19
agosto

Su Telecinco va in scena il ‘licenziamento’ (con tentativo di umiliazione) in diretta – Video

Antonio Canales

Antonio Canales

Pensate se Barbara D’Urso comunicasse in diretta ad uno dei suoi opinionisti che d’ora in poi non farà più parte della trasmissione. Per fortuna non è mai successo; era un semplice esempio per raccontarvi cosa è accaduto ieri, in Spagna, nel magazine pomeridiano di Telecinco.

A Sálvame è stata annunciato in diretta che non sarebbe stato rinnovato il contratto a uno dei colaboradores (una specie di opinionista fisso con potere di portare notizie). Dopo un battage che reclamizzava il “momento clou”, come fossimo in un reality la conduttrice Carlota Corredera, accompagnata da un sottofondo tensivo, ha annunciato:

“La persona che non continuerà a lavorare a Sálvame, perché la direzione ritiene che non abbia soddisfatto le aspettative, è Antonio Canales”.

Il “malcapitato” è un ballerino dal lungo curriculum. Reduce da Supervivientes con Valeria Marini, l’uomo in passato ha già subito l’invadenza della stampa e della televisione in seguito alla diffusione di foto in cui appariva in spiaggia impegnato in un rapporto orale con un altro uomo mentre la sua famiglia era ignara della sua bisessualità. Se all’inizio l’uomo sessantenne l’ha presa con una certa diplomazia, rimarcando i suoi prossimi impegni da ballerino e svelando l’esistenza di un nuovo progetto sempre con Mediaset, ad indispettirlo del tutto è l’umiliante filmato in cui si spiegavano le ragioni del suo allontanamento, con tanto di statistiche sul minutaggio degli interventi (media di meno di 4 minuti in 5 ore di programma):

“A Sálvame esigiamo che i nostri collaboratori diano il cento per cento e, quindi, non possiamo permetterci di avere collaboratori in organico che non contribuiscono in alcun modo” si diceva a chiare lettere.

A quel punto, Antonio ne approfitta per criticare (con garbo) il programma e far notare il calo d’ascolti. Del resto, sono proprio quei numeri che sembrano aver motivato il teatrino di ieri (per battere Pasapalabra qualche mese fa il programma aveva ritirato in ballo Ylenia Carrisi). Da giorni, la leadership del contenitore di Mediaset España è messa a repentaglio dall’exploit di Tierra Amarga, nuova soap turca di Antena 3 collocata alle 17.45, in quello che era il vecchio orario del Segreto (Caduta Libera  – che aveva anticipato la messa in onda sostituendo le avventure di Puente Viejo – è stato chiuso). Cose turche per battere i turchi insomma.

“Il pubblico comanda, se le persone fanno zapping è perché non staremo facendo bene. Non sarò l’unico colpevole (…) è la peggior estate della storia di Sálvame (…) Ora non siamo i numero uno… anche una teleserie ci sta battendo

ha detto l’uomo, malcelando la sua irritazione, prima di lasciare lo studio. “Sembra che fuori stia gridando” l’ultima sgradevole precisazione della conduttrice.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Al Bano
Al Bano contro Telecinco: «Basta con queste squallide speculazioni su mia figlia Ylenia, in nome dell’audience si ammazza la gente». E invoca il diritto all’oblio


Ricardo Zucchi - Presunta fonte di Lydia Lozano
Caso Ylenia Carrisi, TeleCinco insiste ma è tutto un po’ fumoso. Ecco chi aveva sostenuto che la figlia di Al Bano e Romina fosse viva


salvame
Telecinco: la ‘madre di tutte le bombe’ su Ylenia Carrisi per battere Pasapalabra


SECRET STORY
Telecinco anticipa il prime time alle 20

1 Commento dei lettori »

1. blip ha scritto:

19 agosto 2021 alle 19:07

è stato divertentissimo e appassionante. salvame è questo, sempre! chi partecipa a salvame, lo sa benissimo, come lo sanno i telespettatori. nessuno scandalo e poca ipocrisia, invece tracimante nei programmi mediaset in italia.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.