30
gennaio

BASTARDI E LESBO: ECCO COME TI ‘RIVOLUZIONO’ RAI 1

I Bastardi di Pizzofalcone - Simona Tabasco e Serena Iansiti

I Bastardi di Pizzofalcone - Simona Tabasco e Serena Iansiti

Il successo de I Bastardi di Pizzofalcone è imponente, costante, anzi in continua crescita e l’ultima puntata andata in onda ha segnato addirittura il 28% di share. Numeri difficili oggigiorno per la fiction e quasi impensabili per una serie così diversa dai canoni Rai. Talmente forte e così fuori dagli schemi che nell’ultimo appuntamento, poco dopo l’ora di cena, ha riservato ai telespettatori dell’ammiraglia una scena di nudo lesbo.

I Bastardi di Pizzofalcone: la scena lesbo della quarta puntata

Solo pochi mesi fa Rai 2 censurò una scena scomoda de Le Regole del Delitto Perfetto, creando un caso. E sempre pochi mesi fa il web arcobaleno esultò per il bacio gay visto in Un Medico in Famiglia 10 (tra Oscar e il prof della figlia), parlando di superamento dei limiti e di libertà. Un’eco esagerata, a dirla tutta, perchè di baci gay se n’erano già visti varie volte in Una Grande Famiglia, e sempre con quel tocco di delicatezza e romanticismo che non poteva certo far gridare allo scandalo.

Ma per la nuova fiction di Rai 1 è diverso. Ne I Bastardi di Pizzofalcone l’omosessualità non è raccontata nella sua spontaneità o in modo soft ed innocente; è seduzione, passione, sfrontatezza, è tutto quello che normalmente sono le storie d’amore in tv tra un uomo e un donna, solo che qui le protagoniste sono due donne molto belle che si corteggiano, si cercano e si trovano su un divano rosso come il peccato rimandando per l’ennesima volta una cena che era solo un pretesto.

La scena mostrata nella quarta puntata è stata decisamente particolare, con una fotografia accattivante che l’ha esaltata e rotto tutti gli schemi che il “ligio” popolo di Rai 1 conosceva. Una scena in cui l’agente Alex Di Nardo – interpretata dalla sempre brava Simona Tabasco -, cresciuta come un maschiaccio dal padre (Mariano Rigillo), accetta finalmente l’invito del medico della scientifica Rosaria Martone (Serena Iansiti) e, mentre l’altra impiatta il sushi, tira fuori tutta la propria femminilità e si spoglia, facendosi trovare nuda sul suo divano e seducendo la dottoressa in un attimo. Qualche bacio, il tempo per Alex di spogliare la sua amante e poi tutto sfuma in nero.

Ma quel che si è visto è bastato, è stato già troppo, o almeno abbastanza per dar vita ad una rivoluzione che zittisce, contro cui nessun perbenista si è schierato, forse perchè messo in soggezione dalla potenza auditel del prodotto e dal fatto che si trattasse di una fiction d’autore, tratta da romanzi amatissimi che sono la nuova letterattura del nostro Paese. O forse per merito della regia misurata ma coraggiosa.

In ogni caso, un momento che ricorderemo. E, stando ai promo della nuova puntata in onda questa sera (qui le anticipazioni), Alex potrebbe svelare al severissimo padre la propria omosessualità.



Articoli che potrebbero interessarti


Sailor Moon Lesbica
Sailor Moon Crystal: Rai Gulp manda in onda il bacio lesbo tra Sailor Urano e la protagonista – Video


Maria VS Tina - Uomini e Donne
Le Pagelle della Settimana Tv (13-19/02/2017). Promossi I Bastardi di Pizzofalcone. Bocciate Tina Cipollari e Dayane Mello


I Bastardi di Pizzofalcone
I BASTARDI DI PIZZOFALCONE 2 CI SARA’


I Bastardi di Pizzofalcone
I BASTARDI DI PIZZOFALCONE: ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA DI LUNEDI 6 FEBBRAIO 2017

2 Commenti dei lettori »

1. Lella ha scritto:

30 gennaio 2017 alle 19:51

Questa è la conferma che il pubblico della RAI non è pecorone come si crede, ma è maturo e gradisce i prodotti di alto livello. Basta con storielle banali e trite in cui l’adolescente non abortisce mai e l’amore è sempre etero, basta con le suore improbabili, i preti in bicicletta, i montanari buontemponi, i medici in famiglia incoerenti e gli stucchevoli braccialetti rossi.



2. valmont ha scritto:

31 gennaio 2017 alle 10:23

Nessuno li è lamentato della scena ma proprio nessuno neanche un Giovanardi perché sono due donne . Se fossero stati due uomini vedi come arrivava la cavalleria perbenista.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.