17
gennaio

C’E’ POSTA PER TE: “SE SEI GAY DEVI MORIRE” . PADRE CHIEDE SCUSA AL FIGLIO OMOSESSUALE

C'è Posta Per Te

Se non ci arriva la politica, ci arriva Maria De Filippi. Durante la seconda puntata di C’è posta per te (qui gli ascolti), in onda ieri sera su Canale 5, è stata presentata una storia a tematica gay. Una scelta sicuramente mirata da parte di uno dei programmi più visti del piccolo schermo, che in questo modo è riuscito a portare nelle case di milioni di persone una questione spesso considerata tabù.

Il tema affrontato peraltro non riguardava una storia d’amore tra due uomini, bensì la faccenda –molto più delicata- del coming out di un figlio con i suoi genitori. Nel dettaglio si parlava di Emanuele, ragazzo palermitano chiamato a partecipare al programma dal padre, il quale non aveva accettato l’omosessualità del figlio (gli aveva mandato sms come “mi sono pentito di averti messo al mondo” o “se sei gay devi morire). Accanto al ragazzo anche la madre, Tania, che in seguito all’atteggiamento del marito nei confronti del figlio aveva deciso di cacciarlo di casa. L’uomo, in sostanza, si era rivolto al programma di Canale 5 per cercare di ricucire i rapporti.

Come prevedibile, i social network sono esplosi: su Twitter, soprattutto, migliaia di spettatori si sono scatenati entrando nel merito della vicenda e dando contro al padre, ma in tanti hanno fatto notare come la trasmissione stesse riuscendo con estrema delicatezza a trattare il tema in prima serata. Senza tralasciare poi il vasto effetto divulgativo che una storia del genere avrebbe sortito nel pubblico: “Fa più la De Filippi per i diritti che la politica”, ha scritto qualcuno azzardando paragoni.

Non si tratta in ogni caso della prima storia gay a C’è posta per te (e in realtà a ben guardare in 19 stagioni si poteva fare di più o prima da questo punto di vista): due anni fa, nel febbraio 2014, Antonio aveva pubblicamente dichiarato il suo amore per Andrea dopo undici anni di fidanzamento; a suggellare la dichiarazione ci fu come ospite Laura Pausini. La storia tuttavia andò in onda, più tardi, alle 23.30 (questa volta si è anticipato alle 22:45).

Per la cronaca, alla fine Emanuele e la madre hanno deciso di chiudere la busta e di non recuperare il rapporto con il padre.

Come persona io l’ho perdonato, ma come padre non lo posso perdonare… Io adesso sono felice, sono la persona più felice di questo mondo… Mi dispiace perché lui ha perso tutto, ha rovinato tutto“.

Queste le accorate parole di Emanuele. Una schiaffo virtuale in faccia all’uomo ma soprattutto in faccia a un pregiudizio. Una decisa presa di posizione, nel sabato sera di Canale 5.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Amore Pensaci Tu
Amore Pensaci Tu passa in seconda serata dal 20 marzo


DE FILIPPI_PRIMA PUNTATA C'E' POSTA PER TE 2017
Le Pagelle della Settimana TV (6-12/3/2017). Promossi C’è Posta Per Te e MasterChef. Bocciati Ceccherini e il daytime in convento di Rai2


Raoul Bova
Ballando con le Stelle 2017 VS C’è Posta per Te: Maria chiude con Cannavacciuolo e Bova. Da Milly balla Fox


commissario Montalbano zingaretti
Le Pagelle della Settimana Tv (27/02-5/03/2017). Promosso Montalbano. Bocciati Lemme a C’è Posta e il no a Maradona

1 Commento dei lettori »

1. Davide ha scritto:

18 gennaio 2016 alle 20:50

Politically correctness



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.