6
luglio

ENRICO MENTANA AL FULMICOTONE: “NON PARTECIPO ALLA RUBRICA DI SORRISI. PRIMA SI DIRIGEVA UN TG PER MERITI. ORA INVECE C’E’ TOTI…”

Chicco is back. Lo aspettavano tutti al varco Enrico Mentana per il battesimo del nuovo telegiornale di La7 tenutosi lo scorso venerdì (“sarà a regime da settembre”, ha dichiarato). Risultato? Un più che soddisfacente 4.4% di media con picchi del 5.6% nell’edizione delle venti, quella in cui l’ex direttore del Tg5, per intenderci, ha improvvisato un involontario one man show gesticolando in maniera nervosa da dietro le quinte dello studio per assicurarsi che tutto andasse per il meglio.

Nell’attesa che i buoni risultati di ascolto vengano confermati e che si realizzi quello che è il vero intento del direttore - cioè dare “le notizie più importanti in modo agilmente libero” -, mitraglietta – come lo chiamano in tanti - non ha perso tempo e ha subito trovato il modo per scatenare una nuova polemica. Questa volta con un suo collega.

Pietra dello scandalo è il “no” di Mentana alla rubrica di Tv Sorrisi e Canzoni “I Magnifici 8” in cui i direttori dei più importanti telegiornali della tv italiana (i 7 tg delle generaliste nazionali) sono chiamati, ogni settimana, a dare un loro parere su questioni di rilievo. Il motivo del “gran rifiuto” è presto detto, e lo spiega lo stesso neo-direttore dalle pagine del settimanale diretto da Alfonso Signorini:

 “Quella rubrica mi ha sempre fatto un po’ pena. Non voglio partecipare ad una rubrica in cui per farne parte bisogna essere direttori di tg e dove quindi c’e’, per esempio, un Toti. Una volta si diventava direttore di tg per meriti. Oggi invece…”

Insomma, ce n’e’ abbastanza per scatenare l’ira del direttore di Studio Aperto che, chiamato in causa, ha replicato alla frecciatina del collega dichiarandosi lusingato per aver ricevuto le attenzioni del “grande Mentana” e, al contempo, di sentirsi legittimato come direttore dal fatto di “essere iscritto all’Ordine dei Giornalisti” lasciando chiaramente intendere di non sentire il bisogno di alcun riconoscimento da parte del Chicco nazionale.

Parole di fuoco che ci confermano, per l’ennesima volta, quello che in realtà già sapevamo. Un giornalista come Mentana quando decide di tornare in sella lo fa con tutti gli annessi e connessi del caso, frecciatine e macigni inclusi. L’ex direttore del Tg5, pur rimanendo all’apparenza sempre equidistante dalla politica per quel desiderio di offrire notizie scevre da opinioni e parzialità, non ha mai perso occasione per dire la sua, in modo anche duro a volte, su fatti e persone che lo coinvolgessero direttamente.

Siamo sicuri che, smaltito l’entusiasmo e la curiosità del debutto, questo suo pubblicizzatissimo ritorno a La7 e le sue ultime dichiarazioni al vetriolo non faranno altro che portare ulteriori telespettatori al tg della settima rete generalista italiana. E questo il nostro caro Enrico lo sa molto bene…



Articoli che potrebbero interessarti


Tg Serali
ASCOLTI TG SERALI SETTEMBRE: CON MENTANA IL TG LA7 CRESCE DEL 6%. IN CALO IL TG1 (-3%) E IL TG5 (-5%). CRESCE IL TG3 DELLA BERLINGUER (+1%)


Enrico Mentana
Le Tenebre di Bibbiano: Enrico Mentana approfondisce lo scandalo affidi dei minori


Chef Rubio
Chef Rubio sbotta sui social ma floppa in tv. E Discovery tace


Maratona Mentana
Giuseppi, Mentana scherza sull’errore di Trump: «Gli americani primi per incapacità…»

15 Commenti dei lettori »

1. lauretta ha scritto:

6 luglio 2010 alle 20:59

Della serie…nel bene o nel male, basta che se ne parli!!! Hai capito ‘mitraglietta’??



2. Valentina ha scritto:

6 luglio 2010 alle 22:51

Studio Aperto è un rotocalco, non un tg… però Mentana secondo me ha esagerato un po’.



3. KapKiaro ha scritto:

6 luglio 2010 alle 23:12

io mi sarei vergognata più di Minzolini che di Toti…



4. warrior ha scritto:

6 luglio 2010 alle 23:41

Si vede che punta a raddoppiare gli ascolti del suo TG…



5. Gianni Nencini ha scritto:

7 luglio 2010 alle 00:05

io mi vergogno per mentana e per il suo snobismo… mica tutti hanno la fortuna radical-chic di scrivere su vanitifer insieme come lui.



6. sirgeorgebest83 ha scritto:

7 luglio 2010 alle 00:41

ha ragione mentana…toti ha poco cv, ma l’errore sta nel considerare studio aperto un tg, un mio amico diceva che studio aperto è un tg fatto per metà di previsioni del tempo, e per metà di ca**ate, che è un modo colorito, e divertente per definire un rotocalco.



7. SaraLurker ha scritto:

7 luglio 2010 alle 01:32

@Nencini: ci sono ben altre cose di cui vergognarsi nei Tg che lo snobismo di Mentana.

E non credo che Mentana abbia bisogno di fare dichiarazioni per raddoppiare gli ascolti del Tg di La7.
I suoi telespettatori ne sentono la mancanza dalla sua uscita da Matrix, e lo seguiranno perchè di solito è garanzia di professionalità.
Cosa che manca ai direttori degli altri tg.



8. aladino ha scritto:

7 luglio 2010 alle 09:47

Mamma mia che pesantezza … io proprio non lo sopporto più, stà sempre a fare polemiche, e poi queste offese gratuite sono sempre di pessimo gusto.
Aspettiamo la risposta di TOTI!!!



9. Gianni Nencini ha scritto:

7 luglio 2010 alle 10:03

toti ha così risposto:
Se si è riferito proprio a me, francamente mi lusinga l’attenzione del grande Mentana. Detto questo, una volta era l’appartenenza all’Ordine dei Giornalisti il requisito per diventare direttori. Ora invece pare che serva l’agibilità politica di Enrico Mentana…

—————
Io non capisco perchè da almeno un decennio si continua a criticare studio aperto! studio perto, per la linea editoriale della rete, non deve essere un tg classico, ma un tabloid. studio aperto sta al sun come il tg5 sta al times



10. Zoro! ha scritto:

7 luglio 2010 alle 10:05

ha sganciato con queste dichiarazioni una vera bomba contro un altro direttore di Tg, può avere anche ragione, ma secondo me ha esagerato!!!



11. Luca ha scritto:

7 luglio 2010 alle 10:05

a me fa pena che mentana si lamenti dei direttori dei tg, quando lui risponde dalle pagine di un settimanale che è la vergogna dell’editoria italiana. ma proprio dal quotidiano del padrone di mediaset, il nulla fatto ‘pagine stampate’ come ‘chi’ si permette di dire che un tempo si era direttori per meriti? uno che ha chiesto di andare in onda la sera della tragedia di eluana per uno o due punti in piu’ di share, ed un signor nessuno come signorini, che ha la sola fortuna di ‘leccare’ il sedere del premier e della sua famiglia, ed avere i ’sudditi’ che il suo giornale se lo comprano? poi dice perchè siamo un paese arretrato, vedete voi…..



12. Simone Gungui ha scritto:

7 luglio 2010 alle 10:06

Se secondo voi Giovanni Toti, ovvero il direttore di Studio Aperto che da poco in un editoriale ha detto che considera il reato di concorso esterno in associazione mafiosa “UN REATO FRANCAMENTE DISCUTIBILE” può essere considerato un giornalista.. beh.. allora non ho altro da dire…



13. William ha scritto:

7 luglio 2010 alle 10:36

Sono contento per il ritorno di Enrico , uno dei giornalisti più seri e imparziali della tv e francamente a me mancava molto la sua presenza
Sul fatto della polemica bhè in quel caso penso che ognuno debba guardare nel suo orto ;)



14. iTruth ha scritto:

7 luglio 2010 alle 10:45

Meglio snob che mediocri (e mafiosi) :P



15. warrior ha scritto:

7 luglio 2010 alle 14:47

19:58:42 20:29:57 TG LA 7 4.8 839

Le polemiche funzionano e come se funzionano, mitraglietta è un volpone…Aspettiamoci altre uscite del genere…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.