23
marzo

MIRIAM DALMAZIO (CHE DIO CI AIUTI) A DM: NON MI HANNO PRESO PER INTERPRETARE GIULIETTA

Miriam Dalmazio (foto di Francesca Petrangeli)

Miriam Dalmazio è giovanissima, classe 1987, ma è già nota al grande pubblico. Merito della sua interpretazione in Che Dio ci Aiuti, la fortunata fiction di Rai1 in cui veste i panni di Margherita. A DM si racconta con sincerità ma anche con l’imbarazzo di una giovane attrice che sta iniziando adesso a confrontarsi con il successo e la notorietà.

Per me ogni volta è sempre una sorpresa. E’ strano entrare nelle case degli italiani una volta a settimana. Mi piace e mi imbarazza. Il mio problema è che io vado in giro vestita male, senza trucco… non so come la gente faccia a riconoscermi.

Com’è nata la passione per la recitazione?

Quella per la recitazione, e per l’arte in genere, l’ho sempre avuta sin da bambina. Poi, vivendo a Palermo, ho frequentato qualche piccolo corso ma in realtà è stato un caso che io abbia iniziato a fare davvero questo lavoro. Un giorno ho accompagnato una mia amica a un provino e mi hanno notata…

Hai anche una passione per il canto…

Si, anche se non ho una voce educata e non ho mai studiato canto, però è una cosa che mi piacerebbe fare in futuro.

Quindi c’è la possibilità di vederti in un musical?

Magari! Anche se io non ho mai ballato e non so se sono portata. Non mi sono mai messa alla prova però tutto quello che è inerente all’arte mi piace molto.

Com’è stato il provino per ottenere il ruolo di Margherita in Che Dio ci Aiuti?

In verità ne ho fatti svariati, perché la casting director si ricordava di alcuni provini che avevo fatto un anno prima. Sono stata provinata anche per i ruoli di Giulia (Serena Rossi, ndDm) e Azzurra (Francesca Chillemi, ndDm).

Qual è stata la tua prima volta davanti alla cinepresa?

Ero sul lungomare vicino Palermo e stavo girando la soap opera Agrodolce. La scena era difficilissima, perché era tutta in movimento, io dovevo camminare velocemente ed essere arrabbiata, con una steadycam che mi camminava davanti.  Fui molto soddisfatta per i complimenti del regista che non si aspettava scioltezza e prontezza da parte mia.

Margherita è buona e ingenua. Quanto c’è di te in lei?

Io dico sempre che Margherita è il mio lato solare. Nella realtà anch’io sono buona e ingenua, a volte mi definisco anche immatura, però c’è un velo di malinconia davanti ai miei occhi che nasconde tutto questo. Io sono un po’ più dark di anima. Quindi, sì, di Margherita c’è parecchio in me, ma è tutto circondato da un po’ di negatività, di chiusura e di introversione.

Che rapporto hai con le tue colleghe?

Io creo sempre rapporti meravigliosi con le colleghe, con le donne in genere. Mi piace essere amica delle donne e se loro non vengono da me sono io ad andare da loro, perché mi piace arrivare sul set con il sorriso. Cerco sempre con sincerità di prendere il lato positivo delle persone.

Hai amiche nel mondo dello spettacolo?

Sì. Di quelle con cui ho lavorato sono rimasta in ottimi rapporti con Serena Rossi. E poi, anche se nella fiction ci odiamo, con Laura Glavan (Nina, in Che Dio ci Aiuti 2, ndDM) nella realtà ci amiamo. Con Francesca Chillemi siamo anche andate in vacanza insieme.

Lino Guanciale ci ha detto che vorrebbe il numero del tuo parrucchiere, tu cosa gli chiedi in cambio?

La sua memoria. Vorrei che mi insegnasse a usare bene la memoria perchè lui ne ha una strepitosa e non so come faccia.

Il successo può essere pericoloso. Come ti comporterai per scegliere i tuoi prossimi impegni lavorativi?

Io ho un grandissimo angelo custode, il mio agente, che mi dà sempre consigli azzeccatissimi. Poi cercherò, qualora mi dovessero proporre qualcosa, di leggere la sceneggiatura, vedere qual è il cast.  Comunque, di solito, vado molto a sensazione, a intuito. Diciamo che metto il mio cuore e la testa del mio agente, unisco le due cose.

Sei fidanzata?

No, non sono fidanzata (ride, ndDM).

Ti è mai capitato di soffrire per amore come sta capitando adesso a Margherita nella fiction?

No, risposta secca. Non mi chiedere altro sull’amore (ride, ndDM).

Com’è il tuo rapporto con la televisione, la guardi?

Molto poco. La guardo quando sono a casa e non ho niente da fare. Mi piacciono, però, i tv movie e le miniserie sui personaggi storici che trovo sempre scritte e recitate bene. La fiction su Coco Chanel, ad esempio, è una delle mie preferite.

Un attore italiano con cui ti imbarazzeresti molto a girare delle scene intime?

Giulio Berruti. Io e lui siamo molto amici e visto che è davvero molto molto bello mi imbarazzerebbe molto.

Sei timida?

Sì, assolutamente. Credo di essere una delle ultime persone rimaste che arrossisce per qualsiasi cosa. Me lo dicono in molti.

Quale attore ti ha particolarmente emozionato conoscere?

Quando ho conosciuto Raoul Bova è stato strano. Anche lui è molto bello e quando ci siamo presentati il suo messaggio è stato “io sono tuo amico, non vedermi come Raoul Bova”. Avevo fatto un provino e lui è venuto a stringermi la mano e a dirmi che ero stata bravissima. E lì mi sono emozionata.

Una delusione per qualche provino andato male, qualcosa a cui tenevo particolarmente?

Tenevo molto alla fiction su Romeo e Giulietta. Avevo fatto un provino per Giulietta (ruolo andato ad Alessandra Mastronardi, ndDm) che era andato molto bene, so che ero arrivata in “finale”. Ci speravo parecchio e ci sono rimasta male. Avevo dato tutte le mie energie per quel provino.

Nel tuo futuro, solo televisione o anche cinema?

Purchè si tratti di recitazione, tutto. E’ chiaro poi che uno ambisce al cinema, non perchè sia migliore della fiction, ma è un altro linguaggio che non ho mai sperimentato e mi piacerebbe comunque concedermi il lusso di fare mezza scena al giorno, mentre noi ne giriamo quattordici e dobbiamo rendere al massimo sempre.

Il tuo film preferito?

Ne ho parecchi. Uno vecchio è Frances, di Clifford, e uno più recente è La Vie en Rose con Marion Cotillard che mi è piaciuto tantissimo.

E cinema italiano?

Ultimamente lo guardo poco, sto guardando molto cinema francese in questo momento.

Raccontaci un episodio divertente accaduto sul set di Che Dio Ci Aiuti?

Sul set era un continuo divertimento, però ricordo in particolare le imitazioni di Lino Guanciale, che quando imitava suoi colleghi, di cui non faccio i nomi, ci faceva davvero molto ridere.

Hai lavorato con due grandi attrici, Elena Sofia Ricci e Valeria Fabrizi. Puoi scegliere di prendere un pregio da ognuna di loro.

Da Valeria Fabrizi, l’energia e la vitalità. Da Elena Sofia la capacità di aggregare le persone. Lei è molto accogliente, calda. Ed è una cosa che a me manca, probabilmente perchè sono molto timida.

La tua attrice straniera di riferimento?

Meryl Streep assolutamente. Ho una vera ossessione per lei.

Il tuo sogno nel cassetto?

I miei sogni cambiano spesso. In questo momento mi piacerebbe avere tanti soldi per fare un viaggio lunghissimo, di quelli dove parti e poi decidi all’ultimo dove andare, cosa fare. Il sogno del momento è questo.

La sera che va in onda Che Dio Ci Aiuti, a casa davanti alla tv con gli amici?

Odio riguardarmi con tanta gente davanti, perché io vedo tutti i miei difetti e ho paura li vedano pure loro, anche se poi loro li vedono comunque perchè la fiction la guardano lo stesso. Quindi, le puntate le vedo con Laura Glavan. Io e lei da sole, così ci commentiamo e ci critichiamo l’un l’altra.

Quali sono i difetti che ti vedi?

Allora, vedo la mia faccia asimmetrica, mi vedo grassa delle volte e poi odio la mia voce e quindi molto spesso le mie scene le guardo senza audio!

Rapporto con i social network?

Sono negata con la tecnologia. Twitter ancora non lo uso, ho, invece, un profilo Facebook privato, solo per gli amici. Poi, certo se arrivano messaggi di persone che guardano la fiction, rispondo volentieri.

Progetti per il futuro?

Per il momento sto facendo tantissimi provini, ma ancora non ho niente di certo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Gianni Morandi, L'Isola di Pietro
Gianni Morandi a DM: «L’Isola di Pietro è una storia che mi sento addosso. Baglioni a Sanremo? Una grande scelta» – Video


Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli a DM: in TV farei subito «Le Vite degli Altri». In passato un sacco di cazzate e brutta televisione perchè pensavo di non meritare di meglio


Daniela Ferolla
Daniela Ferolla a DM: «Il vero lusso è il ritorno alla terra. Basta ridicolizzare le Miss, ci vuole rispetto per il talento della bellezza»


Mtv Super Shore, Ferre, Victor, Potro, Isaac, Igor
I ragazzi di Mtv Super Shore 3 a DM: «Che bordello questo reality! La donna più adulta con cui sono stato? L’hanno seppellita ieri» – Video

2 Commenti dei lettori »

1. matteo quaglia ha scritto:

23 marzo 2013 alle 14:38

mi piace molto sia il suo personaggio in che dio ci aiuti ( insieme al resto del cast ) sia lei come attrice , speriamo di vederla in altre serie in futuro



2. Peppe93 ha scritto:

23 marzo 2013 alle 15:20

Dispiace per il provino di Giulietta,(anche se sono contento per la Mastronardi :-) ) però lei avrà una bella carriera. Pur non conoscendola sembra veramente simpaticissima e brava.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.