20
gennaio

Netflix supera 200mln di abbonati e lancia una frecciata a Disney+: «Non credo ci sarà tanto presto Bridgerton»

Netflix, Reed Hastings

Il 2020 per non è stato affatto terribile. Anzi. Nel quarto trimestre, la piattaforma ha persino registrato una storica impennata: aggiungendo 8,5 milioni di abbonati paganti al totale delle sottoscrizioni, a fine anno il servizio ha superato per la prima volta la cifra di 200 milioni. Nell’intero 2020, inoltre, le entrate del gruppo sono salite a 25 miliardi (+24% sull’anno precedente) e gli abbonati sono cresciuti di 37 milioni

Il bilancio dell’ultimo trimestre aveva in realtà riportato utili inferiori alle attese (in calo del 7,6% a 542 milioni e pari a 1,19 dollari per azione contro 1,39 dollari) ma il fatturato ha superato le anticipazioni, in rialzo del 21% a 6,64 miliardi rispetto ai 6,26 miliardi previsti. Con gli ultimi dati, si è inoltre quantificato un raddoppio degli utenti nel giro di tre anni.

Stiamo diventando sempre di più un servizio globale con l’83% dei nuovi abbonati 2020 provenienti al di fuori della regione Ucan (Usa e Canada, ndDM). La regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) conta per il 41% degli incrementi, mentre l’area Apac (Asia Pacifico) è il secondo maggiore contribuente con 9,3mln di abbonati paganti aggiuntivi (+65% sul 2019)

ha comunicato l’azienda. In particolare, nell’area Ucan sono stati generati ricavi per 2,98 miliardi di dollari (73,94 milioni di abbonati paganti), in Emea 2,137 miliardi (66,7 milioni gli abbonati), nell’area Latam 789 milioni (37,54 milioni di abbonati) e nella regione Apac 685mln (25,49mln gli abbonati).

I numeri, però, non fanno accomodare i vertici di Netflix sugli allori vista la forte concorrenza. A fronte dei risultati altrettanto positivi di Disney+, che ha superato gli 85 milioni di abbonati in un anno, il Ceo di Netflix Reed Hastings non ha potuto che prendere atto della “esecuzione incredibile” del competitor. E allo stesso tempo ha lanciato il guanto della sfida:

Sarà fantastico per il mondo che Disney e Netflix competano serie per serie, film per film. Siamo molto entusiasti di raggiungerli nell’animazione per famiglie – forse alla fine superarli, vedremo, una lunga strada da percorrere solo per prenderli – e mantenere il nostro vantaggio nell’intrattenimento generale che è così stimolante “.

Al riguardo, Hastings ha citato maliziosamente l’esempio di Bridgerton, creato da Shonda Rhimes (la quale lavorava per la rete Abc di Disney, prima di approdare a Netflix), che – ha chiosato – “non credo vedrai tanto presto su Disney” in riferimento probabilmente anche al carattere “audace” della serie.

Netflix, i titoli più visti

Sul fronte contenuti, Netflix segnala che la quarta stagione di The Crown è stato il titolo di maggiore successo della stagione, vista da oltre 100mln di famiglie abbonate dal suo debutto (va però sottolineato e ricordato che Netflix conta come visualizzato un contenuto guardato da un utente per almeno due minuti). Bene anche il film The Midnight Sky con George Clooney, che Netflix stima sia stato visto da 72mln di famiglie abbonate nelle prime 4 settimane. E ancora, la serie Lupin ha raggiunto la seconda posizione dei titoli più visti negli Usa ed è stato primo in Italia, Brasile, Argentina, Germania, Spagna, Polonia, Vietnam e nelle Filippine.

La piattaforma ha anche fornito un elenco dei film più visti negli ultimi mesi, in riferimento ai primi 28 giorni di permanenza in catalogo. La commedia Holidate è stata vista da 68 milioni di account; Qualcuno salvi il Natale 2 è stato visto da 61 milioni di account. Le stime danno per The Midnight Sky 72 milioni di contatti, e 53 milioni per We Can be Heroes.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


timvision gold
TIMVISION, offerta Gold: con 29,99 euro al mese inclusi DAZN, Disney+, Netflix, Infinity+, Discovery+ e Eurosport


TimVision Box HP
Dal calcio all’intrattenimento: TIMVISION aggrega i contenuti delle più note piattaforme


Berlin, Pedro Alonso
La Casa di Carta: arriva lo spin off su Berlino


Squid Game
Squid Game: disponibile da oggi il doppiaggio italiano

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.