15
luglio

Netflix, Meghan Markle ci riprova con un cartone animato al femminile

Meghan Markle

God Save The Streaming. A Meghan Markle, ormai, resta solo quello: dopo i continui attriti con Buckingham Palace, la duchessa di Sussex si è lanciata nuovamente nella produzione televisiva per Netflix. L’Archewell Productions, la società lanciata dal principe Harry e dalla consorte, realizzerà infatti per la piattaforma di contenuti online una serie d’animazione. Titolo provvisorio: Pearl. La produzione sarà “incentrata sulle avventure di una ragazza di 12 anni ispirata da una varietà di donne influenti della storia”.

Un’uscita sugli schermi al femminile, dunque, che vedrà Meghan nel ruolo di produttrice esecutiva con David Furnish, produttore cinematografico nonché marito di Elton John. Assieme a loro, Carolyn Soper (“Sherlock Gnomes”, “Tangled” ), Liz Garbus (“I’ll be Gone in the Dark”, “What Happened, Miss Simone?”), e Dan Cogan (“Icarus”, “The Apollo”). Amanda Rynda (“DC Super Hero Girls”, “The Loud House”) è stata scelta come showrunner e produttrice esecutiva.

Come molte ragazze della sua età, la nostra eroina Pearl è in un viaggio alla scoperta di sé mentre cerca di superare le sfide quotidiane della vita

ha anticipato Meghan Markle in una nota, senza però svelare quali saranno le importanti figure femminili che la serie animata omaggerà. Al riguardo, già si sprecano le maliziose ironie da parte di chi si chiede se tra di esse ci sarà anche la 95enne Regina Elisabetta o la compianta Lady Diana, madre di Harry.

Sono lieto che siamo finalmente in grado di annunciare questa entusiasmante serie animata. Meghan, la duchessa del Sussex, e io siamo profondamente contenti di portare le storie stimolanti e positive di donne straordinarie di tutto il mondo a un pubblico globale di tutte le età. Il team che collabora alla serie è di prima classe e Netflix è il partner perfetto

ha invece dichiarato Furnish. Per la società di Meghan e Harry, il cartone animato in lavorazione per Netflix è solo la seconda produzione avviata ad ormai un anno dal contratto milionario (150 milioni di dollari) stipulato dalla coppia con la piattaforma guidata da Reed Hastings. Nell’aprile scorso, i duchi di Sussex avevano annunciato la realizzazione, sempre per Netflix, del docu-film ‘Heart of Invictus‘, dedicato agli Invictus Games, una competizione sportiva tra veterani di guerra che hanno contratto disabilità permanenti in servizio o per causa di servizio, organizzata da Harry.

Intanto la chiacchierata coppia è arrivata persino a conquistare una candidatura agli Emmy Awards per la categoria “Outstanding Hosted Nonfiction Series o Special” per l’intervista bomba rilasciata ad Oprah Winfrey e trasmessa lo scorso 7 marzo dalla Cbs.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Skam 5 Italia
Skam 5 Italia, iniziate le riprese. Ecco il cast con le new entry


Yara
Netflix: ecco le Top10 con i nuovi parametri. Sorpresa Yara che primeggia nel mondo


Strappare lungo i bordi
Strappare lungo i bordi: la serie di Zerocalcare è una psicanalisi collettiva


Joe Exotic
Tiger King 2: Joe Exotic parla dalla prigione, Carol Baskin fa causa a Netflix

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.