20
aprile

Giorgia Meloni interviene sul caso Scurati: «La Rai si è rifiutata di pagare 1800 euro per un minuto di monologo. Non so quale sia la verità…»

Giorgia Meloni (da IG)

Giorgia Meloni (da IG)

“In un’Italia piena di problemi, anche oggi la sinistra sta montando un caso”. Parla così Giorgia Meloni, che ha deciso di intervenire in prima persona sul caso Scurati che sta impensierendo e non poco la Rai. La Premier rimanda ogni responsabilità di polemiche all’altra parte della politica a lei non vicina:

Stavolta è per una presunta censura a un monologo di Scurati per celebrare il 25 Aprile. La sinistra grida al regime

scrive la Meloni sul suo profilo ufficiale di Facebook, avallando la tesi del Direttore dell’Approfondimento Rai, Paolo Corsini, che ha dichiarato che l’assenza dello scrittore nella puntata di questa sera del programma di Serena Bortone su Rai 3 sarebbe dovuta a questioni economiche; un documento interno all’azienda, reso pubblico da Repubblica, ha però rivelato altro (leggi qui).

La Rai risponde di essersi semplicemente rifiutata di pagare 1800 euro (lo stipendio mensile di molti dipendenti) per un minuto di monologo

sottolinea la Presidente del Consiglio, aggiungendo però che non so quale sia la verità. A riprova, a suo dire, della mancata censura, pubblico tranquillamente io il testo del monologo (che spero di non dover pagare)”

“1) Perché chi è sempre stato ostracizzato e censurato dal servizio pubblico non chiederà mai la censura di nessuno. Neanche di chi pensa che si debba pagare la propria propaganda contro il governo con i soldi dei cittadini. 2) Perché gli italiani possano giudicarne liberamente il contenuto. Buona lettura”.

Il testo del monologo lo trovate qui.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


bernardini
Pagelle TV della Settimana (15-21/04/2024). Ecco i promossi e i bocciati


Giampaolo Rossi
Rossi: «E’ in atto un’istruttoria per la vicenda Scurati ma la narrazione di una Rai che censura è priva di fondamento»


Roberto Sergio (US Rai)
Sergio tuona: «Si doveva agire diversamente, io Scurati non lo avrei censurato. Chi ha sbagliato paga»


Fabio Fazio - Che Tempo Che Fa
Fazio sta con la Rai… ma non questa Rai: «Io faccio il tifo per la Rai ma spero in un futuro diverso da quello di queste ore. E’ servizio pubblico, lo dice la parola»

4 Commenti dei lettori »

1. Danilo ha scritto:

20 aprile 2024 alle 20:37

Che ridicoli, ormai grazie al populismo dilagante governano e governeranno a lungo, non sarà di certo un monologo a fargli tremare la poltrona. Parla lei di soldi sprecati che ha il coraggio di dare incarichi ai parenti.



2. Leonardo ha scritto:

20 aprile 2024 alle 22:49

E i soldi a Insegno ,pagato per restare a casa sono ben spesi invece



3. Francesco ha scritto:

21 aprile 2024 alle 11:27

Grande Giorgia.



4. Raffaela ha scritto:

21 aprile 2024 alle 20:48

Non sa qual è la verità? Beh, allora prima di parlare s’informi, cara Meloni. Ne ha gli strumenti e la possibilità.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.