20
dicembre

DANCE DANCE DANCE: 5 BUONI MOTIVI PER GUARDARE IL NUOVO TALENT DI FOX LIFE

La giuria di Dance Dance Dance

Manca oramai davvero poco all’arrivo di Dance Dance Dance, il talent show vip sulla danza di cui vi abbiamo in più occasioni parlato e che andrà in onda su FoxLife dal 21 dicembre in prima serata. É vero che ne basterebbe uno di (buon) motivo per guardare la prima puntata di un nuovo programma, e solitamente questo motivo coincide col fatto che sia un debutto assoluto, ma proviamo a indicarne cinque di motivi.

I 5 buoni motivi per guardare la prima puntata

1 e 2. I concorrenti e i giudici
I primi due motivi sono, inevitabilmente, il cast dei vip in gara e la giuria che li giudicherà. Abbiamo già detto che, analizzando la lista dei concorrenti più o meno famosi che hanno accolto la sfida di Dance Dance Dance, si potrebbe immaginare una sorta di competizione nella competizione: quella fra sportivi e webstar, da una parte dunque Mirco Bergamasco, Tania Cagnotto e Giovanni Tocci, dall’altra parte Clara Alonso, Chiara Nasti e Roberto De Rosa. Non c’è dubbio, però, che il nome di maggior richiamo sia quello di Claudia Gerini giacché l’attrice molto probabilmente saprà come emergere con la sua verve e le sue doti di cantante e ballerina (basti ricordarla nel Sanremo del 2003). Anche sulla giuria abbiamo già riflettuto e se Luca Tommasini è oramai una certezza, a livello di competenza in materia e di dimestichezza col mezzo televisivo, incuriosisce vedere Vanessa Incontrada, sempre solare e misurata, nel ruolo per lei inedito di giudice e soprattutto Timor Steffens che, invece, ha ricoperto lo stesso ruolo nella versione olandese e in quella inglese del format (facendo, detto per inciso, faville) ma che in Italia è praticamente sconosciuto.

3. Le 3 D del titolo
Sicuramente l’utilizzo della realtà aumentata e del videomapping, come ipertecnologica integrazione alle esibizioni dei concorrenti, è uno degli aspetti più attrattivi di Dance Dance Dance, nonché un elemento sul quale la produzione ha, giustamente, investito — e, a livello di comunicazione, “insistito” — molto. Del resto si tratta di un dispiego di forze insolito per la televisione italiana se si pensa che per mettere a punto il progetto 3D di una sola esibizione sono necessarie 24 ore di progettazione a computer e 8 di posizionamento delle macchine.

4. I numeri
La realtà aumentata darà il meglio delle proprie potenzialità all’interno di uno studio che saprà diventare di volta in volta una giungla, un’astronave, un hangar e tutta una serie d’ambienti d’ogni epoca storica (dagli anni Venti al futuro più fantascientifico), e saprà accogliere piogge, finti incendi, fuochi d’artificio, insomma tutto il necessario per riprodurre video pop celebri o scene cult di musical. Sono serviti, per intenderci, 100 kg di vernici, 3 tonnellate di legno e 2 mila ore di lavoro manuale. Sono addirittura 70 le scenografie create per l’occasione e il palco è ampio ben 600 mq (in grado di ospitare anche una piscina da 20o litri d’acqua). Continuando a snocciolare i numeri di Dance Dance Dance possiamo aggiungere che sono 8 i coreografi e 30 i ballerini del corpo di ballo, e che sono stati 3 i mesi di preparazione per le 6 coppie di concorrenti (con un minimo di 5 ore al giorno di allenamento).

5. Lo spettacolo
La danza, alla sua ennesima potenza, sarà dunque il fulcro di una gara spettacolare. Nella prima puntata vedremo Claudia Gerini e Massimiliano Vado reinterpretare Candyman (il videoclip in cui tre Christina Aguilera — una bionda, una mora e una rossa — ballano in una caserma di militari); Tania Cagnotto e Giovanni Tocci si cimenteranno, invece, nel famoso video Everybody in cui i Backstreet Boys si ritrovano a ballare in un pauroso castello gotico circondati da mummie e zombie; Mirco Bergamasco e Ati Safavi, rimanendo nel filone dei videoclip che hanno fatto la storia del genere, si ritroveranno sul set di Beat It di Michael Jackson, mentre Chiara Nasti e Roberto De Rosa balleranno sulle note di Bootylicious delle Destiny’s Child; Clara Alonso e Diego Dominguez debutteranno nei panni di Beyoncé e di Bruno Mars per riproporre il mashup Formation/UptownFunk col quale i due artisti hanno infiammato lo stadio dell’ultimo SuperBowl; dulcis in fundo e con estremo romanticismo Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla dovranno calarsi nell’epica scena di Dirty Dancing, quella di The Time of My Life e della presa a volo d’angelo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Clara e Diego vincono DDD2
Clara Alonso e Diego Dominguez vincono Dance Dance Dance


TimorSteffens - Finale 15 marzo (16)
Dance Dance Dance: domani la finale (foto). Chi vincerà?


Luca Tommassini
Dance Dance Dance fa ballare anche Sanremo. Domani l’ottava puntata


DDD_25gennaio (2)
DANCE DANCE DANCE AL GIRO DI BOA. STASERA CLAUDIA GERINI TWERKA

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.