29
novembre

Pagelle TV della Settimana (21-27/11/2022). Ecco i promossi e i bocciati

francesca fagnani

Francesca Fagnani

Promossi

9 a Don’t forget the lyrics. E’ il successo che non ti aspetti di questo autunno: il ‘karaoke game’ di Gabriele Corsi, in onda sul Nove, ha toccato il 4.1% nella finalissima di venerdì scorso segnando un record storico per un access prime time dal canale 8 in poi. Certi generi fanno dei giri immensi poi ritornano…

8 a Belve. Il programma dall’alto tasso di ferocia supera la prova della nuova messa in onda vincendo altresì a mani basse il confronto con il predecessore (ben più ambizioso) Stasera C’è Cattelan. La Fagnani spicca in un mondo dello spettacolo che cerca soltanto il giornalismo di consenso.

7 a Zelig. Dopo il ritorno dello scorso anno, il varietà comico si conferma e rappresenta un’ottima alternativa nel palinsesto di Canale 5. Ci si chiede il perchè di soltanto 3 puntate: Zelig non è un evento bensì un programma che si nutre di abitudine.

6 a Dario Di Gennaro, eroico nel diramare la formazione della Corea del Sud a prova di papere (per maggiori info clicca qui).

Bocciati

5 a Il Collegio. Un’annata passata inosservata che si attesta come la meno vista di sempre (meno di un milione di spettatori in media) e che non è stata capace di invertire una parabola discendente iniziata, almeno dal punto di vista degli ascolti, lo scorso anno. Il format è ormai diventato prevedibile mentre i ragazzi sono sempre ‘più studiati’, proiettati sul loro possibile riscontro social e non sull’esperienza in sè.

4 all’ipocrisia che porta la Rai a bocciare Miss Italia. Un politicamente corretto inutile con l’aggravante che non trova riscontro nelle altre scelte effettuate dalla tv pubblica. Va anche detto che, in nome della storia decennale, vedere il concorso di Miss Italia all’interno de I Fatti Vostri sarebbe risultato assai triste (qui la polemica della Mirigliani).

3 a Guillermo Mariotto. A Ballando, Selvaggia Lucarelli afferma che Iva Zanicchi si è resa protagonista di momenti che sono sfociati nello squallido e, per tutta risposta, lo stilista paragona la collega ad una scimmia che lancia escrementi a tutti i costi. Implicitamente invoca, dunque, la lesa maestà per la stessa concorrente che, nella prima puntata, aveva usato un termine ben peggiore per apostrofare Selvaggia; oltretutto, non puoi farti ‘paladino della gentilezza’ senza essere gentile.

2 allo scambio last minute Malgioglio (Mi Casa es Tu Casa) – Parietti (Non sono una Signora). Senza entrare nel merito dell’operazione, è segno di grande insofferenza ai piani alti che, a promozione ben avviata e a meno di 2 settimane dalla partenza, si stravolga la messa in onda di 2 programmi (che peraltro avevano già subito delle variazioni).

1 ad Elite. La sesta stagione del teen drama spagnolo raschia il fondo. Diciamolo non è mai stata ‘quality television’, tuttavia se prima potevi contare almeno su personaggi ben caratterizzati e d’appeal e tra le trame improbabili spuntava qualche filone interessante, ora, non solo, è tutto già visto e inverosimile ma anche piatto.



Articoli che potrebbero interessarti


emanuela fanelli
Pagelle TV della Settimana (18-24/04/2022). Promossi Emanuela Fanelli e LDA. Bocciati Elite e l’Isola dei Famosi in cui ‘tutto può cambiare’


zelig
Pagelle TV della Settimana (22-28/11/2021). Promosso il ritorno di Zelig. Bocciato il pomeriggio ballerino di Rai2


sophia loren edoardo ponti
Pagelle TV della Settimana (7-13/12/2020). Promossi Sophia Loren e Il Collegio. Bocciati Vittoria Schisano e Roberto Bolle


adua del vesco
Pagelle TV della Settimana (21-27/09/2020). Promossi Reazione a Catena e The Boys. Bocciati Garko e il silenzio sull’AresGate

2 Commenti dei lettori »

1. john2207 ha scritto:

29 novembre 2022 alle 19:27

Concordo in tutto soprattutto su Élite. Inguardabile. Gli spagnoli sono convinti che basta mettere due scene software p0rn. Un amore omo o fluid e il più è fatto. E pure netflix in Spagna produce più che in qualsiasi paese europeo.Tornando ad Élite questa stagione gli è proprio riuscita male



2. Alessandro Manzato ha scritto:

29 novembre 2022 alle 21:20

Concordo in tutto, soprattutto con l’8 a Belve, che adoro, e il 3 di Mariotto. Trovo la Zanicchi sboccata e decisamente “too much”, una macchietta da Bagaglino anni ‘90. Capisco il creare hipe, ma non con barzellette alquanto discutibili e il buttar tutto in caciara, condito da parolacce.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.