2
giugno

I Soliti Ignoti sul Nove a settembre con Amadeus. La Rai si fa beffare ancora

Amadeus (da Raiplay)

La notizia era nell’aria. Nella sua nuova casa mediatica, il Nove, Amadeus condurrà I Soliti Ignoti. A ufficializzarlo è Laura Carafoli, responsabile dei contenuti Sud Europa del gruppo Warner Bros. Discovery, che in un’intervista a Repubblica conferma:

A settembre debutta con Identity, il format noto in Italia come I Soliti Ignoti. Una prima discesa in campo con un prodotto che parla a tutti”.

Oltre al danno, la beffa per la Rai che perde il conduttore di punta e si fa scippare uno dei format di maggiore successo degli ultimi anni per il quale pare avessero un’opzione, fatta scadere in maniera inconsapevole prima che si paventasse l’addio di Amadeus. Banijay ha così fatto in modo che il formato si ricongiungesse ad Amadeus senza temere contraccolpi da parte della Rai, vista la posizione di forza data dai diritti di Affari Tuoi e L’Eredità.

Per Amadeus era essenziale iniziare l’avventura sul Nove con un programma noto. Ripartire da zero sarebbe stato oltremodo rischioso (chi si ricorda di Formula Segreta su Canale 5?) anche perchè quando si parla di game show la forza del format assume un ruolo ancora più cruciale. Con I Soliti Ignoti, invece, sia Nove che il conduttore sanno di poter costruire un percorso da una base solida. Le novità probabilmente arriveranno in prima serata (Amadeus condurrà due programmi da 8 puntate nel corso della stagione).

Piccola curiosità: nel 2016, dopo che la Rai aveva stoppato il programma allora condotto da Fabrizio Frizzi, vi svelammo che Identity era ad un passo da Italia1. Poi scelsero di rispolverare Cultura Moderna!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Identity - Endemol Shine Italy
Ai Soliti Ignoti del Nove arrivano i concorrenti in coppia come ad Affari Tuoi


Alessandro Araimo (US WBD)
Araimo su Amadeus: «Farà anche due prime time per sedici serate»


I Soliti Ignoti sul Nove a settembre con Amadeus. La Rai si fa beffare ancora
Il destino di X Factor è nelle mani di Sky


Alessandro Araimo (US WBD)
Araimo (AD WBD) punta in alto con Amadeus: «In access siamo al 4%, possiamo raddoppiare e anche di più. Stiamo valutando format già esistenti o da sviluppare»

13 Commenti dei lettori »

1. Lorenzo78 ha scritto:

2 giugno 2024 alle 10:52

Questo conferma se mai ce ne fosse stato bisogno che effettivamente quella del “bisogno di nuovi stimoli” era una balla colossale



2. Marco ha scritto:

2 giugno 2024 alle 11:10

Con questo Amadeus conferma la super balla dei nuovi stimoli. Perché se così fosse non vai a rifare quello che hai fatto per anni.

D’altro canto Rai ha in casa un format IDENTICO, SUO, fatto come rubrica negli anni 90.

Aggiungiamo poi che SOLITI IGNOTI è Frizzi, e non Amadeus che lo ha si ripreso ma la cui figura che lo lanciò portandolo al successo è il grande FABRIZIO FRIZZI che mai avrebbe fatto una cosa simile…

Infine la Rai perché avrebbe dovuto far valere una opzione per i diritti di un programma che è quasi un anno e mezzo che non manda in onda e che non avrebbe mandato in onda nemmeno per tutta la prossima stagione tv?

E ancora, che convenienza ha adesso la casa di produzione a mandare Soliti Ignoti e Affari Tuoi in onda contemporaneamente???
Tra i due game comunque molto ma molto meglio Affari Tuoi….



3. Fabio ha scritto:

2 giugno 2024 alle 12:37

E fu così che Striscia la notizia chiuse i battenti…



4. Gio77 ha scritto:

2 giugno 2024 alle 12:47

La poca lungimiranza di questi vertici è ormai palese… povera Rai!



5. Pianeta Urano ha scritto:

2 giugno 2024 alle 13:12

Bisogno di nuovi stimoli = bisogno di nuovi soldi perchè sono avido e non mi bastano mai.
Gli auguro di floppare,



6. Pianeta Giove ha scritto:

2 giugno 2024 alle 13:35

Bisogno di nuovi stimoli = partire con calma con un preserale di successo regalatomi da Giorgia per poi iniziare a sperimentare anche in prima serata, senza che nessuno mi chieda di offrire la cena a gente meno fortunata come Pino Insegno.

PS: Anche io mi auguri che floppi, altrimenti dovrò leggervi tutti i giorni qua a rosicare.

PPS: Anche se floppasse i soldi se li intasca lo stesso.



7. Alessandro Manzato ha scritto:

2 giugno 2024 alle 14:10

Oh ma quanti rosiconi. Ma state inguaiati male male eh nei commenti. Ma voi lasciate un tempo indeterminato per un altro indeterminato per “nuovi stimoli?” Mah. Pare siate scesi dal pero. Vai Ama. In bocca al lupo. E, da telespettatore RAI decennale, spero vivamente in continui flop, perché per come è gestita, pure un bradipo azzoppato riuscirebbe a fare meglio!



8. Pianeta Urano ha scritto:

2 giugno 2024 alle 15:11

Giovanna… sei tu? ;-)



9. R101 ha scritto:

2 giugno 2024 alle 15:44

Ammazza e che avido è strategico… vai a vedere che Presta ci aveva visto giusto e ha detto la verità…..



10. Il generale Vannacci ha scritto:

2 giugno 2024 alle 18:25

Un’ulteriore conferma che Amadeus se n’è andato per soldi.
Fra qualche anno tornerà in Rai strisciando ed accontentandosi di leggere le notizie sulla viabilità.



11. Lorenzo78 ha scritto:

2 giugno 2024 alle 23:06

Ma cosa c’entra il rosicamento? E di che poi? Io non discuto che possa aver avuto validi motivi per andarsene ma se hai le palle li racconti, non vai a raccontare la balla dei nuovi stimoli per andare a rifare un programma che hai fatto per anni.
E comunque si può scordare di tirarsi dietro il pubblico che aveva in RAI come ha fatto Fazio. Sono due casi completamente diversi.



12. Marcos ha scritto:

3 giugno 2024 alle 08:12

Via dalla Rai, esodo dalla rai, mi auguro davvero che la rai sia per il prossimo anno il regno del flop, ogni giorno un flop, ogni programma flop. Una azienda tenuta su con lo scotch da inetti governati dalla grande burattinai Giorgia e family non merita successo ne clamori



13. Alfio ha scritto:

3 giugno 2024 alle 10:06

ma non chiamatelo Indentity, siamo in Italia….questi inglesismi qui non funzionano



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.