13
giugno

Serie A 2018/21: diritti TV assegnati a Sky e Perform

Sky

Sky

Ora è ufficiale: i diritti tv della Serie A di calcio sono stati assegnati a Sky e Perform per le prossime tre stagioni, dal 2018 al 2021.

I due broadcaster si sono assicurati i tre pacchetti nella seconda fase di rilancio della giornata, mettendo sul piatto poco meno di 1 miliardo di euro. La fumata bianca è arrivata dopo le offerte presentate in mattinata e non ritenute sufficienti; tra queste c’era anche la proposta di Mediaset, che nel pomeriggio ha poi deciso di defilarsi dalla ‘partita’, abbandonando i giochi e, di fatto, rinunciando alla Serie A.

Serie A 2018/21: la Lega Calcio stima un introito di circa 1,5 miliardi di euro

A condurre le trattative, per la Lega, il presidente Gaetano Miccichè:

“E’ stato raggiunto un importo superiore a 973 milioni di euro, circa 20 per cento in più rispetto alle offerte di gennaio [...] Siamo riusciti a ottenere una partecipazione rilevante di circa 100 milioni, che si vanno ad aggiungere in base a risultati variabili di Sky e Perform, in funzione del numero di abbonati e ricavi”

ha dichiarato al termine dell’assemblea, come riferisce Repubblica. Dalla Lega, dunque, si stima un introito complessivo attorno agli 1,5 miliardi di euro.

Serie A 2018/21: si va verso un accordo Sky-Perform per evitare il doppio abbonamento

Miccichè ha precisato che a Sky è andata la parte principale delle partite. Come stabilito dal nuovo bando, infatti, i tre pacchetti non potevano essere assegnati ad un unico acquirente, avanzando quindi il rischio per il tifoso di dover sottoscrivere due abbonamenti per vedere tutte le partite di Serie A. A tal proposito, il numero uno della Lega ha aggiunto:

“Pensiamo ci siano già trattative in corso tra Sky e Perform, speriamo di evitare un doppio abbonamento.

Serie A 2018/21: i tre pacchetti

Ricordiamo come sono suddivisi i tre pacchetti assegnati a Sky e Perform:

primo pacchetto a Sky: 3 partite a giornata (sabato alle 18.00, domenica alle 15.00 e alle 20.30) con una quota minima di 452 milioni di euro.

secondo pacchetto a Sky: 4 partite a giornata (sabato alle 15.00, domenica alle 15.00 e alle 18.00, lunedì alle 20.45) con una quota minima di 408 milioni di euro.

terzo pacchetto a Perform: 3 partite a giornata (sabato alle 20.30, domenica alle 12.30 e alle 15.00) con una quota minima di 240 milioni di euro.

Serie A 2018/21: 90° Minuto andrà regolarmente in onda

‘Graziata’ la Rai. La decisione di mettere a disposizione delle tv non a pagamento gli highlights delle partite soltanto dopo le 22.00, che aveva scatenato una dura reazione della tv pubblica, è stata rimossa. Gaetano Miccichè ha annunciato che 90° Minuto, che sarebbe stato inevitabilmente cancellato, andrà regolarmente in onda:

“Siamo riusciti a ottenere maggiore elasticità da parte dei soggetti aggiudicatari per le trasmissioni in chiaro. Ho chiamato poco fa il direttore generale della Rai per comunicarglielo, ma non mi ha risposto. 90° Minuto andrà in onda anche quest’anno e certamente per i prossimi tre”.

Il direttore generale della Rai, Mario Orfeo, ha accolto con soddisfazione l’annuncio che, dichiara, “consentirà la prosecuzione di una trasmissione storica per la Rai come 90° Minuto”. Il dg – si legge in una nota ufficiale di Viale Mazzini – ha ringraziato personalmente Miccichè al telefono (dopo un primo tentativo fallito) per la disponibilità e l’impegno con cui si è arrivati a questa decisione.

Serie A 2018/21: chi è Perform

Molti di voi si chiederanno chi è Perform, l’acquirente insieme a Sky dei diritti tv della Serie A almeno fino al 2021. Si tratta di una società di media sportivi, con sede nel Regno Unito, che opera su una gamma di piattaforme digitali. E’ l’azienda che include Goal.com, Opta Sports, RunningBall, Sporting News e DAZN.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Diritti TV Serie A
Diritti TV Serie A: offerte di Sky, Mediaset e Perform sotto il minimo richiesto. Stasera l’assegnazione


Serie A
Diritti TV: la Lega di Serie A rescinde il contratto con Mediapro. Si passa alla trattativa con Sky


Diritti TV Serie A
Diritti TV Serie A: il Tribunale di Milano dà ragione a Sky e annulla il bando di Mediapro


Diritti TV Serie A
Diritti TV Serie A 2018/2021 assegnati a Mediapro. Sky infuriata: diffida la Lega e fa ricorso

1 Commento dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

13 giugno 2018 alle 23:02

L’ embargo per le tv in chiaro scatterà dopo le 19…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.