27
giugno

BOOM! Ignoto 1: se una nuova prova a favore di Bossetti arriva da un documentario in produzione

Massimo Bossetti

Una nuova prova potrebbe scagionare Massimo Bossetti. Gli avvocati del muratore di Mapello ne sarebbero già al corrente: la possibile svolta arriva a pochi giorni dal processo d’appello che inizierà a Brescia il 30 giugno prossimo. A scovare nuovi elementi d’interesse sarebbero stati nientemeno che gli autori di un nuovo documentario sul caso di Yara Gambirasio, la cui realizzazione è partita proprio in queste settimane tra Milano, Bergamo, Brescia e Roma.

Il documentario in questione ha un titolo emblematico: Unknow One, cioè Ignoto 1, nome con il quale venne ‘identificato’ l’assassino (non noto) di Yara Gambirasio. Stando alle indiscrezioni, dovrebbe essere composto da sei-otto episodi incentrati sull’omicidio della tredicenne di Brembate di Sopra.

Stavolta, come anticipato, a destare l’attenzione non ci sono soltanto motivi televisivi. Durante la scrittura, infatti, gli autori hanno individuato nuovi elementi che potrebbero riaprire il caso. C’è chi dice che la difesa di Bossetti e la produzione avrebbero fatto un accordo per non rovinare “l’effetto sorpresa” e permettere di poter presentare i nuovi elementi di prova all’udienza del 30 giugno prossimo.

Intanto, in vista dell’inizio del nuovo processo a Bossetti (cui non saranno ammesse le telecamere per decisione del giudice), la trasmissione di Rete4 Quarto Grado – che proprio il 30 giugno sarà in onda con uno speciale sul caso Yara – avrebbe chiesto l’esclusiva della notizia al blogger Gianluca Neri, tra gli ideatori del progetto televisivo su Bossetti.

A trasmettere il doc sarà un prestigioso canale giovane e straniero e in lizza per la produzione italiana ci sarebbero tre case di produzione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Juan Fran Sierra  - 1
BOOM! Juan Fran Sierra Barberà nel cast di Riccanza


Sorelle Parodi - Domenica In
Domenica In torna il 3 dicembre e cambia ricetta. Benedetta Parodi va in esterna


GINA LOLLOBRIGIDA E MAURIZIO COSTANZO
Maurizio Costanzo Show in prima serata su Iris per festeggiare i 10 anni del canale


Anna Safroncik
BOOM! Per il GF 15 spunta un’outsider: Anna Safroncik. Si gioca la conduzione con Belen Rodriguez

7 Commenti dei lettori »

1. T87 ha scritto:

27 giugno 2017 alle 23:27

Ma non scherziamo neanche! Ma le avete sentite le puxxanate che dice sua madre alle televisioni regionali? Sostiene di essere stata inseminata a sua insaputa, in un periodo dove non esisteva neanche l’inseminazione artificiale!



2. Filippo ha scritto:

27 giugno 2017 alle 23:39

Ok, la madre dice una fesseria dopo l’altra, è vero, non è una persona affidabile. Ma questo non vuol dire che il figlio sia per forza colpevole… il dubbio c’è e se ci sono altre piste investigative è giusto seguirle secondo me. L’importante è che alla fine ci sia giustizia, ma con il giusto colpevole.



3. Luca ha scritto:

27 giugno 2017 alle 23:51

Nuove prove ?
Tutto inventato per fare pubblicità a questo nuovo programma
Che tristezza



4. T87 ha scritto:

28 giugno 2017 alle 02:05

@Filippo: tutti in quella famiglia mentono, pure la sorella gemella, e la moglie.



5. controcorrente ha scritto:

28 giugno 2017 alle 11:37

concordo con @Luca
la questione e’.. questi nuovi elementi ce li comunicano subito.. entro il 30 06 o dobbiamo guardarci le 6-8 puntate ???? secondo loro..



6. Luca ha scritto:

28 giugno 2017 alle 13:26

@ T87
Ma alla fine non è nemmeno colpa dei parenti
Gran parte della colpa è dei media che vanno ad intervistare e addirittura li invitano in trasmissioni
Alla domanda : secondo lei ,suo figlio è colpevole o innocente ?
Difficile anzi impossibile sentirsi rispondere : mio figlio è una merXa ed è colpevole



7. T87 ha scritto:

28 giugno 2017 alle 17:42

@Luca: se vuoi sentire qualcuno parlare male di un’assassino, rivolgiti all’ex marito di Veronica Panarello xD



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.