6
settembre

Oggi è un altro giorno, ennesima variazione: la Bortone avrà un’unica parte più lunga. Il Paradiso delle Signore può attendere

Serena Bortone

La seconda parte di Oggi è un Altro Giorno, alla fine, non ci sarà. A poche ore dal debutto televisivo, il nuovo programma di Rai1 condotto da Serena Bortone subisce l’ennesima modifica alla propria struttura. Forse la più drastica. La trasmissione non sarà divisa in due parti – come previsto – ma sarà composta da un solo blocco in onda dalle 14 alle 15.55.

A quell’ora, infatti, Serena Bortone cederà il passo alla  soap Il paradiso delle signore, che garantisce alla rete buoni risultati in termini di ascolti, seguita a sua volta dal Tg1 (ore 16.45) e da La Vita in Diretta di Alberto Matano.

Si tratta dell’ennesimo cambiamento – il terzo, per l’esattezza – nel giro di poche settimane per il programma dell’ex conduttrice di Agorà. Inizialmente, infatti, per Oggi è un altro giorno era prevista una (mini) seconda parte in onda dopo il Tg1 di metà pomeriggio e appena prima de La Vita in Diretta. Nei giorni scorsi, poi, l’ulteriore aggiustamento con la Bortone piazzata dopo Il paradiso delle signore (in modo da garantirle il buon traino della soap) e prima del Tg, slittato così dalle 16.30 alle 16.45.

Ora, la nuova rettifica al palinsesto e nessuna seconda parte per il salotto pomeridiano che occuperà lo slot lasciato vacante da Caterina Balivo con Vieni Da Me. Serena Bortone, in definitiva, si allungherà di una decina di minuti nella fascia post prandiale ma non avrà una successiva ripresa. Anche con questo ultimo adeguamento, il Tg1 pomeridiano cambierà di orario: una mossa che, secondo Dagospia, non sarebbe stata affatto gradita dal direttore della testata Giuseppe Carboni.

Per la soap significherà aumentare il periodo di sovrapposizione con Il Segreto e, per le prossime settimane, fronteggiare in pieno l’ultima parte più seguita delle gare ciclistiche proposte da Rai2 (Tour e Giro di Italia). Vita in Diretta dovrà accontentarsi del più debole traino delle previsioni del tempo senza la possibilità di “autotrainarsi” – come avveniva lo scorso anno – nella sfida con Pomeriggio Cinque. Matano, infatti, inizierà il suo programma alle 17.05 mentre Barbara D’Urso darà il benvenuto ai suoi spettatori alle 17.10.



Articoli che potrebbero interessarti


Il Paradiso delle Signore
Rai 1, nella rete del «racconto giornalistico» a brillare è Il Paradiso delle Signore. Le elezioni fermano Bortone e Matano ma non la soap


Serena Bortone
Rai 1, Serena Bortone tra informazione, politica e storie comuni: «Racconterò l’Italia con approccio positivo e empatico. La gente è il mio faro»


bortone serena
L’oroscopo di Oggi è un altro giorno: baciato dai pianeti giusti ma minato da confusione e angoscia


Serena Bortone, Oggi è un altro giorno
Oggi è Un Altro Giorno: per ora un noioso déjà-vu

4 Commenti dei lettori »

1. R101 ha scritto:

6 settembre 2020 alle 13:16

O, forse, era già tutto programmato ma è stato reso noto solo all’ultimo secondo per non dare un vantaggio alla concorrenza! Mi sembra una mossa intelligente ed azzeccata! 😁😁



2. Tristan ha scritto:

6 settembre 2020 alle 15:04

Il pomeriggio di canale 5 è sempre quello con glli stessi orari da anni. Quindi non è questione di saperlo prima e non dirlo.



3. Tristan ha scritto:

6 settembre 2020 alle 15:08

Il pomeriggio di canale 5 è sempre quello da anni compreso gli orari. Quindi non è questione di far sapere questa modifica all’ultimo.



4. Vincenzo Renda ha scritto:

6 settembre 2020 alle 16:30

Beh meglio così…100 minuti di programma…poi una pausa di 40-45 minuti per ritornare poi solo per 15 minuti non aveva senso secondo me.

Al paradiso iniziare 10 minuti dopo non cambia, spesso ormai la balivo sforava e iniziava più tardi e poi come ascolto saliva come prevedibile dalle 16 in poi con uomini e donne che chiudeva.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.