1
ottobre

PIAZZA PULITA, FORMIGLI: LA TELEFONATA DI BERLUSCONI NON ERA INTERCETTATA

Silvio Berlusconi

Parole che scottano. Come prevedibile, sta facendo discutere lo scoop trasmesso ieri sera da Piazzapulita, ossia una telefonata in cui l’ex premier Berlusconi – ignaro di essere registrato – sostiene che Napolitano sarebbe intervenuto a suo sfavore nell’ambito della sentenza Mondadori. Nel giorno dopo alla messa in onda, il servizio di La7 ha suscitato plausi ma anche alcune critiche: qualcuno, infatti, ha messo in discussione i metodi giornalistici utilizzati dalla trasmissione di Corrado Formigli. E così, il conduttore stesso ha deciso di intervenire in difesa del suo staff:

“Se i giornalisti che ci criticano avessero fatto il loro mestiere, avrebbero evitato di scrivere bugie, insulti inaccettabili e astruse accuse di combine. Bastava guardare con un minimo di attenzione la puntata di Piazzapulita. Oppure chiamare la nostra redazione. Chiedere: “Come è andata?”. Avrebbero ricevuto conferma del fatto che la telefonata non è stata intercettata. Che un parlamentare del Pdl voleva vantarsi dei suoi rapporti con Berlusconi. Soprattutto, avrebbero appreso che alle 20,50, a venti minuti dalla partenza di Piazzapulita, gli avvocati e i collaboratori di Berlusconi hanno provato a bloccare la messa in onda minacciando l’intervento di giudici e forze dell’ordine”

Così, Formigli ha precisato i contenuti e i retroscena dello scoop trasmesso ieri sera, attribuendo al suo programma il merito di aver trasmesso una notizia autentica, di quelle bomba. A questo punto, qualcuno solleverà di nuovo l’annoso dibattito sull’opportunità di pubblicare o meno delle conversazioni registrate all’insaputa dell’interlocutore, ma ormai è tardi per arrovellarsi: le parole “rubate” del Cav sono andate in onda. E la polemica è puntualmente esplosa.

Quando si assiste a una telefonata in cui un leader politico si mostra convinto di aver subito un torto dal Capo dello Stato, non si possono fare calcoli di convenienza. Non si può nascondere la notizia nel cassetto per paura di favorire chissà chi. Una volta mandata in onda, si può commentare” ha aggiunto Formigli.

Rivendicando di aver trasmesso la voce autentica del Cavaliere, il conduttore ha poi utilizzato toni critici nei confronti dei retroscena parlamentari che quotidianamente riempiono le pagine dei giornali: “ci si fanno titoli e colano fiumi di inchiostro sulle paroline sussurrate all’orecchio dei retroscenisti“. E così, in risposta alle accuse ricevute, ha bacchettato:

“Non è accettabile il doppiopesismo di convenienza: quando le danno i quotidiani, in forme a volte poco credibili, sono notizie, se le dà Piazzapulita, è fango nel ventilatore o c’è qualcosa di losco

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Giovanni Stella
GIOVANNI STELLA SU SANTORO: “E’ FACILE CHIEDERE LIBERTA’ COI SOLDI DEGLI ALTRI. MICHELE HA BISOGNO DI UN NEMICO E SE NON LO TROVA LO CERCA NEL PROPRIO EDITORE”.


Corrado Formigli, Piazzapulita
PIAZZAPULITA, DI BATTISTA VS RENZI: “CREDIBILE COME I MAFIOSI”. SCONTRO IN STUDIO, FORMIGLI SI INFURIA (VIDEO)


Piazzapulita poliziotto
PIAZZAPULITA VS LA PROCURA DI ROMA: LA PROTESTA CONTRO IL SEQUESTRO DI UN SERVIZIO


Piazzapulita, Corrado Formigli
PIAZZAPULITA: FORMIGLI RACCONTA GLI ESTERI E TORNA SUL CAMPO. BENE I REPORTAGE

13 Commenti dei lettori »

1. Andrew ha scritto:

1 ottobre 2013 alle 17:06

…”gli avvocati e i collaboratori di Berlusconi hanno provato a bloccare la messa in onda minacciando l’intervento di giudici e forze dell’ordine”
Mi pare anche logico che abbiano fatto ciò, anzi, mi stupisco non ci siano riusciti.
Per LEGGE (quelli che la sostengono solo quando fa comodo) per rendere pubblica una conversazione è necessario che entrambe le parti siano d’accordo, senza considerare che per registrare la telefonata si è obbligati a chiedere l’autorizzazione all’altro interlocutore. Tanto è vero, che anche quando si chiama ad esempio i call center (ed è previsto che le telefonate vengano registrate ai fini di controllo di qualità) si è ampiamente avvisati prima di parlare con l’operatore.
In questo caso è ben peggio di un intercettazione (che per lo meno è autorizzata da un magistrato), poiché si è fatto tutto senza rispettare la benché minima legge. Il che rafforza l’idea che molti hanno: le leggi valgono solo quando fanno comodo.



2. Nina ha scritto:

1 ottobre 2013 alle 17:22

Andrew: hai ragione ma anche lasciando stare la legge (che non è uguale per tutti) t’immagini se l’avesse fatto, chessò, Del Debbio? Tutti giù a ripetere meccanicamente Macchina del Fango e Metodo Boffo.



3. Andrew ha scritto:

1 ottobre 2013 alle 18:20

Esattamente Nina!
Io sinceramente non sono un elettore del signore in questione, ma ultimamente davvero che si sta sfiorando il ridicolo!
Siamo al punto che siccome non lo si riesce a battere sul campo politico, l’opposizione punta ad altre vie, con mezzucci che se fossero stati portati avanti dal Pdl si sarebbe scatenata una rivoluzione civile. Invece ora, siccome si colpisce chi fa comodo, nessuno protesta, ma anzi si plaude alla pubblicazione, sorvolando su tutto ciò che c’è di irregolare su un fatto del genere.



4. pig ha scritto:

1 ottobre 2013 alle 19:56

Non è intercettazione ma è una violazione della privacy. Uno al telefono può dire quello che vuole. Non mi pare che Berlusconi abbia reso pubblico questo suo dubbio, se l’è tenuto per lui perchè non ha prove a gliel’hanno semplicemente riferito.

La sinistra è sempre più ridicola. Ricordiamo che Berlusconi è stato condannato per aver reso pubblica una telefonata di Fassino, pure se lui con quella faccenda non c’entrasse nulla



5. Marco Leardi ha scritto:

1 ottobre 2013 alle 20:17

@pig. In effetti, quella divulgata è una comunicazione privata e la registrazione è avvenuta all’insaputa di chi stava parlando. Il primo a commettere un’azione scorretta è stato il parlamentare Pdl che ha concesso al giornalista di registrare la conversazione. In questi casi prevale l’inviolabilità delle comunicazioni private o il diritto di cronaca?



6. orenbuch ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 06:17

Io adoro e sogno di SILVIO,si solo io sapere come incontrare SILVIO,vorrei lui fare grande bacio,coccolare,non per soldi,ma per amore,io adoro suo viso d’amore simpatico,un tesoro,raggio di sole



7. Giuseppe ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 07:42

Condivido il commento di orenbuch…



8. Alina ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 08:59

POVERINI!!!!



9. orenbuch ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 10:13

@Alina:perche “poverini?perche sono pazza di SILVIO?e bene si,io adoro forto SILVIO,mai tra ma vita ho era innamoratta d’un uomo come SILVIO,si era con lui,mai lo lasciare,stesso si lui non e piu ricco,sempre suo viso d’amore,affetuoso,simpatico,cio e piu importante che soldi,oro…



10. Alina ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 11:18

orenbuch……contenta tu…..a differenza tua io adoro Papa Francesco vera luce di speranza in questo mondo che va a piedi all’aria, compreso il nostro governo grazie a tutti i politi e a quelli che “adori”!!!..con questo chiudo, non c’è niente che ci accomuni nelle nostre pinioni. Grazie.



11. orenbuch ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 11:28

@Alina:io apprezzato il papa Francesco,io amare ce che lui dice,e vero reale,non amare le politico di destra,sinistra,loro noi prendere in giro,SILVIO e altra cosa,sono innamoratta de lui,io adoro ce uomo,quando io vedo suo viso d’amore simpatico mi fa sognare,un ragio di sole per mi,si io puoi lui fare un bacio,come mi fa piacere,non domanda soldi…solo un bacio coccolare mio sogno SILVIO,ecco Alina,buona giornata



12. Alina ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 11:40

orenbuch….spero per te che Silvio ti possa un giorno dare un bel bacio,che posso dirti…evviva l’amore….nel frattempo che aspetti (non sò dirti il tempo che ci vorrà)…tu canta…… MENOMALE CHE SILVIO C’E’.



13. orenbuch ha scritto:

2 ottobre 2013 alle 12:11

@Alina,spera anche,cio sarà un momento felice a ma vita,fare de bacio a mio sogno SILVIO



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.