17
luglio

Andrea Camilleri è morto. Addio al papà del Commissario Montalbano

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

Addio al papà del Commissario Montalbano. E’ morto questa mattina a Roma alle 8.20  Andrea Camilleri. Lo scrittore aveva 93 anni e dallo scorso 17 giugno era ricoverato all’Ospedale Santo Spirito in seguito ad un arresto cardiaco. Le condizioni di salute di Camilleri, indebolito oltre che dall’età anche da un’operazione per la rottura del femore, avvenuta alcuni mesi fa dopo una brutta caduta in casa, erano da subito apparse molto gravi. Appena arrivato nel pronto soccorso dello storico nosocomio romano, in stato di incoscienza, gli era stata praticata la rianimazione cardiorespiratoria che aveva permesso il ripristino dell’attività cardiocircolatoria, e subito dopo predisposto il ricovero nel reparto di rianimazione dove gli era stato dato un supporto respiratorio meccanico unito ad una terapia farmacologica. Supporto e terapia mai sospesi in tutte queste settimane di ricovero. Al momento del malore l’infaticabile Camilleri si stava preparando per esibirsi per la prima volta alle antiche Terme di Caracalla con lo spettacolo Autodifesa di Caino. Lo scorso 30 maggio è invece uscito il suo ultimo libro, Il cuoco dell’Alcyon, con protagonista ancora una volta Montalbano.

Andrea Camilleri – La lunga carriera in Rai

Scrittore, sceneggiatore, regista, e drammaturgo, Andrea Camilleri ha, a partire dalla fine degli anni ‘50, legato il suo nome alla Rai e a numerose produzioni della tv di Stato. Dopo aver esordito negli anni ‘40 come regista teatrale, nel 1957 entra in Rai dove inizia la sua carriera come funzionario radiofonico, arrivando a specializzarsi in fonologia e sperimentazione radiofonica, successivamente diviene delegato alla produzione all’interno del secondo canale televisivo, poi regista ed anche portavoce dell’ufficio censura. Dal 1959 e per tutti gli anni ‘60, si occupa come delegato alla produzione di sceneggiati di grande successo come Le avventure di Laura Storm (1965-1966), con Lauretta Masiero, Il Tenente Sheridan (1967-1968), con protagonista Ubaldo Lay, e Le inchieste del Commissario Maigret (1964-1968, 1972), con Gino Cervi. Nel 1968 cura la regia del teleromanzo Lazarillo, tratto dal romanzo Lazarillo de Tormes. Come regista dirige inoltre, dagli anni ‘60 ai primi anni ‘80, decine di adattamenti di spettacoli teatrali per il piccolo schermo. Per buona parte degli anni’70 è inoltre regista di diversi programmi culturali e inchieste della Rai come Ritratto di Famiglia (1971), Orizzonti Giovani (1971-1973), Sotto Processo (1972), Uomini e scienze (1973), Il teatro contemporaneo e La Grecia Classica.

Come sceneggiatore cura gli adattamenti televisivi di numerosi romanzi, dando vita a sceneggiati come Verso l’Africa, Più fucili che pane, I Giorni della Paura, La mano sugli occhi, Un siciliano in sicilia. Cura inoltre l’adattamento tv delle prime stagioni de Il Commissario Montalbano e Il Giovane Montalbano, ed in tempi più recenti i cortometraggi del ciclo Donne, e i film tv La mossa del cavallo e La stagione della caccia, tutti tratti dai suoi romanzi. Nella sua lunghissima e variegata carriera Camilleri si è anche dilettato come attore, recitando nel 1988 nell’episodio Quel treno da Vienna, della serie Guerra di Spie, mentre nel 2007 nella docu-fiction Scacco al Re – La Cattura di Provenzano, è la voce di Bernardo Provenzano nella lettura dei “pizzini”. Sono centinaia dagli anni’ 60 ai primi anni ‘90 le regie, le sceneggiature di romanzi, e le partecipazioni come autore e conduttore di trasmissioni radiofoniche.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Luca Zingaretti e Andrea Camilleri
Luca Zingaretti piange Andrea Camilleri: «Ho sperato fino all’ultimo che aprissi gli occhi. Mi lasci con un senso incolmabile di vuoto»


Alberto Sironi
E’ morto Alberto Sironi, il regista de Il commissario Montalbano


Luca Zingaretti (da Instragram)
Il Commissario Montalbano: terminate tra «felicità e tanta tristezza» le riprese dei nuovi film


Luca Zingaretti e Andrea Camilleri
Il Commissario Montalbano: quale futuro per la serie tv con Luca Zingaretti?

3 Commenti dei lettori »

1. Ale ha scritto:

17 luglio 2019 alle 10:49

Ora da stasera quante repliche di Montalbano dobbiamo sorbirci in memory of Camilleri??



2. primus ha scritto:

17 luglio 2019 alle 11:49

mi sembra il minimo omaggio per uno scrittore lucidissimo,sensibile ed intelligente fno alla fine.



3. gregg ha scritto:

17 luglio 2019 alle 13:43

Ale e pure se fosse che problema c’è? Comunque niente replica di Montalbano, ma andrà in onda lo spettacolo Conversazione su Tiresia



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.