25
luglio

Miss Italia 2019 verso Rai1

Antonella Clerici

Antonella Clerici

La fumata bianca sarebbe imminente. Dopo il mancato rinnovo da parte di La7, Miss Italia è pronta per (ri)accasarsi su Rai1. Un unico appuntamento finale, previsto per venerdì 6 settembre, che segnerà il ritorno dello storico concorso di bellezza sulla tv pubblica, a sette anni di distanza dall’ultima volta. Lo rivela Dagospia.

A convincere i vertici di Viale Mazzini è la possibilità di celebrare altresì l’ottantesimo anniversario di Miss Italia, vero e proprio fenomeno di costume nella storia del Paese. Mentre le trattative per definire gli ultimi dettagli vanno avanti, si pensa già al conduttore chiamato ad eleggere la più bella tra le belle.

In pole c’è Antonella Clerici. La grande esclusa dai palinsesti Rai potrebbe, dunque, ben presto prendersi la ribalta inaugurando la stagione televisiva e tuffandosi in un’inedita avventura non esente da rischi.

La Clerici raccoglierebbe l’eredità del compianto Fabrizio Frizzi, conduttore dell’ultima edizione targata Rai1 nonchè padrone di casa simbolo della kermesse. All’epoca vinse la siciliana Giusy Buscemi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Patrizia Mirigliani
Miss Italia 2019 in onda il 6 settembre su Rai 1


Antonella Clerici
Antonella Clerici contro la De Santis: «Mi sento sopportata più che supportata. Se su 7 sere non trovi una collocazione per me, significa che non vuoi trovarla»


Antonella Clerici
Clerici fuori dai palinsesti, Presta smentisce la De Santis e conferma che non ci sono programmi. Antonella: «Se non mi sento amata vado altrove»


Alberto Angela
Autunno 2018, il sabato sera di Rai 1 ad Alberto Angela e Antonella Clerici

2 Commenti dei lettori »

1. Joseph ha scritto:

25 luglio 2019 alle 13:09

Contentino last minute per la Clerici?



2. alena ha scritto:

27 luglio 2019 alle 11:19

La Clerici esce dalla porta e rientra dalla finestra grazie a che cosa? Non lo sapremo mai.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.