Documentario



27
giugno

BOOM! Ignoto 1: se una nuova prova a favore di Bossetti arriva da un documentario in produzione

Massimo Bossetti

Una nuova prova potrebbe scagionare Massimo Bossetti. Gli avvocati del muratore di Mapello ne sarebbero già al corrente: la possibile svolta arriva a pochi giorni dal processo d’appello che inizierà a Brescia il 30 giugno prossimo. A scovare nuovi elementi d’interesse sarebbero stati nientemeno che gli autori di un nuovo documentario sul caso di Yara Gambirasio, la cui realizzazione è partita proprio in queste settimane tra Milano, Bergamo, Brescia e Roma.




21
aprile

Wild Italy: su Rai5 una riserva naturale che svela le meraviglie della Penisola

Wild Italy, Francesco Petretti

Su Rai5 c’è un’oasi che merita d’essere visitata: quella di Wild Italy. Il programma divulgativo, a cura del biologo e regista Francesco Petretti, racconta l’Italia che cambia dal punto di vista della biodiversità e del paesaggio naturale, attraverso un linguaggio preciso e comprensibile a tutti. Si tratta di un’operazione interessante, anche perché in questo caso l’attenzione non è rivolta a contesti e specie lontane (i pinguini in accoppiamento, ormai, non sono più una novità) ma alle meraviglie talvolta sconosciute di casa nostra.


28
settembre

AMANDA KNOX, SU NETFLIX ARRIVA IL DOCUMENTARIO. I REGISTI A DM: LE SCENE DI SANGUE? VOLEVAMO CHE TUTTI RICORDASSERO LA TRAGEDIA

Amanda Knox

O sono una psicopatica travestita da agnellino, o sono come voi“. Amanda Knox fissa la telecamera. I suoi occhi di ghiaccio interrogano, scuotono. Ancora oggi inquietano. La testimonianza diretta della ragazza di Seattle due volte condannata e due volte assolta per l’omicidio di Meredith Kercher è raccolta nel documentario di Netflix che ripercorre – con immagini ed interviste – l’efferato delitto di Perugia e i suoi risvolti mediatici. Il film, intitolato proprio Amanda Knox, sarà disponibile sulla piattaforma di streaming da venerdì 30 novembre. Lo abbiamo visto in anteprima ed abbiamo incontrato i registi americani Rod Blackhurst e Brian McGinn, che per cinque anni hanno lavorato alla pellicola.





9
giugno

STANOTTE A FIRENZE: ALBERTO ANGELA IN PRIME TIME SU RAI1 CON UN DOCUMENTARIO AD ALTISSIMA DEFINIZIONE

Stanotte a Firenze, Alberto Angela

Provate a dimenticare la voragine apertasi sul Lungarno, che non è certo una bella immagine: con Alberto Angela non sarà difficile farlo. Questa sera – 9 giugno – il popolare divulgatore sarà infatti in prime time su Rai1 con un viaggio suggestivo tra le bellezze artistiche del capoluogo toscano. Quelle che tutto il mondo ci invidia. Stanotte a Firenze è il titolo dello speciale documentario che Angela ha realizzato nella città dei Medici, utilizzando telecamere ad altissima definizione.


21
aprile

IL PRESIDENTE – THE QUEEN: RETE4 RACCONTA LA REGINA ELISABETTA II (CHE OGGI FA 90)

Regina Elisabetta II d'Inghilterra

La monarca più longeva della storia del Regno Unito vista da vicino. Raccontata nella sua quotidianità, nelle stanze dei suoi palazzi, anche quelle più segrete. Nel giorno del suo 90° compleanno, Rete4 omaggia la regina Elisabetta II d’Inghilterra, un personaggio controverso e amato che domina la scena politica e la storia del costume. Oggi (21 aprile) in seconda serata, il canale diretto da Sebastiano Lombardi trasmetterà Il Presidente – The Queen, un documentario dedicato a Sua Maestà, alla sua figura pubblica ma anche a quella privata.





2
dicembre

RACING EXTINCTION: LA TV PROVA A CAMBIARE IL MONDO

Empire State Building

Il regista premio Oscar per il miglior documentario con The Cove (2009), Louie Psihoyos, ha realizzato con Discovery un documentario di denuncia a sostegno della salvaguardia ambientale. Racing Extinction, questo è il titolo del documentario, sarà trasmesso oggi in 220 paesi in tutto il mondo. Per il Belpaese l’appuntamento è riservato agli utenti della pay-tv, Racing Extinction sarà in onda alle 21:00 su Discovery Channel (canali 401 e 402 di Sky).


11
agosto

IL MARKETING DELLE ADOZIONI: UN DOCUMENTARIO SHOCK SU CIELO, STASERA IN SECONDA SERATA

Il Marketing delle Adozioni

Su Cielo va in onda questa sera – martedì 11 agosto 2015 – alle 23:00 il documentario Il Marketing delle Adozioni, che mette a confronto Stati Uniti ed Europa su un tema molto delicato che riguarda i minori alla ricerca di una nuova famiglia. Titolo originale Catwalk Kids, ovvero La passerella dei bambini.

Il Marketing delle Adozioni: in USA vige lo “shopping di bambini”


16
aprile

JOHN DICKIE A DM: SU HISTORY CHANNEL SVELO LA CHIESA MAFIOSA. UN ATTENTATO A PAPA FRANCESCO? SAREBBE UN AUTOGOL DEI BOSS

John Dickie

Feste patronali finanziate dalla criminalità organizzata, Messe celebrate nei nascondigli dei boss, preti disposti ad assolvere i picciotti. John Dickie scopre gli altarini – è proprio il caso di dirlo – e su History Channel racconta le connivenze tra mafia e religione. Chiesa Nostra è il titolo del documentario che lo storico inglese ha realizzato sull’argomento e che vedremo in onda in prima visione giovedì 28 maggio prossimo. In prime time sul canale 407 di Sky, Dickie condurrà un viaggio nell’Italia meridionale, là dove alcuni uomini di Chiesa hanno accettato di stringere una pericolosa alleanza con le mafie. E’ lo stesso storico ad anticiparci i contenuti del suo reportage, co-prodotto da GA&A Productions e ZDF Arte:

E’ un documentario che racconta una storia lunga, che ha una svolta importantissima in questa fase storica: il rapporto tra Mafia e Chiesa. Perché c’è una mafia devota a modo suo, ma anche una Chiesa colpevole di silenzi e addirittura di collusioni.

John, perché parli di Chiesa colpevole?

Ci sono stati dei casi di preti mafiosi, che sparano e fanno parte del mondo mafioso. Ma a parte questi episodi, che non sono tipici, più in generale mi riferisco a una disponibilità a legittimare un potere mafioso che cerca di manifestarsi in modo pubblico, per esempio attraverso l’infiltrazione in processioni religiose. Questa è una pratica molto diffusa nel sud Italia: il boss si esibisce in prima fila nella processione del santo locale o in chiesa, accanto alle autorità. E’ un modo per rendere accettabile il potere della mafia.

Di recente Papa Francesco ha detto che “i mafiosi non sono in comunione con Dio, sono scomunicati“. Queste parole di condanna cambieranno qualcosa o resteranno lettera morta?

E’ proprio questo lo scopo della nostra indagine: capire se questa scomunica è davvero una svolta profonda o se invece è un gesto retorico che può essere interpretato in diversi modi e che, nelle zone ad alta densità mafiosa, non avrà conseguenze concrete. Da quello che abbiamo visto, i preti più esposti – ad esempio il cappellano di un carcere pieno di ‘ndranghetisti o il sacerdote in un territorio tradizionalmente mafioso – sono più propensi a non vedere la novità. Però c’è piuttosto un segnale di cambiamento storico nella gerarchia della Chiesa. Bisogna vedere se questo nuovo capitolo verrà comunicato anche alla base.

Il Papa deve temere ritorsioni?


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »