31
gennaio

SERGIO MATTARELLA E’ IL NUOVO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. L’ELEZIONE IN DIRETTA TV

Sergio Mattarella Presidente della Repubblica

Matteo Renzi aveva una voglia matta, anzi Mattarella: quella di vedere il proprio candidato eletto al Colle. E la mossa politica gli è riuscita oggi stesso. La quarta votazione per il Quirinale è infatti risultata decisiva per sancire l’elezione di Sergio Mattarella a dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana. Il giudice della Corte Costuzionale ed ex Ministro Dc e Ulivo era stato indicato dal premier come candidato del Pd ed ha raccolto il sì dei partiti di Alfano, Casini e Vendola. Una convergenza, quella sul suo nome, che gli ha consentito di raggiungere il quorum di 505 voti fissato per la quarta consultazione.

Mattarella Presidente della Repubblica in diretta tv

Decise nelle segrete stanze del potere, con il passare delle ore le dichiarazioni di voto sono state sciolte e formalizzate in televisione, secondo le migliori tradizioni della tele-politica italiana. Un bell’affare per i tanti speciali dedicati al Quirinale in onda in queste ore sulle principali emittenti, generaliste e non. Lanciato in una vera e propria maratona televisiva, Enrico Mentana ha seguito l’elezione del nuovo Capo dello Stato sin dalla prima votazione: un tour de force che il giornalista primadonna non ha voluto mancare. Dirette no stop anche su Rainews24 e SkyTg24, con ospiti intercambiabili e onnipresenti.

Per i feticisti del genere, gli speciali continueranno anche nei prossimi giorni, quando – a bocce ferme – si potranno sprecare interpretazioni e giudizi sull’elezione del nuovo Capo dello Stato. Il patto del Nazareno si è rotto o solo da aggiornare? Se ne parlerà a lungo, anche a partire dalle scosse di assestamento che inevitabilmente avverranno all’interno del centrodestra. Ma – prima che le parole ed i talk show invadano il campo – vediamo chi è il nuovo Presidente della Repubblica.

Chi è Sergio Mattarella, XII Presidente della Repubblica

Nato a Palermo nel 1941, Sergio Mattarella respira aria di politica in famiglia: è figlio del già ministro Bernardo e fratello di Piersanti, ex Presidente della Regione Sicilia che venne ucciso dalla mafia nel gennaio 1980. Eletto alla Camera dei deputati nel 1983, nel 1987, nel 1992, nel 1996, nel 2001, e nel 2006, Mattarella è stato ministro dei rapporti con il Parlamento, ministro della Pubblica Istruzione nel sesto governo Andreotti, da cui si dimise nel 1990 in seguito all’approvazione della legge Mammì, che normava il mercato radiotelevisivo.

Nel 1993, in piena Tangentopoli, è lui uno dei promotori della nuova Dc. Nel corso della XII Legislatura della Repubblica Italiana fu relatore delle leggi di riforma del sistema elettorale della Camera e del Senato che, recependo l’esito del referendum del 1993, introducevano una preponderante componente maggioritaria. La legge Mattarella, appellata nel gergo giornalistico Mattarellum, fu impiegata per le elezioni politiche del 1994, del 1996 e del 2001.

Mattarella è stato inoltre vicepresidente del Consiglio nel primo governo D’Alema (dal marzo 1999), presidente del Comitato per la legislazione e, dal 2011, giudice della Corte costituzionale, eletto con 572 voti. Avvocato, ha insegnato anche diritto parlamentare all’Università di Palermo.



Articoli che potrebbero interessarti


Quirinale
SERGIO MATTARELLA PRESIDENTE, GIURAMENTO E PRIMO DISCORSO IN DIRETTA TV


Sergio Mattarella
SERGIO MATTARELLA, L’UNICO POLITICO MAI OSPITE DI PORTA A PORTA


Carlo Azeglio Ciampi
CARLO AZEGLIO CIAMPI, OGGI I FUNERALI IN DIRETTA SU RAI1


Sergio Mattarella
SERGIO MATTARELLA, DISCORSO DI FINE ANNO IN DIRETTA. DEL DEBBIO COMMENTA A CALDO SU RETE4

1 Commento dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

31 gennaio 2015 alle 13:31

Non mi sembra una decisione cattiva quella di eleggere Mattarella. Il suo passato politico e istituzionale, le sue competenze e la sua personalità sono consone al suo nuovo e impegnativo ruolo.

A chi vede in lui una figura grigia e di secondo piano ricordo che anche di Cossiga dicevano lo stesso.

P.S. Tifavo per Emma Bonino presidente e tifo ancora perché risolva positivamente i suoi problemi di salute (anche se è legata al club di Bilderberg che non mi è per niente simpatico).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.