21
maggio

STASERA LAURA: UNA DIVA DELLA PORTA ACCANTO COLPISCE NEL SEGNO

Stasera Laura

Stasera Laura

Ottimi ascolti ieri sera per Stasera Laura, il concerto spettacolo con cui Laura Pausini ha festeggiato su Rai 1,  dal Teatro Antico di Taormina, i 40 anni e i 20 di carriera, debuttando nelle vesti di conduttrice. L’evento ha raccolto davanti ai teleschermi 5.946.000 spettatori, totalizzando ben 24,35 punti di share. Certo la concorrenza del film di Canale 5 La bella società e dell’incontro di calcio benefico La Partita Mundial, trasmesso da Italia 1 a meno di 24 ore dalla Partita del Cuore targata Rai, non poteva dirsi temibile, ma la Pausini ed i suoi ospiti ce l’hanno messa tutta per rendere Stasera Laura gradevole e coinvolgente anche per chi non è propriamente un fan di Laura.

La cantante di  Solarolo ha esordito pregando “Papa Pippo Baudo” di benedirla come conduttrice, salutando in spagnolo Papa Francesco e chiedendo molto candidamente al santo padre di poter cantare per lui. E la benedizione di Pippo deve aver funzionato, visto che la Pausini ha dimostrato di saper tenere il palco anche nei momenti di conduzione facendo della sua spontaneità un po’ goffa, sostenuta da una verve di romagnola verace, la sua forza.

Duetti più e meno riusciti

Abbiamo conosciuto una Pausini “diva della porta accanto” che si diverte prendendo in giro, assieme a Paola Cortellesi, le manie delle neomamme, che si commuove ricordando la scomparsa della nonna Norma e il primo incontro con Lucio Dalla, avvenuto quando faceva pianobar nei ristoranti di Bologna. Non ha esitato a chiamare più volte “amore” il compagno chitarrista Paolo Carta, che le era accanto sul palco, e ad invitare le amiche dell’adolescenza ad accompagnarla nell’esecuzione de “Le cose che vivi”, in quello che è stato uno dei duetti più emozionanti della serata. “L’unica differenza che c’è fra me e voi è un microfono e un palco” ha detto al suo pubblico, e forse è davvero così.

Fra gli altri duetti, riuscitissimi quello con Marco Mengoni (il picco della serata spetta a questo momento), sulle note delle versioni inglese e spagnola di Primavera in Anticipo e quello con Claudio Baglioni per Avrai; un po’ d’emozione in meno, invece, in quello con Fiorella Mannoia. Assolutamente da rivedere invece l’idea, pur originale, della band tutta al femminile: forse sul palco Emma, Paola Turci, L’Aura, Noemi, Syria, La Pina e Malika erano davvero in troppe e troppo diverse per cantare tutte assieme una sola canzone. La Ayane in particolare è apparsa completamente fuori contesto, tenendo sulle gambe un violoncello che sembra non aver mai sfiorato durante il pezzo!

Laura Pausini e Rai 1: quale progetto per la nuova stagione?

Giancarlo Leone e Laura Pausini hanno comunque vinto la loro scommessa. Adesso cosa dobbiamo aspettarci per il non meglio definito “progetto inerente al varietà” che legherebbe ancora una volta la Pausini a Rai 1?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Laura e Paola _8956
LAURA & PAOLA: BUONE LE INTENZIONI E L’USO DEGLI OSPITI, MA C’E’ TANTO DA MIGLIORARE


Stasera Laura - Rai 1
STASERA LAURA: LA PAUSINI FESTEGGIA SU RAI 1 I SUOI PRIMI 40 ANNI E I 20 DI CARRIERA


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate


Veronica Maya - Quelle Brave Ragazze
Quelle Brave Ragazze: brio e rischio confusione nel mattino di Rai 1

9 Commenti dei lettori »

1. giorgia ha scritto:

21 maggio 2014 alle 15:43

è stato uno show gradevole, cmq si è vista la mano di Ballandi e Giampiero Solari, loro sono i migliori nell’organizzare questo genere di show…



2. Luca11 ha scritto:

21 maggio 2014 alle 15:49

Condivido tutto.. Show bellissimo, complimenti.. :)
Il momento tutte donne a me no non è dispiaciuto.. Ho trovato un po’ meno sul pezzo solo Emma, Malika e La Pina.. Il resto bene.. Noemi perfetta.. ha spaccato! ;)



3. maggy ha scritto:

21 maggio 2014 alle 16:01

ascolto uguale a quello di morandi

solo che morandi andava su canale5,che non era la rete + adatta x il suo target,e andava con concorrenza come montalbano,ballaro’……
ieri modalità ferragosto su tutte le reti invece



4. giglio ha scritto:

21 maggio 2014 alle 16:06

io non sono una sua gran fan ma la stimo tantissimo per la sua semplicità…..Non meravigliamoci del successo di Laura Pausini all’estero…..porta se stessa nella sua Semplicità e Bravura questo è quello che conta….la gente ama la genuinità….e non modi da….”Diva”….Concordo con Davide i duetti migliori con Mengoni e Baglioni la band tutta femminile non mi ha convinto pur amando le voci di Noemi e Malika, molto brava anche L’Aura, alla fine bellissima serata quella di ieri.



5. giorgia ha scritto:

21 maggio 2014 alle 16:11

anche se ieri ha fatto un ottimo risultato e lei è una grande artista debbo dire che in un varietà di 4 puntate come quello di Fiorello non ce la vedo…è una mia opinione…



6. luca_parma ha scritto:

21 maggio 2014 alle 16:46

E’ una bravissima persona, normale e con i piedi per terra. E’ stata brava a gestire la serata e lo spettacolo è stato veramente piacevole. Sono orgoglioso di averla incontrata e conosciuta agli inizi della sua carriera nel lontano 1996….



7. ale ha scritto:

21 maggio 2014 alle 17:15

Ma la foto di apertura post dove Laura indossa il vestito rosso non si e’ mica vista in tv hanno tagliato tanto quindi dell’evento rispetto a quello andato in onda.



8. federico ha scritto:

21 maggio 2014 alle 17:47

hanno tagliato anche l’ appello contro l’ omofobia per chi ancora non lo sa.
bravi dirigenti di rai1 ancora una volta sudditi del vaticano e omofobi.
davvero … complimenti …



9. Giacomo ha scritto:

22 maggio 2014 alle 19:18

@federico: quella parte è stata tagliata perché faceva parte di un medley troppo lungo e televisivamente molto debole. Non dimentichiamo che questo show è prima di tutto una tappa del tour della Pausini quindi è normale che abbia dovuto accontentare anche il pubblico presente a Taormina. Poi ovviamente alcune cose meno televisive andavo tagliate. Forse l’errore è stato mettere quell’intervento contro l’omofobia proprio in quel punto dello spettacolo. Magari se avessero pensato prima di posizionarlo in un’altro momento sarebbe andato in onda.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.