi a un altro livello, e non sempre con il corpo”.

Anna Oxa: e se ballasse… per arrivare a Sanremo?




5
ottobre

BALLANDO CON LE STELLE 2013: ANNA OXA

Anna Oxa Ballando con le stelle 2013

Anna Oxa e Samuel Peron

E’ certamente uno dei nomi più illustri del cast di Ballando con le Stelle 2013, entrata al fotofinish tra le celebrità chiamate a diventare star del ballo. Stiamo parlando di Anna Oxa, pronta a scendere in pista da ballo e riconquistare i riflettori di Rai 1, dopo l’esclusione all’ultimo Festival di Sanremo, condito da non poche polemiche. Il partner di ballo che l’accompagna in questa cavalcata a Ballando è Samuel Peron.

Ballando con le Stelle 2013: Anna Oxa

Nata a Bari il 28 aprile del 1961, figlia di un albanese e di una casalinga italiana, già sul finire degli anni ‘70 Anna, appena 17enne, debutta al Festival di Sanremo con Un’emozione da poco, brano che segna la sua fortunata carriera di cantante. Si classifica al 2° posto, riscuotendo un successo discografico enorme. Undici anni più tardi, dopo diverse partecipazioni, in coppia con Fausto Leali conquista Sanremo ‘89 sulle note di Ti lascerò. E da sola, dieci anni dopo, trionfa all’Ariston con Senza pietà, altra canzone tra le più note del suo repertorio. In totale, la Oxa ha gareggiato 14 volte al Festival.

Negli anni, inoltre, il suo look, sempre stravagante e in eveoluzione, e la sua immagine iniziano a fare tendenza, al punto da diventare anche un volto del piccolo schermo, co-conducendo su Rai 1 due edizioni di Fantastico (‘88 e ‘89), una di Sanremo (‘94) e Torno Sabato di Giorgio Panariello nella stagione 2001/2002.


25
settembre

BALLANDO CON LE STELLE 2013: ECCO IL CAST COMPLETO

Anna Oxa

Anna Oxa

Sabato 5 ottobre, in prima serata su Rai 1 a partire dalle 21.10, torna Ballando con le Stelle, il fortunato show, giunto alla nona edizione, condotto da Milly Carlucci. La pista da ballo più famosa della tv, dunque, sta per riaprire i battenti. Nuove celebrità e nuovi maestri sono pronti ad animare uno dei pochi programmi che, col passare degli anni, ha saputo confermarsi con ottimi risultati auditel. Per i numeri, però, c’è tempo; l’attenzione maggiore ora la rivolgiamo al cast che, finalmente, è stato definito.

Il cast di Ballando con le Stelle 2013: gli uomini

Come sempre variegato il cast di Ballando con le Stelle, che pesca nel mondo dello spettacolo e dello sport qualunque tipologia di celebrità. Tra gli uomini figurano l’attore Massimo Boldi (è la cosiddetta celebrità, che verrà seguita via web nei suoi allenamenti di avvicinamento al debutto), i colleghi Roberto Farnesi, Lorenzo Flaherty e Federico Costantini, il pallavolista Gigi Mastrangelo, il pallanuotista cubano naturalizzato italiano Amaurys Perez e il modello brasiliano, ex fidanzato di Madonna, Jesus Luz.

Il cast di Ballando con le Stelle 2013: le donne

Dalle passerelle brasiliane anche una donna: nel cast c’è la modella Lea T. Con lei anche la schermitrice Elisa Di Francisca, tra i primi nomi circolati e subito confermati, l’attrice e conduttrice Alessandra Barzaghi, Miss Italia 2010 Francesca Testasecca e l’attrice, volto noto di Vivere, Veronika Logan. Attesa anche per Anna Oxa, che l’ha spuntata dopo un “ballottaggio” con Natassja Kinski.

Il cast di Ballando con le Stelle 2013: i maestri di ballo





20
giugno

DMLIVE24: 20 GIUGNO 2013. ANNA OXA E IL CIMITERO, VIRGINIA RAFFAELE TRANS PER MTV

Virginia Raffaele nei panni del trans Marileno

Virginia Raffaele nei panni del trans Marileno (Novella 2000)

>>> Dal Diario di ieri…

  • Anna Oxa e il cimitero

PierVivaCanale5 ha scritto alle 16:48

Il palcoscenico è vicino ad un cimitero e cosi’ Anna Oxa dice no al concerto in programma il 30 giugno al ‘Gay Pride Village’ di Padova. Ad annunciarlo gli stessi organizzatori, che hanno mantenuto comunque la serata, scegliendo per il concerto una meno scaramantica Ivana Spagna. La rinuncia della Oxa ha sollevato anche qualche polemica politica. ”Anna Oxa cosi’ offende la comunita’ gay” dice Alessandro Zan, parlamentare padovano di Sel e ideatore del Pride Village.(Ansa)

  • Virginia Raffaele trans per MTV

Alessandro ha scritto alle 19:02

La bravissima Virginia Raffaele, la comica di Quelli che il calcio famosa per le imitazioni di Belen Rodriguez e Nicole Minetti, sarà la protagonista di una nuova sitcom che andrà in onda su Mtv in autunno. Per l’occasione Virginia reciterà nella parte di un trans brasiliano di nome Marileno.


5
febbraio

SANREMO 2013, ANNA OXA TUONA: “E’ UN SOTTOPRODOTTO DEL PRIMO MAGGIO”. FAZIO INCREDULO

Anna Oxa

Non si placa la querelle tra Anna Oxa e Fabio Fazio, ieri entrambi “attori” alla conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo 2013. Lei, ovviamente, non protagonista, seduta in prima fila, con aria minacciosa di chi è pronta a scatenare un polverone e scendere in arena (non solo da Giletti); lui, invece, assoluto protagonista, padrone di una spedizione che – come si legge su La Stampa – non ammette illazioni:

Sanremo non si fa per esclusione, ma per inclusione. Si decide chi mettere e non chi estromettere. Un principio facile, anche se mi rendo conto che è amaro, per chi ci è rimasto male” ha dichiaro il conduttore. Che ha poi aggiunto: “Mi spiace per Anna, che ha una tradizione e una carriera importante, ma è meglio prenderla sportivamente.

Terminata la conferenza, infatti, la Oxa ha dato il là alla sua personale crociata contro la kermesse. Lei, che il palco dell’Ariston l’ha calcato per ben quattordici volte, ha sferrato un duro attacco all’edizione di Fazio, alludendo a motivazioni politiche dietro la sua (mai digerita) esclusione:





28
gennaio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (21-27/01/2013). PROMOSSO TIZIANO FERRO, BOCCIATI OXA E OSSINI

Eddie Combs (dal sito di Sky)

10 a La Vita è Bella. Un capolavoro senza tempo dall’alto valore sociale che gli italiani continuano numerosi a rivedere, catturati altresì dallo straordinario estro di Roberto Benigni.

8 a Tiziano Ferro, intervenuto a Le Invasioni Barbariche. Al cospetto di Daria Bignardi il cantante di Latina suscita tenerezza dimostrando grande sensibilità ma anche magnetismo televisivo. L’intervista, pur lasciando una sensazione di incompiutezza, rappresenta comunque un momento significativo di televisione.

7 ad Alessia Marcuzzi. La conduttrice si cala discretamente bene in un contesto inusuale e non esente da limiti. Tra budget ridotti all’osso, fotografia non irresistibile, durata eccessiva e troppo emotainment, Extreme Makeover Home Edition Italia ha più di un aspetto sul quale dover lavorare.

6 a X Factor Usa. Sarà forse difficile da comprendere per chi non è americano, ma la versione a stelle e strisce del talent show canoro – in onda ogni lunedì su Sky Uno – sembra un pullulare di casi e situazioni dal perverso sapore trash. I giudici poi non conoscono le mezze misure: troppo buoni con chi passa il turno (si sprecano le lodi alla “nuova star della musica”), troppo cattivi con chi viene scartato.


19
febbraio

SANREMO 2011: I TESTI DEI BIG IN GARA. LE PAGELLE / 2

Belen Rodriguez - Festival di Sanremo 2011

Concludiamo il nostro viaggio all’interno dei testi delle canzoni in gara per i big al Festival di Sanremo, passando al secondo gruppo di artisti che comprende anche gli eliminati:

Anna Tatangelo: voto 4 e mezzo. Il titolo forte, Bastardo, non riesce a rialzare il tono della canzone dal solito pistolotto melodrammatico. Si ritorna sulla falsa riga di qualche edizione fa a Marcella Bella che già cantava di questo amore per un uomo bastardo. Le solite rime dolore-amore, sento-momento e il solito repertorio verbale (gridare-morire- amare- credere-pregare). Niente di nuovo sotto al sole.

Davide Van De Sfroos: voto 7. Coraggioso e innovativo. E’ la canzone dialettale dell’anno e per una volta non si gioca con la merolata napoletana. Al comasco Davide Bernasconi non manca certo la fantasia e appare positivamente sperimentale il suo lavoro. Yanez non è altro che il trasferimento immaginario dei personaggi di Salgari sulle rive dell’Adriatico, con Sandokan che diventa un bagnante con infradito, costume della Billabong e pedalò che la sera canta Romagna mia in una pizzeria della riviera.

Roberto Vecchioni: voto 8 e mezzo. Il professore colpisce nel segno e porta un brano provocatorio e attualissimo. Gli operai in cassa integrazione, la cultura ridotta a brandelli (il poeta che non può più cantare come nelle poesie crepuscolari), i ragazzi che in strada contestano la riforma universitaria difendendo il sapere: ecco i protagonisti della sua canzone. Il suo volutamente ripetitivo e semplice Chiamami ancora amore, con la sua allusione ai giochi retorici di Umberto Saba, è un canto alla resistenza, a riscoprire la forza dell’umanesimo contro i signori del male fino alla disperata considerazione che questa maledetta notte dovrà pur finire in questo sputo d’universo.


18
febbraio

SANREMO 2011: COME DA PREVISIONE RIPESCATI ALBANO E ANNA TATANGELO. FUORI ANNA OXA E PATTY PRAVO (QUINDI NIENTE ARISTON PER MORGAN)

Anna Tatangelo

Con la poltroncina degli eliminati, che introdusse Bonolis qualche anno fa, si celebra il ripescaggio per approdare alla semifinale di Sanremo 2011. Come la storia del televoto largamente faceva prevedere la spuntano i due che hanno tra i loro fan una platea più popolare: Albano e Anna Tatangelo. Fuori le chic Anna Oxa e Patty Pravo.

Questo il bilancio dopo l’amaro verdetto:

Patty Pravo: il testo era veramente bello ma la cantante soffre i segni del tempo sul suo graffio vocale. Le atmosfere pregevoli del suo carpe diem convincono solo a metà il pubblico. La dimensione parallela in cui vive si conferma ancora una volta la sua croce e la sua delizia. Il suo duetto con Morgan sfuma. Per Marco Castoldi l’Ariston rimane davvero un tabù.

Anna Oxa: il look arriva più delle sue canzoni ormai. Tutta presa dal suo inquieto personaggio la Oxa stavolta trascura meno l’aspetto della comunicazione più essenziale, cioè la comprensione delle parole, ma purtroppo riesce a portare poco in là la bellissima atmosfera della sua canzone.

Albano: Il vecchio leone non molla la preda. La promessa di partecipare al Festival fino a quando barcollerà con il bastone suona come una minaccia, la sua tenacia e l’affetto del pubblico non lo abbandonano mai. Apprezzabile il suo testo d’impegno, sempre fortemente impressionanti i suoi gorgheggi potenti.

Anna Tatangelo: i consigli di Cristiano Malgioglio di farsi vedere più pulita dal suo pubblico forse hanno sortito il loro effetto. La giudice di X Factor dopo il ciuffo maledetto torna quasi al boccolo, all’immagine più confortante della mamma. Anche l’esibizione smorza il più possibile gli eccessi. Il restyling porta bene.