24
settembre

Fuori dal Coro: Mario Giordano torna a ‘cantare’ su Rete4. Ma col contraddittorio di Luisella Costamagna

Mario Giordano

Nella nuova Rete4 c’è posto anche per Mario Giordano. Il giornalista, che correva il rischio di rimanere ‘afono’ dopo l’adeguamento editoriale impresso ai programmi politici del canale, da stasera farà di nuovo sentire la propria voce Fuori dal Coro. Si intitola così, infatti, la striscia quotidiana dedicata all’attualità che l’editorialista condurrà dalle 19.35.

Giordano racconterà le notizie della giornatain modo diverso, con un punto di vista particolare, con lo sguardo vicino a voi“, come dice lui stesso in un promo, riferendosi al pubblico. Anche i telespettatori avranno la possibilità di dire la loro attraverso i social.

Ideatore di alcuni programmi populisti – o cosiddetti tali – che oggi non trovano più spazio nella nuova Rete4 (Quinta Colonna e Dalla Vostra Parte), Giordano ha comunque ottenuto una propria finestra quotidiana dopo il Tg4 serale, in una fascia televisivamente affollata e non certo facile da presidiare. Attenzione, però: l’ex ‘Alieno’ di Italia1 non sarà solo nello studio di Fuori dal Coro.

Al programma, infatti, prenderà parte anche la giornalista Luisella Costamagna, che – assieme ad alcuni protagonisti della giornata – farà da contraltare alle provocatorie opinioni del collega, il quale nei mesi scorsi si era dimesso dalla direzione del Tg4 per poi assumere la carica di Direttore Strategie e Sviluppo dell’informazione Mediaset, nell’ambito della Direzione Generale Informazione.



Articoli che potrebbero interessarti


Mario Giordano - Fuori dal Coro
Fuori dal Coro guadagna la prima serata


Fuori dal Coro, Giordano vs Costamagna
Fuori dal Coro: Giordano litiga con la Costamagna e le chiude il collegamento. Lei chiede invano le scuse – Video


Mario Giordano, Fuori dal Coro
Sgarbi offende Giordano: «Rincoglionito, castrato di mer*a». Il giornalista replica: «E’ ossessionato, intelligenza bruciata»


Fuori dal Coro Mario Giordano
«Fuori dal Coro» c’è rimasto Mario Giordano, l’ultimo dei ‘populisti’

19 Commenti dei lettori »

1. Ugo Bernasconi ha scritto:

24 settembre 2018 alle 19:57

Buonasera Dr Giordano
la seguo da sempre, ma questa sera ho dovuto cambiare canale per non stare male.
Mi perdoni ma la trasmissione era scandalosa.
Un caro saluto



2. Marco Urli ha scritto:

25 settembre 2018 alle 00:23

Non si sentiva proprio la mancanza di altra spazzatura telegiornalistica dell’Alieno dalla voce sgradevole nonchè ex nipotino di Lerner. E che dire della scenografia finto-kubrickiana! E di Luisella che negli anni la abbiamo vista zompare con naturalezza dal tribuno Santoro alla conduzione del telegiornale (?) Studio Aperto e perfino presentatrice dallo sguardo truce su Agon Channel!



3. Marco Cappuccini ha scritto:

25 settembre 2018 alle 12:41

Pienamente d´accordo con il commento di Marco Urli.
Giordano ha davvero una voce insopportabilmente cacofonica e la Costamagna è passata con troppa disinvoltura da una esperienza all´altra troppo distanti tra loro.



4. massimo ha scritto:

25 settembre 2018 alle 20:28

Buonasera sig Giordano , le scrivo perchè spero che ne parli in trasmissione fuori dal coro In riferimento al ponte di Genova crollato NON HO ANCORA SENTITO PARLARE DELLE 2000 TONNELLATE DI BLOCCHI DI CEMENTO CHE SONO STATI MESSI NEGLI ULTIMI ANNI SUL PONTE SI CHIAMANO NEW JERSEY .
QUESTI BLOCCHI ANNO CONTRIBUITO ALLA CADUTA DEL PONTE PROPRIO PERCHè MESSI ANCHE NELLA PARTE CROLLATA
CORDIALI SALUTI



5. bartolo ha scritto:

28 settembre 2018 alle 20:42

questa sera:i magistrati rispettano le leggi; esistono magistrati che emettono sentenze volontariamente di parte violando leggi e codice deontologico sia in primo grado che in secondo grado, per non parlare dei giudici di cassazione”faro della magistratura italiana” che proteggendo i propri colleghi per le cazzate scritte in sentenza e per proteggere anche poteri forti quali medici, oaspedali ed assicurazioni emettono volontariamente sentenze ambigue e di parte, aggrappandosi sugli specchi consapevoli che tanto nessuno li può ne li vuole smascherare e sinceramente vergognoso. Nonostante molteplici segnalazioni “procura,varie istituzioni e persino il capo dello Stato” nessuno ti rende udienza,mettendo, tutti, la testa sotto la sabbia come gli struzzi.Ci vuole una bella faccia di….per parlare contro la corruzione e la malavita quando si ha la coscienza come “Ponzio Pilato” i miei complimenti per la trasmissione se veramente farà sentire quella voce che nessuno vuole ascoltare perchè da fastidio. personalmente posso dimostrare tutte le accuse suddette distinti saluti e sempre a disposizione.



6. Marino ha scritto:

14 ottobre 2018 alle 10:39

Ma noi come ce la caviamo? Noi che amiamo l’Italia e non rinunciamo a vivere da italiani veri a casa nostra per assicurare un futuro migliore ai nostri figli e nipoti, noi non ci rassegniamo. Dobbiamo riscattare convintamente, con determinazione e urgenza la nostra sovranità monetaria, legislativa, giudiziaria e nazionale. L’Italia è costretta al suicidio dal momento che le imprese muoiono perché creditrici non debitrici, in un contesto in cui il principale debitore insolvente è lo Stato. La verità è che non abbiamo letteralmente i soldi. Siamo come uno straordinario parco di Ferrari che potrebbero vincere tutti i Gran Premi del mondo ma siamo costretti a non gareggiare perché manca la benzina. E’ fondamentale che gli italiani sappiano che la ricchezza non è insita nella moneta bensì nella disponibilità e nella capacità di produrre beni e servizi. Abbiamo conferito la prerogativa di emettere la moneta ad una società per azioni privata di diritto pubblico, la Banca Centrale Europea, il cui statuto la vincola a salvaguardare la stabilità dell’euro e a interagire esclusivamente con le banche. L’Italia è vittima del signoraggio bancario, è costretta a indebitarsi perché deve emettere titoli di Stato a debito per disporre della moneta ed è condannata a morire per debiti perché contrae forzosamente nuovi debiti per ripianare i debiti pregressi. E il colpo di grazia ci viene impartito dai trattati europei noti come Fiscal Compact, Mes, Patto di stabilità, nonché dall’inserimento nella Costituzione dell’obbligo del pareggio di bilancio.



7. Claudio Capo ha scritto:

31 ottobre 2018 alle 21:43

Per cortesia non sono riuscito in nessun modo a connettermi con Mario Giordano. Si tratta di trasmettergli informazioni importantissime. Per favore fatemi contattare o al cell 338.2990341 oppure sulla e-mail capo.claudio@libero.it grazie



8. Agostino ha scritto:

2 novembre 2018 alle 18:22

Giordano, se non fosse per Lei, la TV sarebbe esclusivamente gestita da piddini e berluschini. Grazie per la sua trasmissione, e ignori le critiche idiote del Bernasconi e degli altri troll, la sua trasmissione è molto più seguita di quella di palombelli e di greco.



9. Piero ha scritto:

4 gennaio 2019 alle 17:17

Ma che fine ha fatto la trasmissione? Qualcuno ne sa qualcosa? Spero che non l’abbiano censurata, era l’unica fonte informativa che non propinava la solita minestra dei vari tg nazionali.



10. ANTONIETTA GOLLIN ha scritto:

10 gennaio 2019 alle 19:46

perchè non c’è più la trasmissione di Giordano “Fuori dal coro”? era troppo fuori dal coro e dava fastidio? ci tocca sentire sempre le solite voci cge vogliono farci sentire solo quello che vogliono loro? Solo da “fuori dal coro” si potevano sentire un pò di verità



11. giovanni ha scritto:

27 gennaio 2019 alle 08:35

nell’ultima puntata e’ stata data notizia che a milano,2 gemelli nn possono essere giudicati per reati vari,perche’ identici sia fisicamente che fisionamente e per di piu’ con lo stesso dna.la cosa mi ha lasciato esterefatto,in quanto,il colonello Garofalo,in una trasmissione aveva asserito che il dna ,e’ una prova regina,Ebbene,la storia dei due gemelli nn imputabili perche’portatori dello stesso dna,dice il contrario,il dna puo’ essere ,in rarissimi casi identico,se si e’ gemelli.Se nn vado errato,Mauro bossetti,e’ stato condannato x il suo dna trovato sui vestiti delle povera piccola Gambirasio.io sono un forte sostenitore del diritto alla propria liberta’e dignita della persona.Dopo questa notizia,ritengo opportuno chiedere una revisione del processo,e e accertarsi che nn vi siano gemelli “nscosti” con lo stesso dna di mauro bosseti



12. Arsenio ha scritto:

28 gennaio 2019 alle 09:58

Ci ricordiamo tutti di famiglia Balotelli. Questa famiglia merita tutto il nostro rispetto. Ha adottato un bambino straniero, gli ha dato il suo cognome e l’ha accompagnato fino alla sua maggiore età. E tutto questo in silenzio, e alle proprie spese. Ci si aspetterebbe lo stesso “exploit” dai nostri altri concittadini chi se la sentono. E questo sarà davvero giusto.
E se la benestante Boldrini e anche Fratoiani e Cuperlo avessero fatto un gesto veramente umanitario, e avrebbero adottato un immigrante ciascuno? I loro redditi lo permettono di farlo. Sarà davvero umano. Sarà umano se daranno i loro cognomi alle persone adottate. E scopriranno il prezzo reale di quanto costa mantenere una persona ed inserirla nella società.
È facile mettere il cosiddetto umanismo sulle spale dei poveri.
O forse abbiamo già dimenticato che il nostro debito pubblico (in constante crescita!) è di duemilla miliardi di euro? Olanda e Germania non hanno un tale debito. Che si prendano loro cura di questi 47 poveracci!!!
Se non lo faranno – e tutto ipocrisia! Diamo il vero nome alle cose!



13. Edoardo Scaglione ha scritto:

14 marzo 2019 alle 20:00

Carissimo Direttore ,io vorrei solo dirle che la Fornero e Monti non potevano promulgare leggi ,PERCHE’ QUANDO LO HANNO FATTO ESSI NON ERANO NEANCHE PARLAMENTARI ELETTI DAL POPOLO ,UN RINGRAZIAMENTO A NAPOLITANO “IL PREMIO NOBEL DOVREBBERO DARGLI, SI ALLA S…..” E AL NOSTRO PARLAMENTO PER AVER AVALLATO LE LORO LEGGI INSULSE.

MI RISENTIRA MOLTO PRESTO ,CORDIALMENTE LA SALUTO ,ITOM



14. pierangelo ha scritto:

5 aprile 2019 alle 19:21

gentilissimo dott. giordano
scrivo in merito ai fatti accaduti a torino. lo straniero italianizzato che ha sgozzato il ragazzo che sorrideva. dato che io lavoro nel settore dell’immigrazione ( forze dell’ordine ) conosco bene il problema. Quante volte ho segnato delle persone alla procura e segnalando la particolare pericolosità sociale chiedendo l’applicazione di misure cautelari per evitare il peggio ….la procura nulla di nulla- tutto deludente



15. ester maria zecchini ha scritto:

15 aprile 2019 alle 11:42

Gentile dott. Giordano
Avrei bisogno di una mail per inviarle i documenti relativi ad un contratto, non richiesto, fattomi, a mia insaputa, da eni gas e luce.
Se io non avessi letto la documentazione con numero di contratto, se io non fossi stata in grado rintracciare la difficile strada per disdire il contratto, mi sarei ritrovata, il mese successivo, con un diverso e più caro fornitore del gas. E’ inaudito questo comportamento truffaldino di una grande e rinomata azienda italiana. Quanti anziani saranno truffati allo stesso modo?



16. roberto ha scritto:

17 aprile 2019 alle 21:52

vai alla grande !! continua cosi , martella di più sulla giustizia , magari ci fosse la sig G.Buongiorno. ciao



17. Francesco Carlo BIANCA ha scritto:

27 aprile 2019 alle 15:38

Le sue “intemerate” nel quotidiano “Fuori dal Coro” sono encomiabili. Molto utile la gogna per le prebende accumulate dai politicanti carrieristi. Ho calcolato che magnano a sbafo sulla pelle dei contribuenti non meno di tre milioni di addetti alla politica; tale stato di cose rende del tutto impossibile eliminare o quanto meno ridurre il debito pubblico. A tali personaggi, che in mala fede sostengono di aver diritto ai privilegi che si sono auto attribuiti, bisogna ricordare che nell’esercizio della Sovranità delegata dagli elettori ai membri dei Consessi politici ed amministrativi è sempre mancato il concorso, qualificato sul piano culturale e morale, di cittadini estranei alla militanza nei Partiti. Tale situazione ha impedito ed impedisce il controllo di merito, sostanziale, della conformità degli atti normativi, legislativi e regolamentari, alla volontà della Comunità Nazionale fin dal momento della loro ideazione e formazione; e un serio controllo di opportunità che risalta in modo ancor più eclatante in quegli atti che hanno per oggetto il loro trattamento economico e previdenziale, con connessi privilegi, spesso deliberati in sedute notturne, furtim, direbbero i nostri Padri. Atti, quindi, di natura “autoreferenziale”, rivestite di apparente legalità ed in conclamato conflitto con la Volontà Popolare. In definitiva, per i motivi sopra delineati, una così sfacciata illiceità, reclama la loro immediata dichiarazione di nullità o, quanto meno, di annullabilità per il danno, materiale e morale, arrecato alla Comunità Nazionale (damnun iniuria datum), con conseguente obbligo di restituzione delle somme intascate.
Francesco Carlo BIANCA



18. eduardo d'addona ha scritto:

9 maggio 2019 alle 11:00

Gentile Giordano
mi rivolgo a lei perché è l’unica persona che può parlare di questo argomento, che nessuno ha mai trattato!!, soprattutto perché ci rimettono la vita gli ospiti quando sono nel pieno rilassamento, cioè le vacanze nelle strutture alberghiere!!, guarda ultimo caso Trento 2018, che nessuno porta mai alla luce. lei andrebbe in un hotel sapendo che ci potrebbe essere la legionella?, ATTENZIONE a queste parole, (l’infezione legionella rientra nei parametri di legge, ed è controllata dagli stessi albergatori ), lo sa cosa vuol dire? Che se l’infezione rientra in un certo parametro stanno tranquilli. ma questa infezione può in qualsiasi momento eccedere da quel parametro è moltiplicarsi per migliaia di volte, e l’albergatore non si accorge immediatamente, e quindi l’ospite e il personale e a rischio a sua insaputa. questa infezione a fatto la sua comparsa per la prima volta nel lontano 1976, in America, purtroppo ad oggi nessuno ha cercato di sconfiggere. È presente nella maggior parte delle strutture, cliniche e ospedali. Il messaggio che voglio fare arrivare è di vitale importanza, sono un cittadino Italiano che vuole far conoscere al mondo che gli Italiani come sempre hanno una marcia inventiva in più, questa è una scoperta da ricercatori ma io pur essendo un normale cittadino con la mia tenacia e continua ricerca in dieci anni ho scoperto come prevenire ed eliminare questa infezione, con sistemi a processo totalmente ecologico. Dimostrabile e certificato, ma non da un ente privato discutibile. Vediamo se chi deve capire mi darà ascolto. Un saluto buon lavoro Giordano.



19. michele bonerba ha scritto:

14 maggio 2019 alle 20:35

Faccio notare che nonostante la mia segnalazione alle varie televisioni da oltre 3 anni continuo a vedere ignorata la norma Europea sulle misure legali (vedi Internet) Il simbolo del chilometro và scritto in lettera minuscola.Ma i giornalisti sportivi, titolisti teleevisi, vii, tabelloni luminosi Anas, ingegneri Anas, ferrovie, pubbicisti, tipograf, prezzari la ignorano sistematicamente. Al giro d’Italia addirittura cosi KM-Km nel dare indicazioni sul percorso nello stesso servizio . Dia un’occhiata ai cartelli stradali



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.