7
aprile

Rai Ragazzi, Massimo Liofredi lascerà la guida. Campo Dall’Orto: il successore reso noto entro aprile

Massimo Liofredi

Massimo Liofredi lascerà la direzione di Rai Ragazzi nonostante il buon lavoro svolto. A confermare la sostituzione del dirigente d’azienda è stato il DG Antonio Campo Dall’Orto: intervenendo al festival ‘Cartoons on the Bay’ di Torino, il top manager di Viale Mazzini ha infatti affermato di aver individuato la nuova figura che si occuperà dell’area ragazzi del servizio pubblico. Ma, per ragioni di governance, il suo nome non è stato ancora rivelato.

Abbiamo cercato una persona con una strategia per l’area ragazzi che avesse tutto sotto di sé. La persona l’abbiamo individuata ma per ragioni di governance non possiamo dire chi è, perché il nome deve prima passare al vaglio del Consiglio d’amministrazione” ha dichiarato Antonio Campo Dall’Orto.

Il DG ha però assicurato che “in ogni caso il nome sarà reso noto entro aprile“. Il nuovo responsabile di Rai Ragazzi si occuperà non solo dei canali tv, ma anche della produzione e della distribuzione dei prodotti.

L’avvicendamento – ha spiegato Campo Dall’Orto – avverrà nell’ottica di una precisa strategia sul comparto ragazzi. Ma a questo punto – e a maggior ragione – non si comprendono le motivazioni per cui Liofredi dovrà lasciare Rai Ragazzi, realtà che sotto la sua direzione è cresciuta e si è consolidata. Rai Yoyo, in particolare, ha registrato i dati più positivi: lo scorso dicembre, sull’onda di un periodo dell’anno propizio, la rete per ragazzi guidata da Liofredi si è attestata come primo canale digital native (e ottavo canale nazionale) con uno share dell’1,55% e una crescita del +11,9% nel totale giorno rispetto all’anno precedente. Discreti anche i risultati di Rai Gulp.

Ma Campo Dall’Orto ha pensato di rinnovare Rai Ragazzi e, come ormai ci si aspettava da qualche tempo, Liofredi dovrà lasciare l’incarico ricoperto dal 2011.

Parlando dell’area ragazzi del servizio pubblico, il DG ha anche fatto rifermento al nuovo canale radiofonico per i più piccoli, Radio Kids, che partirà a giugno prossimo e che lavorerà in stretto coordinamento con la nuova area, restando però nella gestione di Radio Rai.



Articoli che potrebbero interessarti


Massimo Liofredi
MASSIMO LIOFREDI, DIR. RAI RAGAZZI, A DM: LA VITTORIA AL JESC, UNA VITTORIA DELLA RAI. OSPITEREI SU RAI GULP UN DAYTIME DI TI LASCIO UNA CANZONE E THE VOICE. NON ESCLUDO L’ARRIVO DI UNA SCUOLA…


Luca Milano
Luca Milano è il nuovo direttore di Rai Ragazzi. Subentra a Massimo Liofredi


Lorenzo Branchetti
RAI YOYO E RAI GULP: NATALE CON LORENZO BRANCHETTI, PEPPA PIG, E SAILOR MOON CRYSTAL


Zorro - La leggenda
CARTOON NEWS: ARRIVANO LA NUOVA SERIE DI ZORRO E UNA PUNTATA SPECIALE DI PEPPA PIG

2 Commenti dei lettori »

1. Tv80e90 ha scritto:

8 aprile 2017 alle 12:11

Canale inutile già esiste Radio animati Rai copiona



2. sboy ha scritto:

8 aprile 2017 alle 15:15

Peccato, davvero peccato.. Liofredi ha dato veramente tanto al canale, dandogli un identità ben precisa. Lo ha fatto diventare un gioiellino nel suo genere portando anime di qualità e di “nicchia” come l’ultimo Sailor Moon. L’unica cosa che non mi è piaciuta è la chisura de La Melevisione. Che bello che era quel programma, che nel coso degli anni ha subito pian piano un continuo ridimensionamento. Spero che con la nuova direzione si faccia una nuova edizione e si riporti il rogramma alla sua versione originale come era nelle primissime stagioni.
Comunque ritornando alla sostituzione di Liofredi, il senso di rinnovare qualcosa che va già bene di suo non lo capisco (le solite cose alla Rai) Contento invece del nuovo canale radiofonico “Radio Kids”. Quello dei bambini/ragazzi è un mondo che la tv non deve abbandonare, anzi deve continuare ad investire di più.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.