30
giugno

CUCINE DA INCUBO 3: ELEGGIAMO ANTONINO CANNAVACCIUOLO MASTERCHEF ITALIANO

Antonino Cannavacciuolo

Termina questa sera su Fox Life la terza stagione di Cucine da Incubo, il programma nel quale si tenta di rimettere in sesto ristoranti nostrani sull’orlo del fallimento. E indipendentemente dagli ascolti – che comunque sono stati buoni – il programma può dirsi più che riuscito ed il merito è tutto dello chef protagonista, Antonino Cannavacciuolo.

Cucine da Incubo 3: Antonino Cannavacciuolo è il cuore di un programma ben riuscito

Nel marasma di chef, cuochi ed esperti di cucina che invadono quotidianamente i nostri teleschermi, Cannavacciuolo è una perla rara, quello che buca lo schermo più di tutti perchè è un personaggio naturale. Uno che in tv funziona perchè essere in un programma televisivo piuttosto che nella sua Villa Crespi sembra non interessargli affatto: Antonino non si loda e non s’imbroda, non urla, non mortifica mai nessuno e non fa neanche il finto amico per piacere al pubblico; lui in cucina trotta e si sporca le mani, condivide con i protagonisti delle puntate ciò che sa e li spinge a fare del loro meglio senza pretendere miracoli.

La sua arma vincente è stata quella di non tentare di imitare Gordon Ramsay, protagonista della versione originale di Cucine da Incubo, Kitchen Nightmares. Questo gli ha permesso di imporre la sua identità allo show italiano, adeguandolo ai suoi tempi e ai suoi ritmi, eliminando le frenesia – che di certo non fa per lui – ed inserendo delle note di dialogo, comprensione e franchezza che non si può fare a meno di apprezzare. Tutto il contrario, per fare un esempio, di quanto accaduto in Hell’s Kitchen Italia, che sembra sempre e soltanto la fedele (e non all’altezza) trasposizione dell’originale.

Lo chef campano, insomma, ha vinto la sua scommessa. E non è un caso che sia stato scelto per smuovere il meccanismo – già ottimo e collaudato – di MasterChef Italia: dalla prossima edizione Cannavacciuolo sarà infatti il quarto giudice e sicuramente lascerà la sua impronta anche nella cucina più famosa di Sky, dandole nuova linfa.

Complimenti ad Antonino, dunque: uno che ha capito che se non sei un uomo di spettacolo e devi stare in tv, il tuo compito non è chiacchierare, ma lavorare.



Articoli che potrebbero interessarti


Antonino Cannavacciuolo
E’ abbuffata di Cannavacciuolo tra Sky Uno, Tv8, Nove, Fox Life e Real Time


Masterchef 5 prima puntata giudici
MASTERCHEF 5: TRA LACRIME, RISATE E CASI UMANI PARTE UN’EDIZIONE PROMETTENTE CON 120 CHILI DI GRINTA IN PIU’


Cucine da Incubo 3
CUCINE DA INCUBO 3: TORNA QUESTA SERA SU FOX LIFE LO CHEF ANTONINO CANNAVACCIUOLO


Cucina da Incubo
CUCINE DA INCUBO ITALIA: GORDON RAMSAY DA’ IL BENVENUTO A CANNAVACCIUOLO

1 Commento dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

30 giugno 2015 alle 18:48

Sarà anche ben riuscito secondo i vostri stantard ma io non riesco proprio a vedere una roba recitata così male e così stupidamente finta!
Non mi meraviglio che recitino da cani i tizi del ristornate di turno ma almeno il protagonista dovrebbe avere un briciolo di maggiore espressività!
E invece siamo ai livelli di Cracco…pesce lesso col copione da leggere di fronte! Dai fai uno sforzo Cannavacciuolo!

Comunque sia è così finto da essere offensivo nei contronti degli spettatori! Imporrei per legge una dicitura alla fine che dica “Tutti recitano!”



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.