3
luglio

GIOVANNI FLORIS A LA7

Giovanni Floris

Clamoroso! A dispetto delle indiscrezioni circolate, che parlavano di un accordo con Viale Mazzini, Giovanni Floris lascia la Rai. Il giornalista a sorpresa approderà a La7. Si parla di un contratto di 4 milioni di euro per 3 anni, contro i 600.000 euro all’anno che la tv pubblica gli avrebbe corrisposto. Ancora non è stato reso noto quale sarà l’impegno del conduttore sulla rete di Urbano Cairo.

Giovanni Floris a La7: il comunicato Rai

Ad ufficializzare l’addio del volto di Rai3, è la stessa Rai con un comunicato in cui si ringrazia l’ormai ex padrone di casa di Ballarò:

Dopo dodici anni di conduzione di Ballarò e dopo un proficua esperienza quasi ventennale in Azienda, Giovanni Floris lascia la Rai. La Rai, nel ringraziarlo per il lavoro svolto, gli porge i migliori auguri per il suo futuro professionale.

Ballarò comunque continuerà ad andare regolarmente in onda.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Luigi di maio
Di Maio annulla il confronto TV con Renzi


Cappella Sansevero, Artedì
Artedì: Giovanni Floris scopre i tesori d’Italia in seconda serata su La7. Ecco i luoghi visitati


Urbano Cairo
URBANO CAIRO: SU LA7 TROPPI TALK? CANALE5 NON LI FA EPPURE HA PERSO SHARE


Urbano Cairo
LA7: SOVRASTIMATI (PER ORA) TUTTI GLI OBIETTIVI DI ASCOLTO DEI TALK

27 Commenti dei lettori »

1. MisterGrr ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:31

Ennesimo figuro rai/mediaset che flopperà esageratamente su La7 e vorrà tornare piangendo da mamma vacca rai.



2. faboulous ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:36

BOOOOOOOM



3. vicky ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:37

Mamma che folla a La7!!!!!



4. faboulous ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:37

Dubito che faccia flop,andrà come sempre al martedi,con la copertina di crozza,è solo un cambio di rete. non penso proprio che cambi nulla per il pubblico



5. griser ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:42

Che notiziona ora bisogna vedere come il duo Floris/Crozza se lavoreranno insieme e come si trasformerà l’unico talk politico ad avere un pubblico fedelizzato. Voglio sentire Mentana stasera come gongolerà.



6. Mattos ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:49

Secondo me su la 7 Floris facendo un nuovo ballarò su la 7 con Crozza andrà bene…forse anche meglio di Santoro che per non ripetersi ha depotenziato la sua arena…



7. mattos ha scritto:

3 luglio 2014 alle 19:50

Forse anche perchè ormai questi programmi non li fanno se non sono delle arene politiche…



8. aleimpe ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:01

E alla Rai rimane solo Vespa….



9. Davide Maggio ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:05

Mattos: anche secondo me.



10. tania ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:08

Se son Floris fioriranno



11. aleimpe ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:09

E ora La7 diventa una tv del grande approfondimento eccetto Miss Italia ?



12. iki ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:33

Schifata.
Io ho sempre puntato sulla nascita del terzo polo televisivo con La7 e invece non abbiamo nient’altro che un canale all news di approfondimento che vuole essere la CNN italiana.
In ogni stato europeo c’è almeno una lotta a tre televisivamente parlando:
Spagna(TVE,A3,Mediaset Espana),Inghilterra(BBC,ITV,Channel4),Germania(ARD,ZDF,RTL).Solo da noi ancora questo duopolio pietoso
Ricordiamo inoltre a Cairo che i giorni della settimana sono 7 e che quindi non c’è più posto per altri giornalisti.
Comunque a La7 c’è il meglio del giornalismo italiano(Mentana,Santoro,Floris)



13. anonimo ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:34

Certo che quando si tratta di denaro si è disposti anche a compiere azioni e prendere decisioni inaspettate e folli….non so come possano sembrargli pochi 600.000 ero annui per 3 anni a venire…..



14. Peppe93 ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:37

La7 si conferma una rete a tutta politica. Comunque è ufficiale il fatto che lui guarda prima i soldi e poi programmi ecc. Credo che una persona che agisce in questo modo possa non definirsi giornalista.



15. Michele87 ha scritto:

3 luglio 2014 alle 20:59

@Iki pienamente d’accordo con te…. L’unica vera alternativa al duopolio Rai-Mediaset (che con Berlusconi al governo era diventato un monopolio neanche troppo mascherato) è Sky…. La7 non sarà mai un vero terzo polo se continuerà a puntare solo su politica ed approfondimento, tralasciando tutto il resto



16. Alessandro ha scritto:

3 luglio 2014 alle 21:02

Mentana ( ce l’ho), Gruber ( ce l’ho), Santoro ( ce l’ho), Paragone ( C’è l’ho), Sottile (c’è l’ho), Floros ( ce l’ho), Crozza ( ce l’ho), caro mini clone hai riempito la settimana, una prima serata a testa e hai fatto il palinsesto per la prossima stagione. Poi farei Omnibus dalle 6:00 alle 13:00 seguita da TG e La7 cronache e metterei l’aria che tira dalle 14:40 alle 17:00 così per 7 giorni naturalmente, ti rimane libero lo slot dalle 17:00 alle 20:00, senti freedman se è libero per un programma di tre ore sull’economia italiana… Pagliaccio non si vive di sola politica e te ne accorgerai dagli ascolti.



17. Groove ha scritto:

3 luglio 2014 alle 23:08

Chissà a Ballaró chi mettono ora! La Berlinguer come si vociferava? Meglio Greco, lei non ce la vedo. La Annunziata non credo…
Paradossalmente per la Rai sarà più difficile rimpiazzare Crozza,io al loro posto ci metterei la Littizzetto,ma non credo daranno la copertina a lei, la reputano troppo pericolosa per un programma così, però se é vera la voce che la vuole Sky per Italia’s Got Talent non se la dovrebbero far sfuggire, già la perdita di Floris e sopratutto di Crozza (Io penso che Floris comunque non é poi così drammatico averlo perso, il programma é già ben avviato e giornalisti bravi se ne trovano, ora come ora é più grave la perdita del traino) é abbastanza consistente per la tv di stato.



18. marcko ha scritto:

3 luglio 2014 alle 23:10

non capisco perchè non avrebbe dovuto accettare,
sicuramente avrà le chiesto le garanzie per poter lavorare in autonomia, e quindi fare un programma come lui meglio crede.
e passare da 600mila a 1333mila € non è roba da non prendere in considerazione…

in più secondo me ha davvero buone possibilità di far bene pure a le7 , certo non quanto faceva a rai3, ma credo soddisferà gli obbiettivi di rete.

più che il passaggio ciò che mi stupisce e come la rai, sapendo dell’interessamento de la7 verso il giornalista se lo sia potuto lasciar scappare così.



19. roberto manfredi ha scritto:

4 luglio 2014 alle 00:12

Non credo proprio che floppera’. Credo che andrà normalmente nella media della rete. Oh poi tutto può essere, per adesso i nostri sono pareri. La cosa che più mi stupisce è che diano più a La7 che a Rai 3. Non me lo sarei mai aspettato, anche perché non so proprio ome faccia La7 ad avere tutti sti soldi. Avete ragione tutti quando dite che La7 è troppo politicizzata. Non è possibile che non ci sia un programma diverso. Persino i programmi della mattina parlano solo di politica, invece di quelli Rai-Mediaset che almeno intervistano anche i VIP, o cose di questo genere. In fondo poi Rai 3, Rete 4 e La7 sono poi la stessa cosa, trasmettono solo serie TV o telefilm vecchi e programmi di politica. Quindi è normale un trasloco di conduttori/giornalisti in ognuna di queste 3 reti. La7 però è quella che esagera di più. Gli unici programmi che in parte hanno un format e una struttura leggermente diversi sono la Bignardi e Crozza. Il resto è praticamente un telegiornale. Anzi oserei proprio dire che La7 è tutta un telegiornale.



20. gauss-markov ha scritto:

4 luglio 2014 alle 07:12

Chissà se Rai3 riuscirà a salvare Ballarò per i capelli come successe con Mi manda Lubrano…



21. aleimpe ha scritto:

4 luglio 2014 alle 09:00

Quando Lubrano se andò all’ allora TMC, la trasmissione che fu di Lubrano venne affidata a Luigi Necco.



22. Michele87 ha scritto:

4 luglio 2014 alle 11:54

Secondo me Floris non farà flop ma rimango comunque demoralizzato dalle scelte editoriali del canale che ormai è diventato, di fatto, una all-news più che una rete generalista, persino Santoro (uno che di tv ci capisce) in un intervista disse che ”La7 avrebbe tutte le potenzialità per diventare la terza rete nazionale dopo Rai 1 e Canale 5, ma non può campare solo con la politica e l’informazione” (e lo dice Santoro, non Mara Venier o Benedetta Parodi): La7 deve iniziare a fare anche intrattenimento, sport, fiction, programmi più nazional-popolari (insomma persino Rai 3, che è la diretta concorrente di La7 ed è una rete di servizio pubblico, trasmette soap opera e telenovelas, perche non può farlo La7, che è un canale commerciale?) E se a Mentana non sta bene perchè si snatura la linea editoriale che lo cacciassero, che tanto con tutti i giornalisti autorevoli che hanno adesso non avrebbero certo problemi a sostituirlo….



23. IL MIO REALITY ha scritto:

4 luglio 2014 alle 12:25

Leggo commenti francamente “ingiusti”:
@MisterGrr commento n.1 –> perchè mai dovrebbe floppare? Floris rientra appieno nella tipologia di giornalista da La7 per storia, immagine, provenienza “politica” e percezione da parte del pubblico. Il suo volto e il “format” giornalistico che porta, vuoi o non vuoi, con sè, si inserisce perfettamente nel palinsesto de La7 e va a “fare cassa” presso il pubblico che La7 intercetta e vuol continuare a intercettare (che spesso è uguale al pubblico di Rai 3). I casi di flop di La7 si riferiscono a volti e programmi che non avevano molto a che vedere con l’immagine e il tipo di pubblico che questa rete possiede e dal quale “pesca” (giusto per intenderci, la cronaca nera di Salvo Sottile–> pubblico femminile e meno “pregiato”; la cronaca multicolor del pomeriggio di Cristina Parodi –> anche qui pubblico femminile e slot poco fortunato etc).
A differenza dei casi di flop qui citati, Floris occupandosi di politica sembrerebbe un tassello importante e “mancante” di un palinsesto come quello di La7 fortemente incentrato su questo tema, palinsesto sofferente in alcune serate come quella del martedì. Senza considerare il gioco di squadra che potrebbe nascere con Crozza, partner di Floris in Ballarò e volto di punta e di successo del venerdi di La7.



24. IL MIO REALITY ha scritto:

4 luglio 2014 alle 12:34

@iky

anche il tuo, scusami, è un commento un po’ “strano”.
Intanto ti contraddici dicendo che ti senti schifata per il tipo di palinsesto proposto da La7, salvo poi concludere il commento dicendo che il meglio del giornalismo italiano sta su La7.

Inoltre, se mi consenti, il paragone con la tripartizione dell’emittenza in Europa rispetto a un’Italia bipolare, risulta un po’ datato.

In Italia abbiamo Rai e Mediaset, ma La7 è una realtà che con il suo 5% sta diventando sempre più importante, senza considerare che la qualità di programmi di questa rete è nettamente superiore rispetto ai programmi fotocopia di Telecinco o Antena 3 in Spagna, o di TF1 e M6 in Francia.
Non vedo in Europa più pluralismo oggi come oggi, così come non vedo una televisione qualitativamente superiore.
In Spagna hai 3 competitor di cui 2 supercommerciali e spesso trash (T5 e A3), stessa cosa in Francia, mentre in Germania citi ARD-ZDF senza tenere conto del loro essere servizio pubblico complementare.

Ti potrei rispondere dicendoti che almeno in Italia abbiamo un polo commerciale piccolino ma in crescita come La7 che propone una tv più alta rispetto al 90% di emittenti generaliste d’Europe, inoltre con Sky, share cumulativi del 7%, e il gruppo Discovery, che raggiunge globalmente il 6% di share, direi che la vecchia polemica sul bipolarismo della tv italiana sia superata.



25. @ciro ha scritto:

4 luglio 2014 alle 13:19

Temo proprio che se Floris deciderà di andare su La7…….farà la fine di Gad Lerner e l’ultimo acquisto Salvo Sottile…..

Si è davvero troppo montato la testa questo quà. Ricordo ancora l’intervista con Renzi….a proposito dei soldi che la Rai dovrà sborsare allo stato ogni anno…..e che a suo dire non era giusto. A sto punto che se ne vada a La7 …..così la Rai RISPARMIA pure un sacco di soldi……senza che poi gli chieda a noi cittadini Onesti che paghiamo il canone Rai.



26. iki ha scritto:

4 luglio 2014 alle 17:29

Il mio reality:non mi sono assolutamente contraddetta.
Riconosco che a La7 ci dia secondo me il meglio del giornalismo televisivo italiano ma sono schifata dallo strabirdare di tutti questi talk politici(che sono tutti uguali) in una SOLA rete.
La7 non sta diventando una grande realtà televisiva perchè nel momento in cui la politica non tira più di tanto,ritornerà a fare l’1/2%.
E poi è una rete che non si dovrebbe definire generalista visto che non lo è.
Per quanto riguarda il resto non credo assolutamente che Antena3 sia simile a Telecinco e ne che TF1 sia uguale a M6.
Non so se li hai mai guardati questi canali e i prodotti che propongono e se li hai visti riguardateli bene che ti sbagli alla grande.



27. surniv ha scritto:

5 luglio 2014 alle 01:49

credo che fare un palinsesto così poco diversificato non aiuti a creare un buon prodotto e porti solo ad un livellamento verso il basso, anche perchè Floris andrà sicuramente a posizionarsi al mart con un clone di ballaró se poi invece dovesse tentare slot diversi tipo seconda serata vs porta a porta oppure un sabato sera o un quotidiano pomeridiano la cosa sarebbe molto più interessante ed avrebbe un senso, ma cambiare rete per portare lo stesso prodotto allo stesso orario non è una scelta di qualità!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.