30
settembre

Quelli che il lunedì, la conferenza stampa in diretta. Di Meo: «Il calcio sarà solo un pretesto». Ubaldo Pantani imiterà il prof Barbero

Quelli che il calcio

Quelli che il calcio diventa Quelli che il lunedì. Con l’intuitivo cambio di collocazione (e pure di ragione sociale), da quest’anno la trasmissione di Rai2 andrà in onda in prime time ad inizio settimana – dal 4 ottobre prossimo, ore 21.20 – per raccontare in tono ironico i principali avvenimenti d’attualità. Non più necessariamente calcistici. Stamane i conduttori Luca BizzarriPaolo KessisogluMia Ceran presenteranno la nuova edizione dello show in una conferenza stampa che seguiremo in diretta dalle ore 12. All’incontro prenderà parte anche il direttore uscente di Rai2, Ludovico Di Meo.

ore 12.10 – Inizia la conferenza stampa. Luca Bizzarri assente per motivi “strettamente personali”.

ore 12.11 – Il direttore Ludovico Di Meo: “In questi mesi tutti programmi d’intrattenimento hanno avuto vita difficile. Questo è un vecchio programma che va al lunedì sera, sono curioso di vedere l’impatto. Ormai il calcio è un pretesto, questo è un programma di intrattenimento puro. E’ un programma nuovo ma vecchio. Poi in prima serata si faranno cose diverse. Stiamo serializzando un programma, è una cosa che aspettiamo con curiosità. Questo è un brand molto forte e secondo me resterà, diventando tipo UnoMattina, come questi programmi fiume, longevi”.

ore 12.14 – Fabio Di Iorio presenta il cast completo. “Questo programma durerà fino a maggio. Partirà in un modo e arriverà in un altro, lo costruiremo di settimana in settimana”. Kessisoglu scherza con il direttore Di Meo, che si diceva curiosi di vedere come saranno diverse la prima e l’ultima puntata: “Speriamo che tra la prima e l’ultima puntata ce ne siano molte altre, però”.

ore 12.17 – Mia Ceran: “Qui si farà un discorso corale, è un premio al gruppo. E’ funzionata l’alchimia tra noi. La mia ambizione è cercare di trasmettere un’atmosfera di divertimento che fa fermare lo spettatore. Il calcio è lo splendido pretesto, come negli ultimi anni. Resterà nella misura il cui ci consentirà di parlare di tante altre cose. Avremo molta più attenzione per un’attualità che necessità di essere alleggerita. Avete sentito tutti… ci hanno detto che avremo più di 30 puntate per farlo”.

0re 12.19 – Kessisoglu: “Costruiremo gradualmente questo percorso. Sul fronte comico e dell’attualità, il ritorno dei talebani in Afghanistan ha risvegliato in me e Luca vecchi ricordi”. Di Iorio spiega che sarà un programma “jazz”, fluido. In una prima parte lo spunto sarà l’attualità, poi ci sarà il calcio.

ore 12.23 – Partono le domande dei giornalisti. Di Meo sulla difficoltà di fare intrattenimento in questa fase. “Proviamo a fare delle prime serate più brevi per evitare allungamenti fino a mezzanotte. C’era un periodo in cui andava molto il gossip, poi la cronaca nera, oggi le fiction. Si va a periodi… Ma i programmi forti, classici, vanno sempre bene. Qui abbiamo fior di professionisti, lo sforzo c’è e bisogna avere un po’ di tempo. Abbiamo capito che i programmi a sfondo comico piacciono, forse ce n’è proprio bisogno. L’intrattenimento per definizione larga va meno. Lundini è bravo ma ha fatto dei piccoli numeri, si va a tentativi, si sperimenta… Le fiction e certo sport raccontato volano”.

ore 12.28 – Kessisoglu non raccoglie la provocazione su Dazn. “Quando posso, lo vedo…”.

ore 12.29 – Enrico Lucci: “Il mio ruolo? Siccome stiamo sperimentando ancora non si capisce bene. Il ruolo è sempre lo stesso, cercherò di raccontare le cose entrando dalla finestra anziché dalla porta. Andremo sull’attualità, anche se il lunedì non so quante cose accadranno. Faremo delle dirette o dei servizi. Racconteremo l’attualità al contrario, che a volte è più vera”.

ore 12.31 – Melissa Greta Marchetto: “Mi occuperò della parte musicale”. Brenda Lodigiani scherza: “Mi confermate che il programma parlerò anche di sport. Io sarò ‘karatekata’ e torneranno altri personaggi”. Barbara Foria: “Per me è il secondo anno con questo gruppo, condivido le parole di Mia. C’è tanta creatività. Riproporrò alcuni personaggi con grandi novità”.

ore 12.34 – Kessisoglu: “Avremo una band nuova, con cinque musicisti d’esperienza”. Ceran chiama Ubaldo Pantani, che non si sottrae. “Torneranno i miei personaggi vecchi, che invecchiano con me. Farò tra i personaggi nuovi il professor Barbero, che racconterà a modo suo la Storia. Continueremo con la divulgazione di un certo livello”.

ore 12.38 – Ancora Kessisoglu: “L’attualità ci sta ispirando, ci saranno delle riscoperte da parte nostra. Per esempio tornerà l’imitazione di Bassetti. Anzi, mi ha scritto ieri quello vero e aveva il terrore che non lo imitassi più. Lui dice che gli è più simpatica l’imitazione che se stesso. Quello che è politically correct e non si può dire sono diventati un elemento e anche su questo stiamo ragionando…”.

ore 12.40 – Ludovico Di Meo risponde a una domanda sul target del programma: “14-89, direi. E’ un programma per tutti”.

ore 12.42 – Ancora Di Meo sulla Rai2 da lui diretta: “Ci siamo insediati cinque giorni prima del lockdown. Sono stati anni difficili. Tante cose sono funzionate, è andato bene Brignano, abbiamo lanciato Lundini. Perdere programmi come Pechino e Made in Sud per cause non legate alla rete non è stato facile. Le Olimpiadi ci hanno insegnato che lo sport può essere raccontato. Questa è una rete sperimentale in cui ci sta di tutto, dall’informazione allo sport alle fiction. In daytime abbiamo creato un nuovo appuntamento con Ore14. Le Belve della Fagnani e Ti sento di Diaco vanno bene. Rai2 fa tutto quello che gli altri non fanno, sperimentiamo slot brevi. Tornerà La Caserma, ci sarà Brignano. Questa rete il 4 novembre compie 60 anni, li festeggeremo non so come, perché ci sono anche problemi di budget. Ma festeggeremo. Useremo poi la domenica pomeriggio per ospitare dei documentari, credo che lo spazio di chiamerà Mompracem”.

ore 12.47 – Kessisoglu: “E’ stato molto difficile andare in onda senza pubblico ma noi tre conduttori cercavamo di immaginarci i tempi comici. Non è semplice, ma anche lì abbiamo imparato qualcosa. Il brand è storico, però è sempre uno spostamento… Ma sono fiducioso, la squadra funziona. Il percorso è lungo e sperimenteremo, lo vedo come un upgrade”.

ore 12.49 – Termina la conferenza stampa



Articoli che potrebbero interessarti


Luca e Paolo, Mia Ceran
Quelli che… Dopo il Tg: Luca e Paolo con Mia Ceran nell’access di Rai2 con le news da ridere


Luca e Paolo
Rai2, il Pd contro Freccero: «Luca e Paolo epurati». Ma non è così


Quelli che... Dopo il Tg.
«Quelli che… Dopo il Tg» fanno l’inciucio


Quelli che il calcio
Quelli che… il cast

2 Commenti dei lettori »

1. pietrgaf ha scritto:

30 settembre 2021 alle 12:05

Per carità non voglio augurargliene… ma quelli che il calcio in prima serata non ha mai brillato negli ascolti



2. Mister Zapping ha scritto:

30 settembre 2021 alle 13:01

E’ solo una mia impressione o Ludovico Di Meo non è molto ferrato come direttore?
Parte presentando lo show in conferenza come “un programma vecchio”, spara target a caso che non esistono, “oggi va la fiction” (!), cita come successi 2 programmini modestissimi e festeggerà l’anniversario della rete non sa come…. ma è serio?!?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.