4
luglio

In Onda, Vittorio Feltri sbotta e se ne va: «Vaffancul0, caro Parenzo!» – Video

Vittorio Feltri

Il «vaffa» lo si è udito forte e chiaro. Perentorio e fragoroso. lo ha indirizzato ieri sera al giornalista David Parenzo, che a In onda – il programma di La7 condotto con Luca Telese – aveva osato interromperlo in diretta. Il direttore di Libero, perdendo la pazienza, ha inveito contro il conduttore ed ha abbandonato il collegamento.

Nel dibattito su La7 si parlava di immigrazione, quando Parenzo ha interrotto Feltri e obiettato ad una sua affermazione sui profughi. “Pisciano nelle aiuole e ci incazziamo” aveva detto il giornalista ed il collega aveva chiosato: “anche gli italiani, però“.

Per favore, vorrei non essere interrotto. Stattene zitto, Parenzo! Parla dopo che ho parlato io. Se mi fai una domanda io rispondo, se non vuoi che io risponda me ne vado subito a casa a dormire, che è più piacevole che parlare con te

ha sbottato Feltri, infastidito da quella interruzione. All’udire un ulteriore commento pronunciato dal conduttore di La7, però, il direttore di Libero ha perso le staffe:

Vaffancul0, caro Parenzo!

ha esclamato, abbandonando il collegamento con In Onda e lasciando gli stessi Parenzo e Telese al palo, con un ospite in meno.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Vittorio Feltri, In Onda
In Onda, Vittorio Feltri scatenato: «Io me ne frego dei migranti, me ne sbatto proprio» – Video


In Onda, Vittorio Feltri vs Gennaro Migliore
IN ONDA, VITTORIO FELTRI SI INFURIA: SIETE TESTE DI CA**O! (VIDEO). RISSA IN DIRETTA COL DEPUTATO PD


In Onda, Luca Telese
La7 va «In Onda» senza contraddittorio. Era questo il pluralismo vantato da Urbano Cairo?


David Parenzo, Luca Telese
In Onda: Parenzo e Telese raccontano l’estate politica su La7. «Porte aperte al premier Conte»

13 Commenti dei lettori »

1. Sabato ha scritto:

4 luglio 2018 alle 14:09

Diciamo che Feltri ha voluto trovare un pretesto per accorciare il suo impegno con la trasmissione ed andare “a casa a dormire” il prima possibile… evidentemente, a 75 anni suonati, è quella la sua dimensione più congeniale.
Feltri stava parlando da esattamente un minuto e mezzo (un monologo di un minuto e mezzo viene concesso davvero raramente nei talk) e l’intervento del conduttore Parenzo lo ha “chiamato” Feltri stesso con la sua “boutade”, quindi faccia poco il risentito.
Penso che piuttosto avrebbero dovuto risentirsi i telespettatori, quando Feltri ha ammesso candidamente di ignorare i motivi per i quali gli africani partono. Questa cosa è alquanto grave: un giornalista dovrebbe essere informato, altrimenti su che basi interviene su un argomento in TV e nelle colonne del suo giornale? Pregiudizi? Convenienza politica? Boh?!
In ogni caso, con l’abbandono in diretta di Feltri, In Onda non ha perso nulla: Feltri è un ospite di cui, da ormai parecchio tempo, possiamo fare tranquillamente a meno. Bollito è un eufemismo.



2. Sabato ha scritto:

4 luglio 2018 alle 14:13

A proposito di abbandoni in diretta, vorrei segnalare quello – decisamente più interessante – di Oliviero Toscani (visto anche a In Onda insieme a Feltri). Pochi giorni fa, il famoso fotografo è stato invitato ad Unomattina Estate per commentare un suo scatto che ritrae un bambino annegato in un naufragio avvenuto al largo della Libia. I conduttori del programma, Valentina Bisti e Massimiliano Ossini, ovviamente su indicazione della rete, si sono rifiutati di mostrare in diretta lo scatto in oggetto perché troppo duro per la fascia protetta: a quel punto, Toscani ha lasciato il collegamento, accusando i conduttori (ed i giornalisti in generale) di essere ipocriti. Questo benservito è decisamente più interessante della sceneggiatina di Feltri, in quanto suggerisce alcune riflessioni sulla qualità dell’informazione: capisco la fascia protetta, ma perché è possibile parlare di bambini morti, mentre non lo è mostrarne una foto? In parte, comprendo lo sdegno di Toscani e condivido l’accusa di ipocrisia.



3. Giorgio_bg ha scritto:

4 luglio 2018 alle 15:57

Pessimo giornalista …. è sempre in tv per pubblicizzare il suo giornale che nessuno si fila ….
Se ne esce sempre con polemiche e liti solo per attirare l’attenzione …. ma che se ne vada in pensione !



4. Sanjuro ha scritto:

4 luglio 2018 alle 17:08

Povero vecchio incontinente.
La professionalità se l’è già giocata da quasi vent’anni, ma ultimamente sembra essersi giocato pure i freni inibitori.
Non mi sorprenderebbe sapere che si caga addosso una notte sì e l’altra no.



5. Kikuchiyo ha scritto:

4 luglio 2018 alle 17:09

Povero vecchio incontinente.
La professionalità se l’è già giocata da quasi vent’anni, ma ultimamente sembra essersi giocato pure i freni inibitori.
Non mi sorprenderebbe sapere che si caga addosso una notte sì e l’altra no.



6. Nina ha scritto:

4 luglio 2018 alle 18:47

Come sempre Feltri è un grande. (Parenzo lo mandano tutti…) Oliviero Toscani invece è un vero poveretto. Pensate che ha usato i poveri africani sui barconi e la ONG che li trasportava gli ha intimato di non strumentalizzare. Che figura dimmmm….

PS: Sabato perfavore bollita sei tu, che nemmeno capisci ciò dice Feltri e ti soffermi su “non so perchè gli africani partano…” E’ ovvio che è parte di un discorso più ampio.



7. Luca ha scritto:

4 luglio 2018 alle 20:11

Grande Feltri
Che non le manda mai a dire,sempre indipendente e autonomo da tutto e da tutti
Uno dei pochi seri e onesti
Al contrario del Parenzo venduto alla sinistra per 30 denari e qualche programma all’anno



8. Sabato ha scritto:

5 luglio 2018 alle 09:01

Luca, io non condivido ma mi sforzo di comprendere e rispettare le opinioni altrui, compresa la tua, positiva, su Feltri. Ma “Feltri serio” non si può proprio sentire: è totalmente incapace di affrontare un argomento con serietà e senso di responsabilità, si limita a provocare e a ripetere luoghi comuni, il tutto con un atteggiamento strafottente e svogliato ed un linguaggio volgare ed offensivo. Ogni occasione è buona, per lui, per dimostrare la sua totale inadeguatezza al ruolo che, ormai, non è più in grado di ricoprire. Stia pure nel suo lettuccio!



9. Nina ha scritto:

5 luglio 2018 alle 10:22

Sabato i tuoi sforzi sono evidentemente inutili. Infatti non si può sentire dire che Feltri usa “luoghi comuni” e dall’altra parte incensare uno come Toscani che fa leva sul pietismo più spicciolo, usando immagini a suo totale vantaggio senza la minima empatia nei confronti di chi soffre. E’ evidente che il linguaggio intellettualmente raffinato (pur con molte ruvidezze e anche volgarità), con ragionamenti che vanno aldilà dei tuoi schemi mentali frutto di ideologia, non fa per te. Ti consiglio di girare canale quando lo vedi, perchè vedi, ti devi rassegnare, lui continuerà a partecipare a tante, tante, tante trasmissioni.



10. Sabato ha scritto:

5 luglio 2018 alle 10:39

Nina, anche in questo caso ti dimostri incapace di capire: io non ho mai incensato Toscani, che in altre occasioni mi ha parecchio infastidito, ho solo fatto notare gli spunti di riflessione sull’ipocrisia dell’informazione che il suo benservito ad Unomattina ha offerto. Feltri, come al solito, si è limitato a mettere in piedi una sceneggiatina patetica e volgare. C’è modo e modo anche di abbandonare una diretta: c’è chi lo fa perché vuole andare a dormire, provato dal suo lavoro dietro una scrivania (mica in miniera!), e chi lo fa perché trova ipocrita la censura di una foto cruda ma “vera”.
Detto questo, ribadisco per la centesima volta di non aver piacere di confrontarmi con te: ti invito pertanto ad esprimere liberamente il tuo pensiero, interagendo con chi ne abbia il piacere, ma evitando di chiamarmi continuamente ed ossessivamente in causa. Facci caso: commenti solo e soltanto “in antitesi” al sottoscritto, citandomi in continuazione, nonostante io ti ignori da mesi. Gli altri utenti sono forse trasparenti? Interagisci con altri! O semplicemente scrivi il tuo punto di vista, ammesso tu ne abbia uno, senza per forza esprimerlo in contrapposizione al mio!



11. Nina ha scritto:

5 luglio 2018 alle 11:37

Vabbè capisci tu, al posto mio. Ma per piacere. Tu hai parlato di “famoso fotografo” quando potevi dire semplicemente Oliviero Toscani, sappiamo tutti chi è purtroppo. Tu hai voluto sottolineare questa cosa bollandola come “abbandono molto interessante”, quindi di che stai parlando. Per il resto non mi interessa, quando scrivi cose su cui non sono d’accordo continuerò ad “esprimere liberamente il mio parere contrario al tuo”. Tu fai un po’ quello che ti pare. Au revoir, Sabato.



12. daniel ha scritto:

6 luglio 2018 alle 09:50

Ti sta bene. Sempre a interrompere le persone,perbuonista del cavolo. Se inizi un discorso fallo finire per dio



13. Sanjuro ha scritto:

6 luglio 2018 alle 23:08

Ma esattamente, per chi è ossessionato da questo termine e lo usa a sproposito settanta volte al giorno, l’antitesi di “buonista” quale sarebbe?
“Cattivista”?
Pezzodimmerda?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.