TgCom24



26
ottobre

TGCOM24: PAOLO LIGUORI NUOVO DIRETTORE. ALESSANDRO BANFI COORDINERA’ POMERIGGIO CINQUE

Paolo Liguori

Paolo Liguori è il nuovo direttore di TgCom24. Il giornalista Mediaset, già noto al pubblico della rete all news come conduttore di Fatti e Misfatti, assume la guida della testata succedendo ad Alessandro Banfi. Quest’ultimo – si legge in una nota del Biscione – si occuperà di una nuova linea di approfondimenti giornalistici e, nell’immediato, assumerà anche il ruolo di coordinatore del contenitore quotidiano Pomeriggio Cinque.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




4
luglio

PALINSESTI 2014/2015 TGCOM24: OCCHI PUNTATI SU QUIRINALE E VATICANO

Tgcom24

Le telecamere saranno puntate soprattutto sul Palazzo, sulla piazza ed il Cupolone. Nella prossima stagione televisiva, TgCom24 continuerà a raccontare l’Italia ed il mondo in tempo reale, con una particolare attenzione ai luoghi più caldi dell’attualità. I palinsesti 2014/2015 del canale all news di Mediaset (il 51 del digitale terrestre) prevedono infatti una programmazione confermata nella sua architettura portante, quella delle breaking news, con l’aggiunta di rubriche ispirate proprio dalla necessità di approfondire le notizie di particolare interesse.

Palinsesti 2014/2015 TgCom24: le novità

In un momento in cui a tenere banco sono le trasformazioni della politica, le ripercussioni socio-economiche della crisi, e la rivoluzione di Papa Francesco nella Chiesa, la testata diretta da Alessandro Banfi aprirà nel palinsesto alcune finestre dedicate proprio a tali argomenti. Tra le novità – già rodate nella stagione appena conclusa – ci sarà Quirinaria, una rubrica in onda ogni sabato alle ore 13 a cura di Fabrizio Summonte. Il giornalista parlamentare descriverà i retroscena e le notizie provenienti dal Palazzo in cui abita e lavora il Capo dello Stato Giorgio Napolitano.

Tutte le domeniche alle ore 13 verrà inoltre trasmessa la rubrica Stanze Vaticane, a cura di Fabio Marchese Ragona: un’occasione per entrare nei Sacri Palazzi e raccontare il pontificato di Papa Francesco. L’operato del Santo Padre, le sue parole e la vita della Chiesa saranno al centro di ogni appuntamento, con interviste ed analisi in studio. Nei mesi scorsi, la rubrica vaticana di Tgcom24 ha spesso vantato ospiti d’eccezione quali Cardinali e prelati vicini al Papa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


16
settembre

COSTA CONCORDIA: LA ROTAZIONE DELLA NAVE IN DIRETTA TV

Costa Concordia, rotazione

Il gigante di ferro riemergerà dalle acque. Pian piano, in tutta la sua imponenza. Inizieranno stamane all’alba le operazioni di recupero della Costa Concordia, la nave da crociera affondata all’Isola del Giglio il 13 gennaio 2012. Salvo imprevisti dell’ultima ora dovuti alle condizioni meteo-marine, le manovre di rotazione in assetto verticale partiranno alle ore 6 del mattino e si protrarranno per 10-12 ore, come dichiarato ieri dal capo della Protezione Civile Franco Gabrielli. Le fasi del progetto “parbuckling” (questo il nome tecnico), preliminare ad uno smantellamento del relitto, verranno seguite in diretta tv dai canali all news.

Le telecamere puntate sulla Concordia, in particolare, si accenderanno di primo mattino in concomitanza con l’avvio delle delicate operazioni. A partire dalle ore 5, Rainews24 seguirà in diretta le manovre di rotazione con tre inviati in collegamento dall’Isola del Giglio e con l’ausilio di postazioni mobili per riprendere il cantiere su vari fronti. Per tutta la durata dei lavori, i cronisti spiegheranno, con l’aiuto di alcuni esperti, la successione e lo scopo delle fasi trasmesse live. Il racconto dei testimoni della notte del naufragio e quello degli abitanti dell’isola, che tempo aspettano questo momento, completerà la giornata di diretta.

Costa Concordia: il progetto Parbuckling

Immagini in tempo reale anche su SkyTg24 e Tgcom24. La testata diretta da Sarah Varetto seguirà l’evento a partire dalle ore 6, quando tecnici ed ingegneri inizieranno a mettere in tensione i cavi di acciaio fissati alla nave sulla sommità di nove cassoni centrali. Intanto, attorno al relitto è stato posizionato un ‘falso fondale’ che permetterà di colmare il dislivello creatosi a poppa e a prua tra la carena e gli speroni di roccia. Eventuale materiale fuoriuscito dalla nave durante le manovre verrà recuperato da un’ampia rete dispiegata attorno al colosso del mare.





7
luglio

TGCOM24, PALINSESTI AUTUNNO 2013: NEWS ED APPROFONDIMENTI PER LA TESTATA DI ALESSANDRO BANFI

Tgcom24

Notizie rapide, in tempo reale, ma anche approfondimenti di cronaca, politica e gossip. Nell’autunno 2013 il palinsesto TgCom24 riserverà al pubblico alcune novità all’insegna dell’informazione e degli aggiornamenti d’attualità. La futura programmazione del canale all news di Mediaset sarà mirata al potenziamento giornalistico della propria offerta, sotto la guida del nuovo direttore di testata Alessandro Banfi (Mario Giordano è infatti passato alla direzione di Videonews).

Scopriamo dunque le novità in onda a partire dai prossimi mesi. Dal lunedì al venerdì, alle ore 20.00, il direttore Alessandro Banfi condurrà La Giornata, un commento sui fatti principali avvenuti nelle precedenti ventiquattro ore. Confermato l’appuntamento settimanale con Fatti e Misfatti, la rubrica di Paolo Liguori in onda da lunedì al venerdì alle 13.00. Anche nella prossima stagione, il giornalista farà il punto sull’attualità politica in compagnia di alcuni ospiti in studio o in collegamento.

Per Tgcom24, approfondimenti e rubriche confermate anche nel weekend. In particolare, il sabato e la domenica alle ore 20.00 Toni Capuozzo condurrà Mezzi Toni, uno spazio di commento. Dalla cronaca nera a quella rosa e patinata, sempre nel fine settimana – il sabato alle 10.45 – il giornalista Antonello Sarno presenterà Dolce Vita, ossia il meglio del gossip e del cinema raccontato con servizi ed interviste ai protagonisti dello showbiz.


5
giugno

BOOM! GIORDANO A VIDEONEWS, BANFI A TGCOM24 (CHE DIVENTA AUTONOMO), RAGUSA A NEWSMEDIASET, BRACHINO A SPORTMEDIASET.

Mario Giordano

Mario Giordano

Tsunami con reazione a catena. Non potrebbe definirsi altrimenti il valzer di poltrone che potrebbe iniziare a ‘suonare’ a  Cologno Monzese, dopo gli incontri dell’azienda con i cdr di VideoNews, NewsMediaset e SportMediaset, previsti questo pomeriggio a partire dalle 15.

Bene! Prendete il taccuino e annotate con cura. Vi sveliamo in anteprima cosa potrebbe succedere nel pomeriggio!

Tanto per iniziare VideoNews avrebbe un nuovo direttore che risponde al nome di Mario Giordano il quale, per il nuovo incarico, lascerebbe la direzione di NewsMediaset nelle mani della sua fedelissima vice Rosanna Ragusa. Una situazione, questa, che di fatto consentirebbe a Giordano – nelle nuove vesti di direttore di VideoNews – di ‘essere in buoni rapporti’ anche con la struttura della quale è attualmente direttore.

E Brachino, attuale direttore di VideoNews? Per Claudio pare ci sia la direzione di SportMediaset al timone della qualec c’è attualmente Rognoni. Quest’ultimo potrebbe essere fuori dai giochi a meno che non si pensi ad una condirezione con Brachino o, in alternativa, si trovi una soluzione diversa per l’attuale direttore di VideoNews.

Novità in vista anche per TgCom24. La diretta del canale pare sia destinata ad essere ridotta e, al contempo, la struttura dovrebbe staccarsi da NewsMediaset per diventare autonoma. Poche decine di giornalisti sotto la guida di Alessandro Banfi che lascerebbe la condirezione di VideoNews.

Attendiamo conferme.





7
febbraio

TGCOM24: LO SCAZZO RAVETTO-FACCI. IL FUORI ONDA DELL’ABBANDONO DELLO STUDIO SU DM

Facci e Ravetto a TgCom24

Facci e Ravetto a TgCom24

Bambiiini, state buoni. Un maestro avrebbe redarguito così i suoi alunni in preda alle classiche beghe da scuola elementare. E Federico Novella, conduttore di Check point su TgCom24, se l’è cavata con un ‘prima di arrivare alle mani, torniamo all’argomento del giorno‘. Ma il bello doveva ancora venire: il tempo per tornare all’argomento del giorno, infatti, non c’è stato. Filippo Facci e Laura Ravetto, ieri, non potevano proprio farcela a condividere lo stesso studio.

Lui (Facci), stanco di essere interrotto, lei (Ravetto), stanca di essere trattata come una bambinetta, l’altro (Novella) stanco e basta. Di lui e lei, s’intende. Subito dopo il battibecco live, il patatrac che nessuno ha visto ma che noi di DM vi mostriamo con un bel fuorionda carpito dagli studi della all news Mediaset.

L’onorevole del Pdl non ce l’ha fatta e ha abbandonato lo studio decisamente nervosa: con un “siete pazzi” ha posto fine al suo intervento, finendo prima in uno sgabuzzino, poi imbroccando la porta giusta per l’uscita dallo studio.

Ravetto: “Non mi faccio trattare come un bambina di 5 anni [...] devo rispondere come vuole lui. Io sono una persona educata, bene. Se poi Filippo oggi è nervoso sono problemi suoi. [...] “Io sono molto calma, non mi faccio dare della bambinetta“.
Facci: “Qua la maleducata sei tu
Ravetto: “Voi siete pazzi, io ve lo dico, voi siete pazzi“.

Guardate un po’…


17
gennaio

PAR CONDICIO, L’AGCOM RICHIAMA TG4 E STUDIO APERTO. SU TGLA7 E TGCOM24 TROPPO SPAZIO A MONTI

Mario Monti

Per stavolta è una semplice ammonizione: la seconda in quindici giorni. Ma, se le violazioni registrate non verranno corrette, l’Agcom farà scattare le sanzioni vere e proprie. L’Autorità Garante per le Comunicazioni ha rilevato nuovi squilibri in tema di par condicio, richiamando i principali tg nazionali a quaranta giorni dal voto. In particolare, il Garante ha attestato in Studio Aperto e Tg4 un’eccessiva presenza del Pdl, nel TgLa7 una sovraesposizione di Mario Monti a discapito di Pd e Pdl, in Tgcom24 una sottopresenza del Pd e troppo spazio al Premier.

Nel dettaglio, analizzando il periodo dal 7 al 13 gennaio, l’Autorità ha riscontrato che per il Tg4 e Studio Aperto «si è ridotto lo squilibrio registrato nelle settimane precedenti con riferimento al dato relativo a tutte le edizioni dei telegiornali, mentre permangono nelle edizioni principali dei citati telegiornali evidenti squilibri per l’eccessiva presenza del Pdl (68,77% nel Tg4 e 74,90% in Studio Aperto) rispetto a tutti gli altri soggetti politici». Il Garante ha ordinato un immediato equilibrio, da assicurare entro il 20 gennaio prossimo.

Soffermandosi poi sui notiziari di TiMedia (Tg La7, Tg La7d e Mtv News), l’Agcom ha evidenziato una sovraesposizione del premier Mario Monti in qualità di soggetto politico, una sottopresenza di Pdl e Pd e una assenza di Fli e Italia dei Valori. Quest’ultima, però, appoggerà la Rivoluzione Civile di Ingroia, che secondo i dati ha goduto di sovraesposizione assieme al MoVimento di Grillo.


27
novembre

DM LIVE24: 27 NOVEMBRE 2012. LA BIANCHERIA DA BORDELLO DI PAOLO LIMITI, TGCOM24 RILEVATA DA AUDITEL, ERRORE MADORNALE AD AVANTI UN ALTRO

Paolo Limiti - Cristina Parodi Live

Paolo Limiti - Cristina Parodi Live

>>> Dal Diario di ieri…

  • La biancheria da bordello di Paolo Limiti

Alessandro ha scritto alle 15:07

Paolo Limiti al Parodi Live: “Non vorrei offendere nessuno ma durante alcune sfilate vedo certi modelli di biancheria intima che ai miei tempi si usavano solo nei bordelli..”.

  • Avanti un altro e l’errore madornale

Gionny82 ha scritto alle 19:58

Nel gioco finale di Avanti un Altro la concorrente gareggia per 42.000 €, alla domanda finale “si o no. Un Kg di piombo pesa di più di un Kg di piume?” tra lo stupore generale la signora risponde “è uguale” perdendo così l’allettante montepremi.

  • Rilevazione Auditel per TgCom24

lu85 ha scritto alle 20:00