24
ottobre

SARDEGNA, UN ANNO DI DIGITALE: NEL PRIMO BILANCIO AUDITEL LA RAI (41.76%) STACCA MEDIASET (35,06%)

Sardegna, ascolti DTT

Se in alcune regioni del nostro Paese, l’analogico ha già ceduto il passo al Digitale Terrestre avvicinando l’Italia a quel 2012 in cui l’intero territorio nazionale sarà all digital, in Sardegna già da un anno (1 novembre 2008) i telespettatori sono alle prese col digitale terreste ed è arrivato il momento di fare un primo bilancio guardando i risultati d’ascolto dei gruppi Rai e Mediaset.

Definito un vero “laboratorio dell’audience“, il trend della regione Sardegna risulta intessante per capire l’evolversi degli ascolti delle reti generaliste e non, impegnando nell’analisi inserzionisti pubblicitari ed esperti di marketing. L’agenzia di stampa Il Velino ha commissionato il confronto tra settembre 2008 (Raidue e Rete4 già in digitale) e settembre 2009 a Geca Italia: chi avrà beneficiato del passaggio al digitale?

Le reti generaliste hanno perso qualche decimale, anche se, considerata l’intera offerta, la Rai può ritenersi soddisfatta. Nel dettaglio vediamo Raiuno passare dal 20.10% al 19.38%, Raidue dall’8.66% all’8.57% e Raitre dall’8.26% al 7.78%, ma se prendiamo in considerazione l’intera offerta di canali Rai, ben dodici, lo share è passato dal 38.32% al 41.76%. Tutto sommato un buon trend (grazie alla forte Rai4), che non si riscontra nel pacchetto Mediaset: Canale5 è passata dal 20.05% al 19.46%, Italia1 è crollata dal 10.93% al 9.07% e Rete4 è leggermente risalita dal 5.05% al 5.18%. Nel complesso l’offerta del Biscione passa dal 36.03% al 35.06%.

Un punto percentuale in meno per Mediaset e per la settima rete generalista La7 che passa dal 2.44% ad un misero share pari all’1.46%. In leggera crescita Sky (dal 3.90% al 4.52%).

Resta da capire se il trend registrato in Sardegna potrà essere allargato a tutto il territorio italiano. Il direttore generale Rai Mauro Masi mette le mani avanti e dichiara la vittoria della Rai su Mediaset in tutte le aree all digital:

“In Sardegna, Piemonte e Val D’Aosta, aree totalmente coperte dal segnale digitale terrestre, gli ascolti Rai superano il 42% e vanno oltre gli ascolti di Mediaset che si assestano al 36,5%”.

Con il satellite in costante ascesa e una Rai che riesce a confermarsi anche sul digitale, le cose potrebbero complicarsi per Mediaset, in attesa di un’Italia completamente digitalizzata.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mediaset +1
MEDIASET, VERSIONE TIMESHIFT: IN SARDEGNA (E PARZIALMENTE IN TRENTINO) ARRIVANO CANALE5 +1, ITALIA1 +1, RETE4 +1 e BOING +1


Sardegna - Isola Digitale @ Davide Maggio .it
LA SARDEGNA E’ ISOLA DIGITALE: ECCO TUTTI I DETTAGLI DELLO SWITCH OFF


Switch Off @ Davide Maggio .it
CHE SWITCH-OFF SIA: ECCO IL CALENDARIO DELLO SWITCH-OFF DELLA TV ANALOGICA REGIONE PER REGIONE


gemellini yoyo
Ascolti TV Aprile 2017, canali tematici DTT: boom di Rai YoYo, quinta rete al mattino. Balzo in avanti di Rai 4, resiste Real Time

6 Commenti dei lettori »

1. Zoro! ha scritto:

25 ottobre 2009 alle 00:16

quindi la rai grazie ai canali digitali è aumentata di circa 3 punti, mentre la mediaset ha perso 1 punto!
cmq alla mediaset non è stato contato boing eiris!



2. Zoro! ha scritto:

25 ottobre 2009 alle 00:16

iris



3. forcia ha scritto:

25 ottobre 2009 alle 02:11

in realtà la somma dei 3 canali mediaset fa 33,71 quindi penso che in quel 35,06 siano contati anche boing e iris



4. Roberto ha scritto:

25 ottobre 2009 alle 11:43

C’è però da dire che anche prima dle digitale in Sardegna la Rai era vista più di mediaset



5. roberto ha scritto:

26 ottobre 2009 alle 10:34

Ci mancherebbe che dopo tutto questo bailamme, il 21 Dicembre 2012 ci fosse veramente la fine del mondo!!!



[...] Una ricetta semplice: pochi soldi e tanti giovani. E’ cosi che nasce una creazione dall’altissimo potenziale. Non c’è dubbio: Rai4 è la rivelazione del 2010. E i dati delle settimane dal 3 al 16 gennaio lo confermano. Il canale, classe 2008, guidato da Carlo Freccero, è il capolista nella classifica delle reti non generaliste passate al digitale. I numeri sono da capogiro: partito nel 2009 con lo 0,31% di share in prima serata, ha raggiunto l’1,85%, con picchi nel Lazio del 3%. Il tutto guadagnato sfruttando lo sviluppo digitale. Il successo era stato preannunciato già 3 mesi fa quando in Sardegna aveva già superato la rivale La7 (per info clicca qui). [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.