8
maggio

Pippo Baudo tuona contro Fedez: «Se avessi condotto io il Concertone gli avrei spento le telecamere»

Pippo Baudo

Pippo Baudo

L’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio e tutta la bagarre che si è scatenata con la Rai fa ancora discutere. Ne parla Pippo Baudo, che non usa mezzi termini e si scaglia apertamente contro il rapper:

Se avessi condotto io il Concertone del Primo Maggio avrei spento le telecamere a Fedez durante il suo discorso. Per querelarlo è troppo tardi, equivarrebbe solo fargli il doppio della pubblicità”

tuona il Pippo Nazionale all’Adnkronos. Per lui, “Fedez ha esagerato. Poteva fare spettacolo, mentre fa ogni cosa per essere protagonista. E ha sbagliato a fare quel discorso in una sede che non era sua”, sottolinea. Baudo prende così le difese della Rai, che però – dice – un errore lo ha commesso:

“E’ stato quello di non dire semplicemente che quel palcoscenico era il suo e a lei competeva l’autorizzazione. Chiedere il testo dell’intervento di Fedez è stato senza dubbio corretto. Se tu vieni a casa mia e io ti ricevo nel mio salotto, io voglio sapere cosa ci vieni a fare. E poi gli argomenti che Fedez ha toccato sono complicati e non si può utilizzare il mezzo pubblico in maniera così indiscriminata. Bisogna stare attenti perché si ripercuote sulla società in modo divisivo”.

A proposito degli argomenti toccati da Fedez nel discorso al Concertone, il conduttore non si risparmia nemmeno sul Ddl Zan. La posizione del conduttore sul disegno di legge contro l’omotransfobia spiazza perché lo considera la complicazione delle cose semplici. Spiega:

Quanto si prefigge il Ddl Zan è già previsto dalla nostra Costituzione nei primi 12 articoli, quelli fondamentali. Lì si legge chiaramente, al primo comma dell’articolo 3, che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, oltre che di condizioni personali e sociali. Il Ddl Zan è un raddoppio (…) Abbiamo fra le più belle carte costituzionali del mondo. E’ inutile aggiungere un’altra legge che confonde le cose. La nostra Costituzione è perfetta ed è garantista al massimo”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pippo Baudo
Pippo Baudo, compleanno coi botti: «Conti ancora con Tale e Quale è tremendo. Bonolis non si vergogna a fare tutti gli anni Avanti un Altro?»


Fedez
Concertone, Rai querela Fedez. Lui si infuria: «Lo rifarei mille volte. Vigliaccheria di Stato, denuncerò Di Mare»


Franco Di Mare
Concertone, Di Mare accusa Fedez: «Ha manipolato i fatti. Quello che dice è falso. La Rai si aspetta le scuse»


Pio e Amedeo felicissima sera
Pagelle TV della Settimana (26/04-2/05/2021). Promossi Felicissima Sera e Zalone. Bocciati Zero e Rai

3 Commenti dei lettori »

1. ALFABO24 ha scritto:

9 maggio 2021 alle 09:53

Ed infatti è un personaggio scomparso da anni dalla televisione (fortunatamente)



2. Fabrizio ha scritto:

10 maggio 2021 alle 13:25

Al Pippone nazionale, se il Ddl Zan è già previsto dalla nostra Costituzione, perché non si applica l’articolo che recita, appunto, che tutti i cittadini sono uguali bla bla, senza distinzione di sesso, di fronte alla legge?

Oppure, da uomo di destra com’è, quando si parla di sesso nell’articolo, si fa riferimento solo all’ uomo e alla donna, al maschio e alla femmina?

Per il Pippone non esiste una discriminante per gli omosessuali, anche se l’articolo della Costituzione non ne fa cenno, eppure, sappiamo tutti, che sono discriminati, eccome!

A quell’articolo citato da Baudo, apporterei la seguente modifica-aggiunta dove dice: senza distinzione di sesso, nelle sue svariate forme…



3. Che__Risate_ ha scritto:

10 maggio 2021 alle 15:34

@fabriziA

Hai altre categorie zoologiche da elencare ai fini della protezione da discriminazione che reclami ai sensi dell’articolo 3 della Costituzione? Tipo cani che pensano di essere gatti o anatre che si sentono aquile?

Vedi, posto che detto articolo fu una patetica fregnaccia sinistroide che venne scritta solo per far contenti i membri del PCI nell’Assemblea Costituente – e oggi serve solo a giudici di sinistra per accogliere i ricorsi di delinquenti clandestini – quantomeno era stato scritto da persone sane di mente, non da maschi che pensano di essere femmine o viceversa.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.