1
settembre

PATETICHE DIGITALI CHE VOGLIONO FARE LE RAI 1

Max Giusti in Boom

Max Giusti in Boom

Partiamo da un assunto: le digitali che vogliono fare le generaliste mi stanno sul cazzo. Non si rendono conto – o saranno forse masochisti?! – che il tentativo di ‘fare le Raiuno‘ è destinato a rimanere tale. Non solo, infatti, non hanno la forza (nè economica nè produttiva) per mettere in piedi un palinsesto generalista commercialmente funzionante, ma scimmiottare la ‘tv che fu’ quando le indicazioni del pubblico vanno palesemente in tutt’altra direzione risulta davvero incomprensibile.

E se proprio si decidesse di ingranare la retromarcia, che almeno lo si facesse con auto e autisti degni di nota. Per intenderci, programmi innovativi condotti da volti nuovi da lanciare. Quello che, in pratica, fece la Real Time degli esordi e che le ha portato l’incredibile fortuna che conosciamo tutti. Ma proprio l’editore di Real Time è quello che, adesso, sta commettendo l’errore maggiore. Prendete BOOM, un game show che niente ha di nuovo rispetto ai tradizionali quiz degli anni passati con un conduttore ’scippato’ nientepopodimenoche ai pacchi di Rai 1 (la casa di produzione è la stessa!).

Una roba che puzza di vecchio dal primo all’ultimo minuto. Vent’anni fa ci sarebbe probabilmente piaciuta molto, ma nel 2016, francamente, non se ne sentiva affatto il bisogno. E viene da chiedersi: “Per quale motivo uno spettatore dovrebbe spostarsi dall’1 al 9, preferendo BOOM ad Affari Tuoi?”. La risposta sembra semplice: “Nessuno”.

In questo senso, migliore – seppur con tutti i limiti di cui abbiamo scritto sino ad ora – è il tentativo di TV8 che almeno ha avuto l’ardire di lanciare Lodovica Comello con un programma che, sulla carta, appare simpatico e fresco come Singing in the Car. Certo, quest’anno un programma simile andrà in onda – neanche a farlo apposta – pure su Rai 1. Ma questa è un’altra storia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Max Giusti.
MAX GIUSTI A DM: A QUELLI CHE IL CALCIO SARO’… BOOM! È UN PROGRAMMA DA GENERALISTA. A RADIO2 NON C’ERANO PROGETTI


Nove
BOOM! AL VIA SUL NOVE CON MAX GIUSTI. ECCO IL MECCANISMO DI GIOCO


Max Giusti
CANALE NOVE: IN AUTUNNO BOOM! CON MAX GIUSTI, POI TOP CHEF E NINJA WARRIOR


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate

28 Commenti dei lettori »

1. mister ha scritto:

1 settembre 2016 alle 17:31

Evidentemente hanno ambizioni da generalista….tv8 vuole diventarlo, con la mtogp gli è andata bene(grazie a VR46), è giusto che provino, se poi “cannano”…. amen! (tanto nn sono soldi nostri)



2. Sergio ha scritto:

1 settembre 2016 alle 17:32

Leggendo l’altro giorno un articolo su Sorrisi mi son reso conto che davvero quest’anno sull’onda del Carpool Karaoke del The Late Late Show with James Corden ci sono davvero tanti programmi che riguardano i karaoke in auto.
In primis quello di TV8, con la Comello, che anche Voi avete citato, poi quello su Rai1 con Morelli.
Ma allora scusatemi, mica i diritti di sto genere di programma li aveva comprati Mediaset? Ora come ora davvero, su sta cosa c’è da ragionare.
Mediaset forse dovrebbe intervenire.
Bah.
Comunque tornando a Boom! Io trovo che sia un programma bello e ben fatto.
Divertente e che ti fa svagare un po’ per 1 ora.
Cosa che davvero su Rai 1 non accade con Affari Tuoi, programma che negli anni è diventato monotono e palloso.
Quindi per questo si che mi sposterei sul 9.



3. visitatore ha scritto:

1 settembre 2016 alle 17:35

“Per quale motivo uno spettatore dovrebbe spostarsi dall’1 al 9, preferendo BOOM ad Affari Tuoi?”. Perché magari a qualcuno piacciono di più i quiz che i game show. C’è una scelta più ampia e già questo basta a giustificarlo. In più, ti dico, che onestamente BOOM non è così pessimo come lo descrivi: Tanto Vale – messo addirittura in PT – era molto peggio.



4. nico.ma ha scritto:

1 settembre 2016 alle 17:44

sono completamente d’accordo !!!



5. Jonathan ha scritto:

1 settembre 2016 alle 17:56

Sono d’accordo con Sergio per quello che riguarda Boom! Anche io lo preferirei ad Affari tuoi che ormai è diventato monotono e palloso, se devo vederlo preferisco spegnere; ok, concordo che l’impronta è sempre quella del game da generalista di 10 anni fa però almeno è diverso dal solito… Detto questo sono curiosissimo di vedere la Comello, l’ho trovata molto simpatica e il programma mi da l’idea che se ben confezionato possa essere davvero bello; di questo con Sky sono sicuro che faranno un ottimo lavoro, è la versione di Rai 1 che invece mi preoccupa



6. controcorrente ha scritto:

1 settembre 2016 alle 18:49

ma perche’ voi tutti avete questo canale tv.. sull’8 ???
io al momento non ce l’ho proprio.. perche’ da piu di un anno non faccio la risintonizzazione.. e secondo voi quanti come me ?..
io mi ero portato al n° 8-9 -10 e via dicendo canali come Rai4-Rai5-Raimovie-Raipremium-Iris-Giallo.. ma son tantissimi che non guardano questi canali perche’ li hanno al 54.. al 65.. o cose simili



7. R101 ha scritto:

1 settembre 2016 alle 19:30

Ah però!!!!
Il Davide Maggio furioso che non ti aspetti..
Bè… Va bè!!
😳😳😳



8. Claudio ha scritto:

1 settembre 2016 alle 20:39

Ma che razza di post è mai questo.. io lo trovo quasi del tutto campato per aria. Provo a spiegarmi.
TV8 e NOVE sono sempre esistiti, con altri nomi e diversa programmazione, come Rete A, All Music, MTV, TMC2 fino a Videomusic, ma hanno sempre rappresentato la speranza (vana) di ampliare la scelta e quindi faccio fatica a pensarle come native digitali, io li considererei più canali nati analogici che hanno vissuto svariate fasi ed oggi hanno concrete possibilità di crescere davvero.
Il mercato televisivo è stato il regno incontrastato del duopolio Rai-Mediaset che per venti anni ha lasciato le briciole a chiunque avesse provato a farsi largo come terzo operatore televisivo. Fortunatamente le cose stanno cambiando, ma i numeri raccontano di una metamorfosi molto lenta. Dunque non si tratta di scimmiottare, ma solo di catturare l’attenzione di un pubblico che ancora fatica a sporgere il naso oltre il tasto 6 / 7 ( è di conforto però sapere che il duopolio oggi arriva a malapena a 2/3 dello share totale, mentre anni fa superava in scioltezza l’80%).
In questa prospettiva è evidente che i personaggi più importanti ancora non si lascino tentare, pur in presenza di offerte economiche a 9 zeri, infatti, secondo me, non si può sostenere che Discovery e SKY non abbiano risorse economiche a sufficienza, perché una produzione come X Factor supera a mani basse la qualità di trasmissioni lunghe e noiose di Rai e Mediaset, ma nonostante ciò, ancora fa registrare ascolti relativamente modesti. Su Rai 2, lo stesso identico show, farebbe almeno 8 punti in più.
L’anomalia televisiva italiana ha cresciuto telespettatori pigri, che non sentono l’esigenza di avere una più vasta varietà di programmi e linguaggi. No, oltre il tasto 6 per loro c’è il nulla e se proprio si devono spingere più in là, lo fanno solo a patto di spostarsi sul 28, dove la rassicurazione di un rosario, placa ogni paura.
All’inizio ho scritto che secondo me il post è “quasi tutto” campato per aria.. sì perché Boom non mi sembra all’altezza delle aspettative create prima della messa in onda.



9. faboulous ha scritto:

1 settembre 2016 alle 22:05

Titolo troppo impietoso, addirittura digitali patetiche. Stanno cercando la propria strada per avvicinarsi al grande pubblico, ovvio ci possono essere errori. Anch’io non sono convintissimo se sia il caso di buttarsi su questo genere ma bisogna pur provare



10. mary ha scritto:

1 settembre 2016 alle 22:06

a proposito di nuovi canali,si sa se xfactor manderà le repliche su tv8?o anche stavolta ci faranno vedere in chiaro solo la fase iniziale già registrata e poi per i live attaccarci al tram dovendoci accontentare di delle briciole cioè qualche secondo di immagini sul loro sito? è la decima edizione forse potrebbero farci un regalino per festeggiare il decennale anche a noi senza sky…



11. kalinda ha scritto:

1 settembre 2016 alle 22:20

Questi programmi involontariamente fanno diventare nauseabonde le generaliste



12. Matty ha scritto:

1 settembre 2016 alle 23:12

Non sono del tutto d’accordo con l’articolo. Già è apprezzabile il fatto che Sky abbia deciso di aprire sull’8 una super-generalista con le contro palle; anche perché ormai Cielo era diventato un calderone dove gettare qualsiasi prodotto Sky ( ora invece i prodotti da generalista vanno su Tv8 mentre quelli più di nicchia su Cielo). Detto questo io penso sia giusto che Sky e Discovery tentino delle generaliste in free ( chi l’ha detto che solo Rai e mediaset possono fare generalista?), ma obbiettivamente i due gruppi hanno capacità diverse. Io trovo Che Tv8 tra qualche anno metterà seria paura a Rai1 e Canale5; infatti ha tutto ciò che serve a una grande generalista: grandi show (IGT e x factor), film e serie tv in prima visione in abbondanza, e sport(moto gp e Europa legue); e la trovo quindi tutt’altro chè patetica. Mentre Nove non ha nulla di tutto questo. Premettendo che secondo me Discovery no ha risorse per fare un canale generalista, ma solo reti tematiche con factual e prodotti esteri; io trovo che i programmi di Nove ( Boom a parte) siano adatti a le altre reti tematiche Discovery e siano stati dirottati su Nove spacciandoli per generalisti. Infatti Nove non ha grandi show, ma solo i soliti Cucine e hotel da incubo, nè serie tv nè sport e non possedendo Discovery diritti Tv di film ha deciso ( giusto per dire di avere dei film in programma) di affittare vecchissimi film dalla concorrenza.
Questo è quello che penso ( scusate se mi sono allungato troppo ma dovevo dirlo)



13. Griser ha scritto:

1 settembre 2016 alle 23:14

Il problema che in italia ci sono troppi anziani ed è concepibile arrivare fino al tasto 6 fra 30 anni qunado la vecchia generazione sarà morta e Rai1 non avrà i pensionati di oggi allora ci sarà il ribaltone



14. Guasty_95 ha scritto:

2 settembre 2016 alle 00:40

Totalmente in disaccordo con l’articolo. Ora come ora TV8 e Nove sono i canali più innovativi in mezzo al piattume dell’offerta televisiva attuale. Sky e Discovery non hanno risorse economiche per creare palinsesti decenti? Insomma. Certo, togliessero i vari factual e docu-fiction su ammazzatine varie in daytime sarebbe meglio, ma il parco titoli degli show a loro non manca di certo (a differenza di una Rai 1 qualsiasi che conta solo su Tale e Quale per mantenere la baracca): IGT, Singing in the car e gli show di Sky su TV8, Boom!, Top Chef e magari un ipotetico arrivo di The Voice sul Nove… e ho detto tutto.



15. Guasty_95 ha scritto:

2 settembre 2016 alle 00:48

Comunque Affari Tuoi è proprio vecchio come programma. Format vecchio e programma troppo nazional-popolare, con un pubblico in studio composto da ottuagenari e un conduttore al limite del sopportabile. Tutto il contrario di Reazione a Catena ad esempio che, nonostante sia anche esso un programma datato, è molto più piacevole e tutt’altro che polveroso. Quindi ben venga Boom! tutta la vita. Max Giusti è fantastico poi, Discovery ha fatto centro.



16. Conte Dracula ha scritto:

2 settembre 2016 alle 08:29

concordo in parte con davide
secondo me l’errore è quello di prendere personaggi da rai e mediaset e non cercarne nuovi da lanciare



17. giacomo bartoluccio ha scritto:

2 settembre 2016 alle 09:54

E quale sarebbe la ricetta di tv generalista che Nove e tv8 dovrebbero proporre? Sia Sky che Discovery hanno comprato 8 e il 9 per fare questo tipo di tv, ovvio che è un lavoro tutto in salita perchè hanno comprato due reti che di generalista avevano poco e adesso devono creare l’abitudine per il telespettatore di andare su quei tasti e restarci. Penso però che un palinsesto debba rimanere acceso dalla mattina alla sera e quindi non è solo mettendo un format (da migliorare) nell’access che di colpo la rete popolare alla platea televisiva. Boom è soltato un piccolo tassello.



18. Leonardo ha scritto:

2 settembre 2016 alle 10:29

Parliamo invece di quando i blog si atteggiano a testate giornalistiche di primo livello, a me pare la stessa cosa. Se non altro dette “testate” non si abbassano ad usare la parola cazzo come farebbe il primo bimbominkia nel suo blog per il primo giorno di scuola… Elementare.



19. Vincenzo ha scritto:

2 settembre 2016 alle 11:45

Leggo questo blog da anni e sinceramente mi viene da dirti: ma ti rendi conto di come scrivi? Il fatto che tu sia il proprietario del blog non implica che debba uscirtene in questo modo. Che male c’è se il digitale tenta di ricrearsi un piccolo spazio su una generalista che ormai non ha più nulla di nuovo? Critichi Boom, dicendo che sa di vecchio e che mi dici dell’eredità o l’impero de filippi? Belle novità. E allucinante poi paragonare boom ad affari tuoi: ti chiedi che motivo ha un telespettatore di spostarsi dall’ 1 a 9? Scherzi vero? Affari tuoi, la truffa televisiva per eccellenza. Dico io va bene che una cosa non ti piace, ma almeno poniti in modo diverso. Intendiamoci, non è mia intenzione offenderti, ma ti ho sempre visto come uno che placa gli animi (nei commenti) e poi secondo me, l’hai presa troppo sul personale, in ogni caso ben venga la generalista, anche solo per il fatto di proporre qualcosa di dverso dai tg o i vari csi e i talk politici. Un abbraccio e scusami ancora



20. lordchaotic ha scritto:

2 settembre 2016 alle 21:31

Rimango un po’ basito da come è stato scritto questo post O.o



21. Gianni ha scritto:

2 settembre 2016 alle 21:49

E intanto mia madre non si è persa una puntata e si diverte un mondo.
Quello che a Davide Maggio puzza di vecchio è infatti perfetto per mia madre che ha più di 80 anni!
Mi è bastato dirle che c’era questa nuova trasmissione con Giusti sul canale 9 (che mia madre non ha mai neanche premuto in vita sua) e lei si è subito appassionata.



22. livai ha scritto:

4 settembre 2016 alle 00:04

dai , non prendiamoci in giro . tv8 e nove non hanno i mezzi per fare le generaliste . son tv che nel pacchetto sky ci starebbero benissimo ….ma così , son soldi buttati .



23. IL MIO REALITY ha scritto:

5 settembre 2016 alle 09:40

@claudio –> sono d’accordo in parte: quando dici che Tv8 e Nove sono sempre esistiti dici un’esattezza. Il fatto che trasmettano sulle frequenze di reti “che furono” non vuol dire che la percezione del pubblico (e la sostanza dei canali) sia la stessa o riconducibile in qualche modo a quella delle tv passate. Si tratta semplicemente di due nuove realtà con AMBIZIONI generaliste, se poi l’ambizione riuscirà a trasformarsi in dato di fatto è un altro paio di maniche.
Dici una cosa giusta secondo me quando sottolinei la potenza economica dei due editori che stanno dietro a questi nuovi canali: è molto forte e rappresenta il vero motivo per cui, se lo vorranno, potranno imbandire un palinsesto veramente generalista. SE LO VORRANNO.

@Matty –> I due editori in questione hanno parimenti un fortissimo potere economico-finanziario, il fatto che il gruppo Discovery abbia nel suo dna canali tematici con factual e documentari, non significa che non abbia risorse per mettere su una tv generalista. Inoltre, al momento, trovo i due palinsesti di Tv8 e Nove modulati in maniera piuttosto simile, al di là dei diversi programmi che propongono (e che in questo momento vedono in vantaggio Tv8, grazie a eventi sportivi e alcuni titoli forti seppur già visti sulla pay). Per esempio, sul daytime (ossatura principale di un generalista seppur meno importante a livello numerico del prime time) al momento i due canali peccano perchè mancano di produzioni proprie con volti noti o appuntamenti forti che fidelizzino. Faccio fatica a distinguere durante la giornata quale sia Tv 8 e quale sia Nove.
Inoltre, la domanda che mi pongo è: oggi nel 2016 e in un panorama totalmente diverso a livello tecnologico e di contenuti, che vuol dire essere generalista? Non è possibile imboccare una strada diversa rispetto a quella cui siamo abituati da trentanni?

ed è qui che sono d’accordo con Davide Maggio –> perchè scimmiottare Rai 1 con un game show che sa di già visto? Non ha senso.

Che cerchino una terza via al mondo generalista, senza scimmiottare Rai 1 o Canale 5.



24. IL MIO REALITY ha scritto:

5 settembre 2016 alle 09:42

errata corrige
@claudio –> in merito al commento di prima, ovviamente era dici un’ INesattezza

*peccato non si possano modificare i commenti causa erroti



25. Luca ha scritto:

5 settembre 2016 alle 14:15

@ Davide Maggio

Giudizio un po’ troppo drastico il tuo …
Non mi pare che le native digitali siano patetiche,stanno tentando nuovi linguaggi televisivi e in questi tentativi ci sta che provino anche a fare dei quiz ,mica per forza vuol dire copiare la Rai

Una delle tue critiche televisive meno azzeccate…per usare un eufemismo
:)



26. Davide Maggio ha scritto:

5 settembre 2016 alle 15:32

Non ci sono critiche azzeccate, ci sono critiche e basta. Che puoi condividere o meno.



27. Luca ha scritto:

5 settembre 2016 alle 17:09

Hai ragione Davide
Correggo
Una delle tue critiche meno condivisibili



28. Davide Maggio ha scritto:

5 settembre 2016 alle 17:39

Luca: esatto, per te meno condivisibile.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.