11
giugno

DON MATTEO: DALLA RUSSIA….CON AMORE

Padre Mateusz

Don Matteo ha una moglie e due figli! Tranquilli, però, non si tratta di clamorose indiscrezioni sulla decima stagione in lavorazione della fiction con protagonista Terence Hill, bensì di alcune anticipazioni sulla trama di Atec Matvey, la versione russa della popolare serie a marchio Lux Vide, che è pronta,  come vi avevamo anticipato, a sbarcare in autunno su Ort 1, il primo canale della tv di Stato.

Atec Matvey, di cui sono terminate da poco le riprese, rappresenterà una delle principali novità della prossima stagione tv russa, e si presenterà al pubblico, come avrete intuito, con curiose modifiche al format originale. La maggiore curiosità riguarda naturalmente il protagonista, interpretato dal giovane e barbuto Vladimir Kolganov, che è sposato e ha due figli, com’è lecito per ogni pope appartenente alla Chiesa ortodossa. La moglie in questione si chiama Valentina, ed è interpretata da Victoria Adelfina. Il suo ruolo sostituirà a grandi linee, e con tutti i distinguo del caso, quello del personaggio della perpetua Natalina.

Le vicende di Atec Matvey, che come l’originale mantiene la passione per la bicicletta e gli scacchi, saranno ambientate nella città di Suzdal, una delle principali mete del turismo religioso del paese, grazie ai suoi cinque monasteri. Rispetto all’originale della LuxVide ci saranno differenze anche nella struttura narrativa. I russi non amano particolarmente la commedia, e nell’adattamento delle sceneggiature alla cultura e alle tradizioni del proprio paese, hanno voluto privilegiare l’aspetto poliziesco e investigativo. Nessuna risata dunque con l’imbranata Natalina alias Nathalie Guetta, o il simpatico Maresciallo Cecchini, portato al successo da Nino Frassica.

Atec Matvey – Foto

L’arrivo di una fiction come Atec Matvey rappresenta un importante cambiamento nella tv russa. Secondo i produttori della serie, nella televisione del loro paese sarebbe stato impensabile sino a qualche anno fa un religioso come protagonista di una serie tv. Atec Matvey conferma, sempre a detta dei produttori russi, una diffusa ricerca di spiritualità fra le nuove generazioni dopo il crollo del comunismo. A riguardo, Matilde e Luca Bernabei della Lux Vide, che con la Russia hanno co-prodotto le miniserie Guerra e Pace e Anna Karenina, hanno commentato:

“Il Papa nel suo recente viaggio a Gerusalemme ha aperto al dialogo fra cattolici e ortodossi e Don Matteo prosegue sul cammino tracciato da Papa Francesco. Il successo internazionale di Don Matteo dimostra, inoltre, che i buoni prodotti italiani possono girare il mondo e ora anche in Russia arriverà il messaggio positivo del parroco interpretato da Terence Hill.”

Di Atec Matvey sono per ora stati girati i 16 episodi che compongono la prima serie, ma c’è già il progetto di girare una seconda stagione di 14 appuntamenti. Riuscirà il Pope russo a bissare il successo dei suoi 2 predecessori? Oltre al nostro Don Matteo, di cui stanno andando in onda con successo le repliche nella fascia del mezzogiorno di Rai1, bisogna, infatti, ricordare l’altrettanto fortunata versione polacca Ojciec Mateusz, giunta in patria alla sua undicesima stagione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Dopo Fiction
Dopo Fiction: Nino Frassica e Flavio Insinna nella seconda serata di Rai1. Ospiti Terence Hill e Beppe Fiorello


Nino Frassica e Simone Montedoro
BALLANDO CON LE STELLE 2016: DA DON MATTEO ARRIVANO SIMONE MONTEDORO E NINO FRASSICA


Don Matteo 10 - 23
DON MATTEO 10: SU RAI1 TORNA LA FICTION CAMPIONE D’ASCOLTI


Rocco Siffredi patatine
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (28-04/4-05/2014). PROMOSSI BROADCHURCH E DON MATTEO, BOCCIATI ZANICCHI E SIFFREDI

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.