6
maggio

GIULIO ANDREOTTI MORTO: NIENTE FUNERALI DI STATO. LA TV RICORDA “IL DIVO”

Morto Giulio Andreotti

Il Divo Giulio, Belzebù, la Sfinge, il Papa nero. L’uomo simbolo del potere democristiano, dei processi e dei segreti. Degli archivi inaccessibili e scottanti. Giulio Andreotti è stato senza dubbio il personaggio politico più influente e discusso del secolo scorso, il padre fondatore della Prima Repubblica e il tessitore delle sue trame. Così lo hanno sempre dipinto, tra verità e leggenda, così continuerà ad esserlo. Stamane il senatore è morto all’età di 94 anni e la notizia ha subito trovato eco in tv; proprio sul piccolo schermo, dove Andreotti non compariva ormai da tempo. E dove, di tanto in tanto, si ironizzava sulla sua biblica longevità.

Ora il ‘Divo Giulio‘ se n’è andato per davvero, assieme ai suoi segreti, e in tv – come per ogni personaggio pubblico che si rispetti – è il tempo dei ricordi. Dopo l’annuncio della morte di Andreotti nei tg del primo pomeriggio, in questo momento sono i canali all news a suonare il requiem con immagini, ricordi e testimonianze. Tgcom24, in particolare, ha riproposto una vecchia intervista rilasciata dal senatore a Terra, ed ha ricordato le imitazioni che il Divo Giulio si guadagnò in programmi tv popolari come il Bagaglino (sotto un video di una sua ospitata a Biberon). Sulla rete all news di Mediaset hanno lasciato il loro ricordo anche Claudio Martelli, Clemente Mastella, e Paolo Cirino Pomicino, che conobbero l’ex primo ministro italiano.

Proprio Cirino Pomicino, pezzo grosso della Dc andreottiana, stasera sarà ospite a Piazza Pulita su La7, nel corso di una puntata intitolata precedentemente “Chi comanda?”. Ironia della sorte. Il programma di Corrado Formigli, come del resto tutti gli approfondimenti politici in palinsesto, riserveranno ampio spazio alla figura del senatore a vita. In prima serata anche Quinta Colonna – il programma che dà voce alle piazze – si soffermerà su Andreotti, il politico espressione del Palazzo e dei suoi compromessi.

In seconda serata, su Rai1, Bruno Vespa dedicherà la puntata di Porta a Porta al defunto politico, ricordando assieme ad ospiti e commentatori le numerose ospitate di Andreotti nello studio del programma della prima rete. In queste ore, come ha commentato il direttore del TgLa7 Enrico Mentana, assisteremo con ogni probabilità a mille rievocazioni sulla Dc e il Caf (Craxi-Andreotti-Forlani), sui misteri legati a Gladio, P2, Pecorelli, Lima, Riina, Caselli… Ma quanti dei soloni interpellati dalla tv avranno davvero le competenze per esprimersi su vicende così importanti e controverse?

Domani, martedì 7 maggio a Roma, a Roma si terranno i funerali di Giulio Andreotti. Le esequie avverranno in forma sobria, come scelto dai famigliari del senatore: niente funerale di Stato, niente camera ardente. L’ultimo sgambetto del Divo Giulio.



Articoli che potrebbero interessarti


Bruno Vespa, Porta a Porta
TALK SHOW: ASCOLTI IN CALO. ECCO IL CONFRONTO CON LA STAGIONE 2012/2013


quelli che il calcio in diretta
SPECIALE DM LIVE: PARTENZE PROGRAMMI TV, SETTIMANA 9-15 SETTEMBRE 2013. COMMENTA IN DIRETTA QUELLI CHE IL CALCIO


Silvio Berlusconi, Porta a Porta
I POLITICI IN TV? NON VANNO PRESI ‘ALLA LETTERA’


Al Bano
Al Bano annuncia il ritiro dalle scene il 31 dicembre 2018 – Video

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.