2
aprile

ASCOLTI TV DI MARTEDI 1 APRILE 2014: UNA BUONA STAGIONE VINCE SENZA STRAFARE (16.7%), SEMPRE FLOP GIASS (8.7%) BATTUTO DA MADE IN SUD (9.71%)

Una Buona Stagione

Ascolti tv prime time

Su Rai1 l’esordio di Una Buona Stagione ha conquistato 4.513.000 spettatori pari al 16.69%. Su Canale 5 il nuovo appuntamento e con Giass ha raccolto davanti al video 2.588.000 spettatori pari al 9.11% di share, nella prima parte, e 1.832.000 spettatori pari all’8.1%, nella seconda parte. Su Rai2 la comicità di Made In Sud ha registrato 2.305.000 spettatori (9.71%). Su Italia1 Arrow 2 ha intrattenuto 2.334.000 spettatori (8.07%) mentre The Tomorrow People è piaciuto a 1.882.000 spettatori (7.1%). Su Rai3 Ballarò ha raccolto davanti al video 2.967.000 spettatori (11.74%) mentre su Rete4 Jane Eyre totalizza 1.271.000 spettatori (5.17%). Su La7 bene il film Philadelphia che è stato visto da 1.163.000 spettatori (4.51%). Su Rai Premium Ti Lascio Una Canzone ha intrattenuto 299.000 spettatori con l’1.25%.

Access prime time

Tempesta d’Amore non va oltre il 4.48%.

Su Rai1 Affari Tuoi è stato seguito da 5.346.000 spettatori e il 19.22% di share mentre su Canale 5 Striscia la notizia ha fatto segnare 4.787.000 spettatori (17.12%). Su Italia1 CSI ha registrato 1.598.000 spettatori con il 5.95% mentre Lol :-) su Rai2 1.251.000 con il 4.38%. Su Rete4 Tempesta d’amore ha siglato il 4.48% con 1.248.000 individui all’ascolto. Su Rai3 Un Posto al sole ha fatto segnare 2.239.000 spettatori con l’8.16%, mentre Otto e Mezzo su La7 1.537.000 e il 5.59%.

Preserale

Avanti Un Altro al di sotto del 20%.

Nella fascia preserale L’eredità - La Sfida dei 6 ha ottenuto un ascolto medio di 2.872.000 spettatori (20.64%) mentre L’Eredità ha raccolto 4.411.000 spettatori (24.22%). Su Canale 5 Avanti un Altro ha raccolto 3.375.000 spettatori con il 19.26% (Avanti il primo al 16.61% con 2.174.000 spettatori). Su Italia1 CSI ha totalizzato 805.000 spettatori (3.95%). Su Rai2 la serie Squadra Speciale Cobra 11 ha interessato 633.000 e 1.373.000 ascoltatori nei due rispettivi episodi di messa in onda (4.13% – 6.13%). Il Segreto in replica su Rete4 è stato seguito da 1.234.000 telespettatori con il 5.35%. Su Rai3 Blob si porta al 4.4% con 1.006.000 spettatori mentre Sconosciuti segna il 4.34% con 1.095.000 spettatori. Su La7 la serie L’Ispettore Barnaby ha appassionato 412.000 spettatori (share del 2.77%).

Daytime Mattina

La seconda parte di Mattino Cinque sul GF, pur non battendo Rai1, segna uno dei risultati migliori della stagione.

Su Rai1 Uno Mattina dà il buongiorno a 840.000 telespettatori con il 17.96% nella prima parte e 755.000 spettatori con il 18.97% nella seconda parte. Uno Mattina Storie Vere segna il 18.27% con 685.000 spettatori mentre Uno Mattina Verde registra il 14.3% con 573.000 spettatori. Su Canale5 Tg5 Mattina ha informato 1.184.000 spettatori con il 21.05%. Federico Novella e Federica Panicucci al timone di Mattino Cinque hanno convinto 616.000 spettatori (13.91%), nella prima parte, e 575.000 spettatori (15.37%) nella seconda parte. Desperate Housewives su Rai2 ha ottenuto 153.000 e 163.000 con il 3.2% e il 3.96% nei due rispettivi episodi di messa in onda. Su Rete 4 la fiction Carabinieri è piaciuta a 215.000 spettatori con il 5.43%. Su Rai3 Agorà segna 486.000 spettatori con il 10.22% mentre Mi Manda Rai3 convince 271.000 spettatori con il 7.18%. Su La7 Omnibus conquista il 3.49% di share (163.000) e Coffee Break il 5.01% (190.000).

Daytime Mezzogiorno

Clerici al di sotto del 18%.

Su Rai1 Uno Mattina Magazine porta a casa 706.000 spettatori con il 13.15%. A seguire Antonella Clerici con La Prova del Cuoco si aggiudica 2.067.000 ascoltatori (17.91%). Su Canale 5 Forum arriva a 1.171.000 telespettatori con il 15.54%. Su Rai2 I Fatti Vostri ottiene 737.000 spettatori col 9.81%. Su Italia1 la serie Dr House ha interessato 321.000 spettatori con il 5.08% nell’episodio che precede il tg. Subito dopo Studio Aperto, Sport Mediaset ha ottenuto 1.337.000 con l’8.61%. Su Rai3 Elisir ottiene 348.000 spettatori (6.66%). Su Rete4 il telefilm Un Detective in Corsia è stato seguito da 651.000 telespettatori con il 6.13% e subito dopo La Signora in Giallo si porta al 6.39% con 1.009.000. Su La7 L’Aria che Tira ha raccolto 306.000 spettatori con il 6.23%, nella prima parte, e 400.000 spettatori con il 3.46%.

Daytime Pomeriggio

Record per Lo Sportello di Forum.

Su Rai1 il court show Verdetto Finale ottiene l’11.28% con 1.634.000 telespettatori. A seguire l’anteprima di Vid Italia in diretta ha interessato 1.325.000 spettatori con il 13.3% (presentazione all’11.21% con 1.320.000 spettatori). La Vita in Diretta ha convinto 1.527.000 spettatori (16.14%) nella prima parte, e  1.838.000 spettatori (16.94%) nella seconda parte. Su Canale5 Beautiful ha raccolto 3.352.000 telespettatori con il 19.96%, Grande Fratello 2.494.000 spettatori con il 15.15%, la soap CentoVetrine ha conquistato il 17.12% con 2.706.000 spettatori. Uomini e Donne ha convinto 2.731.000 spettatori con il 21.76% (finale al 21.86% con 2.210.000 spettatori). A seguire Grande Fratello ha realizzato 2.408.000 spettatori (24.24%) mentre Il segreto ha convinto 2.918.000 spettatori con il 30.9%. Pomeriggio Cinque ottiene 2.016.000 spettatori (21.37%) nella prima parte, 1.917.000 spettatori (18.39%) nella seconda parte e 1.694.000 spettatori (14.41%) nella terza parte dedicata al Grande Fratello. Detto Fatto ha raccolto su Rai2 840.000 e 789.000 spettatori e il 5.23% e il 6.46% di share nei due rispettivi segmenti di messa in onda. Su Italia1 Grande Fratello segna il 5.48% con 923.000 spettatori, I Simpson arrivano al 9.1% con 1.480.000; Dragon Ball ottiene 1.089.000 telespettatori con il 7.28%. The Big Bang Theory segna il 5.43% e il 5.44% con 706.000 e 637.000  spettatori mentre Due Uomini e Mezzo segna il 5.15% e il 5.32% (532.000 – 521.000 spettatori). How I Met Your Mother ha divertito 453.000  – 398.000 spettatori con il 4.7% e il 4.2%. Su Rete4 Lo Sportello di Forum è stato seguito da 1.055.000 spettatori con il 7.21%. Su Rai3 Geo ha convinto 746.000 spettatori (7.06%). Su La7 TgLa7 cronache ha informato 400.000 spettatori con il 2.46%. Su Real Time/+1 Amici ha ottenuto 557.000 spettatori (3.5%), al primo passaggio, e 145.000 spettatori (1.3%), al secondo passaggio. Su Rai Premium la prima puntata di Topazio ha appassionato 126.000 spettatori con l’1.1%.

Seconda Serata

Solo il 10.89% per Vespa.

Su Rai1 l’appuntamento con Porta a Porta totalizza 988.000 spettatori per uno share del 10.89%. 2 Next porta Rai2 al 4.74% con 350.000 spettatori. Su Rai3 Gazebo ha interessato 1.066.000 spettatori con l’8.28%. In 559.000 si sono sintonizzati su Canale 5 per seguire Matrix (share del 6.02%). Su Italia1 Le Iene hanno intrattenuto 726.000 spettatori (11.31%). Su Rete 4 Champions League Speciale ha interessato 419.000 spettatori con il 5.64%.

Telegiornali

(edizioni meridiana e della sera in migliaia):

TG1: 3.782 (22.86%) / 5.586 (23.49%)
TG2: 2.690 (18.23%) / 2.209 (8.28%)
TG3: 1.750 (11.39%) / 1.729 (10.98%)
TG5: 3.017 (20.11%) / 4.730 (19.78%)
STUDIO APERTO: 1.847 (15.97%) / 842 (6.82%)
TG4: 331 (5.96%) / 736 (4.73%)
TGLA7: 704 (4.25%) / 1.587  (6.57%)

Ascolti per Fasce Auditel

Rai 1 16,39 10,11 18,39 16,36 16,27 13,57 21,75 17,26 12,40
Rai 2 7,10 3,55 2,47 5,38 9,77 5,15 5,01 7,78 9,35
Rai 3 8,69 4,43 11,82 8,35 8,10 5,94 8,09 10,42 9,61
Rai 4 0,99 1,11 0,30 0,93 0,87 1,10 0,95 1,05 1,17
Rai 5 0,21 0,32 0,05 0,08 0,15 0,30 0,11 0,35 0,19
Rai Movie 0,70 1,18 0,73 1,25 0,64 0,70 0,36 0,69 0,87
Rai Premium 1,06 1,58 1,19 0,47 0,69 1,45 0,72 1,10 1,54
Rai YoYo 1,31 0,68 2,95 2,55 1,55 1,31 1,60 1,12 0,28
Rai Sport 1 0,22 1,03 0,21 0,15 0,21 0,20 0,25 0,08 0,32
Rai Sport 2 0,17 0,10 0,07 0,25 0,04 0,12 0,19 0,30 0,13
Rai News 0,46 1,34 2,38 0,81 0,42 0,45 0,37 0,13 0,30
Rai GULP 0,56 0,13 1,55 0,46 0,40 0,58 0,76 0,46 0,50
Rai Scuola 0,01 0,01 0,00 0,00 0,01 0,00 0,00 0,02 0,00
Rai Storia 0,19 0,40 0,09 0,23 0,05 0,22 0,11 0,22 0,33
Rai Specializzate 5,88 7,86 9,52 7,18 5,03 6,42 5,43 5,51 5,64
RAI 38,06 25,96 42,19 37,28 39,17 31,08 40,29 40,97 37,01

Canale5 15,50 15,17 19,52 15,16 17,91 23,95 18,67 12,13 6,97
Italia1 6,25 4,39 2,05 4,84 8,58 4,84 4,33 7,27 7,28
Rete4 5,27 3,69 3,86 5,22 6,20 5,55 5,18 4,54 5,82
Boing 0,90 0,47 1,54 1,00 0,82 1,25 1,47 0,74 0,23
Iris 1,26 1,71 0,59 0,94 0,89 1,07 0,67 1,53 2,26
La5 0,96 0,15 0,22 0,56 0,46 0,68 0,50 1,20 2,30
Mediaset Extra 0,64 0,97 0,63 0,61 0,78 1,04 0,37 0,23 0,98
Italia 2 0,39 0,19 0,17 0,11 0,22 0,19 0,43 0,45 0,76
Cartoonito 0,69 0,05 1,16 1,09 0,67 0,82 0,99 0,62 0,24
Top Crime 1,08 1,22 0,27 0,68 1,37 1,20 0,93 1,07 1,17
Premium Calcio HD 0,35 0,03 0,15 0,11 0,06 0,08 0,13 0,86 0,54
Premium Calcio 1 0,05 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,19 0,03
Premium Calcio 2 0,22 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,01 0,84 0,14
Mediaset Specializzate 6,54 4,80 4,72 5,11 5,28 6,32 5,48 7,74 8,65
MEDIASET 33,56 28,05 30,15 30,33 37,98 40,67 33,66 31,68 28,71

La7 3,80 3,20 3,82 5,22 3,10 2,97 3,98 4,34 3,84
La7d 0,59 1,38 0,25 0,32 0,28 0,30 0,27 0,53 1,58
Totale La7 4,38 4,58 4,07 5,54 3,38 3,27 4,25 4,87 5,42

Totale editore Discovery 5,52 8,42 4,20 6,05 5,31 5,77 4,64 4,54 7,57
Totale editore LT Multimedia 0,27 0,48 0,30 0,38 0,26 0,44 0,22 0,16 0,28
Totale editore MTV-VIACOM 1,19 2,07 1,03 1,06 1,01 1,79 0,82 0,84 1,74

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Federico Russo e Claudia Gerini
Ascolti TV | Venerdì 15 dicembre 2017. Floppa Sarà Sanremo (11.4%), Sacrificio d’Amore 11.1%


La Strada di Casa - Sergio Rubini
Ascolti TV | Giovedì 14 dicembre 2017. La Strada di Casa chiude al 23% e affonda Le Tre Rose di Eva (11.1%). La finale di X Factor su TV8 al 4.4%


Checco Zalone Music
Ascolti TV | Mercoledì 13 Dicembre 2017. Botto per Indietro Tutta (19.2%) che stacca Music (15.1%)


La Strada di Casa - Thomas Trabacchi
Ascolti TV | Martedì 12 dicembre 2017. La Strada di Casa 23.5%, The Blind Side 9.5%, la Coppa Italia su Rai2 13.9%

33 Commenti dei lettori »

1. ariel ha scritto:

2 aprile 2014 alle 10:34

Il flop di Giass è la riprova che quando uno spettatore rifiuta un prodotto, lo rifiuta a prescindere dal giorno di programmazione……questo in risposta a chi ieri diceva, in merito agli ascolti non brillanti di lunedi del GF (stabile ormai sui 3,8 milioni,decisamente bassi per un prime time ammiraglia), che la colpa di questi ascolti bassi erano della partita in primis, e prima ancora delle fiction di Raiuno, poi ADDIRITTURA per la Pasquetta che ancora deve arrivare. La gente se rifiuta uno show è perchè questi,semplicemente, NON PIACE!
E nel caso di Giass, il programma, permettetemi, ma fadavvero SCHIFO! E’ tutto!



2. teoz ha scritto:

2 aprile 2014 alle 10:40

mamma mia che botta sui denti per GIASS…



3. marcodesantis ha scritto:

2 aprile 2014 alle 10:45

che giass sia un floppone da spostare subito su la5 o meglio italia 2 è cosa certa……ma anche la fiction di rai1 non è che sia tutto sto top…ieri ci sarà stata la curiosità…ma se molti si sono mezzi addormentati come me credo che la prossima settimana crolla…nn a caso è stato due anni nei magazzini rai a fermetare come il vino che fanno nella fiction; ottima barbarella che straccia perego e company, palombelli top su verdetto , che ormai sta x morire, e la balivo( quando chiude?). bene la7 che risorge con un film bellissimo. attendiamo topazio:)



4. Nina ha scritto:

2 aprile 2014 alle 10:52

Ohh nooo! Sono disperata per Giass. Anche voi affondare il coltello nella piaga così, potevate dare la notizia in altra maniera. Sempre lì a sottolineare tutto. Immaginavo che aspettavate al varco Ricci, però così…



5. marcodesantis ha scritto:

2 aprile 2014 alle 10:53

poco x topazio…betty raggungeva quasi il 2%..peccato



6. Michele87 ha scritto:

2 aprile 2014 alle 11:08

in effetti la fiction di Rai 1 sapeva proprio di vecchio, non avevo capito che era una di quelle rimaste in soffitta; strano che non l’abbiano trasmessa su Rai Premium come le altre serie congelate tipo La Regina e il Cardinale



7. io88 ha scritto:

2 aprile 2014 alle 11:16

A mediaset nn ce un vero programma che batte la concorrenza in prima serata (amici soltanto ma ha avuto un debutto molto basso) ha il problema contrario della rai che invece è battuta in day time . C si lamentava del gf ieri ma e uno dei programmi che va meglio a livello d share



8. Marco89 ha scritto:

2 aprile 2014 alle 11:27

Risultato discreto per Raiuno, una fiction piuttosto “datata” nella struttura e nell’insieme complessivo. Avrebbe dovuto sfondare con la concorrenza che c’era. Vedremo se si manterrà su questi ascolti.
Malissimo Giass che non aumenta i suoi spettatori…i dati parlano, non si può tenere in vita un programma che fa questi numeri a meno che non lo si sposti di rete.
Bene Made in sud, Ballarò stabile sui suoi nuovi numeri che non sono più quelli di un tempo. Visto la serata mi aspettavo qualcosina in più da Jane Eyre, classico film evergreen.
Benissimo la Palombelli che supera il 15% al mattino e il 7% al pomeriggio: ci sono 4 punti di distacco tra Forum e Verdetto finale, e son 2 reti diversissime.
Malissimo Matrix in seconda serata, male Vespa.
Partenza deboluccia per Topazio, ma potrebbe risalire.
Da dimenticare il dato di Italia in diretta.



9. Michele87 ha scritto:

2 aprile 2014 alle 12:19

Dovrebbe riflettere a Canale 5 sulla loro prima serata se i loro diretti competitor sono talmente sicuri di vincere da programmare una fiction che originariamente era stata cestinata



10. MisterGrr ha scritto:

2 aprile 2014 alle 12:41

Il bello è che continuano a dire “Reti Mediaset leader del prime time”



11. gigi ha scritto:

2 aprile 2014 alle 12:50

Bene giass che mantiene la sua brutta media ed in prime time al martedì si fa superare oltre che dalla fiction di raiuno, da Ballarò che fa meno del solito e anche da made in sud.
Giass e’ veramente un programma brutto, un ibrido tra striscia, servizi fatti male delle iene, comici presi da Colorado e redivivi di la sai l’ ultima. Era un programma da Italia uno, sembra un Ciro strano.
Disastro per l’ intrattenimento del Biscione: male giass, ascolti più bassi per il gf, e sotto le aspettative quelli di amici. Male anche la fiction ora in onda le mani dentro, pessime le medie dei film in replica e quelli delle commedie italiane in prima tv.



12. Novanta ha scritto:

2 aprile 2014 alle 13:36

Al di là del risultato, credo che siano anche Luca e Paolo che vengono ignorati dal pubblico. D’altronde dopo il DISASTRO di “scherzi a parte” che hanno rovinato, hanno dimostrato di dover essere mandati via a calci.



13. marco ha scritto:

2 aprile 2014 alle 14:37

scusate ma nessuno dice niente? Scotti è sotto al 20% ma sopratutto ha fatto 3,3 milioni. bonolis non lo aveva mai fatto!
comunque meglio così xk’ io con Scotti non lo vedo



14. Peppe93 ha scritto:

2 aprile 2014 alle 14:43

Risultato discreto della fiction, potrebbe salire nelle prossime puntate.



15. Andrej ha scritto:

2 aprile 2014 alle 14:53

Quello che pare sfuggirvi è l’intento smaccatamente propagandistico di una trasmissione come Giass: il suo scopo è mettere in ridicolo bersagli pubblici (Vendola, Boldrini, Marrazzo…) e privati (Aldo Grasso, Fazio, Augias…) sgraditi all’azienda e, esattamente come i libri di Giordano e le commedie dei Vanzina, presentare un mondo intriso di berlusconismo (culturalmente, più che politicamente) come la norma.

Perciò è molto difficile che la trasmissione chiuda: quel 7-8% di spettatori è un 7-8% di potenziali elettori, e su di loro bisogna comunque puntare: è pubblicità a costo zero per il partito e, in generale, per Berlusconi stesso.



16. Vince! ha scritto:

2 aprile 2014 alle 15:13

@Andrej: non condivido la tua analisi in un punto. “Giass” ha tentato di rivolgersi, non tanto e non solo al classico pubblico “fedele alla linea” di Canale 5, quanto ai nuovi “cattivisti” che furoreggiano in rete. La trasmissione voleva parlare soprattutto agli scontenti che imperversano sui social. Ma chi insulta la casta su internet in larga parte non guarda la televisione. E se lo fa, di certo non si lascia sedurre da un programma così “vecchio” e poco originale.
Il tentativo era intelligente, il risultato, invece, è stato molto al di sotto delle aspettative.

E poi ci si è messo anche Checco Zalone, che in cinque minuti dalla De Filippi, con la superba parodia del film di Sorrentino, è riuscito dove Ricci ha clamorosamente fallito.



17. Nina ha scritto:

2 aprile 2014 alle 15:34

Vince: ottima analisi, obiettiva e libera. Ti sei discostato dal “pane e repubblica” complimenti.



18. Andrej ha scritto:

2 aprile 2014 alle 15:45

Vince: non hai tutti i torti, ma bisogna notare che il potenziale bacino d’utenza berlusconiano post-M5S sta proprio in quegli scontenti che citi tu, nel crogiolo dell’antipolitica.

È diverso, però, il metodo: laddove il modus operandi grillino è ottuso e urlato (gli slogan antikasta, il manicheismo noi vs. loro e altre strategie di sorta), quello berlusconiano è soltanto stupido, infamante e qualunquista: far aggiungere il suffisso ad ogni cosa alla Boldrini, mostrare il giovane Vendola che declama poesie o ricordare che Marrazzo andava a trans non è satira sociale e non punta il dito contro loro eventuali carenze nella vita politica del Paese, ma cerca solo di metterli gratuitamente in ridicolo, come l’alunno “discolo” che scrive sulla lavagna che la maestra puzza di cacca.

Provate a fare il paragone con una qualsiasi trasmissione di Guzzanti-Dandini degli anni ‘90 (non certo con raiOt, che fu per certi versi la versione sinistrorsa di Giass) e ditemi se non c’è una differenza abissale fra l’indagine spietata, onnicomprensiva e reale di allora con gli sfottò astiosi, maliziosi e cretini di oggi.



19. Andrej ha scritto:

2 aprile 2014 alle 16:00

Nina: ti ricordo che vivo all’estero, non leggo quotidiani italiani.
La mia è l’analisi di una persona estranea alle logiche di partito italiane, io vedo il berlusconismo innanzitutto come un fenomeno culturale con cui la politica è andata di pari passo.

Se uno è proprietario di un partito e di un’azienda – come all’estero, infatti, non è – è tristemente automatico che i nemici del primo siano anche nemici della seconda.
Provate a dirmi che la trasmissione non fa gli interessi del Berlusconi politico ed editore, o che il fine di tutto (la contrapposizione barzellettistica fra nord, centro e sud? Davvero? Nel 2014?) non sia altro che un pretesto per parlare di qualcos’altro (nello specifico,, lo sputtanamento delle persone sgradite al capo).

Il programma è fallito non solo per la sua forma ammuffita e stantia (evidentemente messa insieme alla bell’e meglio), ma per la disonestà e l’ipocrisia delle sue intenzioni.



20. Nina ha scritto:

2 aprile 2014 alle 16:16

Oh nooo. Anche Vince è un multinick. Che peccato.



21. Vince! ha scritto:

2 aprile 2014 alle 16:43

@ Nina: Tranquilla, non sono Andrej.

Ti ringrazio per i complimenti.



22. Vince! ha scritto:

2 aprile 2014 alle 16:53

@ AndreJ: Forse, vivendo all’estero non hai una visione aggiornatissima della situazione attuale. Io credo che l’Italia stia cambiando velocemente; in questa fase Berlusconi e le sue televisioni hanno scelto, per ora di tenere un profilo basso. Per i prossimi mesi, a meno di un’impennata prima delle elezioni europee, non assisteremo a operazioni di propaganda troppo vistose nelle trasmissioni mediaset.

Ricci è un indipendente, che nel suo muoversi da battitore libero, ha sempre aiutato molto il suo editore (un caso su tutti, la vicenda Fini-Tulliani).



23. Nina ha scritto:

2 aprile 2014 alle 16:53

Vince: posso commentare Brunetta o devo aspettarmi qualcosa da te?



24. Vince! ha scritto:

2 aprile 2014 alle 16:58

@ Nina: Brunetta chi?
;)

Corro subito a commentarlo…



25. Marco89 ha scritto:

2 aprile 2014 alle 17:50

Bravissimo Vince, il messaggio #16 credo sia esattamente un’analisi perfetta e precisa sul programma, pur avendolo seguito molto poco.
Credo che il programma avrebbe comunque potuto funzionare poco anche se la formula si fosse presentata più svecchiata.
Nina e Vince comunque siete mitici, una coppia di fatto a tutti gli effetti!!!Mai più senza!



26. Sara ha scritto:

2 aprile 2014 alle 18:08

@marco Io lo dico, lo dico che Avanti un altro scende … L’ho detto anche ieri, però sono stata rimbeccata sul fatto che la colpa del crollo di ascolti sarebbe “dell’ora legale perché tutti escono adesso col sole e le farfalle”… MA PER PIACERE.
Come dici tu, Bonolis certi miseri ascolti non li ha MAI FATTI, salvo rare eccezioni nel weekend.

Giass è un teatrino in cui regna sovrana la caciara fatta male e gli stereotipi della divisione dell’Italia che piacerebbero tanti ad alcuni partiti dei nostri signori politici!
Ricci è Ricci e quindi si tira avanti, come gli autori di Zelig sono gli autori di Zelig, cui diedero al tempo persino la fascia del Zelig1 come rilancio all’originale… Ma per piacere MULTIPLO.

Contenta per il film de LA7. Anche in questo caso Twitter è prezioso, ieri l’hashtag #Philadelphia ha dominato la classifica.

Aggiungo che concordo con ariel!



27. Andrej ha scritto:

2 aprile 2014 alle 18:33

Vince: il profilo, a dirla tutta, non mi sembra più bassa del solito: basta sintonizzarsi quotidianamente sulla striscia di Belpietro a Mattino 5, su Quinta Colonna, sugli incrollabili telegiornali o su programmi di cosiddetto intrattenimento come Iene o Striscia per notare che la propaganda, in misura più omeno diretta, è sempre al lavoro.
È solo cambiato il metodo, fattosi meno mirato al partito di appartenenza – visto il suo destino incerto – ma all’orientamento berlusconiano in sè, che si è messo in testa di cavalcare quel sentimento antipolitico, qualunquista, populista e “de panza” incarnato dal movimento grillino.

Quindi “Giass” rientra perfetta nello schema delle cose, specie in vista, come hai detto tu, delle europee.



28. Vince! ha scritto:

2 aprile 2014 alle 18:39

@ Marco89: Ahahahaha! Grazie!



29. Vince! ha scritto:

2 aprile 2014 alle 18:53

@Andrej: secondo me invece dietro a certe trasmissioni di questi mesi, più che ragioni di propaganda politica, c’è la disperata ricerca di una fetta di pubblico, che sembra aver abbandonato la televisione.

La stessa cosa la sta facendo La7 di Cairo, fino a pochi mesi fa considerata una roccaforte della sinistra radical chic, che con “La Gabbia”, le numerose interviste a Grillo e ai suoi, Andrea Scanzi superstar in tutti i programmi, lo stesso “Servizio pubblico” cerca di catturare l’attenzione di quegli spettatori così ambiti.



30. Anonimo ha scritto:

3 aprile 2014 alle 15:59

MADE IN SUD
Come si fa a seguire un programma del genere?
Per fare maggiori Ascolti meglio mettere un film di Toto’, Eduardo De Filippo o Troisi che vedere questa lagna… nè intelligenza e nè vera comicita’, ma solo un numero spropositato di GENTE ALLO SBARAGLIO, tipo Corrida, per cercare di fare soldi facili nel locali, grazie alla RAI.
“GO HOME”!!!!
Se fanno pochi ascolti dicono che è colpa delle altre trasmissioni concorrenti, mentre se fanno gli stessi ascolti di COLORADO allora sono dei geni.
Questo programma è la brutta copia di Colorado e Zelig, ma, mentre a COLORADO e ZELIG fanno uso solo del loro CAST di Comici, a Made in Sud il Cast di comici non fa Ascolti per cui hanno aggiunto Comici più famosi ed Ospiti comici e professionisti più famosi, per cui è diventata un’accozzaglia di personaggi.
Alla fine è il solito Cast che si prende tutti i meriti (loro non fanno ridere, e solo pochi si salvano) mentre la gente è curiosa di rivedere il mago Forest, Brignano, Cirilli, Dado, ect, .
Non se ne può più!
Dopo soli 2 anni hanno interrotto programmi che facevano Ascolti molto più alti solo per questioni politiche, ma evidentemente in questo caso ci sono “conoscenze” altolocate che gli permettono di fare uso della Rai Televisione di Stato, proprietà di TUTTI GLI ITALIANI e non solo quelli del Sud.



31. Alessia ha scritto:

3 aprile 2014 alle 16:00

Ma avete notato che Mad in sud non ha fatto pubblicità fino alle 22,30? ???



32. Anonimo ha scritto:

3 aprile 2014 alle 17:31

Non mi meraviglio se a MADE IN SUD, per ottenere più Ascolti di canale 5 Giass (televisione commerciale dove la pubblicità interrompe spessissimo le trasmissioni e la gente nell’attesa cambia canale), non sia stata mandata la pubblicità fino alle 22,30.
Infatti, la RAI è una televisione pubblica e questo STRATAGEMMA l’hanno potuto usare!
E’ da sottolineare anche che questo è uno dei pochi siti dove i commenti negativi su MADE IN SUD non vengono cancellati.
Hanno così tante “conoscenze” tra i giornalisti e le radio (un solo giornalista di sport, Michele Criscitiello, aveva osato esprimere un suo parere negativo sulla trasmissione e l’hanno trattato malissimo su tutti i giornali, radio e su internet!) che i commenti negativi vengono cancellati subito sugli altri blog e siti (specie di sport e radio), mentre rimangono solo quelli positivi.
Ma è possibile manipolare così tanto i mezzi d’informazione per ottenere solo pubblicità positiva ed influenzare il pubblico?
E’ da non credere!
Eppure Made in Sud è l’unico programma dove questo succede, infatti, non vengono cancellati i commenti negativi sulle altre trasmissioni.
Bah.. ma per fortuna ci sono delle eccezioni come questo sito, e questo ti fa ancora sperare che viviamo in uno stato democratico dove ogni cittadino può esprimere il suo pensiero, soprattutto su trasmissioni che vanno in onda sulla RAI, che è di proprietà di Tutti i cittadini Italiani.



33. AndyCrop ha scritto:

5 aprile 2014 alle 06:50

@Nina
In un altro post, quello su Lerner hai scritto:
“Eh sì quella satira lì non va bene, troppo politicamente scorretta, troppa cattiveria.”
Non è satira politicamente scorretta o cattiva, perchè il graffio non c’è.
La scrittura delle cose che ho visto di Giass è approssimativa e ancorata a stilemi ormai talmente obsoleti da far sembrare Crozza rivoluzionario, nonostante la sua prevedibilità e l’essere incline a rovinarsi volontariamente da solo i tempi comici delle sue battute bollite con le risatine, un trucchetto usato dai comici senza idee per indurre la risata negli spettatori a prescindere dalla bontà del loro materiale.
Se si volesse veramente fare satira contraddistinta da vera cattiveria e scorrettezza, specialmente in questo paese, si dovrebbe attaccare il pubblico stesso, mentre invece c’è sempre quel modo di porsi che sottintende che “quegli orrendi italiani non siete voi che guardate, sono altri…sono tizi che voi non conoscete, state tranquilli”.
E smettiamola di tirare in ballo il termine “satira” quando si parla sia di programmi ridanciani in generale che in particolare dei programmi di Ricci.
La satira e la comicità a volte si trovano all’interno di un medesimo “corpo”, ma sono due concetti distinti, se così non fosse non sarebbero due parole.
E Ricci non ha mai fatto programmi satirici, ma solo comici.
Quando un comico o un autore tirano fuori quella parola che inizia per “S” lo fanno spesso e volentierissimo per attirare il pubblico facendogli le coccole all’ego(“tu mio spettatore sei più intelligente di quel che credi” gli dicono) facendo sembrare più “alto” ciò che viene proposto, su un piano culturale.
Se questa terza puntata di Giass ha continuato a non attirare il pubblico al quale pensava di rivolgersi è perchè semplicemente Ricci è stato arrogante e presuntuoso come al solito: per rivolgerti a certe persone devi conoscerle e capirle, non infilare dentro il programma alcuni elementi che puzzano di “esca” per attirarle, perchè il pubblico oggi molto più di ieri ci mette poco a capire se un programma è fatto riverniciandone uno vecchio e appiccicandoci sopra qualche specchietto per le allodole.
Il pubblico annusa l’aria e se sente un odore che non gli piace, scappa cambiando canale.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.