4
gennaio

GF Vip, insulti e illazioni su Miriana. L’ex Pago annuncia azioni legali contro alcuni concorrenti

Miriana Trevisan - GF Vip 6 (US Endemol Shine)

Miriana Trevisan - GF Vip 6 (US Endemol Shine)

Quella di ieri sera – qui la cronaca della diretta minuto per minuto – è stata una puntata del Grande Fratello Vip tosta per Miriana Trevisan, costretta ad incassare accuse pesanti che vanno ben oltre il gioco. Nonostante la “vippona” abbia reagito colpo su colpo, c’è chi fuori dalla casa è pronto a difenderla nelle sedi opportune; l’ex marito Pago annuncia infatti azioni legali.

Ma andiamo con ordine. Miriana in puntata è stata accusata senza mezzi termini di usare il figlio a proprio piacimento, come se l’essere madre possa in qualche modo tornarle utile e ben figurare all’interno del reality. Le sue titubanze con Nicola Pisu prima e l’intimità con Biagio D’Anelli poi sono state viste da alcuni concorrenti incredibilmente come comportamenti di chi è madre quando le fa comodo.

Tu saresti una madre? (…) Quando vuoi tu sei madre (…) Ha 50 anni e dice che è madre

sono le accuse lanciate da Katia Ricciarelli, supportata nella sua arringa da Soleil Sorge (“Lo fa per fare la vittima”, ha affermato quest’ultima). Successivamente, la cantante ha etichettato Miriana come una tenutaria del casino, difronte ad una Soleil divertita. La Trevisan – che già aveva accusato l’essere stata definita una poco di buono dalla Ricciarelli – riceve così l’ennesimo insulto come se nulla fosse.

Ad aggravare la situazione sono poi le affermazioni di Giacomo Urtis, riproposte ieri sera attraverso un filmato, che getta ombre con Soleil sulla vita privata di Miriana:

Poi quando usciamo da qua ti racconto cosa ho visto in questi anni, perché io la conosco

raccontando di regali (scarpe, etc…) da 20/30 mila euro che lei si sarebbe fatta comprare da un suo amico. Ma è molto evidente il modus operandi. L’ho riconosciuta subito, ha risposto la Sorge, alludendo ad una mancanza di valori da parte della Trevisan. “Sono senza parole. Mi fa veramente schifo tutto questo”, ha reagito Miriana.

Qualcuno, però, ha avuto una reazione ancor più netta. Come detto, Pago – il suo ex marito – subito dopo la puntata ha annunciato via social azioni legali contro i concorrenti che hanno speso pesanti parole nei confronti di Miriana:

“Le parole pronunciate questa sera da alcuni concorrenti del GF Vip, nei confronti della mia ex moglie, saranno messe al vaglio dei nostri legali già da domani (oggi, ndDM) a tutela della nostra famiglia e di nostro figlio. Aspettiamo Miriana per decidere il da farsi in sede legale. Mi auguro che certi comportamenti non accadano mai più nel rispetto soprattutto di nostro figlio”.



Articoli che potrebbero interessarti


Carmen e Aldo - GF Vip 6
Grande Fratello Vip, trentaseiesima puntata – Alex «supercazzola» con Delia e Soleil, eliminati Valeria e Giacomo, in 3 al televoto (senza eliminazione)


Katia Ricciarelli - US Endemol Shine
GF Vip, Katia e Manila contro l’(ennesima) immunità di Soleil – Video


Miriana Trevisan - US Endemol Shine
GF Vip, Miriana si è rotta di Katia: «Non è giusto che venga sempre difesa per le sue battutine taglienti»


Giacomo Urtis - US Endemol Shine
GF Vip, Giacomo scettico sull’avvicinamento tra Biagio e Miriana: «E’ lei che fa tutto. Sta elemosinando un bacio. E’ un condor che aspetta che lui arrivi» – Video

5 Commenti dei lettori »

1. davide ha scritto:

4 gennaio 2022 alle 14:54

“sono le accuse lanciate da Katia Ricciarelli, supportata nella sua arringa da Soleil Sorge ”
Le arringhe le fanno gli avvocati della difesa, le accuse – in termini processuali – sono dette requisitorie.
“azioni legali contri i concorrenti”
Quando si sfiora l’ambito legale chi ha scritto l’articolo impazzisce e mette “contri” che, immagino, sia il plurale di ‘contro’ :D



2. Fabio Fabbretti ha scritto:

4 gennaio 2022 alle 15:17

@davide arringa, ovvero sinonimo di predica o sermone. Questo non è un tribunale



3. davide ha scritto:

4 gennaio 2022 alle 18:00

Ma neanche per idea, amico mio, se usi ‘arringa’ si intende (tieniti forte perché la sorpresa è dietro l’angolo): “arringa”. Poi “non siamo in tribunale”? Ma sei tu che usi un gergo che proviene da quell’ambito! Non è molto coerente. Avessi scritto “supportata nella sua TESI/IPOTESI/TEORIA/INVETTIVA/ATTACCO/J’ACCUSE(e se vuoi te ne trovo altri 200 di sinonimi)” non avrei avuto nulla da dire. Ma sei stato tu ad attingere ad un ambito (quello giuridico) in cui il termine arringa ha valore OPPOSTO a quello che intendi tu. Niente di gravissimo eh, si sbaglia tutti: si chiede scusa (se lo si reputa giusto), e si va avanti come nulla fosse. Ma arrampicarsi sui vetri no, dai.
Buona serata



4. BlahBlahBlah ha scritto:

4 gennaio 2022 alle 21:12

“Signorina” davide, Lei sarebbe la prima ad avere bisogno di qualche ripetizione d’italiano, partendo dall’uso della punteggiatura. Sembra che il Covid via abbia reso un po’ tutti più acidi. Come direbbe Massimiliano Allegri: “halma, halma… e horto muso”. Ad maggiorana (o era “ad maionese”? O.o).
P.s.: tra l’altro l’autore dell’articolo HA RAGIONE, cara davide. Consulti il sito della Treccani, prima di fare la saputella (a torto!). Umiltà, codesta sconosciuta… Amica mia!



5. AbbiDubbi ha scritto:

5 gennaio 2022 alle 06:47

E questa sarebbe l’alternativa ai salotti trash della D’Urso? La Ricciarelli poi non è certo nuova a queste uscite, avendo già mostrato la sua indole a La Fattoria, dove il suo unico passatempo era sputare veleno a getto continuo su tutte le concorrenti di genere femminile.
Meraviglia comunque che le vengano condonate espressioni che al giorno d’oggi non sarebbero perdonate a nessun altro. Forse Signorini dimentica come trattò il povero Fausto Leali per aver pronunciato la parola “neg*o”, peraltro senza la minima cattiveria (a differenza della Ricciarelli che di cattiveria ce ne mette a badilate).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.