vincenzo mollica



8
febbraio

Sanremo 2020, le pagelle della quarta serata

sanremo quarta serata

Bugo abbandona il palco di Sanremo mentre Morgan canta

Promossi

10 a Bugo. Il cantante ha fatto quello che in tanti, in questi anni, avrebbero voluto fare: mandare al diavolo l’indomato e capriccioso Morgan. E per il Festival è un inatteso momento di spettacolo e imprevedibilità. Libertà (è defezione!).




11
ottobre

Vincenzo Mollica verso la pensione. Fiorello non ci sta: «Senza di lui il Festival non può cominciare»

Vincenzo Mollica

Vincenzo Mollica, lo storico giornalista di spettacoli del Tg1, si appesta ad andare in pensione. Stavolta per davvero. Secondo il quotidiano Il Tempo, il cronista modenese smetterà di lavorare il 27 gennaio 2020, a pochi giorni dall’inizio del Festival di Sanremo (quest’anno in scena dal 4 all’8 febbraio), manifestazione che lo vedeva immancabilmente presente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


10
gennaio

De André, Parole e musica di un poeta: Rai1 ricorda il cantautore con uno speciale di Vincenzo Mollica

Fabrizio De André

Vent’anni senza Fabrizio De André. L’anniversario della scomparsa del popolare cantautore – morto l’11 gennaio del 1999 – diventerà l’occasione per ricordarne la figura, l’arte e la carriera. Rai1 renderà omaggio a Faber, nomignolo che gli attribuì l’amico Paolo Villaggio, con uno speciale a cura di Vincenzo Mollica in onda stasera alle 20.30 e intitolato Fabrizio De André, Parole e Musica di un poeta. L’appuntamento raccoglierà le interviste realizzate dal giornalista Rai al cantautore genovese.





10
marzo

Tg1, Vincenzo Mollica nominato Commendatore della Repubblica

Vincenzo Mollica

Vincenzo Mollica, lo storico giornalista di costume e musica del Tg1, è stato nominato Commendatore della Repubblica. La notizia del conferimento della prestigiosa onorificenza è arrivata ieri a Saxa Rubra, dove l’ideatore della rubrica tv di spettacoli DoReCiakGulp è stato festeggiato dal Direttore Generale della Rai, Mario Orfeo, e dai colleghi della testata diretta da Andrea Montanari.


22
dicembre

THE VOICE OF ITALY AL TG1: E’ LA FINE DEL MONDO! (VIDEO)

The Voice of Italy al TG1

The Voice of Italy al TG1

Questa sì che si può definire la fine del mondo: il TG1 che pubblicizza un programma che andrà in onda solo in primavera, per giunta sulla rete cadetta, è un piccolo evento. Difficilmente infatti è successo che tra reti della stessa azienda pubblica ci si spalleggiasse per una nuova produzione. Così come difficilmente è successo che la Rai iniziasse la sponsorizzazione di un programma a diverse settimane dalla messa in onda.

Evidentemente il fantasma di XFactor e tutta quell’infernale macchina comunicativa messa in piedi da Sky incombono prepotentemente sul nuovo talent show di viale Mazzini, The Voice of Italy, che ha iniziato in anticipo – rispetto alle solite tempistiche Rai – a farsi conoscere tra il pubblico mainstream. Doveva andare su Rai1 con Carlo Conti, poi Lorenza Lei ha spento tutte le speranze di Giancarlo Leone e Toro Produzioni per via dei costi eccessivi. Infine, con l’arrivo dei tecnici, si è deciso di far resuscitare il programma e di dirottare la prima edizione sulla seconda rete pubblica, sulla quale comunque era previsto in un primo momento. Giancarlo Leone, dal 1 gennaio direttore di Rai1, ha comunque già fatto capire di essere intenzionato a riprendersi il talent show di Toro, qualora venisse particolarmente apprezzato sulla seconda rete.

Nel servizio realizzato dal buon Vincenzo Mollica non solo si mostrano le prime immagini della grafica ma gli spettatori hanno potuto avere un primo contatto con i quattro giudici, per la prima volta assieme in via ufficiale. Raffaella Carrà (che torna in tv a quattro anni dalla sua ultima esperienza, Eurovision e ospitate a parte), Noemi, Piero Pelù e Riccardo Cocciante hanno infatti voluto salutare il pubblico per augurargli un sereno Natale ma soprattutto per ricordare l’appuntamento con l’attesa novità di Rai2, che li vedrà appunto assoluti protagonisti.





23
agosto

BEPPE FIORELLO, LA COERENZA E L’INTERVISTA RIPARATRICE AL TG1

Beppe Fiorello

Solo gli imbecilli non cambiano mai idea. Così sostiene qualcuno! Ma quello che è accaduto questa sera al Tg1 delle 20 ha dell’incredibile e, con tutta la buona fede possibile, è davvero difficile credere che si sia trattato di un cambio di rotta improvviso.

Ricorderete che, qualche giorno fa, si è molto discusso in merito all’intervista rilasciata al settimanale Vanity Fair dall’attore Beppe Fiorello che, indignato per le repliche estive della tv di Stato (e fin qui forse non ha nemmeno tutti i torti), ha polemizzato per il mancato riconoscimento economico agli attori a fronte della riproposizione delle fiction interpretate. “A noi attori , non arriva un euro quando, soprattutto d’estate, i palinsesti vengono fatti con lavori a costo zero per l’azienda. L’interpretazione di un attore deve essere considerata come una prestazione autoriale, e pagata come tale.

Senza entrare in questioni strettamente contrattuali e tralasciando la materia sul diritto d’autore/immagine, leggendo questa affermazione, viene in mente una frase del celebre film “Eva contro Eva”, quando Hugh Marlowe, che nel film interpretava uno sceneggiatore teatrale, dice a Bett Davis, nel ruolo di un’isterica diva: “Quando il pianoforte si renderà conto che la musica che suona non è scritta da lui?”.


15
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO. LA CLERICI ANNUNCIA: “MORGAN CI SARA’”, MA LA RAI SMENTISCE. ECCO LA VERITA’.

Morgan: “No”, “forse”, anzi “Si”, anzi “No”. Seguire la vicenda “Castoldi-droga-Sanremo” è difficile come nei peggiori casi di crisi diplomatica. Ieri sera gli “ultimi fuochi” (si spera). Ma andiamo con ordine e cerchiamo di sistemare i vari tasselli.

Ieri sera durante il Tg1 delle 20, al microfono di Vincenzo Mollica Antonella Clerici ha dichiarato: ”Morgan ci sarà”. Poche e sibilline parole, ma sufficienti per alimentare nuovamente la polemica e la curiosità del pubblico nei confronti del caso mediatico del momento. Spalleggiata dal direttore artistico Gianmarco Mazzi la bionda conduttrice ha infatti detto che il giudice di X Factor sarà “in qualche modo” sul palco dell’Ariston. Come? Non lo ha precisato.

Inutile dire che le dichiarazioni della Clerici hanno immediatamente ri-sollevato il caos sulla questione etica e televisiva, dando nuovamente in pasto a giornalisti e opinionisti materiale di cui scrivere e parlare, ma non è finita qui. A distanza di poche ore infatti è giunto un comunicato ufficiale della Rai in cui si dichiarava: “Morgan non sarà a Sanremo in nessuna forma, né in video né di persona”.  Cos’è successo quindi? La Clerici si è fatta prendere dalla foga del momento e ha fatto dichiarazioni fuori luogo, oppure è la Rai che ha nuovamente cambiato idea sulla pruriginosa questione?