21
giugno

Mara Venier saluta Tú sí que vales: «Mi mancherete»

Mara Venier

Mara Venier

Dalla prossima stagione tv 2018/2019 Mara Venier sarà di nuovo un volto della Rai, alla guida della trasmissione che le ha dato, di fatto, la patente di conduttrice: Domenica In. Giocoforza, la signora Carraro sveste i panni di opinionista a Mediaset, in particolare quelli di giurata a Tú sí que vales.

Dopo aver preso parte a tutte le edizioni del talent di Canale 5, dalla prima (quando è diventata fissa in corso d’opera) del 2014 all’ultima dello scorso anno, in rappresentanza della giuria popolare, la Venier saluta il programma che, insieme all’Isola dei Famosi, l’ha tenuta in video negli ultimi anni:

“Mi mancherete amici miei…..ma tanto……grazie a tutto il gruppo meraviglioso di “tu si que vales”"

ha scritto Mara su Instagram, ringraziando Maria De Filippi e tutta la squadra di Tú sí que vales (cita, in particolare, anche gli altri giurati Rudy Zerbi, Gerry Scotti e Teo Mammucari, la conduttrice Belen Rodriguez, l’autrice Barbara Cappi e la produttrice Sabina Gregoretti di Fascino).

Ora il ritorno a Domenica In, ufficializzato dal direttore di Rai 1 Angelo Teodoli, che ha definito la Venier perfetta per il contenitore domenicale della rete perché “una figura calda, più vicina al pubblico del primo canale”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mara Venier - Domenica In
Domenica In: Mara Venier ‘abbraccia’ la Rai (e Giletti!) e canta gli «Amori della zia»


Mara Venier
Domenica In: Mara Venier apre con un’«arena» sul caso Argento. Ecco gli ospiti


Mara Venier e Gianni Boncompagni in Domenica In...Maramao (2005)
Le Domeniche In…dimenticabili di Mara Venier/2


Mara Venier a Domenica In 1996
Le Domeniche In…dimenticabili di Mara Venier/1

14 Commenti dei lettori »

1. Portatore-Sano ha scritto:

21 giugno 2018 alle 11:29

Ricordiamo per chi ha la memoria corta che la Venier è già stata due anni fa a Domenica In e le ha perse tutte contro DONNA CARMELA. E la rai che fa , richiama lei. MOOLTO BENE (Cit.)

Donna Carmela ha (ab)battuto nei vari anni : Cuccarini, Baudo , Parodi, Venier , Perego, Sottile-Costanzo. Insomma tutti i competitors.



2. Giovanni ha scritto:

21 giugno 2018 alle 11:47

Bel gesto, brava!



3. aleimpe ha scritto:

21 giugno 2018 alle 11:50

Al suo posto arriva Lorella Cuccarini ?



4. mauro ha scritto:

21 giugno 2018 alle 12:41

dovrebbero chiamare Cristina Chiabotto ……. !!!!!!
…… scusate ma mi mancava il ragazzo che chiedeva sempre se la Chiabotto a Sanremo, sapete dove è finito mi manca



5. Sabato ha scritto:

21 giugno 2018 alle 13:03

Portatore Sano, quante inesattezze! L’ultima Domenica In condotta dalla Venier risale alla stagione 2013-2014 e totalizzò 2,4 milioni ed il 15% di share, contro la seconda edizione di Domenica Live che fece 2,5 milioni e il 15,4%. Fu praticamente un pareggio. E’ dalle stagioni successive che il divario si è ampliato a favore della domenica di Canale5, in particolare dalla stagione 2016-2017, quando Domenica In è crollata al 12% mentre Domenica Live è schizzata al 18. Quest’anno il divario è aumentato di ulteriori 2 punti. Alla Venier spetta una grande impresa di recupero del pubblico perso negli ultimi anni.



6. ANDREA ha scritto:

21 giugno 2018 alle 13:37

E’ una grossa perdita per MEDIASET e per TU SI QUE VALES, vedendo i programmi del palinsesto autunnale RAI sono molto deboli, auguro pero a MARA, che adoro, di battere la D’URSO e la sua vergognosa DOMENICA LIVE (sono mediasettaro convinto la RAI mi fa pena e mi tocca pure pagarla ma la D’URSO non la reggo).
Spero solo per MARA che proponga una bella DOMENICA IN perche l’ultima da lei condotta nel 2013 non era affatto bella.



7. selene ha scritto:

21 giugno 2018 alle 15:43

Non vorrei entrare nel privato di questa donnabandieruola
anche se questa volta tocca farlo per spiegare alcune cose.
Sembra che abbia abboccato ( all’amo perfetto ) tirato in mare dal quartetto TEODOLI,CLERICI,PRESTA,VENTURA.
QUANDO ANCORA NON ERA UFFICIALE CHE SIMONA ERA RIENTRATA NEL GRUPPO PRESTA,DETTAGLIO NON DI POCO CONTO,CHE POTEVA FAR VENIRE DEI SOSPETTI,ANCHE ALLA VENIER,CHE DI TV E DINTORNI,NON NE HA MAI CAPITO UNA BENEAMATA MAZZA.
E’ stato molto facile far credere alla sudetta,che SIMONA VENTURA
fosse il lizza per tornare in rai,proprio alla sua cara domenica in, ipotesi avvalorata nel periodo “grandi rumors” dall’ospitata di Simona,al nuovo talent per ragazzi condotto dalla Clerici…e il gioco si è compiuto…
non ci ha visto più,ed ha accettato una proposta che le costerà cara CARISSIMA.
Signori siamo avanti all’addio definitivo “alle scene” della venier, entro due stagioni; addio che ovviamente venderà
…come fa da dieci anni…
per voluto,in realtà,sarà davvero PIU BUIO DELLA NOTTE.
vorrei dire altro ma meglio che mi fermi qui.

FONTICERTE.COM



8. Luca ha scritto:

21 giugno 2018 alle 15:58

@ mauro
giorni fa il ragazzo in questione si è suicidato perchè la Chiabotto non condurrà Sanremo nè i il prossimo anno nè MAI
e la Chiabotto è andata al suo funerale
:)



9. ANGELO ha scritto:

21 giugno 2018 alle 16:51

FINALMENTE TORNA IN RAI!



10. PAOLO76 ha scritto:

21 giugno 2018 alle 19:31

Ma non sono così convinto che la Venier uscirà sconfitta dalla sfida con barbara D’urso….Secondo me il ritorno in rai e tutto il clamore relativo ridurrà sensibilmente la distanza tra i 2 contenitori…. Spero che la qualità dei contenuti migliori per entrambi…



11. mauro ha scritto:

21 giugno 2018 alle 22:09

@ luca
scusami se mi permetto, so benissimo che si scherza, però lasciamo da parte frasi tipo suicidio o cose varie, sono parole che oggi come oggi possono sembrare inopportune, anche se usate bonariamente, detto ciò tornando al discorso dell’articolo, purtroppo la vedo dura per la venier, barbara d’urso in quella fascia oraria la domenica domina da ormai tanto tempo che ha una platea di fedelissimi spettatori che difficilmente cambierà abitudini e programmi.



12. Patrick ha scritto:

22 giugno 2018 alle 03:51

Nessuno ricorda gli ascolti tiepidissimi della Domenica In della Venier di pochi anni fa, evidentemente. Non siamo più negli anni ‘90, ve lo ricordo. Ora su Canale 5 c’è Domenica Live, prima no. E quella è una corazzata senza fine.

Grandi scelte in Rai quest’anno eh. Manca solo il ritorno di Insinna per farla completa… ah no, lo fanno ritornare davvero. Dei veri geni.



13. Sabato ha scritto:

22 giugno 2018 alle 13:56

Patrick, io i dati li ricordo e li ho anche riportati sopra: l’ultima Domenica In condotta dalla Venier risale (stagione 2013-2014) totalizzò 2,4 milioni ed il 15% di share, contro la seconda edizione di Domenica Live che fece 2,5 milioni e il 15,4%. Fu quindi un sostanziale pareggio. E’ dalle stagioni successive che il divario si è ampliato a favore della domenica di Canale5, in particolare dalla stagione 2016-2017 (Baudo), quando Domenica In è crollata al 12% mentre Domenica Live è schizzata al 18%. Quest’anno il divario è ulteriormente aumentato: Parodi all’11% e D’Urso al 19%.
Non penso che la Venier abbia grandi chance. Sono molto curioso di vedere cosa faranno Rai1 e la Venier per recuperare pubblico e soprattutto cosa si inventerà la D’Urso per non cederne (ho quasi paura).



14. Patrick ha scritto:

22 giugno 2018 alle 14:44

Sabato: certo mi ricordo, ma Domenica Live ha consolidato il successo negli anni seguenti, ora è davvero una corazzata che non si può scalfire, a meno di un format davvero fortissimo e che non vada a copiare quello che c’è già di là, sennò è inutile anche provarci.

Aggiungo a tutto ciò l’aver fatto un contratto alla Parodi per un altro anno di Domenica In… chiunque sarebbe stato sostituito per la vergogna, ma evidentemente anche lei ha qualche santo in paradiso che la rende intoccabile.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.