8
aprile

MISS ITALIA 2013 IN BILICO. PERCHE’ NON DARGLI UN’ULTIMA CHANCE E RILANCIARLO CON UN’IDEA INNOVATIVA?

Miss Italia

Miss Italia

Futuro in bilico per Miss Italia: la storica manifestazione di bellezza curata da Patrizia Mirigliani potrebbe volgere definitivamente al termine, almeno per come l’abbiamo conosciuta. Pare infatti, stando al Corriere della Sera, che l’azienda pubblica non sia più intenzionata a produrre la kermesse per i prossimi anni, per una questione di costi sì, ma soprattutto per una questione di popolarità.  Nonostante la riduzione delle serate e delle Miss in gara, gli spettatori non sembrano più attratti dalla scelta della reginetta di bellezza dell’anno, come d’altronde dimostrato dagli ascolti delle ultime edizioni targate Fabrizio Frizzi e Milly Carlucci. Se poi aggiungiamo i “diktat” di Anna Maria Tarantola, le reginette vengono ormai ritenute inadatte a rappresentare la figura femminile sulla tv pubblica.

Una decisione che, se venisse confermata, lascerebbe comunque di stucco: è vero che la formula, piccoli ininfluenti ritocchi a parte, ha mostrato da tempo tutti i suoi limiti ma è altrettanto vero che la televisione generalista vive, dopo gli switch off e la conseguente frammentazione degli ascolti, soprattutto di eventi. E Miss Italia, seguito o meno, è pur sempre un evento della televisione italiana. Pertanto prima di abbassare la saracinesca, sarebbe forse il caso di dare un’altra chance al concorso affidandolo nelle mani di chi ha un’idea veramente innovativa per riportarlo in auge, come successe nel 2005 con il Festival di Sanremo di Paolo Bonolis.

Intanto Patrizia Mirigliani ci ha tenuto a sottolineare che dalla Rai non ha ricevuto alcuna conferma né tantomeno una smentita, anche perché domani dovrebbe svolgersi un incontro con i vertici di viale Mazzini per capire il da farsi. Ma, si sa, le voci corrono veloci: se Giancarlo Leone, Direttore di Rai1, decidesse di abdicare, potrebbero aprirsi le porte della seconda rete diretta da Angelo Teodoli che, però, pare non abbia i soldi necessari per la produzione dell’evento. La carta Mediaset, invece, sembra non considerabile: con questa crisi che c’è, è già tanto che hanno prodotto Amici, ripetono da giorni…

E’ pur vero però che in passato Roberto Cenci stava lavorando a Ragazza Italiana, la risposta di Cologno alla manifestazione della Mirigliani, tant’è che i casting pare fossero già iniziati. Poi il progetto – complici presumibilmente gli impegni del regista e l’idea forse non particolarmente brillante – è misteriosamente scomparso.

Quale futuro per Miss Italia, allora? Patrizia Mirigliani ne è certa: televisione o meno, il concorso continuerà, anche perché è una “macchina” che da lavoro a più di 40 persone in ogni regione. E poi a Montecatini pare sia già iniziata la ricerca degli sponsor.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Miss Italia 2013 Patrizia Mirigliani, Giusy Buscemi
PATRIZIA MIRIGLIANI: MEDIASET VOLEVA CAMBIARE IDENTITA’ E NOME A MISS ITALIA


Patrizia Mirigliani
PATRIZIA MIRIGLIANI A DM: E’ VERO, PER MISS ITALIA 2013 TRATTIAMO CON LA7 E JESOLO. IN ALTERNATIVA CI SONO LE TV LOCALI


Patrizia Mirigliani
MISS ITALIA 2013: LE FINALI FINISCONO NELLE PIAZZE. PATRIZIA MIRIGLIANI: MIA AZIENDA IN CRISI PER LE PAROLE DEL PRESIDENTE BOLDRINI


Patrizia Mirigliani risponde a Laura Boldrini
MISS ITALIA: PATRIZIA MIRIGLIANI RINGRAZIA LAURA BOLDRINI (!) MA ESAGERA

25 Commenti dei lettori »

1. Tommi ha scritto:

8 aprile 2013 alle 14:17

Se andasse su Rai2 deve diventare accattivante l’evento! Se no rischia di far seppellire il secondo canale



2. Marghe ha scritto:

8 aprile 2013 alle 14:19

Questa di Cenci non la sapevo, quando si dice assenza di idee…



3. raffa ha scritto:

8 aprile 2013 alle 14:20

è una manifestazione antiquata e inutile,spero davvero nn sia trasmesso da nessuna rete,soprattutto dalla rai visto che usano soldi pubblici perciò anche i miei!



4. Marco89 ha scritto:

8 aprile 2013 alle 14:33

Mi dispiace, da piccolino la guardavo ma il senso non c’ è più. Secondo me non vale più la pena rimetterci le mani. Non ha più senso Miss Italia proprio, non ha il senso avere una Miss, non ha senso che tot ragazze sfilino e vengano votate senza un particolare criterio, se non per la bellezza. E’ un concorso finito.



5. rino ha scritto:

8 aprile 2013 alle 14:34

considerato il successo di trasmissioni come “uomini e donne”, potrebbero unire miss e mister italia, con le ragazze e i ragazzi che si giudicano/votano/eliminano reciprocamente…



6. RobertoTicino ha scritto:

8 aprile 2013 alle 14:44

le miss ci sono in tutte le nazioni, guardare altrove come vengono proposte? giammai ! In Svizzera, Francia, Germania ecc. le serate delle miss SONO EVENTO da una sola serata! e catalizzano l’attenzione dei media, del pubblico, della critica.
Innanzitutto la durata: non piu di 2 ore ma soprattutto il numero di concorrenti, in Svizzera per esempio non piu di 10, in Francia 20, il pubblico votante almeno le conosce per bene anche in una sola serata, chiaramente in Italia x scegliere 10 ragazze sarebbe impossibile, casting sporcati dalle raccomandazioni ecc..
Potrebbero fare un casting tipo veline e portarne 15 alla serata finale, con un solo grandissimo ospite e la conoscenza delle ragazze sarebbe piu facile.



7. Luca ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:09

Io direi o la mirigliani si rivolge a sky oppure Rai 1 potrebbe fare MI ma in una sola sera con una riduzione di aspiranti (una per regione) e senza quella cosa orribile dei ripescaggi.



8. Franco2 ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:11

Ma quale ultima chanche? Miss Italia è morta, schiacciata dalle contraddizioni del politically correct. Cosa alla quale Patrizia Mirigliani ha generosamente contribuito da quando ha preso la guida del concorso.



9. MisterGrr ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:17

Ma fare una sola serata da massimo 3 ore con 21 miss, una per nazione?



10. paky ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:19

Secondo me Miss Italia ha un potenziale enorme.. Agli italiani piace giudicare!! Ci vorrebbero i giusti accorgimenti (una semifinale e una finale, non più di 50 concorrenti in gara, votazioni d’impatto stile Eurovision Song Contest con i collegamente dalle regioni, NO RIPESCAGGI) per avere un evento degno di nota!



11. Nicola ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:28

MisterGrr “21 NAZIONI”?! Tralasciando il fatto che sono regioni, ma qual è la 21esina nazione, la PADANIA?? :D :D
Scherzi a parte, Patrizia Mirigliani sa cosa c’è che non va e sa ancor meglio che è chi è “causa del suo mal…” Se poi in tutti questi anni ha avuto le fette di salame sugli occhi, sono affari suoi…



12. tania ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:48

Una sola serata e 50 miss



13. MisterGrr ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:51

sì, ovviamente intendo regioni ihihih



14. MisterGrr ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:52

e, sì, ovviamente 20 (oggi sto fuori)



15. libus ha scritto:

8 aprile 2013 alle 15:54

sono 21 le regioni perché una delle 20, non ricordo se il Friuli Venezia Giulia o l’Emilia Romagna, nel concorso viene sdoppiata (o in Friuli e Venezia Giulia o in Emilia e Romagna!)



16. MisterGrr ha scritto:

8 aprile 2013 alle 16:03

emilia e romagna.. :-)



17. Nicola ha scritto:

8 aprile 2013 alle 16:15

Sì lo so che a Miss Italia c’è lo “sdoppiamento” dell’Emilia e della Romagna, (è l’ultima eredità di vecchissimi titoli territoriali per Miss Italia) ma dato che amministrativamente formano una regione è giusto da portare una sola rappresentante regionale come tutte le altre regioni. Altrimenti ognuno reclamerebbe le proprie miss territoriali e si ritornerebbe punto e a capo col problema del numero delle miss .)



18. Nina ha scritto:

8 aprile 2013 alle 16:26

Figuriamoci il caos se si dovesse farne un per regione nel paese dei campanili! Immagino già le rivendicazioni della Carnia, del Salento, del Sannio e via dicendo.



19. Dario Manili ha scritto:

8 aprile 2013 alle 18:39

Se Miss Italia vuole decollare deve svolgersi in un’unica serata con dei frammenti sulle selezioni di durata di mezz’ora in seconda serata riguardo le selezioni delle aspiranti Miss.



20. Daniele Pasquini ha scritto:

8 aprile 2013 alle 19:53

Tutti propongono e allora… io farei così! Semifinale con 40 Miss, due per ogni regione con scontro diretto tra le due di ogni regione. Chi vince passa alla finale, che sarà composta da 20 Miss. Per la finale si potrebbe optare per la formula classica o, per dire, per gli scontri a due random. Cosa devono dimostrare queste ragazze? Qua bisognerebbe capire cosa si intende per bellezza della persona (solo estetica?), da cui poi costruire la formula finale del programma.
E ora registro l’idea :D



21. shiver ha scritto:

8 aprile 2013 alle 19:59

Ormai è un concorso che non viene più preso in considerazione come una volta, non è più l’ evento di prima. Secondo me e non lo dico per una questione di gusti personali la Simona Ventura potrebbe rinnovare davvero il programma con una formula nuova. Tra l’ altro già anni fa la Rai l’ aveva scelta per Miss Italia e già ci stava lavorando, peccato che però è finita a stracci in faccia con la Mirigliani in tribunale e quindi non se ne parlerà mai. La Mirigliani è proprio detestabile…



22. Marco89 ha scritto:

8 aprile 2013 alle 20:45

@ Shiver: anche secondo me avrebbe potuto rinnovare e non poco Simona, la formula del programma. Ma è stato meglio così…non ne sarebbe venuto fuori niente di buono secondo me.



23. aleimpe ha scritto:

8 aprile 2013 alle 22:13

I bassi ascolti dell’ anno scorso fanno riflettere, una volta quando a Miss Italia c’erano ragazze di 16, 17 anni con i volti da adolescenti, gli ascolti volavano, poi con la decisione della Mirigliani di spostare il limite d’età a 18 anni, ha fatto iniziare la crisi del concorso…

Devono tornare in gara le 16enni e le 17enni…



24. Luna ha scritto:

9 aprile 2013 alle 08:58

A morte miss Italia, programma stupido e degradante !



25. Salvo ha scritto:

9 aprile 2013 alle 14:22

Qualche tempo fa avevano detto che Miss Italia 2013 sarebbe stata condotta da Antonella Clerici e adesso dicono che non ci sarà. Secondo me Antonella avrebbe sicuramente alzato gli ascolti e avrebbe reso il programma più piacevole.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.