valerio staffelli



7
febbraio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (31/1-6/2). PROMOSSI VENTURA E I FILM, BOCCIATI I PROMO DI WILD E LA “SENTENZA STAFFELLI”

Wild: La donna con metà corpo

10 a Simona Ventura.  Durante la conferenza stampa di presentazione dell’Isola dei Famosi 8, per marketing ed entusiasmo, la Mona Nazionale non si tira indietro dinanzi a nulla. Nemmeno alle domande dei giornalisti che la incalzano sulle cene in quel di Arcore alle quali avrebbe partecipato la neo naufraga Raffaella Fico. Al bando la diplomazia, Simona sceglie di rincarare la dose e dichiara “vorrei le Papi Girls perché crepassero sull’Isola” . Chi può darle torto?

9 ai film, grandi protagonisti della settimana. Su Skycinema Avatar ha segnato il record assoluto d’ascolti con oltre 1 milione e 200 mila spettatori, grazie a Il divo La7 è stata ad un passo dall’essere quarta rete più vista mentre Il bambino con il pigiama a righe, oltre ad aver commosso gli spettatori, ha evitato a Canale 5 di soccombere alla fiction di Rai1 e a Annozero. Ah se solo la generalista imparasse a programmarli.

8 a Wilma de Angelis. La cantante ospite a Domenica In Onda, incalzata da Lorella Cuccarini, concede il bis e torna a deliziare i telespettatori con Dimmi di si, “versione nostrana” di un successo di Lady Gaga. Come se non bastasse, alla veneranda età di 79 anni, la nostra esordisce al cinema nel campione di incassi Femmine contro Maschi e sorprende tutti.

7 ai 10 anni di CentoVetrine. La soap ha festeggiato il compleanno con un episodio speciale, un’iniziativa che meriterebbe la lode così come il raggiungimento di un traguardo così importante. Peccato che la puntata commemorativa arrivi ad oltre venti giorni dall’anniversario e che il ritrovare i vecchi protagonisti ha portato alla memoria il tempo che fu, quando la soap era davvero appassionante e gli attori potevano definirsi tali.

6 all’atipica intervista di Lorella Cuccarini a Paola Barale, nel corso di Domenica In Onda. Gli autori stanno mettendo mano al format, e oltre alle atmosfere da “Le Amiche della domenica”, hanno introdotto una  specie di chiacchierata tra la padrona di casa e l’ospite di turno. Un’ottima idea, di matrice Costanziana va detto, ma che nel caso in questione è stata realizzata con impaccio anche perchè, ad un certo punto, si spacciava per improvvisato ciò che era rigorosamente scritto. Promosso con debito.




4
febbraio

VALERIO STAFFELLI CONDANNATO PER VIOLENZA PRIVATA: LA MICROFONATA DI DEL NOCE FU LEGITTIMA DIFESA.

Fabrizio Del Noce, microfonata a Staffelli (foto Ansa)

Condannato e attapirato senza attenuanti. L’inviato di Striscia la Notizia Valerio Staffelli è stato condannato per “violenza privata” ai danni dall’ex direttore di Rai1 Fabrizio Del Noce. La sentenza di appello, emessa oggi, ha ribaltato le decisioni del primo grado, trasformando il dirigente della tv pubblica in parte lesa. L’oggetto del contendere giudiziario è l’ormai ’storica’ microfonata sferrata da Del Noce sul naso del tapiroforo nel novembre 2003, durante un movimentato servizio girato all’interno di un ristorante.

L’attuale direttore di Rai Fiction, esasperato dall’inseguimento e dalle domade di Staffelli, aveva strappato il microfono all’inviato e in seguito, con uno scatto improvviso, glielo aveva ’sbattuto’ in faccia provocandogli dei traumi al naso. In primo grado Del Noce era stato condannato per lesioni volontarie, ma oggi la I sezione penale della Corte d’Appello di Roma ha stravolto il giudizio, tramutando quella condanna in “eccesso colposo di legittima difesa“. Al dirigente Rai è stata anche dimezzata una multa, inizialmente ammontante a 800 euro. I giudici hanno invece condiderato “violenza privata” il comportamento di Staffelli, che è stato condannato a 20 giorni di reclusione, convertiti in 760 euro di multa.

La decisione del tribunale ha lasciato esterrefatto l’inviato del tg satirico (“Sono allibito, non ci posso credere!” ha commentato), il quale oltre ai danni fisici riportati in seguito alla microfonata si trova ora nelle parte del condannato. Durante la puntata di Striscia andanta in onda questa sera, un Ezio Greggio indignato ha dato conto della sentenza ai telespettatori, chiedendosi “se la Federazione Nazionale della Stampa può accettare una cosa del genere. Per adesso abbiamo solo un commento: pazzesco, pazzesco, pazzesco“.  


24
novembre

STRISCIA LA NOTIZIA CONSEGNA IL TAPIRO ALLA MUSSOLINI “VAJASSA”. LEI AVVERTE SILVIO IN TV: ATTENTO LA CARFAGNA TI VUOLE INFINOCCHIARE

Mara Carfagna e Alessandra Mussolini

Qui c’è un Bocchino di troppo. Ovviamente parliamo di Italo, il capo delle truppe cammellate di Futuro e Libertà, braccio di destro di Gianfranco Fini. Messo da parte lui, questa è una storia tra donne che si tirano i capelli e fanno la voce grossa. Una bella litigata, insomma. Tutto comincia qualche giorno fa, quando il ministro Mara Carfagna annuncia l’intenzione di dimettersi da ogni incarico a causa di divergenze con il Pdl campano e definisce Alessandra Mussolini, che ne aveva criticato la scelta, una “vajassa” (una donna poco elegante, diciamo così). Il motivo della premurosa definizione è una foto che la discendende del Duce aveva scattato al Ministro mentre alla Camera osava parlare con Italo Bocchino. Che scandalo! La querelle verbale tra le primedonne di Palazzo ha sùbito richiamato l’attenzione di Striscia la notizia, che ieri ha mandato in onda l’effettuata consegna del tapiro d’oro alla Mussolini.

Raggiunta dall’inviato del tg satirico Valerio Staffelli, l’onorevole del Pdl è tornata sullo scatto incriminato e ha gettato la faccenda sul piano politico: “Con quella foto lei ha fatto outing” ha commentato, riferendosi alla Carfagna. Poi ha rivolto un appello direttamente al premier. “Io vorrei dire al Presidente Berlusconi: Caro Presidente non ti fare infinocchiare da questa qui, perché questa qui, anche se ti dirà piangendo ‘io sto con te, io non ti tradisco’, in realtà sta con Bocchino“. Il tapiroforo di Striscia ha anche ironizzato sulla questione, punzecchiando la ‘siora Mussolini’ e ascoltando poi le motivazioni che l’avevano resa così nera (di rabbia, si intende) con la collega di partito.

Si è arrivati quindi a parlare di quell’epiteto rivoltole dalla Carfagna. “Vajassa? Ma cosa vuol dire vajassa?!“ Figurarsi, Staffelli era a sagra e alle sue provocazioni la Mussolini ha ribattuto: “È il bue che dice cornuto all’asino. La Carfagna si deve scusare pubblicamente perchè un Ministro non può attaccare le donne e non le può insultare. Le donne andrebbero tutte tutelate dal Ministro delle Pari Opportunità, anche le ‘vajasse’. Lei deve dire: Ho sbagliato…”. L’onorevole si è infervorata e infine ha aggiunto: “Purtroppo il braccio non lo alzo più, ma dovrei alzar un pugno e darglielo in testa. Non l’ho fatto e ho sbagliato”. La ’siora Mussolini’ era attapirata, non ci sono dubbi.





17
febbraio

EMANUELE FILIBERTO, ATTAPIRATO, BACIA VALERIO STAFFELLI

Questa sera Striscia la Notizia consegna il tapiro d’oro a Emanuele Filiberto di Savoia per l’esclusione dalla 60^ edizione del kermesse festivaliera. Il Principe, insieme a Pupo e al tenore Luca Canonici si è esibito ieri sul palco del teatro Ariston di Sanremo con il brano “Italia amore mio”. La canzone è stata sonoramente bocciata dalla giuria demoscopica.

Il tapiroforo rispolvera la famosa vicenda legata all’ordine cavalleresco di Casa Savoia, l’ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro e ironizza chiedendo al Principe: “Con i Santi non siete messi bene, prima San Maurizio, poi San Lazzaro, ora Sanremo. Anche questo Santo è andato male. Adesso che la Famiglia Reale si è messa a cantare se dovesse seguire l’esempio qualche altro elemento del nucleo famigliare come l’Ordine Mauriziano, magari salta fuori dove sono finiti i soldi famosi della beneficenza”. Mentre il principe tergiversa l’inviato di Striscia incalza e ancora ironizza: “I sui genitori poco tempo fa hanno chiesto 250 milioni di euro di risarcimento. Ma chi risarcirà tutti gli italiani per aver subito la sua performance ieri?” E ancora: “Ieri dopo aver ascoltato la canzone gli italiani l’hanno presa e spedita al confino. Non è che ora farà trenta anni di esilio?”.

Ai microfoni di Staffelli il real cantante afferma: “Ho cantato con il cuore e con l’anima. Sono contento. E’ un periodo bellissimo”. Filiberto dichiara poi di sperare in un ripescaggio e di credere molto nel brano presentato.

La consegna del trofeo di Striscia si conclude con un bacio a stampo tra il tapiroforo e il principe, il quale afferma: “Mi hai dato la forza di continuare” -e scherzando aggiunge -“Un po’ di te è entrato in me”.


28
gennaio

TAPIRO D’ORO PER FRANCESCO FACCHINETTI E IL PIU’ GRANDE (FLOP DI TUTTI I TEMPI)

Doveva essere Il più grande (italiano di tutti i tempi) e invece si è dimostrato Il più grande (flop di tutti i tempi). Un evento, una “elezione”: queste le parole utilizzate da Facchinetti per presentare il programma. Il Più Grande si sta invece rivelando un’accozzaglia di sfide comiche, culturalmente poco elevate (per Liofredi è “il nostro modo per celebrare i 150 anni dall’Unità d’Italia”) tra morti e viventi famosi, “dove i morti sono più vivi dei viventi” (Sgarbi dixit). Un progetto in pieno naufragio con un Facchinetti costretto a correggere continuamente se stesso, Martina Stella e la regia.

Un esperimento mal riuscito, criticato per assurdo dagli stessi giurati dello show, che ha fatto leccare i baffi a Striscia la Notizia. E questa sera i telespettatori potranno assistere alla consegna – da parte di Valerio Staffelli – del Tapiro D’Oro al “volto” di questo flop. I bassi ascolti della prima puntata (qui i dati della seconda) nonostante l’atteso arrivo di Fiorello (chiamato a peso d’oro sulle pagine del Corriere) e le critiche ricevute saranno al centro dell’incontro romano tra il tapiroforo e il conduttore.

E non solo: l’ex Dj sarà chiamato a rispondere anche su un web-concorso canoro da lui stesso lanciato (Your Music Blog) il cui premio (l’incisione di una compilation) non è stato mai consegnato al vincitore.





13
agosto

DOPO FIORELLO E STAFFELLI, ANTONIO RICCI CONVOCA A STRISCIA ANCHE FRANCESCO COSSIGA. CHE RIFIUTA MA…

Francesco Cossiga

Dietro il bancone di Striscia la Notizia si è già seduta mezza nostra penisola dei famosi: dalla Lecciso alla Parietti, passando per Flavia Vento e Dj Francesco. L’altra metà, invece, ruota come un satellite intorno al pianeta di Ricci. Perchè il tg satirico di Canale 5 è la meta più ambita e l’approdo più sicuro, in termini di auditel e rispetto di pubblico ed addetti ai lavori, che qualunque presentatore possa sperare di raggiungere nella sua breve o lunga carriera.

In questi ultimi mesi, si sono fatte, a riguardo, tante ipotesi per un possibile cambio della guardia, come d’abitudine per il programma, da sempre e continuamente alla ricerca de “la coppia perfetta”. Si è parlato di Belen e Teo Mammuccari, che, ormai, condividono pure troppo, tra sit-com, preserali e prime time. Si è parlato pure della Hunziker con Bisio, che hanno già condiviso troppo, stante la sbandata della prima per il secondo, avvenuta ai tempi di Zelig ma sbandierata solo a scoppio ritardato, con buona pace dei partners di oggi e di allora. 

Ebbene, mentre questo valzer di toto-conduttori continuava e continua ad andare avanti, il settimanale Chi ci rivela che la stagione appena trascorsa già aveva il suo asso nella manica: Fiorello. Un nome, il suo, che ha vagato a lungo nell’etere, invocato da tutti, ma a bassa voce, quasi per paura di bruciarne la candidatura. Forse, l’unico vero e completo show-man che abbiamo in Italia (danza a parte, seppur un tempo dichiarasse ”volevo fare il ballerino”); di certo, il più richiesto.


14
aprile

BREVEMENTE: ARGOMENTI ED OSPITI DEI PRINCIPALI PROGRAMMI DEL 14 APRILE 2009

Eva Henger e Massimiliano Carolettibrevemente2.gif

[Tgcom] L’ex attrice hard Eva Henger è di nuovo mamma: proprio il giorno di Pasqua la pornostar ha dato alla luce Jennifer, figlia del produttore Massimiliano Caroletti. La piccola è nata alle 18.28 all’Ospedale Villa San Pietro Fatebenefratelli di Roma: a riprendere l’evento le telecamere di “Pomeriggiocinque”, con Barbara D’Urso (in collegamento telefonico) che, tornata nei panni della storica dottoressa Giò, ha assistito come ginecologa d’eccezione.

Questa sera ad “Otto e mezzo”, Lilli Gruber e Federico Guiglia intervisteranno Tonino Guerra (in collegamento da Mosca), poeta, scrittore e sceneggiatore romagnolo . Un’intervista-dialogo sulla bellezza, sull’arte, sulla modernità, con uno dei grandi testimoni della cultura italiana del Novecento.

Ad una settimana dal terremoto che ha devastato L’Aquila e gli altri centri abruzzesi, la puntata di “Ballarò” in onda stasera cerca di capire che Paese è uscito fuori. In cosa abbiamo funzionato e in cosa no? Quali i vizi e quali le virtù mostrati dagli italiani di fronte al tragico evento? Sono le domande che il programma, condotto in diretta da Giovanni Floris, porrà ai suoi ospiti, tra i quali il ministro dell’interno Roberto Maroni e la presidente dei senatori del PD Anna Finocchiaro. In apertura la copertina di Maurizio Crozza.


10
marzo

X FACTOR LANCIA L’ERA SKRAISET: FIORELLO E STAFFELLI, TAPIRO ALLA MANO, SUGLI SCHERMI RAI. ELIMINATI I FARIAS

XFactor (Fiorello e Valerio Staffelli)

La miglior puntata di sempre di X Factor ha dato vita alla nuova era televisiva, quella di Skraiset. Se due settimane or sono, a far notizia era l’approdo di Maria De Filippi al Festival di Sanremo, che siglava così la sua prima apparizione in Rai, al talent show di Raidue è scattata la fase successiva: unire su un’unica rete Rai, Mediaset e Sky. Dopo i primi minuti tutti musica e talent, infatti, arriva ad XFactor l’atteso collegamento con lo showman per eccellenza Fiorello, pronto a sbarcare sul satellite dal prossimo 2 aprile, e, irruzione nell’irruzione, fa la propria comparsa, dopo pochi minuti, Valerio Staffelli col suo inseparabile Tapiro d’Oro. Ed il gioco è fatto. Un siparietto divertente, nonostante le eccessive risate di Facchinetti & Co, che ha visto Fiorello , tutto intento a pubblicizzare il suo nuovo show su Sky, imitare dapprima la Maionchi, poi Daniele Magro concludento il proprio intervento dando adito alle voci di queste ultime settimane che vorrebbero la nuova edizione di X Factor già a settembre 2009.

Ad aprire la nona puntata del talent show sono stati i Gemelli Diversi con il loro rap di denuncia, seguiti da due manche all’ultimo televoto che vedevano i cantanti in gara secondo lo schema del tutti contro tutti. Ad impreziosire la serata, già di per sè esplosiva, una grande star internazionale, Anastacia, che simpaticamente ha accennato il celebre ritornello della Canzone del capitano, tanto cara a Facchinetti. La pop star, omaggiata dai concorrenti con un medley, ha cantato live il suo ultimo singolo ed è stata giurata d’eccezione nella seconda manche. Una cantante eccezionale con una grande umanità: un vero esempio per i talenti nostrani.

Nella sfida tutti contro tutti, a farne le spese sono stati Enrico e i Farias, finiti all’ultimo scontro. La decisione finale spetta a Mona nostra che, dopo le scelte contrastanti di Morgan e Mara Maionchi, decide di eliminare i Farias, un’eliminazione che, visto l’incalzante approssimarsi della finale, era attesa da tempo dal popolo del web. Ma come se la sono cavata gli altri talenti in gara?

Dopo il salto commenti e valutazioni della gara, nuovo sondaggio e il gruppo ospite della prossima puntata.