28
maggio

Modern Family, Will & Grace, Homeland e Le Regole del Delitto Perfetto: ecco come finiscono

Viola Davis - Le regole del delitto perfetto

Viola Davis - Le regole del delitto perfetto

Dopo aver intrattenuto i telespettatori di tutto il mondo per diversi anni, Modern Family, Homeland, Will & Grace, Le Regole del Delitto Perfetto sono giunte definitivamente a conclusione, salutando il loro pubblico con dei finali memorabili. Scopriamo quindi che cosa è accaduto nei series finali che in alcuni casi hanno lasciato dei punti in sospeso.

Modern Family: tante partenze nella famiglia Pritchett

Partita su ABC il 23 settembre 2009, la serie ideata da Cristopher Lloyd e Steven Levitan ha raggiunto il suo epilogo l’8 aprile 2020 dopo 250 episodi e 11 stagioni. Nel finale di stagione, Cam (Eric Stonestreet) e Mitchell (Jesse Tyler Ferguson) hanno deciso di trasferirsi in Missouri, cosa che ha consentito a Haley (Sarah Hyland), Dylan (Reid Ewing) e i gemelli di trasferirsi nell’appartamento che i due avevano appena affittato. Alex (Ariel Winter) e Arvin hanno cominciato invece una relazione amorosa e sono partiti insieme alla volta della Svizzera. Luke (Nolan Gould) è stato preso all’università, mentre Manny (Rico Rodriguez) ha deciso di fare un viaggio intorno al mondo.

Infine, Jay (Ed O’Neill) ha accettato di recarsi in Colombia per conoscere la famiglia di Gloria (Sofia Vergara), non senza aver imparato prima lo spagnolo. Phil (Ty Burrel) e Claire (Julie Bowen) si sono così preparati all’inizio di una nuova fase della loro vita, viste le tante partenze. Tutti i membri della famiglia Pritchett, negli ultimi minuti della serie, si sono salutati uno ad uno, stringendosi in un grosso abbraccio. Il finale sarà in onda in Italia il prossimo giovedì.

Will & Grace pronti a crescere insieme i bambini

Con l’episodio 246, trasmesso dalla NBC il 23 aprile 2020 (e arrivato in Italia un mese dopo), anche Will & Grace ha raggiunto il suo epilogo nell’undicesima stagione (la terza dopo il revival del 2017). Nello specifico, la serie si è conclusa con Will (Eric McCormack) e Grace (Debra Messing) in procinto di traslocare e di crescere insieme i due gemelli – di padre ignoto – che la donna aspettava.

Tuttavia, Will ha avuto l’occasione di incontrare nuovamente McCoy (Matt Bomer), ritornato in città per chiedergli di riprendere il loro rapporto dal punto nel quale si era interrotto. Una richiesta che però non ha convinto Will a rinunciare ad andare a vivere con Grace. Quest’ultima, negli ultimi minuti, ha così cominciato ad avvertire le doglie, in seguito ad un falso allarme avvertito quella stessa mattina, ragion per cui si è dovuta recare in ospedale. Pochi attimi dopo, Will è rientrato in casa, in cui era rimasto soltanto il divano, per poter recuperare un quadro ed ha spento le luci (decretando la fine della serie).

Nell’episodio, tra l’altro, c’è stato pure il lieto fine per i due amici storici della coppia: da un lato Karen (Megan Mullally) è ritornata insieme a Stan, mentre Jack (Sean Hayes) è riuscito a debuttare ufficialmente a Broadway grazie ad una sostituzione last minute.

Homeland: Carrie continua a fare la spia

Dopo otto stagioni e 96 episodi, il 26 aprile 2020 i telespettatori americani (il 25 maggio quelli italiani) hanno detto addio anche all’agente Carrie Mathison (Claire Danes). Quest’ultima, dopo aver tradito Saul (Mandy Patinkin) per scoprire il nome della spia infiltrata in Russia – mossa che ha scongiurato di fatto uno scontro tra Stati Uniti e Pakistan – è fuggita in territorio russo con Yevgeny (Costa Ronin). Due anni dopo a Mosca, durante un concerto jazz, Carrie ha approfittato della pausa per andare in bagno e ha scambiato la sua borsetta con quella di un’altra donna.

In America, invece, Saul riceve un pacco inviato al fittizio professor Rainbow, all’interno del quale c’era una copia di un libro scritto da Carrie, dedicato alla figlia, e dall’emblematico titolo: Tyranny of Secrets: Why I Had to Betray My Country. Carrie ha scelto infatti di comunicare con Saul nello stesso modo della spia infiltrata (ora deceduta). Il volto di Saul, che aveva perso ogni fiducia in Carrie, si illumina con un sorriso. Sarà Carrie la nuova infiltrata in Russia per Saul.

Le Regole del Delitto Perfetto: il funerale dell’anziana Annalise Keating

Il 14 maggio 2020, dopo 90 episodi, hanno visto definitivamente la fine anche le storie con protagonista Annalise Keating (Viola Davis), scritte da Shonda Rhimes e che avevano esordito il 25 settembre 2014 sulla ABC. Nell’epilogo della sesta ed ultima stagione, Annalise è stata dichiarata non colpevole per tutti i reati commessi, incominciati dal giorno dell’omicidio del marito Sam (Tom Verica). Al termine del processo, Frank (Charlie Weber) ha dato inizio ad una sparatoria al di fuori del tribunale che ha provocato la sua morte e quella di Bonnie (Liza Weil), colpita accidentalmente.

Grazie ad un salto temporale, i telespettatori hanno poi assistito al funerale dell’anziana Annalise, in cui erano presenti Laurel (Karla Souza), Cristopher, Oliver (Conrad Ricamora) e Connor (Jack Falahee). Da un lato Micaela (Aja Naomi King), diventata un’importante giudice, ha deciso invece di non prendere parte alla cerimonia, dall’altro Nate (Billy Brown) ha costruito un centro di assistenza per le famiglie dei carcerati in onore di suo padre, utilizzando i 20 milioni che gli erano stati consegnati per dare la sua testimonianza in tribunale. Infine altri anni dopo, Christopher Castillo è diventato docente di diritto penale presso la Middleton University, ripercorrendo così le orme del suo mentore.



Articoli che potrebbero interessarti


White Collar
WHITE COLLAR 6: COLPI DI SCENA E UN FINALE “APERTO” NELL’ULTIMO EPISODIO IN PROGRAMMA STASERA NEGLI USA


Aaron Paul_Emmy Awards 2012
EMMY AWARDS 2012 – I VINCITORI: TRIONFO PER HOMELAND, CONFERMA PER MODERN FAMILY


Elite 4
Elite 4: riprese bloccate, caso di Coronavirus sul set


Il Commissario Montalbano
Il Commissario Montalbano e quel finale ‘fetuso’ per la TV (spoiler)

1 Commento dei lettori »

1. Gianmarco ha scritto:

28 maggio 2020 alle 16:20

Il finale descritto da voi per Will & Grace non è quello dell’undicesima stagione conclusasi qualche settimana fa, ma è il finale dell’ottava stagione, andata in onda nel 2006.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.