7
marzo

Ascolti TV | Sabato 6 marzo 2021. La Finale del Festival di Sanremo 2021 al 53.5% con 10.7 mln di spettatori (- 7% rispetto al record del 2020)

Amadeus e Giovanna Botteri

Amadeus e Giovanna Botteri

Nella serata di ieri, sabato 6 marzo 2021, su Rai1 – dalle alle  – Sanremo Start ha ottenuto 10.975.000 spettatori (39.08%). La finale del Festival di Sanremo 2021 ha appassionato 10.715.000 spettatori pari al 53.5% (i dati della quarta serata, i dati delle finali, il vincitore, la classifica finale, i picchi e i confronti nel dettaglio). Nel dettaglio la prima parte – dalle 21.23 alle 23.50 – ha ottenuto 13.203.000 spettatori (49.94%), la seconda parte – dalle 23.55 alle 25.59 – ha ottenuto 7.730.000 spettatori (62.47%). All’interno il TG1 60 Secondi ha raccolto .000 spettatori con il %.

Su Canale 5 Non si ruba a casa dei ladri ha raccolto davanti al video 2.109.000 spettatori pari al 7.6% di share. Su Rai2 12 Soldiers ha interessato 1.096.000 spettatori pari al 3.9% di share. Su Italia 1 The LEGO Movie 2: Una Nuova avventura ha catturato l’attenzione di 500.000 spettatori (1.8%). Su Rai3 Fuori Controllo ha raccolto davanti al video 816.000 spettatori pari ad uno share del 2.9%. Su Rete4 Il Padrino – Parte II totalizza un a.m. di 584.000 spettatori con il 2.7% di share. Su La7 Indovina chi viene a cena ha registrato 460.000 spettatori con uno share dell’1.6%. Su TV8 Vertical Limit ha segnato lo 0.8% con 208.000 spettatori mentre sul Nove Casamonica – Le Mani su Roma ha catturato l’attenzione di 409.000 spettatori (1.8%). Su Rai4 L’Acchiappasogni si porta all’1.3% con 348.000 spettatori e sul 20 V per Vendetta è la scelta di 299.000 spettatori con l’1.1% di share.

Ascolti TV Access Prime Time

Prima Festival chiude al 30.6%.

Su Rai1 Prima Festival ottiene 8.114.000 spettatori con il 30.61%. Su Canale 5 Striscia la Notizia registra una media di 3.391.000 spettatori con uno share del 12.1%. Su Rete 4 Stasera Italia News ha raccolto 1.113.000 telespettatori con il 4.2% nella prima parte e 943.000 (3.3%) nella seconda. Su La7 Otto e Mezzo Sabato ha interessato 1.195.000 spettatori (4.3%). Su Tv8 4 Ristoranti segna 492.000 spettatori e l’1.8%. Sul Nove I Migliori Fratelli di Crozza raccoglie 257.000 spettatori e lo 0.9%.

Preserale

Caduta Libera Weekend al 18.1%.

Su Rai1 L’Eredità – La Sfida dei Sette ha ottenuto un ascolto medio di 3.438.000 spettatori (18.5%) mentre L’Eredità ha giocato con 4.973.000 spettatori (22.8%). Su Canale 5 RiCaduta Libera – Inizia la sfida segna 2.879.000 spettatori con il 16% di share e RiCaduta Libera ne segna 3.836.000 con il 18.1% di share. Su Rai2 Dribbling ha raccolto 573.000 spettatori (2.9%) e Hawaii Five-0 1.005.000 (4.2%). Su Italia1 The LEGO Movie ha totalizzato 374.000 spettatori (1.5%). Su Rai3 il TG Regione informa 3.445.000 spettatori (15.2%) e Blob segna 1.248.000 spettatori con il 5%. Su Rete4 Tempesta d’Amore segna il 3.3% con 776.000 spettatori.

Daytime Mattina/Mezzogiorno

Il focus del Tg1 su Papa Francesco a Nassiriya al 21.3%.

Su Rai1 la parte finale della quarta puntata del Festival di Sanremo 2021, in onda dalle 2.00 alle 2.05, ha siglato il 42.8% con 1.596.000 spettatori. Il Caffè di Raiuno sigla il 9.6% con 184.000 spettatori, Uno Mattina in Famiglia convince 1.978.000 spettatori (27.1%), I Viaggi Apostolici di Papa Francesco 1.628.000 (21.3%), mentre Buongiorno Benessere ha ottenuto 1.291.000 spettatori con il 16.8% di share. Passaggio a Nord Ovest è stato seguito da 1.361.000 spettatori (14.2%) e Linea Verde Life da 2.867.000 spettatori pari al 18.5% di share. Su Canale5 il Tg5 ha intrattenuto 1.164.000 spettatori (17.8%). Forum arriva a 1.381.000 telespettatori con il 12.8%. Su Rai 2 I Durrell ha raccolto 242.000 spettatori con il 3.3%, Shakespeare & Hathaway 240.000 (2.8%) mentre Domani è Domenica 461.000 (3.6%). Su Italia 1 The Vampire Diaries ottiene un ascolto di 117.000 spettatori pari all’1.5% di share nel primo episodio, uno di 131.000 (1.8%) nel secondo e uno di 165.000 (1.9%) nel terzo, mentre Sport Mediaset ha ottenuto 1.146.000 spettatori con il 6.2%. Su Rai3 Elisir del Sabato totalizza una media di 261.000 spettatori (3.9%), Mi Manda Rai Tre in più sigla il 3.7% con 278.000 spettatori e Timeline è visto da 273.000 spettatori con il 3.7% di share. Su Rete4 Sing Sing è la scelta di 103.000 spettatori (1.7%) mentre Il Segreto ha appassionato 185.000 spettatori con l’1.3% di share e Sempreverde 280.000 (1.5%). Su La7 Omnibus realizza un a.m. di 192.000 spettatori con il 5.4% nelle News e uno di 270.000 spettatori (3.8%) nel Dibattito. A seguire Coffee Break ha informato 242.000 spettatori pari al 3.2% e Like – Tutto ciò che piace 159.000 (0.9%). Su TV8 il TG8 Sport sigla lo 0.4% con 65.000 spettatori.

Daytime Pomeriggio

Italia Sì non giova dell’effetto Sanremo (11%-12.1%).

Su Rai1 Linea Bianca ha raccolto 2.415.000 spettatori con il 13.4%, Docuparade si porta al 9.1% con 1.442.000 spettatori, A Sua Immagine segna il 7.7% con 1.146.000 spettatori nella prima parte e il 6.4% con 928.000 spettatori nella seconda, mentre Italia Sì 1.648.000 (11%) nella prima parte e 1.964.000 (12.1%) nella seconda. Su Canale5 Beautiful appassiona 3.079.000 spettatori (16%), Amici di Maria De Filippi interessa a 3.624.000 telespettatori con il 22.1% di share (presentazione 3.339.000 – 17.6%), Verissimo convince 3.370.000 spettatori con il 23.2% e Verissimo – Giri di Valzer 3.110.000 (19.6%). Su Rai2 Il Filo Rosso ha raccolto 796.000 spettatori con il 4.6% mentre Magazzini Musicali ha fatto compagnia a 421.000 spettatori (2.8%); Stop and Go è la scelta di 379.000 spettatori (2.6%) e Il Provinciale di 555.000 spettatori (3.7%). Su Italia1 I Griffin ha raccolto 653.000 spettatori (3.4%), Batwoman convince 393.000 spettatori (2.2%) nel primo episodio e 256.000 (1.6%) nel secondo, Stormbreaker 333.000 (2.3%). Su Rai3 Tv Talk ha fatto compagnia a 1.304.000 spettatori (8.7%), Frontiere a 954.000 spettatori (6.5%) e Presa Diretta a 890.000 (5.5%). Su Rete4 Lo Sportello di Forum è stato seguito da 760.000 spettatori con il 4.4%. Su La7 Atlantide ha ottenuto 304.000 spettatori con il 2%. Su Rai Premium la replica di Prima Festival sigla lo 0.7% con 139.000 spettatori, quella di Sanremo Start l’1.1% con 208.000 spettatori e quella della quarta serata del Festival di Sanremo 2021 ha convinto 449.000 spettatori (2.9%) nella prima parte e 608.000 (3.9%) nella seconda.

Seconda Serata

Italia 1 chiude la maratona LEGO della serata con l’1.3%.

Su Canale 5 Alì ha totalizzato una media di 457.000 spettatori pari ad uno share del 3.3%. Su Rai2 Tg2 Dossier segna 390.000 spettatori con l’1.8%. Su Rai 3 Tg3 Mondo segna l’1.7% con 336.000 spettatori. Su Italia1 LEGO Batman – Il Film viene visto da una media di 207.000 ascoltatori con l’1.3% di share. Su Rete 4 Tg4 Ultim’Ora è stato scelto da 136.000 spettatori con l’1.4% di share.

Telegiornali

TG1

Ore 13.30 5.502.000 (28.4%)

Ore 20.00 6.575.000 (26.6%)

TG2

Ore 13.00 2.057.000 (11.7%)

Ore 20.30 1.394.000 (5.2%)

TG3

Ore 14.25 2.367.000 (13.3%)

Ore 19.00 2.603.000 (12.8%)

TG5

Ore 13.00 3.459.000 (19.3%)

Ore 20.00 4.783.000 (19.2%)

STUDIO APERTO

Ore 12.25 1.704.000 (11.9%)

Ore 18.30 822.000 (4.7%)

TG4

Ore 12.00 385.000 (3.4%)

Ore 18.55 688.000 (3.4%)

TGLA7

Ore 13.30 698.000 (3.6%)

Ore 20.00 1.287.000 (5.2%)

TG8

Ore 12.00 99.000 (0.9%)

Ascolti tv per fasce auditel (share %)

RAI 1 29.44 22.12 18.77 18.37 9 20.36 41.81 57.13
RAI 2 3.66 2.08 3.14 5.83 3.51 3.46 4 2.49
RAI 3 5.43 5.52 4.26 8.7 7.34 9.02 2.93 1.34
RAI SPEC 6.96 9.96 10.53 7.65 11.19 6.56 4.44 3.71
RAI 45.49 39.67 36.7 40.55 31.04 39.4 53.17 64.67

CANALE 5 13.44 15.16 7.84 17.17 22.75 18.37 10.19 4.8
ITALIA 1 2.34 1.61 1.78 5.05 2.02 2.22 1.64 1.48
RETE 4 2.76 1.4 2.14 2.54 3.18 3.21 2.84 2.68
MED SPEC 6.71 8.18 9.78 6.37 7.28 6.33 5.74 5.29
MEDIASET 25.25 26.34 21.53 31.14 35.23 30.14 20.41 14.24

LA7+LA7D 2.53 4.72 3.45 2.29 2.44 2.29 2.72 1.76

SATELLITE 13.81 15 17.23 12.07 17.14 16.1 13.1 9.26
TERRESTRI 12.92 14.25 21.09 13.94 14.15 12.08 10.6 10.06
ALTRE RETI 26.73 29.26 38.31 26.02 31.29 28.18 23.7 19.32

Ascolti medi settimanali share %, valori assoluti in migliaia .000

Rai 1 25,6 2.939
Rai 2 4,2 478
Rai 3 6,8 783
Rai Generaliste 36,6 4.200
Rai Spec. (10) 6,2 707
Canale5 14,7 1.683
Italia1 3,7 422
Rete4 3,4 390
Mediaset Generaliste 21,8 2.495
Med. Spec. (12+pay) 6,7 770
La7 3,2 369
TV8 1,4 164
Nove 1,5 170
Rai 4 1,3 147
Rai 5 0,3 36
Rai Movie 0,9 103
Rai Premium 1,3 146
Rai Gulp 0,2 19
Rai Yoyo 0,8 94
Rai Sport 0,5 58
Rai News 24 0,7 76
Rai Scuola 0,0 2
Rai Storia 0,2 26
20 0,7 79
Boing 0,3 38
Iris 1,0 110
La5 0,8 92
Cine 34 0,6 70
Mediaset Extra 0,4 49
Italia 2 0,2 20
Focus 0,7 74
Cartoonito 0,3 39
Top Crime 0,9 104
Tgcom 24 0,4 48
Premium Cinema 1 +24 0,0 3
Premium Cinema 1 0,1 6
Premium Cinema 2 0,0 4
Premium Cinema 3 0,0 3
Premium Crime 0,0 5
Premium Action 0,0 1
Premium Stories 0,0 1
Paramount Network 0,8 87
Cielo 0,8 87
Sky Uno 0,3 34
Sky Atlantic 0,1 7
Sky Cinema Uno 0,1 13
Real Time 1,1 129
Dmax Tv 0,8 91
Giallo 0,7 81
Motor Trend (ex Focus fino al 28/4/18) 0,4 41
FRISBEE 0,5 55
La7d 0,4 46
Super! 0,4 49
Tv2000 0,9 101
Sportitalia 0,1 14
Totale Rai 42,8 4.907
Totale Mediaset 28,5 3.265
Totale La7 3,6 416
Totale SKY 5,2 592
Totale DISCOVERY 6,4 737
Altre TV 13,6 1.557



Articoli che potrebbero interessarti


avanti un altro ascolti
Ascolti TV | Domenica 11 aprile 2021. Sorpresa: Avanti Un Altro (17.59%) batte La Compagnia del Cigno (17.02%). Domenica In 18.07%-17.49%


Alessandra Amoroso ad Amici
Ascolti TV | Sabato 10 aprile 2021. Amici ‘cala’ (26%) ma doppia la replica di Sotto Copertura (13.8%). Bene Città Segrete (9.4%)


Belen Rodriguez - Canzone Segreta
Ascolti TV | Venerdì 9 aprile 2021. Canzone Segreta cala ma vince (16.6%), Ciao Darwin in replica al 14.1%. Iene 9%, Quarto Grado 7.6%


ascolti un passo_dal_cielo_6_liotti
Ascolti TV | Giovedì 8 aprile 2021. Un Passo dal Cielo senza rivali (22.6%), Cado dalle Nubi 12.4%. Mattino Cinque ancora al di sopra del 20%

42 Commenti dei lettori »

1. Zio Enzo ha scritto:

7 marzo 2021 alle 10:43

Si conclude uno dei peggiori festival di sempre. Amadeus a causa del flop di ascolti lascia. Se Canale 5 avrebbe mandato la posta ieri gli ascolti sarebbero stati ancora più bassi



2. MARCELLO79 ha scritto:

7 marzo 2021 alle 10:50

Buongiorno,
vittoria immeritatissima dei MANESKIN, ovviamente la sala stampa ha fatto crollare ANNALISA – la più brava in assoluto, con un brano molto coinvolgente -, in pole position nelle prime due serate, una vergogna assoluta. Se questi spettacoli sono rivolti principalmente al pubblico, allora quest’ultimo deve avere la possibilità di interagire sin dalla prima sera. Perchè dare a noi pubblico la possibilità di televotare solo il SABATO? Se poi si SANREMO deve essere trasformato nel premio TENCO, celebrando artisti come GAZZE’, WILLY PEYOTE ed altri, beh, allora lo si dica chiaramente!
ANNALISA è stata super premiata dalla giuria, era un testa a testa tra lei ed ERMAL META, poi il gioco perverso dei giornalisti, che già in passato l’avevano penalizzata, mi ha davvero disgustato. Ed un’altra assurdità. Cosa c’entra la serata dedicata alle cover ai fini della classifica? Allora si dicesse che si desidera premiare l’artista e non la canzone ufficialmente in gara! La serata di MERCOLEDI’ doveva vedere un vincitore, a cui, magari, consegnare un premio, ma doveva essere una serata a sè stante, avulsa dal contesto della graduatoria.
Ben venga allora il secondo posto di FEDEZ e FRANCESCA MICHIELIN, destinatari di un plebiscito di voti da parte del pubblico, l’unico vero giudice, sempre sovrano! Avrebbe meritato molto di più MALIKA AYANE, ma anche ARISA e NOEMI.
Capitolo ascolti: Il FESTIVAL si è chiuso con una media sicuramente al di sotto delle aspettative, inutile girarci intorno. Sarebbe sicuramente ingeneroso non inquadrarlo nella cornice che l’ha ospitato (emergenza COVID), ma non può questa l’unica spiegazione plausibile ad un netto calo di telespettatori.
Bravissima BARBARA PALOMBELLI nella serata di VENERDI’, stupendo il duetto di ORNELLA VANONI e GABBANI in un “UN SORRISO DENTRO AL PIANTO” , la recente hit tratta dall’album “UNICA”, che ha debuttato direttamente al primo posto in HIT PARADE.
Ascolti day time: quest’anno CANALE 5 non ha risentito minimamente della concorrenza: VERISSIMO al top come non mai, risultati monstre e, se come credo, ITALIA SI’ ha trattato di SANREMO, non è un flop, ma UN SUPER FLOP, considerati i dati di ieri. AMICI schiaccia ogni tipo di concorrenza, la DE FILIPPI super star in settimana con UOMINI & DONNE, e la D’URSO che ha retto in maniera esemplare contro la carovana del FESTIVAL, esordendo all’inizio di settimana con un ottimo 19%.
Buona settimana a PAOLO, IL CLA-83, PEPPA PIG, MARIA CRISTINA, VIOLA e ai carissimi SALVO IL MITO e ad ALBERTO & LAURA!



3. ILMAPA ha scritto:

7 marzo 2021 alle 10:58

Il FESTIVAL DI SANREMO è una macchina da guerra che fa vincere negli ascolti qualsiasi rete televisiva, indipendentemente da chi lo trasmette. E’ un po’ come le partite di calcio i cui ascolti sono una garanzia di ascolto a prescindere dall’emittente.

Poi da un edizione all’altra possono esserci delle percentuali di ascolto inferiori o superiori, come si è avuto in questa edizione, ma come tutti sostengono SANREMO E’ SANREMO.

La RAI, avendo l’esclusiva, ci ha campato per l’intera settimana ma mi ha meravigliato l’ascolto decisamente inferiore che ITALIA SI’ ha avuto (pur puntando su SANREMO) rispetto a VERISSIMO che ne è uscito non scalfito ma vincente mantenendo e migliorando i suoi ascolti.

Dopo questa settimana soporifera, spero ci sia un risveglio nella programmazione di tutte le reti che si sono arrese e mi chiedo: se avessero voluto “osare” le riduzione negli ascolti e negli share, sarebbero stati ulteriormente al ribasso?

Un saluto a tutti gli Amici del Blog e a chi lavora per questo spazio.
A tutti BUONA DOMENICA.



4. ILMAPA ha scritto:

7 marzo 2021 alle 11:30

Una constatazione sul CAST di questo FESTIVAL 2021.

Può essere che le presenze di tanti artisti siano ai primi posti nell’ambito giovanile, ma onestamente io per la gran parte di loro ignoravo l’esistenza. E certamente questo è un mio limite.

Ma mi chiedo se questo è il futuro del FESTIVAL con presenze poco conosciute allora penso alle precedenti edizioni quando sul palco, senza andare indietro di molti anni, c’erano presenze di Artisti con la A maiuscola come PATTY PRAVO, RENATO ZERO, RICCARDO COCCIANTE, MASSIMO RANIERI, IVA ZANICCHI, MILVA, RICCHI E POVERI, LOREDANA BERTE’, GIANNI MORANDI, RAMAZZOTTI e non vado oltre perché l’elenco è molto più lungo, ma questa è la nostra tradizione canora italiana di cui essere orgogliosi e fieri.

Forse il tempo darà ragione ad alcuni artisti presenti in questa edizione e che, mio limite, non conoscevo ed a cui auguro successi a non finire: COLAPESCE DI MARTINO…LA RAPPRESENTANTE DI LISTA… FULMINACCI… COMA COSE.. GIO’ EVAN… WILLY PEYOTE…

La vedo brutta per altri nostri artisti della vecchia tradizioni che avranno sempre meno spazio: NEK. BARBAROSSA, ANTONELLA RUGGERO, ELISA, RON, ALEXIA ed anche in questa elencazione mi fermo qui perché potrei continuare a lungo: tutti destinati fra qualche anno a partecipare a trasmissioni nostalgia del tipo: ORA O MAI PIU’ ?



5. Antonio ha scritto:

7 marzo 2021 alle 11:46

Beh che dire… a chi per una intera settimana ha inneggiato al flop vorrei fare notare che il festival è perfettamente in linea con altre edizioni e visto lo svecchiamento della platea non si può che ritenersi soddisfatti: ciò non toglie il calo consistente ma l’anno scorso fu un boom mentre questa edizione non fa record ma comunque si può ritenere discreta dal punto di vista ascolti.



6. PAOLO76 ha scritto:

7 marzo 2021 alle 11:48

Ciao a tutti….
Finalmente è finito il festival, che io non seguo da anni, caro Marcello79, proprio perchè si fanno vincere cantanti lontani anni luce dai miei gusti. l’ultima edizione che seguìi fu quella del 2000 quando la giuria di tecnici fece vincere la Piccola Orchestra Avion Travel,ribaltando completamente la giuria popolare che voleva vittoriosa la bravissima Irene Grandi. questo che ho recuperato fu il risultato discografico dei vincitori del festival “Nel 2000 si presentano nuovamente al Festival di Sanremo nella sezione campioni con il brano Sentimento denso di arrangiamenti raffinati e melodie struggenti, conquistando il primo posto e aggiudicandosi anche il Premio Speciale della Giuria di Qualità nella categoria “migliore musica” e “migliore arrangiamento”. Tuttavia dell’album vengono vendute solo 70.000 copie.” Da allora, schifato e deluso dall’esito pilotato, ho deciso di non seguirlo più. Beh sono passati 21 anni e non ne sono minimamente pentito. In compenso mi sono gustato uno splendido pomeriggio su canale 5, prima con Amici e poi con Verissimo…. Mi auguro per Stefania Orlando si aprano nuove opportunità in casa Mediaset….
Buona giornata a tutti!!!



7. Loretta ha scritto:

7 marzo 2021 alle 11:52

Buona domenica a tutti, chiude benissimo il Festival. Che fosse un’edificazione difficile lo si sapeva da tempo. Bravi “Amedeo” e Fiore che nn nostante tutto han portato a casa La pagnotta. Felicissima della vittoria dei Maneskin e del secondo posto delle Michielin & Fedez, un trionfo per XFactor. Sarà l’anno giusto per l’ESC? Vedremo…



8. Salvo ha scritto:

7 marzo 2021 alle 12:31

Buona domenica a tutti e un grande abbraccio ai super mitici Marcello number one, l’amica super Maria Cristina, peppa pig, viola, ilcla83, Paolo, Raffaele, Damiano, jackinobello, Alberto & Laura, la bocca della verità, mayu. Si è concluso il festival degli ascolti in calo, ieri sera Fiorello più ironico e pungente del solito (era il suo addio), io detto tra noi ho preferito non fare nottata. Davvero incredibili gli ascolti di amici, verissimo addirittura più alti del solito e pensare che su r1 si parlava di Sanremo evidentemente i personaggi del gfvip sono più popolari di quelli del festival. Ottimo anche caduta libera in replica che domani lascerà il posto ad avanti un altro. Bene anche striscia la notizia con quasi 3,5 milioni. Stasera torna la D’Urso in diretta che sicuramente parlerà di Sanremo.



9. Non ho parole ha scritto:

7 marzo 2021 alle 12:35

Peggior dato da 5 anni per la finale. Congratulazioni a coletta, amadeus e fiorello: hanno fatto una baracconata di festival, a tratti osceno e volgare, una sorta di eurovision: musica trap, “achille baraccone lauro”, abbigliamento da halloween. I risultati sono solo l’ovvia conseguenza.

Spero, da fan del festival, che le cose migliorino dall’anno prossimo, ma temo bisognerà aspettare le prossime elezioni perchè coletta venga cacciato via.



10. Viola ha scritto:

7 marzo 2021 alle 12:41

Finalmente stasera una cosa decente da seguire ovvero Lolita LO bosco. Si ricomincia a respirare.Amadeus ovviamente ha già detto che non farà un’altra edizione del festival.Se fosse andato come lo scorso anno più che ovvio che non lo avrebbe detto,ci avrei scommesso.Cosi impara a mettere tanti sconosciuti.Ma non lo sa che i telespettatori non sono solo giovanissimi ma per la maggior parte un po più avanti con l’età come me che vent’anni non li ho più. Per non parlare di Lauro.Aspetto la santificazione di codesto pseudo artista da parte oggi della Venier.Ciao.Per inciso:mi ecapitato di sentire Orietta Berti e devo dire che la sua canzone era proprio bella.Ma come già detto non ho più vent’anni .E secondo me valeva più di quella insulsa di Ermal Meta che ne ha fatte di migliori.Amici al top come Verissimo.La classe non e’acqua.



11. jackinobello ha scritto:

7 marzo 2021 alle 13:17

Buongiorno, chiude senza infamia e senza lode uno dei Sanremo più scialbi di questi ultimi anni.
Cast di sconosciuti, ospiti da sagra della salciccia, canzoni che l’anno prossimo non ricorderemo più.
La scialba Annalisa non ci riesce proprio a sfondare, uno dei prodotti della de Filippi meno riusciti.
Si è rischiato vincesse l’orrendo duo Fedez-Michielin che dalla 17esima posizione è schizzato alla seconda grazie ai follower della moglie. Sarebbe stato scandaloso perchè la canzone è davvero brutta.
Spero che il prossimo anno ci sia un ritorno ai veri Big della canzone italiana, tra tutti la mia adorata Anna Oxa.
Bye.



12. Alberto&laura ha scritto:

7 marzo 2021 alle 14:30

Carissimi amici e carissime amiche del blog. Buona domenica. Dunque alcune riflessioni sul festival e contorno.
1)Non si era mai visto un brano balzare col televoto dalla 17 posizione al podio.
Con scarso fair play Chiara Ferragni ha sfruttato i suoi milioni di follower per stravolgere la classifica scatenando un’autentica campagna elettorale e invitando tutti coloro che la seguono che magari non sanno neanche chi sia Francesca Michielin a votare il marito. Intendiamoci tutto lecito ma per nulla rispettoso di artisti che non hanno i suoi mezzi e che si giocano molto, considerando anche la pandemia, e sono stati travolti da questa fiumana che ha premiato un brano molto mediocre. Se lo poteva risparmiare e permettere a ognuno di giocarsi le proprie chances. I miei poveri voti per madame poco potevano di fronte a tale ineleganza. Mi spiace dire ciò visto che è anche coinvolta una mia concittadina sicuramente incolpevole ma sono felice che non sia bastato a vincere.
2)Marcello ha come spesso gli capita perfettamente ragione. Fino a prova contraria questo si chiama festival della CANZONE italiana. Non è un reality non è un talent. Cosa c’entra pertanto sommare il voto alle cover con quello ai brani in gara. Sommare cover e inediti nella votazione è la logica dei talent ma qua non siamo a x factor o ad amici. Qua si premia il brano portato in gara tanto è vero che alle origini c’erano tre cantanti che interpretavano diverse canzoni a testimoniare la centralità della canzone e non dell’interprete e fino al 1971 c’era la doppia esecuzione. Addirittura a canzonissima quando si inviavano le cartoline si raccomandava votate la canzone non il cantante. Non contaminiamo la sacralità sanremese con logiche da reality che sono dignitosissimi ma tutt’altra cosa.
3) Per ripartire dopo la pandemia sarebbe importantissimo vincere l’eurofestival così da organizzarlo l’anno dopo creando lavoro e rimettendo la macchina in moto. Dei 26 in gara i maneskin erano probabilmente i più accreditati a vincere e riportare la manifestazione a Roma. O pensavamo di vincere mandando Ermal Lagna?
4)Il daytime di mediaset è ormai un’ autentica istituzione che nulla può scalfire. Ieri contro un pomeriggio rai interamente incentrato sul festival queen Mary e dolcesilvia hanno letteralmente dominato mentre nei giorni scorsi Barbaracuoremio ha retto alla grandissima. Ora mi taccio e con grande emozione mi accingo ad assistere alla messa del Santo Padre in diretta da Baghdad. Per me cattolico praticante e militante permeato di intenso amore per Dio è un avvenimento imperdibile. Un abbraccio a tutti e un saluto particolare a Marcello, Salvo, Maria Cristina e Viola che come me non ha più vent’anni. Ciao.



13. damiano ha scritto:

7 marzo 2021 alle 14:32

Propongo per il prossimo Sanremo Maria De Filippi per far contenti i mediasettari e Pippo Baudo per i nostalgici-tradizionalisti.
Possibile che i commenti non faziosi o di odiatori seriali siano sempre così pochi?
Ieri sera ho seguito il festival un po’ più del solito e tutta ‘sta robaccia’ non l’ho vista, la qualità della musica invece lasciava un po’ a desiderare, ma i gusti sono gusti.
2 anni fa’ quando vinse Mahmood mi ricordo sollevazioni popolari fomentate da un noto politico; peccato che Mahmood abbia avuto un successo strepitoso e si sia dimostrato grande artista.
Auguro ai Maneskin lo stesso successo e ai detrattori la possibilità di ricredersi. Aggiungo che non sono amante del rock ma non critico a prescindere.



14. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 14:36

SONO D’ACCORDISSIMO CON MARCELLO79, PAOLO76 E ILMAPA AL QUALE DICO CHE SE LA SCELTA DEGLI INTERPRETI E’ STATA FATTA DA UNA PERSONA SUI 55 ANNI TIPO AMADEUS, COSA DOBBIAMO ASPETTARCI PER IL FUTURO CON AD. ES. UN CATTELAN MOLTO PIU’ GIOVANE?!?!? PREPARIAMOCI AD ACCENDERE LE LUCI DELLA NOSTRA NOSTALGIA, GETTANDO LO SUARDO ALL’INDIETRO ALLA PATTY PRAVO CHE SCENDEVA LE SCALE PER UNA BAMBOLA AI PERDERE L’AMORE DI MASSIMO RANIERI,ALLA ZANICCHI CON LE SUE ZINGARE E TANGHI, AHIMEE’ QUESTI SARANNO SOLO LONTANI RICORDI, AMICI…
P.S. MA QUESTO NON E’ UN PAESE IN CUI L’ETA’ ANAGRAFICA E’ PIUTTOSTO ALTA???? GRAZIE A TUTTI COLORO CHE SE LO RICORDANO, MEDITATE,GENTE, MEDITATE!!!!!



15. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 14:50

Alberto&laura, io sono un ”cultore” dell’Eurofestival e mi auguro che i Maneskin ci facciano fare bella figura come successe con Gabbani, Mahmood e Meta-Moro, ma dubito fortemente se ripresentano questo pezzo od uno simile. Forse con un brano tipo ”torna a casa”(Marlene), avrebbero avuto piu’ chance, ma questo tipo di rock non e’ che in quella manifestazione abbia un grande successo, lo ha in genere solo nei paesi del nord Europa (Islanda, Finlandia che addirittura un anno vinse ma piu’ per i travestimenti che per altro…!), ed in genere fatica ad imporsi nelle parti piu’ alte della classifica…!



16. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 15:10

beh, poi di vergognoso e’ il sistema del televoto stesso che non funziona, se si dice che Michielin-Fedez siano improvvisamente lievitati e’ il sistema di votazioni che e’ fatto male!!! E’ un metodo quello del televoto che consente di fare questi ”magheggi”, lo stesso lo potrei dire per i Maneskin che non erano neanche nei primi 3 e se la dobbiamo dire tutta non e’ che rappresentino proprio la canzone italiana!!!!!!!!!!!!!



17. laboccadellaverità ha scritto:

7 marzo 2021 alle 15:15

GRAZIE

Grazie ad AMEDEO SEBASTIANI ed a ROSARIO FIORELLO per averci regalato cinque serate all’insegna della NORMALITA’, dove ormai nella nostra vita quotidiana di normalità non c’è piu neanche il suono del campello quando bussa il postino.

GRAZIE
per averci fatto compagnia, per aver cercato di rubarci un sorriso o di regalarci un’emozione sopratutto a chi, chiuso ed isolato in una stanza d’ospedale, risulta privo di quella pseudo quotidianità che noi possiamo in qualche modo vivere.

Ha ragione Amadeus quando dice che questo è il 70+1 e non il 71°, ed il solo averlo realizzato è un SUCCESSO.
Non ci può essere comparazione nè con quelli passati nè con quelli futuri, era l’unico festival possibile e immaginabile sulla scia dell’edizione passata, senza ospiti di caratura internazionali, con cast canoro paragonabile solo a quello dell’ edizione della Ventura.

Ma nolente o dolente, ha scritto la sua pagina di storia con tanto di martello e scalpello, e li resterà a memoria.

Per cinque giorni Sanremo è stato l’unico posto al mondo dove in un TEATRO, un’orchestra a potuto suonare dal vivo, un cantante si è potuto esibire live, un registra, un fonico, una maestranza hanno potuto svolgere, quello che comunemente è, il loro LAVORO.

Ha ragione Fiorello quando ironicamente lancia la sua iattura..

Vi auguro questa platea piena di gente ovunque, anche in mezzo all’orchestra ci deve essere il pubblico e fuori dall’Ariston. Ci devono essere milioni di persone, ospiti internazionali, dev’essere un Festival pieno di gente… ma deve andare malissimo, ve lo auguro! Spero che vi vada male”

Perchè siamo un paese che non sa dire GRAZIE ma sempre pronto a scagliere la prima pietra.

Solo chi sale su un palco e fa spettacolo sa cosa vuol dire “avere un pubblico davanti”.

E’ facile far piangere ma è difficile far ridere, molto di più se non hai gente in platea.
Le stesse emozioni che l’esibizione di un artista possono creare, come la Vanoni ieri sera, rimangono esattiche, scivolano via,non lasciano traccia.

E’ come buttare un sasso nel vuoto, non sentirai mai che tocca il fondo a differenza di quando lo lanci nello stagno che hai l’onda di ritorno.

In un momento in cui l’Arte soffre per possibilità di espressione, Achille Lauro ci ricorda la bellezza della ns cultura, il sacro e il profano, la danza impossibilitata ad esprimersi, la perfezione vocale in un’iconica Mina.
Il suo trasformismo è ricerca, studio, è un messaggio criptico da decifrare.
Non è l’improvvisazione di “un fenomeno da baraccone”.

Chi l’accosta a Renato Zero, pensandone che ne fa il verso, sbaglia e di grosso.

Sono due rette parallele che, se pur simili non s’incontrano mai.
Lauro è un trasformista che da persona diviene “personaggio”
E’ una creazione fatta ad arte.
Non è mai banale, si distungue dalla massa nella ricerca di un messaggio che deve per forza rompere le righe.

Renato, “personaggio” non lo è mai stato, e non lo poteva essere, perchè non si è ”personaggi” quando se si è se stessi.

Renato non aveva bisogno di trasformazioni, usciva di casa con i suoi abiti sgargianti, i capelli lunghi, le piume e le paillettes, spesso sentendosi dire per strada a Roma AH FROCIO o se incontrando persone di “elevata cultura”, AH CHECCA, per poi andare a cantare nelle piste da ballo, negli scantinati dei locali sognando un domani l’utopia di Fonopoli ma finendo spesso e volentieri in commissariato davanti al padre poliziotto.

Cantava i disagi di una periferia o di un malessere sociale, vedi No mamma No o Ancora fuoco quanrant’anni prima di tanti altri rapper trapper e via dicendo.
E’ fin troppo facile dire di lui oggi è un grande artista molto più difficile era dirlo quando cantava sotto un tendone.

Quello che oggi Lauro in primis, può magistralmente permettersi in un esibizione, è anche lo sdoganamento di conformismi a cui Renato e non solo, ha contribuito a far accettare.

Ma l’uno non è il verso dell’altro, tutt’al più ne è l’evoluzione.



18. laboccadellaverità ha scritto:

7 marzo 2021 alle 15:26

Chiudo sul festival salutandovi e lanciando un idea per il prossimo Direttore Artistico.

In tempi passati le canzoni veniva cantate in coppia.

Per capirsi porto un esempio.

Nel blu dipinto di blu era cantata da Domenico Modugno e da Jonny Dorelli.

Accorciando il numero di canzoni in gara, in questa edizione 26, si potrebbe formare un cast giovani e “vecchie glorie” con 15 canzoni in gara in due versioni differenti.
Riservandosi per la serata finale il duetto della canzone.

Si avrebbe cosi una versione piu classica interagendo con una più moderna, cercando di accontentare i gusti del pubblico giovane e di quello più adulto



19. Ildebrando ha scritto:

7 marzo 2021 alle 16:11

Buon pomeriggio. Anzichè fare un elenco e dare voti posso dire che per me le canzoni che meritavano di andare sul podio erano quelle di Annalisa, Colapesce, Arisa e Willie Peyote. Concordo sul fatto che i giornalisti abbiano stravolto le classifiche dei giorni precedenti. I Maneskin non erano mai stati nei primi posti delle classifiche dei primi quattro giorni. Risultato? Un verdetto ingiusto che danneggia chi ama veramente la musica italiana. Qualcuno esulta perchè fantastica di clamorosi successi all’Eurofestival. Evidentemente non ha studiato la storiaa di quella manifestazione. L’ Italia ha vinto in tempi lontani con la Cinquetti e Cutugno. L’unica volta che si è avvicinata, con un terzo splendido posto (primi al televoto) fu con i classicissimi tenorini del Volo. I Maneskin con un brano che si allontana dalla melodia italiana che ci si aspetta in Europa probabilmente replicheranno lo spaventoso risultato di Emma rock



20. Ildebrando ha scritto:

7 marzo 2021 alle 16:22

Buon pomeriggio. Avevo scritto un mio commento precedentemente, ma non so se sia già arrivato. Dicevo cmq che per me avrebbero meritato di più Annalisa, Arisa, Colapesce e Willie Peyote. La vittoria dei Maneskin decisa (sembra) dai giornalisti e dal televoto non la trovo giusta per quelle che erano state le classifiche delle giornate precedenti. A chi fantastica successi trionfali all’Eurofestival ricordo il terrificante risultato nel 2014 di Emma (rock): 21/ma !



21. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 16:42

@laboccadellaverita’ sono ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO CON TE per quello che riguarda la riproposizione della AFFASCINANTE doppia esecuzione del pezzo, giovane+BIG, idea molto bella e semplice, in tal modo si salverebbero ”capra e cavoli”…In fondo non bisogna andar molto lontano negli anni erano appunto il 1990 e 91 per ritrovare la canzone proposta 2 volte, in quegli anni addirittura ”monstre” con interpreti stranieri come Charles, Grace Jones, Dee Dee Bridgewater,
ahhh con Aragozzini che tempi…! (A proposito perche’ non lasciar fare l’organizzatore della parte musicale ad un addetto ai lavori piuttosto che al presentatore?!? In fondo con la Clerici fu cosi’…) Infine piacciono le argomentazioni di @laboccadellaverita’ che fa sempre disamine lucide di cui si puo essere piu’ o meno d’accordo, ma chapeau…! Piace soprattutto il fatto che sei trasversale e non dimentichi il bello che c’e’ stato…senza nostalgia!!!



22. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 17:00

Ildebrando, che mito!!!! Anche tu la pensi allo stesso modo mio, non so se sara’ l’eta’, la nostalgia e comunque le mie preferita Arisa rovinata da alcune giurie che ha un pezzo profondo e struggente e l’interpretazione da pelle d’oca!!!! Concordo perfettamente sulla disamina riguardo l’Eurofestival. come gia’ detto prima vedo un percorso in salita per i Maneskin, ma spero di sbagliarmi, credo che la vittoria pero’ e’ un po’ utopia, oltretutto sono gia’ uscite alcune delle proposte internazionali, alcune davvero convincenti, purtroppo…



23. Viola ha scritto:

7 marzo 2021 alle 17:03

Accostare Lauro a Renato Zero e’una bestemmia.Ma mi faccia il favore!diceva il mitico Toto’.



24. PAOLO76 ha scritto:

7 marzo 2021 alle 17:43

@stefanor e @ildebrando: anche io sono uno spettatore dell’Eurofestival e temo fortemente che con questo pezzo ( ho sentito solo un piccolo pezzo durante il servizio del tg5 e non ho praticamente capito nulla: musica assordante che nasconde le parole) faremo ben poca strada…. AhiMè , l’unica speranza è che propongano un altro pezzo, ma di solito si presenta il brano che vince Sanremo…. Io seguo sempre con molta simpatia i brani che i paesi nordici portano all’Eurofestival (Islanda, Norvegia , Svezia e Finlandia) perchè sono terre meravigliose che ho avuto la fortuna di visitare, ma un brano simile dubito possa riscuotere successo anche in quei paesi…. Staremo a vedere…. Stasera dopo mesi tornreò a seguire la D’urso, perchè dalle anticipazioni mi pare ci sia una scaletta interessante.



25. damiano ha scritto:

7 marzo 2021 alle 17:53

@Ildebrando
Mahmood ha sfiorato il successo arrivando secondo a pochi punti dal vincitore. In tantissimi paesi era risultato il più votato



26. damiano ha scritto:

7 marzo 2021 alle 18:20

Ho visto ora facendo zapping che la D’Urso non è in onda!
Mi auguro che non sia per problematiche COVID.. temo sia per una scelta della rete di fuggire dalla Venier!
No comment: c’è più concorrenza in Rai la domenica che da parte di Mediaset.



27. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 18:53

VABBE’ NON PUBBLICANO QUELLO CHE SCRIVO QUANDO SOLIDARIZZO O CONCORDO CON GLI ALTRI, ALLORA DITELO!!!!!!



28. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 19:39

certo Mahmood e’ arrivato ad un pugno di voti dal vincitore, fu clamoroso, forse una ventina appena, ma certo non era musica rock!!!!



29. Alberto&laura ha scritto:

7 marzo 2021 alle 19:42

@stefanor @ildebrando @Paolo76. Le vostre parole mi hanno fatto riflettere. Mi sa che sull’eurofestival ho scritto una castroneria. Me ne scuso. Ciao.



30. Ildebrando ha scritto:

7 marzo 2021 alle 19:59

@stefanor e @paolo76: credo che la RAI abbia la possibilità di cambiare la canzone da presentare all’ Eurofestival, purchè sia inedita. E’ l’ unica speranza per evitare una sciagurata esibizione a Rotterdam. Ma temo che i Maneskin e la loro casa discografica insisteranno per presentare “Zitti e buoni”… e il risultato finale sarà facilmente prevedibile…



31. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 20:03

per la cronaca, e chiudo, il pezzo rock che ricordo che vinse l’Eurofestival fu ”rock alleluja” dei Lordi per la Finlandia ma fu un caso isolatissimo…



32. Antonio ha scritto:

7 marzo 2021 alle 20:57

Ma che cacchio dite sul fatto della doppia esibizione: ormai la musica è da un altra parte e le canzoni sono strettamente personali. Per la discografia moderna questa cosa è improponibile, per quanto televisivamente potrebbe funzionare.

L’Italia negli ultimi anni ha sfiorato più volte la vittoria all’Eurovision. I maneskin possono giocarsi le loro carte, sanno molto internazionali. Detto questo le canzoni più da Eurovision sono Amare della rappresentate di lista e la genesi del tuo colore di Irama. Però in una competizione come L’Eurovision la spettacolarità dell’ esibizione conta tantissimo.



33. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 21:31

no, credo che la scelta della canzone sia unicamente del cantante/casa discografica…ripeto avevano in passato una bella canzone ”torna a casa” (Marlene) che aveva qualcosa di struggente e non ”caciarona”, come del resto bisogna dire che quando i rocker si mettono a scrivere canzoni ”dolci”, ne creano di bellissime (vedi Vasco Rossi…), ma questo non sara’ il caso…dispiace ”rovinare” una bella strisciata di piazzamenti che ci vedono protagonisti ormai da diversi anni all’Eurovision”, se vorrete vi aggiornero’ su come l’Europa accogliera’ la canzone italiana…notte…



34. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 23:25

ma che c’entra parliamo del festival della canzone italiana e la canzone che deve primeggiare non l’interprete, che cavolo di discorso, sarebbe una bella idea per accoppiare vecchie glorie e nuove leve…!!!!



35. stefanor ha scritto:

7 marzo 2021 alle 23:45

e comunque ripeto, basta vedere chi ha vinto 2 anni l’Eurofestival, l’Olanda, con una ballad lontana anni luce dai Maneskin ed ho detto tutto!



36. mah ha scritto:

8 marzo 2021 alle 12:36

A parte che Sanremo ed eurovision sono due cose totalmente diverse, è commovente vedere come vi preoccupiate del possibile risultato dei maneskin all’eurovision. A giudicare dai dati d’ascolto degli ultimi anni, in Italia sarete praticamente gli unici a guardarlo. :D



37. stefanor ha scritto:

8 marzo 2021 alle 16:01

saremo anche gli unici (ma 4 milioni non sono bazzeccole, non scherziamo!!!) e poi ognuno ha i suoi gusti io mi diverto moltissimo
e come me tante altre persone lo guardano, anche qui attenzione
chiedo RISPETTO per tutti!!!!!



38. mah ha scritto:

8 marzo 2021 alle 19:00

Stefanor, non per essere pignolo, ma siccome siamo nella discussione sui dati d’ascolto… L’anno scorso furono 2.7 milioni di telespettatori, e due anni fa, con la gara classica, 3.5 (e perse pure contro una de filippi molto sotto tono). Costo aziendale per trasmettere una sola serata di circa 4 milioni di euro, i ricavi pubblicitari sono meno della metà. Una REPLICA di Montalbano – con costo per definizione nullo – fa 5-6 milioni di telespettatori. Vedi tu…



39. stefanor ha scritto:

8 marzo 2021 alle 21:13

mah, a parte che i fans dell’Eurovision Song Contest sono milioni in tutto il mondo (tant’è il successo che addirittura l’Australia ha voluto esservi inclusa e dico tutto…!!), per quanto riguarda l’Italia vengono trasmesse tante scempiaggini di costi elevati che trasmettere l’Eurofestival non mi pare una scempiaggine…vogliamo ad esempio vedere gli ascolti delle ultime settimane del sabato sera di raiuno?!?! tu che te ne intendi fai un confronto e te ne renderai conto e non mi dire che sono show che costano due lire per favore!!!!!! ASCOLTI DA FERRAGOSTO!!!!



40. mah ha scritto:

9 marzo 2021 alle 01:44

Come vuoi tu: “Ballando con le stelle” costa infinitamente meno dei 4 milioni necessari per l’eurovision, e gli ascolti sono più alti. Rai1, sabato sera, primavera, stesso periodo. I gusti sono gusti, ma per la Rai è una follia, è un contenuto “premium” adatto alle pay tv. A me piacciono i cartoni giapponesi (nostalgia della mia infanzia), ma non per questo pretendo che li trasmetta Rai1 in prima serata.



41. stefanor ha scritto:

9 marzo 2021 alle 10:09

Rispetto le cose che piacciono a te, ma tu rispetta anche le mie che solo mie credi non sono, credimi. Forse hai molto sottovalutato l’apporto che l’ESC possa rendere in termini di ritorno per una canzone ed a volte per una nazione…Basterebbe solo ricordare il caso della Cinquetti che nell’anno della vittoria degli ABBA, pose al primo posto delle classifiche britanniche la sua ”SI” all’epoca censurata (e quindi non trasmesso l’evento per via del referendum sul divorzio), quindi sottovalutare un prodotto del genere mi sembra superficiale e alquanto controproducente..



42. stefanor ha scritto:

9 marzo 2021 alle 10:22

Poi ripeto, se vogliamo parlare come la maggior parte di coloro
che si affacciano su questo blog da ”ragionieri dell’auditel”, in
senso meramente tecnico sui dati di ascolti, mi faccio da parte
ma credo che uno spettacolo vada valutato nell’insieme ed anche
come cassa di risonanza. Ho visto degli spettacoli molto scadenti
da tutti i punti di vista come ad es..lo speciale su San Valentino
con Conticini e la Pivetti (donna ed attrice che ammiro molto,
ma qui era un pesce fuor d’acqua!) che sembravano la copia
mal riuscita di quegli show che trasmettono le reti private il
sabato sera con le vecchie glorie tipo Dino, Michele,ecc in una
parola…squallido e gli ascolti?!? squallidi pure quelli. Percio’ secondo me non e’ affatto un delitto trasmettere l’ESC, anche perche’ perlopiu’ viene quasi al termine della stagione televisiva, che male fa?!? Il problema e’ che RAIUNO non riesce piu’ a trovare nulla di allettante per il sabato sera e tutti quelli special dedicati ai vari cantanti della musica italiana si sono rivelati un ”flop” (e non credo siano costati proprio 2 lire!!!!) ed addirittura spostati al martedi’…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.