29
aprile

Chi l’ha visto, nuove rivelazioni sul caso di Denise. Mistero sul rapporto tra Anna Corona e Stefania, a sua volta legata al Commissario di Mazara

Chi l'ha visto, Piera Maggio

Il caso di Denise Pipitone, a 17 anni dal suo drammatico inizio, è ancora avvolto da inquietanti misteri. E da forti rivelazioni, come quelle portate all’attenzione ieri sera da Chi l’ha visto?. Il programma di Rai3, al quale partecipava in collegamento Piera Maggio (madre della piccola scomparsa), si è soffermato in particolare sui contatti emersi al processo tra Anna Corona – ex moglie di Piero Pulizzi, papà di Denise – e una donna di nome Stefania, la quale aveva un legame con il commissario di Polizia che nei giorni successivi alla sparizione della bambina di Mazara del Vallo la interrogò.

All’epoca dei fatti, Stefania era poco più che ventenne; la sua relazione con il commissario capo di Mazara del Vallo sarebbe poi sfociata, anni dopo, in un matrimonio. Ma a Chi l’ha visto? sono emersi anche altri dettagli, in particolare sul rapporto tra Anna Corona e Stefania: la prima aveva infatti detto ai giudici di essere amica della giovane donna, mentre quest’ultima aveva parlato solo di una reciproca cordialità dovuta al suo lavoro in un’agenzia di viaggi e al ’supporto morale’ ricevuto per la perdita del padre.

Stando, però, al consulente della Procura, Gioacchino Genchi, che ha analizzato il traffico telefonico nei giorni della scomparsa di Denise, frequentissimi erano i contatti tra Anna e Stefania, soprattutto nel periodo tra il luglio 2003 e il settembre 2004. In quei mesi, stando alle carte, tra Anna e Stefania c’erano stati 1175 contatti telefonici (una media di tre al giorno), interrottisi però dopo l’1 settembre 2004, giornata drammaticamente nota per la scomparsa di Denise. Da quel momento, niente più telefonate ma solo squilli.

Sempre secondo quanto riportato da Chi l’ha Visto, il 22 settembre 2004, il consulente Genchi chiese al magistrato che si occupava del caso di Denise se una delle utenze da lui analizzate fosse di un appartenente alle forze dell’ordine. La risposta fu affermativa, e si trattava del Commissario che aveva un legame con Stefania e che l’aveva interrogata. Da quel giorno – ha sottolineato Federica Sciarelli tra lo stupore di Piera Maggio e dell’avvocato Frazzitta che non erano a conoscenza del fatto – non risultano più risposte ai messaggi e chiamate ad Anna Corona da parte della donna. Quest’ultima, dando la propria versione in tribunale, aveva però detto di aver interrotto i contatti solo perché – su consiglio dei famigliari – non voleva aver più a che fare con Anna.

Come è possibile? Non era il caso che qualcun altro a fare l’interrogatorio?” si è domandata Piera Maggio, che seguiva in collegamento le immagini, in riferimento alla conoscenza tra Stefania e il Commissario. La donna a conclusione del suo intervento su Rai3 ha anche rivolto un appello a chi sapesse qualcosa sulla scomparsa di Denise:

Fatevi avanti, parlate! Dopo 17 anni cercate di dire la verità, aprite il cuore, non tenetevi nulla più dentro. Io ci credo che ci sono persone che anche a distanza di anni possano dire cose molto importanti, anche perché 17 anni sono lunghi e vorremmo che tutto finisca presto. Speriamo che coloro che hanno saputo si facciano avanti“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


somiglianze Olesja Rostova, Piera Maggio
Denise Pipitone, eseguito il test del Dna sulla donna in Russia. Piera Maggio: «Siamo cautamente speranzosi»


Piera Maggio - ragazza russa (Denise Pipitone?)
Denise Pipitone è viva ed è in Russia? Gli sviluppi a Chi l’ha Visto


sciarelli
«Chi l’ha visto?» nel palazzo di Anna Corona


Denise Pipitone
Denise Pipitone: verifiche in corso sull’identità di una ragazza romena di Scalea

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.