Trama



2
febbraio

CON IL SOLE NEGLI OCCHI: IL DRAMMA DEI RIFUGIATI NEL FILM TV DI RAI1 DIRETTO DA PUPI AVATI

Con il Sole negli Occhi

Una donna sola e un bambino in fuga dalla guerra alla ricerca della sua famiglia. Sono questi gli elementi centrali di Con il Sole negli Occhi, il film tv con il quale Pupi Avati, dopo l’esperienza de Il Bambino Cattivo, torna a raccontare per il piccolo schermo il mondo dell’infanzia. In onda questa sera alle 21.10 su Rai1, il film tv ha per protagonista Laura Morante, affiancata dal piccolo esordiente Amor Faidi.

Con il sole negli occhi, co-prodotto da Rai Fiction e dalla DueA Film di Antonio Avati, racconta la storia di un bambino siriano, Marhaba, che fugge dal suo paese in guerra alla ricerca della famiglia, passando per Lampedusa, fino ad arrivare in Germania grazie all’aiuto di una donna avvocato, che incontra lungo il suo cammino. Nel cast al fianco di Laura Morante, anche Paolo Sassanelli (Giorgio Astrei), Lina Sastri (Miriam), Michele La Ginestra (Marzio), Claudia Potenza (Adele) e Gianfranco Jannuzzo (Licata).

Lo sceneggiatore e regista, che nella passata stagione ha proposto sempre sugli schermi di Rai1 la serie Un Matrimonio, in sede di presentazione del tv movie, ha spiegato come grazie ad un semplice gesto di solidarietà – l’accoglienza di un piccolo clandestino sbarcato a Lampedusa – tutti possano cambiare vita e ritrovare il senso della propria esistenza. Da qui la scelta di fare un film su una tematica che gli stessi media, a detta di Avati, non raccontano in maniera adeguata.

“Perché questa storia? Perché ho iniziato a riflettere su questo genocidio, e queste persone avevano bisogno di essere raccontate come non è stato fatto dai media. C’è un aumento di questi lutti e, paradossalmente, più aumentano più cala l’interesse dei media. Ma se racconti la storia di uno e lo conosci, e questo è un bambino, rendi il racconto più seducente. Raccontare un bambino significa raccontare l’immediatezza del contatto. Laura incarna una solitudine che vede che le scelte fatte l’hanno portata ad essere sola. È un avvocato matrimonialista che decide di promuovere ricongiungimenti. Ricongiungimenti è una bellissima parola. Dobbiamo ricongiungerci”.

Con il Sole negli Occhi – Foto




8
dicembre

FRANCESCO: LILIANA CAVANI TORNA A RACCONTARE IL SANTO D’ASSISI, QUESTA SERA E DOMANI SU RAI1

Francesco

Non c’è due senza tre. Così Liliana Cavani si confronta per la terza volta con la figura di San Francesco. Dopo il film tv del 1966 con protagonista Lou Castel e il lungometraggio del 1989 con Mickey Rourke, la regista dirige l’intensa vita del Santo di Assisi nella miniserie Francesco, in onda questa sera e domani in prima serata su Rai1. La fiction evento, prodotta dalla Ciao Ragazzi di Claudia Mori, ha per protagonista l’attore polacco Mateusz Kosciukiewicz nei panni del santo patrono d’Italia. Nel cast internazionale figurano anche Sara Serraiocco nei panni di Chiara, mentre Giselda Volodi è la madre del protagonista, Vinicio Marchioni è Elia, amico di Francesco, Benjamin Sadler è il Cardinale Ugolino, mentre Ludwig Blochberger interpreta Innocenzo III.

Francesco – Trama

La miniserie ripercorre i tre periodi fondamentali della vita di Francesco e dei suoi due amici fraterni: Chiara ed Elia. Il personaggio di Chiara è più che conosciuto, mentre Elia, una delle figure chiave per la storia del movimento francescano, è tutta da scoprire e si presenta ricca di sfumature e con un percorso umano tortuoso e tormentato. Grazie anche alla loro fedeltà il futuro patrono d’Italia potrà divulgare il suo messaggio di fede, fondato su una nuova e rivoluzionaria interpretazione del Vangelo e ispirato a tre concetti cardine che oggi più che mai sono la base di una indispensabile riflessione per tutti: pace, condivisione, fratellanza e solidarietà.

Francesco, dopo aver provato in gioventù la strada della guerra e dell’avventura, viene chiamato da Dio ad assolvere un incarico inaspettato, fatto di prove difficili ma di una straordinaria bellezza umana. Le sue scelte lo mettono fin da subito in rotta di collisione con il padre, un ricco commerciante di stoffe e un “prestasoldi” che ha nei confronti del figlio progetti grandiosi che restano delusi.  Francesco, abbandonata traumaticamente la sua ricca famiglia, conduce una vita  di povertà guadagnandosi da vivere col lavoro delle proprie mani. Nel primo periodo viene considerato un eccentrico e un esaltato. Ma presto alcuni amici e altri giovani lo ammirano e cominciano a imitarlo, spogliandosi di ogni ricchezza, attratti  da quella nuova avventura di vita libera e lontana dalle convenzioni e dagli obblighi di una società rigida e di fatto fondata su egoismo e violenza.

Francesco – Foto

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


7
dicembre

THE WALKING DEAD: CLIFF CURTIS E’ IL PROTAGONISTA DELLO SPIN OFF

Cliff Curtis

L’apocalisse determinata dall’invasione degli zombie è ormai un trend difficile da arrestare. La televisione ha beneficiato molto di questa moda ed ha fatto di The Walking Dead (qui info sul ritorno della quinta stagione) il suo fiore all’occhiello. Perché quindi non spremere fino al possibile il suo potenziale proponendo al grande pubblico un suo spin-off?

Cobalt è il titolo (provvisorio) dello spin off di The Waking Dead

Già sapete la risposta visto che è ormai cosa nota la volontà del canale AMC di puntare sulla nuova serie tratta appunto dal famoso show, ormai giunto alla quinta stagione. Ebbene, adesso siamo in grado di annunciarvi parte del cast ufficiale del nuovo telefilm che, secondo i ben informati, dovrebbe chiamarsi “Cobalt”.

I personaggi di Cobalt

Cliff Curtis sarà il protagonista maschile della serie. L’attore ha all’attivo un curriculum di tutto rispetto. Lo ricordiamo per aver preso parte a film come Lezioni di piano, Rapa Nui, Once Were Warriors, Insider, Blow, The Fountain, Sunshine, Il caso Thomas Crawford, 10.000 a.C., Die Hard – Vivere o morire, L’ultimo dominatore dell’aria, e a serial televisivi quali Trauma e Missing. Spetterà a lui interpretare il ruolo di Sean Cabrera, descritto come un bravo insegnante alla continua ricerca della cosa giusta da fare. Ad accompagnarlo nei tentativi di sopravvivenza nel nuovo mondo dominato dai morti viventi ci saranno Nick (interpretato da Frank Dillane), il figlio con problemi di droga della mamma single Nancy Tompkins, e sua sorella Ashley (interpretata da Debnam Carey), una ragazza con la testa sulle spalle, ambiziosa e che sta cercando di emanciparsi dalla figura materna per trovare l’indipendenza.





1
dicembre

QUALUNQUE COSA SUCCEDA: PIERFRANCESCO FAVINO E’ GIORGIO AMBROSOLI NELLA NUOVA MINISERIE DI RAI1

Qualunque cosa succeda

Questa sera e domani in prima serata su Rai1 andrà in onda Qualunque cosa succeda, miniserie in due puntate, che ripercorre una vicenda diventata un pezzo della storia del nostro Paese: quella dell’avvocato Giorgio Ambrosoli e della sua ricerca di giustizia dopo il crack finanziario della Banca Privata Italiana di Michele Sindona. A dare voce e volto a Giorgio Ambrosoli è Pierfrancesco Favino, mentre la moglie Annalori è interpretata da Anita Caprioli. Nel cast, tra gli altri, Massimo Popolizio nel ruolo di Michele Sindona, Giovanni Esposito in quello di Andreotti, Andrea Gherpelli nel ruolo del maresciallo Silvio Novembre, braccio destro dell’avvocato. Il direttore generale Sarcinelli ha il volto di Ettore Belmondo, Adriano Chiaramida interpreta invece il governatore Baffi.

Le due puntate della serie, dirette da Alberto Negrin, sono basate sull’omonimo libro di Umberto Ambrosoli, il figlio dell’avvocato, e sceneggiate da Andrea Porporati. A dare il titolo alla fiction, prodotta da Matteo Levi per 11 Marzo Film, è la lettera-testamento scritta dallo stesso Ambrosoli a sua moglie Anna nel 1975, quattro anni prima di morire quando, mentre lavorava per lo Stato, incaricato dalla Banca d’Italia di gestire la liquidazione della fallita Banca privata di Sindona, sentiva che il suo  impegno civile e morale gli sarebbe costato la vita.

“È indubbio che pagherò a caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il Paese… Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai cosa devi fare e sono certo saprai fare benissimo. Dovrai tu allevare i ragazzi e crescerli nel rispetto di quei valori nei quali noi abbiamo creduto…”.

Nella notte tra l’undici ed il dodici luglio del 1979 Giorgio Ambrosoli viene infatti ucciso sotto casa da un killer assoldato dallo stesso Sindona. Qualche anno più tardi anche Michele Sindona morirà, ingerendo del veleno nel carcere in cui era rinchiuso per l’omicidio di Ambrosoli. Grazie al lavoro dell’avvocato milanese, la Banca Privata Italiana venne liquidata, i suoi debiti pagati ed i tanti piccoli risparmiatori che avevano visto sparire i loro risparmi furono risarciti.

Qualunque cosa succeda – Foto

Qualunque cosa succeda – Anticipazioni


25
novembre

UNDATEABLE: SU JOI ARRIVA L’ENNESIMO “NUOVO FRIENDS”

Undateable

Undateable

Cosa succede quando un trentenne single dichiaratamente sciupafemmine incontra sulla sua strada un coetaneo devotissimo alla causa romantica? Semplice, i due si ritrovano ad aiutarsi a vicenda. Undateable, al via questa sera ogni martedì su Joi in prima visione assoluta, è la nuova sitcom di NBC trasmessa lo scorso maggio Oltreoceano e, nonostante gli ascolti altalenanti, rinnovata con una seconda stagione da dieci episodi.

Protagonista della sitcom è Danny Burton (Chris D’Elia), un ragazzo assolutamente convinto che la vita da single sia la vera svolta superati i 30 anni. Quando l’amico Shannon decide di abbandonare il tetto comune in vista del matrimonio, Danny parte alla ricerca di un nuovo coinquilino e incontra sulla sua strada il proprietario del Black Eyes Bar, Justin (Brent Morin), ironia della sorte l’esatto opposto di lui, romantico e alla continua ricerca della dolce metà che lo accompagnerà fino alla morte.

Così Danny si ritrova non solo un nuovo coinquilino, ma anche un amico da aiutare, in virtù delle sue impareggiabile doti da latin lover, assieme alla combriccola di sfigati amici di Justin, anche loro alla ricerca dell’anima gemella: il timido nerd Burski, lo strano Shenny, e il gay Brett, peraltro barista al Black Eyes. Ma in questo “novello Friends”, da molti definito la sitcom dell’anno, anche il protagonista ha un serio problema: non riesce ad andare oltre una “botta e via”, incapace di instaurare un rapporto sano con l’altro sesso. Per questo proprio Justin gli sarà d’aiuto, con la sua visione un po’ retrograda dell’amore. Tra le protagoniste femminili, invece, Eva Amurri nei panni dell’ex fidanzata di Danny.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





12
novembre

BELIEVE: UNA BAMBINA E I SUOI POTERI PROTAGONISTI DELLA NUOVA SERIE J.J. ABRAMS. DA STASERA SU PREMIUM ACTION

Believe

Believe

Che dopo Lost per J.J. Abrams il vento non sia più a favore non ci sono molti dubbi. Believe, pronta a sbarcare in Italia, è solo l’ultima di una lunga serie di produzioni targate Abrams che non hanno particolarmente brillato Oltreoceano, chiusa da NBC dopo 12 episodi (con il tredicesimo mai andato in onda) e non rinnovata con una seconda stagione. Visti però gli accordi in essere con Warner e Universal, il Biscione è pronto a proporla nel Belpaese, da stasera 12 novembre 2014 ogni mercoledì alle 21 su Premium Action.

Believe su Premium Action – Trama

Protagonista di Believe è una bimba con un doto particolare, Bo, rimasta orfana dall’età prescolare e con un segreto difficile da gestire: è infatti dotata di poteri sovrannaturali, come la telecinesi, la levitazione e la predizione del futuro, tutt’altro che in grado di comprenderli pienamente e mantenerne il controllo. Proprio per questo viene allevata dai True Believers, con il compito di proteggerla dalle persone malintenzionate, pronte ad usare quei poteri per fini malvagi.

Arrivata all’età di 10 anni, però, i poteri diventano ancora più ingestibili, e per questo la bimba viene affidata al protettore Tate, che riesce – a differenza dei suoi colleghi del gruppo – a controllare quel dono. I due, però, devono presto sfuggire intraprendendo un lungo viaggio per gli Stati Uniti, non solo per impedire che quei poteri vengano utilizzati per scopi tutt’altro che leciti, ma anche perché Tate è condannato a morte per un reato che non ha commesso.

Believe – Anticipazioni – Episodi


5
novembre

LOOKING: SKY ATLANTIC RELEGA LA SERIE GAY DI HBO IN TERZA SERATA

Looking

Looking

Salutato House of Cards 2 (e in attesa della terza stagione), per Sky Atlantic è arrivata l’ora di guardare oltre. Dopo Gang Related, nuova serie Fox chiusa dopo 13 episodi la scorsa estate, il canale “alto” della piattaforma Sky punta per la terza serata su una serie targata HBO. E, ormai dovremmo essere abituati, non può che trattare tematiche borderline, poco adatte per un target generalista ma altresì perfette per un canale come Sky Atlantic. Parliamo di Looking, in onda ogni mercoledì da questa sera, 5 novembre 2014, in terza serata (dalle 0.10), slot non poco opinabile per un canale tematico.

Looking su Sky Atlantic – Tre gay protagonisti

Protagonisti di Looking sono tre omosessuali di San Francisco, tre grandi amici ognuno alla ricerca – con i propri mezzi – di una vita soddisfacente nella città più aperta alla cultura gay della California. Tra drama e comedy, la serie intende mostrare (e normalizzare) senza veli e senza tabù il sesso e i gesti d’affetto tra persone dello stesso sesso, situazioni che faranno da fil rouge all’obiettivo di fondo del suo ideatore: mostrare la ricerca di sé stessi e dell’affermazione professionale.

Looking su Sky Atlantic – Anticipazioni

Tre vite completamente diverse protagoniste indiscusse di questa ricerca emotiva e personale. Patrick (Jonathan Groff) è uno sviluppatore di videogiochi che dopo la fine della sua ultima relazione si ritrova al centro di una crisi di identità, da cui cercherà di uscirne rimettendosi in gioco, Agustìn (Frankie J. Alvarez), artista nonché migliore amico di Patrick e suo coinquilino, va alla ricerca di nuove esperienze rinunciando all’amore monogamo, mentre Dom (Murray Bartlett) vive una crisi sentimentale e professionale, tipica dei 40enni.


22
ottobre

UNA PALLOTTOLA NEL CUORE: GIGI PROIETTI CRONISTA DI NERA DA LUNEDI 27 OTTOBRE SU RAI1

Una Pallottola nel Cuore

Un poliziesco con tinte di commedia non rappresenta certo una grossa novità nel panorama della fiction italiana. Potremmo elencare decine e decine di titoli nei quali un prete, o magari una professoressa, si sono ritrovati a dover indagare su misteriosi morti, tra un impegno e l’altro della loro vita privata. Nel caso di Una Pallottola nel cuore, ciclo di 4 tv movie, in onda da lunedì 27 ottobre su Rai1, a fare la differenza sarà però senza ombra di dubbio il protagonista. A vestire i panni di Bruno Palmieri, “cronista di nera” del Messaggero, alla soglia della pensione, è, infatti, il grande Gigi Proietti.

L’istrionico attore, di ritorno in tv, a distanza di oltre un anno dalla miniserie L’ultimo Papa Re, interpreta il ruolo di un giornalista ironico e intuitivo che, a bordo della sua vecchia cabriolet anni ‘70, gira per Roma, portando avanti inchieste giornalistiche su dei vecchi omicidi rimasti irrisolti, i cosiddetti  “cold case”. Palmieri deve però fare i conti anche con un caso irrisolto che riguarda la sua vita personale. Proprio mentre inizia le indagini sul vecchio caso, arriva, infatti, nella redazione del suo giornale, una ragazza di nome Maddalena, interpretata da Francesca Inaudi.

La giovane donna è stata appena assunta come stagista. Bruno e Maddalena non sanno di essere legati da un legame inscindibile: sono padre e figlia. L’unica a saperlo è Paola (Licia Maglietta), la madre di Maddalena, la donna con la quale Bruno ebbe un’appassionata relazione clandestina, che s’interruppe quando Bruno fu colpito al cuore. Qualcuno, infatti, tanti anni fa gli ha sparato, e la pallottola è ancora lì, perché troppo pericoloso tentare di estrarla.

Una Pallottola nel cuore – Trama e Foto