Virna Lisi



16
agosto

BACIAMO LE MANI: DA SETTEMBRE SU CANALE 5 VIRNA LISI TORNA A FARE COPPIA CON SABRINA FERILLI

Baciamo le mani - Palermo New York 1958

Non le vediamo insieme dai tempi della fortunata miniserie Le Ali della vita, e la voglia di rivederle recitare in coppia non manca ai tanti amanti della fiction made in Italy. Parliamo di Virna Lisi e Sabrina Ferilli, che da lunedì 2 settembre saranno le due protagoniste principali di Baciamo le mani – Palermo New York 1958, la nuova fiction Ares in onda in prima serata su Canale5.

Baciamo le Mani – la trama

Ambientato agli inizi degli anni ‘60 tra la Sicilia e l’America, Baciamo le Mani racconta la storia di Ida (Sabrina Ferilli) e Agnese (Virna Lisi), due donne coraggiose, che, in modi diversi, cercano di contrapporsi al potere mafioso. In Sicilia Ida, insieme al figlio Salvatore (Christian Roberto), è costretta a scappare da don Cesare Romeo (Luigi Maria Burruano), un boss locale che, dopo averle ucciso il marito, vuole eliminare anche lei. In America, invece, Agnese, vedova con quattro figli oramai adulti, è la proprietaria di una redditizia macelleria sulla quale ha messo gli occhi Gillo Draghi (Burt Young), influente padrino di Little Italy.

Ed è proprio a New York, dove Ida fugge con il piccolo Salvatore desiderosa di una nuova vita, che i destini delle due donne si incrociano. Ida sposa Pasquale (Massimo Bellinzoni), il figlio maggiore di Agnese, ma fin da subito le due donne entrano in conflitto: dalla genuinità dei sentimenti di Ida per il nuovo marito alla gestione degli affari e il modo giusto di fronteggiare la mafia, Ida e Agnese hanno opinioni e modi di affrontare le cose completamente opposti. Due donne di forte temperamento, pronte dunque a scontrarsi nel corso degli 8 appuntamenti che compongono la serie diretta da Eros Puglielli, con un cast – come tradizione delle fiction a firma di Alberto Tarallo – particolarmente ricco.

[Baciamo le Mani Anticipazioni Seconda Puntata]

Baciamo le Mani – le foto

Baciamo le Mani – tutti i personaggi

IDA DI GIULIO (Sabrina Ferilli)




5
agosto

BACIAMO LE MANI: VIRNA LISI E SABRINA FERILLI INAUGURANO LA STAGIONE DELLE FICTION DI CANALE 5

Baciamo Le Mani - Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli

La nuova stagione televisiva di Canale 5, per quanto riguarda l’armata fiction, si apre la prima settimana di settembre. Il 4 – salvo variazioni di palinsesto – dovrebbero partire Le Tre Rose di Eva 2 mentre, stando a quello che comunica Publitalia, giovedì 5 settembre prenderà il via Baciamo le mani – Palermo New York 1958, fiction molto attesa targata Ares.

Cavalcando grandi successi Mediaset degli ultimi tempi come Squadra Antimafia e L’Onore e Il Rispetto, anche questa nuova serie parlerà di mafia, raccontatandola dal punto di vista di due donne molto forti ma molto diverse tra loro che decidono di ribellarsi e combattere il sopruso. Ognuna a modo suo e, almeno inizialmente, in contrasto con l’altra. A prestare il volto a Ida Di Giulio e Agnese Vitaliano troviamo due primedonne della fiction italiana, i cui soli nomi hanno già il sapore del successo: Sabrina Ferilli e Virna Lisi, che lavorarono insieme ne Le ali della vita.

A raccontare con loro la fuga dalla mafia siciliana e la vita a Little Italy a ridosso degli anni ‘60 un variegato cast nel quale ritroviamo altri volti cari agli appassionati di serie tv: Francesco Testi, noto per alcune vicende private che lo legano alla Ferilli, e per aver preso parte a L’Onore e il rispetto e Il peccato e la vergogna; Massimo Bellinzoni, noto al grande pubblico per il ruolo di Luca ne Il bello delle donne; Daniela Marra di FuoriClasse e Massimiliano Morra, reduce da Pupetta, il coraggio e la passione. A questo proposito, per quanti sentiranno la mancanza di Manuela Arcuri in questo progetto Ares, nessuna preoccupazione: ci sarà l’immancabile fratello Sergio a ricordarla.


10
maggio

VIRNA LISI: IL RITORNO DI CAROSELLO? UN PO’ PATETICO E SUPERATO

Virna Lisi negli anni 60

Con quella bocca può dire tutto ciò che vuole, anche criticare il ritorno di Carosello. Proprio giocando con il celebre slogan di una nota marca di dentifrici di cui, a partire dal 1958, era la testimonial, Virna Lisi – interpellata dall’Ansa – ha detto la sua opinione a proposito della riproposizione da parte della Rai del noto contenitore di spot in una versione reloaded.

“Carosello oggi è un po’ patetico, superato. All’epoca era un’istituzione, era l’ora in cui i bambini andavano a letto. Aveva una tenerezza che oggi non c’è più. Mi piaceva molto, i miei spot con la storia della donna che non sapeva non dire la verità. Erano molto amati e lo sono tuttora. Era una trasmissione giusta per la mentalità di allora. Ma oggi la televisione è molto cambiata, e con lei anche la società. Ha avuto un ruolo importante anche nell’emancipazione della società e della donna, che tramite gli spot ha scoperto la lavatrice per non lavare i panni a mano, il detersivo per non fare il sapone di Marsiglia. Oggi non abbiamo più niente da scoprire, ed è meglio così.”

L’attrice prosegue spiegando:

“La pubblicità è più caotica di una volta. Spesso non si capisce per chi siano fatti gli spot, a chi siano diretti. C’è un gran caos. Se la riproposizione di Carosello voleva dare un ordine, mettere tutta la pubblicità in una sola fascia oraria, sarebbe stato meglio, ma non mi sembra che sia così.”

Interpellata sulla possibilità di tornare a fare da testimonial dichiara:





14
marzo

MADRE, AIUTAMI: VIRNA LISI SUORA PER FICTION, 13 ANNI DOPO LA PERFIDA SORELLA ALBERTA

Virna Lisi (Sorella Alberta) - Le Ali della vita

Se la suor Angela di Elena Sofia Ricci in Che Dio ci aiuti ha preferito lasciare le ambizioni investigative e dedicarsi al sociale, una nuova suora “detective” è pronta a prenderne il posto e far compagnia al pubblico di Rai1. Virna Lisi tornerà a breve sul piccolo schermo indossando i panni di Suor Germana, personaggio che a scanso di equivoci, nulla a che vedere ha con la celebre religiosa appassionata di cucina.

In Madre, Aiutami (titolo originario era Il Signore sia con Te), serie di quattro puntate prodotta da Endemol, la sempre affascinante attrice interpreterà il ruolo di un’istruttrice di un gruppo di consorelle destinate alle missioni. Quando una dei queste scompare nel nulla in un villaggio africano in cui stava lavorando, la suora deciderà di partire per il continente nero ed indagare per scoprire la verità.

La serie porta la firma di Gianni Lepre, che ha già diretto con successo Virna Lisi in Fidati di me (2008) e La donna che ritorna (2011), entrambe prodotte da Endemol per Rai1. Per la celebre attrice marchigiana non si tratta del primo ruolo da religiosa per la tv: come non ricordare, infatti, l’interpretazione di Sorella Alberta, donna perfida e manipolatrice, pronta ad infliggere frustate sulla schiena con maxi rosari e pene corporali di ogni sorta alle sciagurate allieve di un collegio femminile nella miniserie Le ali della vita (2000).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


15
giugno

BACIAMO LE MANI: VIRNA LISI SARA’ UNA MADRE CORAGGIO NELLA NUOVA FICTION DI CANALE5

Virna Lisi

Reduce dal successo de La donna che ritorna, Virna Lisi è da alcune settimane impegnata a Sofia sul set di Baciamo le mani, nuova fiction destinata alla prima serata di Canale5 in onda nei primi mesi del 2013. L’attrice vestirà i panni di una madre siciliana, vedova e con quattro figli, costretta a fare i conti con la mafia nella Little Italy di una New York anni cinquanta.

Ad affiancare la Lisi, nella serie tv diretta da Eros Puglielli e realizzata dalla Ares Film di Alberto Tarallo, ci sarà anche Sabrina Ferilli, con la quale l’attrice ha già recitato nel 2000 nella fortunata miniserie Le ali della vita. Nel cast della serie tv in sei puntate troveremo anche Francesco Testi e Nathalie Rapti Gomez. L’attrice d’origine colombiana, da sempre amante dei ruoli “politicamente scorretti”, interpreterà la parte di un’alcolizzata.

Baciamo le mani non sarà l’unico impegno della prossima stagione per la Ares Film. Il produttore Alberto Tarallo sarà, infatti, presente su Canale5 con la miniserie Pupetta – La ragazza con la pistola con Manuela Arcuri, ed ancora con Il peccato e la vergogna 2 e L’Onore e il rispetto 3, entrambe con protagonista Gabriel Garko.





12
novembre

BACIAMO LE MANI: VIRNA LISI, SABRINA FERILLI E COSIMA COPPOLA INSIEME NELLA FICTION ARES

Virna Lisi, Sabrina Ferilli e Cosima Coppola

Ares, sempre Ares, fortissimamente Ares. In barba alla crisi del Paese, che sembra aver colpito anche il dorato mondo dello spettacolo tra budget ridotti e attori a spasso, la casa di produzione di Alberto Tarallo sembra essere a tutti gli effetti una vera e propria isola felice. Un porto sicuro nel quale poter contare su un piatto caldo, in questo caso rappresentato da un ruolo di protagonista, piuttosto che di comprimario o guest star.

Lo sanno bene attrici come Virna Lisi e Sabrina Ferilli che hanno trovato nuova vita artistica nella fiction, in particolare in serie e miniserie prodotte dal prolifico Tarallo. Lisi e Ferilli, già protagoniste della serie di successo Le Ali della Vita (prodotta da Mediatrade) torneranno presto a recitare insieme in una nuova fiction dal titolo Baciamo le mani, neanche a dirlo, prodotta dalla Ares. Con loro anche Cosima Coppola, la giovane attrice nata e cresciuta artisticamente all’interno delle innumerevoli produzioni di Tarallo; ultima in ordine di tempo Viso d’angelo, in onda al venerdì sera su Canale5.

Tre attrici molto popolari tra il pubblico televisivo, ma anche tre generazioni di donne a confronto, pronte a conquistare gli spettatori di Canale5 con una miniserie della quale non si conosce la trama, ma il cui titolo farebbe pensare ad un filone fortunato, quello caratterizzato da storie di mafia, vendette e faide familiari, questa volta sotto un inedito (o quasi) punto di vista femminile.


1
novembre

LA DONNA CHE RITORNA: QUESTA SERA SU RAI1 L’ULTIMA PUNTATA DELLA FICTION CON VIRNA LISI (ANTICIPAZIONI)

Virna Lisi in La Donna che ritorna

Si conclude questa sera su Rai1 l’appuntamento con La donna che ritorna, la miniserie in 4 puntate, diretta da Gianni lepre, con protagonista assoluta Virna Lisi. L’attrice, sempre misurata ed elegante, è riuscita ancora una volta ad offrire al pubblico un’ottima interpretazione catturando l’interesse di oltre 5 milioni e mezzo di spettatori, pari al 19,60% di share.

A decretare la buona riuscita della fiction, oltre al talento indiscusso della Lisi, una trama rivelatasi, dopo alcune incertezze iniziali, sempre più coinvolgente. Una storia sviluppata su due fronti, in cui il ritrovamento di una donna priva di memoria (Virna Lisi), che vaga senza meta per la capitale, s’intreccia con la morte di una giovane modella russa. Muovendosi tra passato e presente, con immancabili flash back, la vicenda si tinge ben presto di giallo. A Luca Bastianello, nei panni del un giovane ispettore Marco Leoni, il compito di ricostruire il complesso puzzle trovando, nei primi e frammentari ricordi di quella misteriosa donna priva di memoria, alcuni indizi utili per la soluzione del caso di omicidio.

Pur presentando alcune manchevolezze, come l’assenza di veri momenti drammatici e di grande pathos, La donna che ritorna si può ritenere nel complesso una buona fiction, in linea con i gusti del pubblico di Rai1, da sempre allergico a produzioni caratterizzate da maggiore sperimentazione o dai toni più forti. Un prodotto godibile che, visti i consensi ottenuti, potrebbe a questo punto portare la Lisi ed Endemol, già artefici due anni fa della fortunata fiction Fidati di me, a mettere in cantiere un nuovo progetto. Il successo sarebbe assicurato.


1
novembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (24-30/10). PROMOSSI BONOLIS E VOLO, BOCCIATI ARGENTERO, BRIGNANO E I ‘SIGNORI’ DELLA FICTION

Luca Argentero ed Enrico Brignano

10 a Paolo Bonolis. Il conduttore romano è riuscito, con Avanti Un Altro, ad imporsi nel preserale di Canale 5, laddove in molti avevano fallito. E pensare che è bastato un programma semplice che ha nel modellarsi alla verve di Bonolis il suo punto di forza. Inoltre, in tempi di programmi fotocopia, un ruolo fondamentale l’ha giocato la differenziazione di Avanti Un Altro rispetto alla concorrenza.

9 a Fabio Volo. L’ex panettiere bresciano continua a stupire sugli scaffali: l’ultimo libro ‘Le Prime luci del mattino’ è saldamente primo in classifica con un numero record di copie vendute. Riuscirà a portare tanto successo anche in tv?

8 a Virna Lisi. Che la fiction sia valida (come La donna che ritorna) o meno (come Caterina e Le sue Figlie), la Lisi si conferma un’interprete straordinaria e credibile.

7 ai promo ‘metatelevisivi’ di Tutti Pazzi per Amore. Spot originali come la fiction.

6 al tentativo fallito di accendere la seconda serata di Rai2 con Delitti Rock e Sbarre. Programmi interessanti ma risposta del pubblico quasi assente: ascolti a dir poco fallimentari.