18
ottobre

Paolo Vasile conferma l’addio a Mediaset España

Paolo Vasile

Paolo Vasile

La smentita di MFE, che giocava sulla parola licenziamento, non ci aveva convinti.  E così è stato: Paolo Vasile presto sarà fuori da Mediaset España. A confermarlo è lui stesso in un’intervista a El Mundo, precisando che si tratta di una sua decisione, che meditava da anni, per stare vicino alla sua famiglia che vive in Italia. Niente a che fare, sostiene, con la crisi d’ascolti che sta vivendo Telecinco. 

“È un accordo già stabilito in passato e che non c’entra con gli ascolti”,

Nell’intervista spende parole molto positive per la famiglia Berlusconi, in particolare per Silvio (“È il più grande essere umano che abbia conosciuto al di fuori della mia famiglia”) senza citare direttamente Piersilvio Berlusconi che sta progettando la Mediaset del futuro. Una azienda riorganizzata per affrontare le nuove sfide competitive che non prevede, dunque, l’apporto di Paolo Vasile. L’addio potrebbe avvenire già dal prossimo 26 ottobre.

Secondo il giornalista Claudio Plazzotta, in Spagna potrebbe arrivare Stefano Sala, attuale ad di Publitalia.

Vasile fuori da Mediaset España, pugno di ferro di Piersilvio Berlusconi in vista del nuovo gruppo paneuropeo

Articolo del 17 ottobre ore 18.51 – Cambiamento epocale a Mediaset España. Paolo Vasile, amministratore delegato e deus ex machina dei grandi successi di Telecinco, sarebbe fuori dall’azienda. Il top manager, di 69 anni, si era insediato nella Penisola iberica nel 1999 accumulando nel tempo un potere senza precedenti per il settore.

L’addio di Vasile si spiega col periodo nero che sta attraversando Telecinco. Ascolti mai così bassi e fine di una leadership che durava da anni. I problemi sono iniziati con la perdita di Passaparola nell’access prime time, finito – in seguito ad una battaglia legale con i detentori dei diritti – sulla rete rivale Antena 3, e, a distanza di anni, non rimpiazzato da un degno sostituto. Poi ci sono stati la crisi del pomeriggio a base di gossip (con lo strapotere della turca Terra Amara trasmessa dalla concorrenza) e alcuni passi falsi in una prima serata dominata dal low cost e dai reality. L’ultimo è stato il reboot de La Fattoria, Pesadilla en el Paraiso, proposto però in versione factual (salvo poi cambiare incredibilmente rotta). Anche la rete cadetta Cuatro soffre problemi d’audencia. A ciò si aggiunge la cattiva reputazione dell’azienda associata alla tv spazzatura (alcune cose trasmesse, in Italia sarebbero mal tollerate).

Il ‘vecchio’ Vasile, secondo quanto riportato da El Mundo che anticipa la notizia non ancora ufficiale, sarebbe anche visto come una sorta di ostacolo nell’ambito del progetto europeista di Piersilvio Berlusconi di creare un gruppo paneuropeo capace di competere con i colossi dello streaming. La crisi d’ascolti, dunque, avrebbe creato l’opportunità per rimuoverlo.

Mercoledì 26 ottobre dovrebbe tenersi una riunione straordinaria degli azionisti in cui Mediaset España ufficializzerà il cambiamento. A memoria, negli ultimi anni, non si ricordano decisioni così d’impatto nella gestione manageriale di Mediaset. Proprio dall’Italia, stando al sito Yo Tele, dovrebbe arrivare un nuovo dirigente…

Aggiornamento delle 20 – Con un comunicato la holding Media for Europe smentisce il licenziamento dell’AD Paolo Vasile:

“In merito alle indiscrezioni di stampa apparse oggi sui principali siti spagnoli, MFE dichiara che non è in atto alcun licenziamento di Paolo Vasile da amministratore delegato di Mediaset España e che i risultati da lui ottenuti in 23 anni di gestione sono unici e straordinari. Il rapporto con l’azionista è e rimarrà ottimo“.

Il non licenziamento non implica però una separazione consensuale, se non nell’immediato magari tra qualche mese (febbraio 2023 suggeriscono alcuni media spagnoli).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Coronavirus, tv spagnola
Coronavirus, come sta cambiando la tv in Spagna, Francia, Germania e Regno Unito


Selvaggia Lucarelli a Mondello
DM LIVE24: 24 LUGLIO 2014. BARBARA D’URSO PERDE ANCHE LA CAUSA CONTRO SELVAGGIA LUCARELLI


Operacion Triunfo
MEDIASET ESPANA INTENZIONATA A DENUNCIARE ANTENA 3 PER IL PLAGIO DI OPERACION TRIUNFO


Al Bano
«Albano mi deve 30.000 euro dal 2009». Nuove accuse dalla Spagna per il cantante – Video

1 Commento dei lettori »

1. Paolo ha scritto:

19 ottobre 2022 alle 00:57

“Non siete voi che mi cacciate, sono IO che me ne vado!”

Ridicolo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.