11
gennaio

Fazio porta «C’è Posta» in Rai

Maria De Filippi, Che tempo che fa

Più che un’intervista, quella riservata ieri sera da Fabio Fazio a è stata una celebrazione. A , il conduttore ha accolto la collega ed amica con tutta la cordialità di cui è capace. E prodigandosi negli elogi, forse anche più del necessario. “Complimenti davvero, ieri sera serata trionfale” ha esordito il padrone di casa, riferendosi agli ascolti ottenuti dalla primadonna di Mediaset nella prima puntata stagionale di C’è posta per te. Un tributo alla concorrenza, proprio all’indomani di una serata in cui la De Filippi aveva staccato Rai1 di oltre dieci punti di share.

Per non farsi mancare nulla, e completare la celebrazione della popolarissima ospite, Fabio Fazio su Rai3 ha anche ‘aperto la busta’. Nella parte finale dell’intervista, infatti, il conduttore ha inscenato – con una sorta di remake dai toni ironici – quanto accade abitualmente il sabato sera nel programma di Maria De Filippi. La conduttrice, prendendo le redini della situazione, ha introdotto in studio Luciana Littizzetto e mostrato la consegna della lettera fatta recapitare da quest’ultima a Fabio Fazio. Postino d’eccezione, Nino Frassica. Il siparietto di «Che Posta che fa» è proseguito poi in studio con una dichiarazione di amore e odio declamata ironicamente dalla comica torinese al collega.

L’omaggio al programma ‘concorrente’ del sabato sera di Canale5 non è piaciuto a tutti, in Rai. “Non gradisco e non comprendo la finalità di ciò che sta andando in onda” ha twittato il Consigliere d’Amministrazione del servizio pubblico, Riccardo Laganà. In effetti, il faccia a faccia con tra Maria e Fabio è andato oltre all’intervista (di per sè avara di contenuti) ed ha assunto toni quasi promozionali, di cui peraltro la signora di casa Mediaset non avrebbe necessità. Peraltro non si trattava di una novità, visto che Maria De Filippi – a differenza di importanti colleghi Rai – è stata più volte ospite di Fabio Fazio. In un altro passaggio, la stessa Luciana Littizzetto ha parlato con l’amica Maria di quanto accaduto la sera precedente su Canale5 e di una storia rimasta in sospeso che aveva attirato la sua attenzione. “Vedrai sabato prossimo…” le ha risposto la De Filippi, lanciando ironicamente un ulteriore assist al proprio programma.

Ad alcuni non è sfuggito poi lo scherzoso scambio di battute tra Fazio e la presentatrice della concorrenza in merito all’apertura manuale della celebre busta riprodotta nello studio di Rai3. “Questa ha il cambio manuale?” ha detto Fabio. E Maria: “Beh, siamo in Rai non siamo a Mediaset…“.

All’inizio dell’intervista a Che tempo che fa, De Filippi aveva parlato della sua difficoltà di realizzare le trasmissioni al tempo del Covid e del motivo per il quale il pubblico in studio a C’è Posta per te non indossi le mascherine.

A favorire le registrazioni del programma è stato il periodo scelto, cioè quello pre estivo, un momento in cui i dati epidemiologici si stavano notevolmente abbassando. Inoltre, tutti i mittenti e tutti i destinatari della posta sono stati sottoposti al tampone ed immediatamente isolati in un albergo, così da scongiurare ogni possibilità di contagio. Non nego che qualcuno è anche stato rimandato indietro a seguito di tampone positivo

ha detto. Tra i passaggi più curiosi dell’ospitata Rai, anche quello in cui la signora del sabato sera di Canale5 ha parlato del Festival di Sanremo e di un suo ipotetico ritorno all’Ariston.

Quando ho fatto Sanremo ero in condizioni di panico. Ho detto che lo rifarei volentieri con un altro spirito, con la Ferilli tutta la vita, Mara Venier si è aggiunta, tutta la vita anche lei, magari Luciana Littizzetto. Sarebbe un Sanremo molto divertente“.

La conduttrice ha poi confermato lo slittamento a metà marzo dell’ormai famosa serata contro la violenza sulle donne che la vedrà protagonista su Rai1 assieme a Sabrina Ferilli e Fiorella Mannoia. Ma l’impressione è che ancora non ne sappia nulla.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Letizia Moratti
Che tempo che fa: Letizia Moratti e Maria De Filippi inaugurano il 2021


milly-carlucci
Milly Carlucci: la presenza delle De Filippi a Che Tempo che Fa è stata «spiazzante»


Silvia Toffanin
BREVEMENTE: ARGOMENTI E OSPITI DEI PRINCIPALI PROGRAMMI DEL 28 FEBBRAIO 2009


Fabio Fazio
E’ ripresa la tiritera in pubblica piazza di Fazio sul contratto in scadenza: «Finisco a maggio, poi non so cosa farò» – Video

5 Commenti dei lettori »

1. il-Cla83 ha scritto:

11 gennaio 2021 alle 15:22

Io ho trovato il tutto molto divertente. Si vede che tra Fazio-De Filippi-Littizzetto c’è molta sintonia. E a questo si è aggiunto anche un irresistibile Frassica nei panni di “postino”.
Se il programma in questione non fosse C’è posta.. anche io parlerei di spot alla concorrenza. Ma essendo il programma in questione C’è posta questo dubbio non sussiste, proprio perchè il programma della De Filippi è quello che meno di tutti ha bisogno di pubblicità, tutti sanno cos’è, dove e quando va in onda, anche le persone che non lo apprezzano sanno di cosa si sta parlando, si tratta ormai di un classico televisivo; quindi vediamolo come un mero momento di spettacolo, un siparietto divertente, e nulla di più.



2. Marco ha scritto:

11 gennaio 2021 alle 15:55

Fuori luogo.
In Rai assolutamente fuori luogo. Punto.
1) dall’incensare gli ascolti da parte di Fazio di una rete di un’azienda concorrente
2) a sfruttare e rimarcare così tanto “C’è posta” proprio all’indomani della sua messa in onda. Cosa carina, divertente e quanto si voglia, ma passabile in Rai se fatta in autunno o primavera inoltrata quando “C’è
posta per te” non va in onda. Ma non in questo periodo.

Tutto questo lascia trasparire il rosicamento per Fazio di essere stato mandato via da Raiuno e retrocesso su Raidue per poi tornare a Raitre.



3. Lorenzo ha scritto:

11 gennaio 2021 alle 16:59

Pur non apprezzando il programma in questione e tutti gli alti programmi della De Filippi, ho trovato quasi geniale il siparietto. Perchè decine di programmi fanno siparietti (anche in Rai), sulla falsa riga del programma, scimiottandolo, in questo caso, solo Fazio può e lo fa fare alla stessa autrice. Prendendo in giro il programma con falsi pianti e finte consegne di posta.



4. mauri ha scritto:

11 gennaio 2021 alle 17:24

anche io ho trovato tutto un po’ eccessivo, ma aggiungerei che non so nemmeno quanto questa esposizione giovi a Maria De Filippi.. alla fine dell’ospitata, dopo il monologo della Littizzetto, si e’ andati al nero con la De Filippi che faceva volare delle cacche giocattolo insieme a Lucianina. Davvero la “regina della tv” ha bisogno di andare a far volare cacche in Rai per promuovere i suoi programmi?



5. PeppaPig ha scritto:

12 gennaio 2021 alle 10:21

E’ vero, il siparietto è stato geniale, e molto divertente. E’ vero, è stato anche molto dissacratorio verso la liturgia di C’è Posta, con i pianti finti e le cacche volanti. E’ vero, la De Filippi non ha certo bisogno di essere sponsorizzata.
Tutto verissimo. Tutto molto divertente. Ma estremamente fuori luogo. Per i motivi che ha spiegato benissimo @Marco nel commento n. 2, che sposo in pieno, in particolare sul rosicamento di Fazio. Che ha molti sassolini nelle scarpe nei confronti della Rai, e non perde mai occasione per levarseli.
Dietro il finto buonismo che è ormai la sua cifra distintiva, dietro ai sorrisi, dietro al volemose bene, appariva chiaramente la sottile perfidia compiaciuta di chi stava scientemente tirando calci negli stinchi alla Rai, con quelle lodi sperticate ed eccessive, e con quel ribadire enfaticamente che la De Filippi è la numero uno della televisione, cosa che avrà sicuramente fatto molto piacere a tutti i colleghi e le colleghe della Rai …
Sarebbe concepibile una cosa del genere altrove? Non penso proprio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.