27
giugno

DOMENICA IN: BUONE NOTIZIE E STORIA DELLA TV PER IL RITORNO DI MARA VENIER

Mara Venier (Getty Images)

Dal prossimo 6 ottobre torna ad essere ufficialmente la signora della domenica, nonostante questa etichetta l’abbia praticamente accompagnata per tutta la carriera, a prescindere dal fatto che Mara Venier manchi nel dì di festa di Rai 1 ormai dal 2006. Sarà lei la nuova conduttrice del secondo segmento di Domenica In; lei, che ha contribuito a rendere il contenitore una delle trasmissioni che hanno fatto la storia della televisione italiana. Per Mara, dunque, sarà un po’ come tornare a casa:

“Tutto mi aspettavo tranne che di concludere da dove sono partita, perché prima o poi concluderò anch’io – dichiara la conduttrice al Giornale di Brescia – E’ un sogno che mi sembrava irrealizzabile, che arriva proprio dopo vent’anni dal mio debutto: è un po’ come ritornare a casa”.

Il successo televisivo di Mara Venier, infatti, inizia proprio nel 1993, con la sua primissima Domenica In. Arrivava alla conduzione del programma di Rai 1 dopo poche esperienze nel campo, ma era già piuttosto nota al pubblico per essere la compagna di Renzo Arbore. Ed è proprio a lui che pensa per ripartire con la nuova edizione:

Mi piacerebbe inaugurarla proprio con Arbore, visto che dovrò raccontare la storia della televisione per il suo 60° compleanno”.

Alla Venier e la sua Domenica In, infatti, nel 2014 tocca proprio la festa per i 60 anni della tv e i 90 della radio. Con il contributo di personaggi e protagonisti, sia di ieri che di oggi, che hanno a loro modo “segnato” radio e televisione italiane, Mara racconterà ai telespettatori la storia del Belpaese.

Ma non solo. Si avrà il tanto sperato ritorno al classico contenitore domenicale, in barba a quanto proposto nelle ultime annate da Lorella Cuccarini. Sempre, però, restando “sul pezzo”: spettacolo, musica, cultura e attualità raccontati con sorriso ed allegria, in base a quanto “offerto” dalla settimana.  Si ripercorreranno, infatti, alcune buone notizie degli ultimi sette giorni. Questa, per Mara Venier, non è affatto una vecchia tv:

“Io sono rimasta a quelle (edizioni di Domenica In, ndDM) che hanno fatto un po’ la storia, anche se qualcuno parla di vecchia televisione, però il contenitore domenicale è quello che rimane nel cuore degli italiani”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Mara Venier
MARA VENIER SULLA SUA ASSENZA A DOMENICA IN: “TRATTATA DALLA RAI COME UNA SCARPA VECCHIA. CON LA PEREGO PROBLEMI PRIVATI”


mara contro tutti instagram
MARA VENIER VS PEREGO: MI SPIEGHI PAOLETTA PERCHE’ DAVATE PER CERTA LA MIA PRESENZA A DOMENICA IN?


Mara Venier
SPECIALE DOMENICA IN: IL CONTENITORE DI RAI1 FESTEGGIA 40 ANNI… SENZA MARA VENIER


Domenica In - ultima puntata - Mara Venier - 2014
CHE NE SARA’ DI DOMENICA IN?

24 Commenti dei lettori »

1. Ettore ha scritto:

27 giugno 2013 alle 11:49

Addio finalmente al buonismo della Cuccarini. Mara farà il botto.



2. Alessandro C. ha scritto:

27 giugno 2013 alle 11:51

Ce io ricordi il suo sogno era di rifare Domenica in dalle 14 alle 20, non certo 2 ore (meno di una puntata di Vid e con ascolti sicuramente più bassi). La D’urso cmq può iniziare a tremare



3. Liukss ha scritto:

27 giugno 2013 alle 12:01

Finalmente!! io spero che prolunghino DomenicaIn fino alle 20!! Merita se torna il vecchio contenitore domenicale?



4. Alfonso ha scritto:

27 giugno 2013 alle 12:42

Non vedo l’ora della nuova Domenica In…Mara…mi ricorda i vecchi tempi…dalle 14.00 alle 20.00…davvero bei tempi…speriamo non deluda le aspettative…dico la verità…aprezzo la professionalità della Cuccarini ma veramente il suo segmento era diventato insopportabile davvero, cronaca su cronaca anche la domenica pomeriggio…davvero troppo, già questo tipo di televisione ce lo inculcano 6/7 giorni ora pure la domenica…basta! Dico solo che io non ho mai guardato il calcio…ma da un pò di tempo preferivo Quelli Che…Cabello Style piuttosto che Così è la vita…parodisticamente è più domenica in quelli che che così è la vita…ah scusate…ERA ormai finita l’era Cabello e iniziata quella Savino si ritorna alla normalità…Mara Forever! Barbarona trema :) e voi della Rai…chiunque leggesse questo umile commento su questo blog STRAORDINARIO: NON LASCIATEVI SCAPPARE VICTORIA, è UNA DELLE POCHE GIOVANI CONDUTTRICI CON LA “C” MAIUSCOLA, NON COME LE SCIALBE,INSAPORI E INCOLORI ELISE ISOARDI,ELEONORE DANIELE,VERONICHE MAYA,CATERINE BALIVO…INSOMMA LE DEL NOCE’S GIRLS…è UNICA…GRAZIE PER L’ATTENZIONE!



5. Dursiano ha scritto:

27 giugno 2013 alle 12:43

Ma vattene vecchia falsa,noiosa e volgare.



6. Thomas Tonini ha scritto:

27 giugno 2013 alle 12:44

@Liukss: anch’io sarei d’accordo nell’allungare fino alle 20 come qualche anno fa, anche per far riposare l’Eredità.



7. Peppe93 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:00

Sono favorevole a far terminare anche io alle 20. Comunque mi piace che parli di tv, spero in grandi ospiti



8. nico93 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:03

Se anche Barbara torna all’intrattenimento con Buona Domenica sarà una bella sfida… Si potrebbe chiamare “Buona Domenica 5″ che ne dite?



9. rosse ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:06

felicissima di rivederla e, una delle poche che merita di continuare in tv, brava Mara ti abbraccio forte



10. Fabio Fabbretti ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:13

Dursiano: ti invitiamo a moderare i toni, grazie.



11. alfonso93 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:18

Bravo F.Fabbretti:)



12. Ciro ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:20

Diamo tempo al tempo….vedremo come sarà la sua domenica in e cosa imporra’ la rete….



13. Groove ha scritto:

27 giugno 2013 alle 13:52

A questo punto spero che anche Canale 5 torni al vecchio contenitore domenicale con Buona Domenica. Basta cronaca,basta con i talk\popolari-politici della D’urso, basta con ospitate trash…!!!! Se si vuole fare trash allora torniamo al trash originale,quello che non contaminava l’informazione,che ora come ora sopratutto in quel di Mediaset pare diventata una barzelletta. D’altronde secondo alcune voci Buona Domenica tornerà e la stessa D’urso ha dichiarato che Domenica Live al momento è in stand-by. La D’urso potrebbe anche andare bene nella seconda parte di questa ipotetica Buona Domenica a base di intrattenimento e senza informazione,io però le affiancherei un cast (come accadeva nelle Buone Domeniche di Costanzo) e invece nella prima parte di programma punterei sull’attualità,con conduttori e giornalisti credibili però.



14. Marco89 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 14:22

L’ importante è che porti allegria e spensieratezza, le Domeniche In degli anni 90 non torneranno, ma son convinto che dal punto di vista auditel potrebbe ottenere un ottimo riscontro.



15. Dursiano ha scritto:

27 giugno 2013 alle 14:43

@Fabio Fabbretti oh scusa solo voi potete criticare pesantemente la signora d’Urso ;)



16. gagive64 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 14:47

Hai ragione! Il passato non può ritornare!! la Venier non potrà mai ritrovare la “sua” Domenica in, ma troverà il lavoro di tante persone il lavoro degli autori, che lavorano dietro le quinte!



17. Fabio Fabbretti ha scritto:

27 giugno 2013 alle 14:52

Dursiano: il tuo commento tutto era tranne che una critica. Tu, come tutti gli altri, ovviamente sei libero di criticare chi e quanto vuoi



18. cocodrile90 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 14:59

#Groove ti posso assicurare che sarà impossibile sia per Rai che per mediaset ritornare alla vecchia Domenica in o Buona Domenica, impossibile perché prima un programma veniva creato e veniva visto dagli autori 8-9 mesi prima, ora invece un programma viene buttato in tv in 3 giorni senza sapere come farlo funzionare e tante altre cose spero vivamente che domenica in sia quella di una volta allungata fino alle 20, un nuovo studio, e tanti ospiti e la brillantezza che giorno dopo giorno ha contraddistinto la Mara nazionale :)



19. marcook91 ha scritto:

27 giugno 2013 alle 15:39

d’accordissimo con tutti. l’unico lato negativo è la presenza di giletti… non che nn mi piaccia la parte di info, però molto ridotta… tipi fino alle 15 max 15.30 non fino al tg delle 17



20. paky ha scritto:

28 giugno 2013 alle 00:13

Vogliamo Mara dalle 14 alle 20! E’ una big della tv e farà benissimo! Dajeeee! Giletti in prima serata di domenica!



21. maxvee ha scritto:

28 giugno 2013 alle 13:11

Secondo me, se canale 5 volesse guadagnare qualche punto in più alla domenica, dovrebbe cambiare il titolo della trasmissione. (non Domenica Live-il nome si, fa anche il prodotto). Il marchio Domenica 5 farebbe qualcosa di + e buona domenica ancora meglio…ma ahimé….sono solo tracce di una tv che fu. Purtroppo Mediaset non dispone di una valida alternativa alla D’Urso per il pomeriggio festivo. Ci ha provato ed ha fallito. Lei è l’unica che quantomeno riesce a garantire alla rete risultati sufficienti.



22. maxvee ha scritto:

28 giugno 2013 alle 13:28

E un’altra cosa….la D’urso dovrebbe cambiare scaletta al programma. Invertire la parte attualità con quella dell’intrattenimento, almeno potrebbe offrire allo spettatore qualcosa di diverso all’arena di Giletti. Se uno volesse seguire un programma di approfondimento, si sintonizzerebbe immediatamente su Rai 1. Per quanto riguarda la domenica di Rai 1: d’accordo con la struttura e soprattutto con il ritorno della Venier, garanzia di successo.



23. Salvo ha scritto:

28 giugno 2013 alle 14:45

DURSIANO: difenditela pure la tua cara D’Urso che chiami addirittura “signora” (le vere signore sono altre). Mara Venier farà sicuramente una stupenda Domenica In e finalmente la cronaca scomparirà almeno per un giorno alla settimana.
Varietà, spettacolo, musica e intrattenimento devono essere gli elementi della domenica pomeriggio e non altri!



24. annamaria ha scritto:

3 luglio 2013 alle 14:50

Mara Venier è brava qualsiasi cosa faccia perchè è vera. Il video lascia trasparire sempre la spontaneità o viceverse le forzature, questo dovrebbe essere chiaro a chi fa televisione.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.